1. propit.it è il primo e unico forum italiano interamente dedicato ai Proprietari di Casa e agli Inquilini conduttori di proprietà immobiliari.

    Su propit.it puoi approfondire nuove leggi, leggere opinioni, recensioni e consigli, scoprire nuovi strumenti, confrontarti e trovare modulistica fiscale, legale e contabile per gestire la proprietà immobiliare.

    Registrarsi è gratis ed elimina la pubblicità

  1. giusi911

    giusi911 Membro Junior

    Proprietario di Casa
    Salve a tutti,

    provo a ripubblicare il mio quesito perché non riesco più a visualizzarlo, quindi, nel dubbio che abbia commesso qualche errore in fase di pubblicazione , provo a riesporre i miei dubbi:

    in data 24/11/2017 ho stipulato un contratto di locazione 4+4 ad uso abitativo e a canone libero, registrato il 27/11/17 e con decorrenza dal 01/12/2017.
    Purtroppo l'inquilina mi ha anticipato che per gravi motivi dovrà lasciare la casa a breve, probabilmente il prox mese ma che l'ex marito è disposto a subentrare. A questo punto per logica ho pensato che la strada più ovvia sarebbe stata quella del subentro al contratto.

    Non avendo mai fatto prima un subentro di un contratto ho cercato di documentarmi un po' e sul sito dell'agenzia delle entrate ho letto " cessione / subentro con o senza pagamento corrispettivo"
    cosa sarebbe questo "corrispettivo"?

    Per quello che ho potuto leggere e comprendere , nel mio caso specifico dovrei quindi, compilare RLI via web effettuando la cessione del contratto, cambiando quindi i dati del vecchio inquilino con quello nuovo e contestualmente pagare la quota di euro 67 come tassa per il subentro. Preparare una scrittura privata tra le parti e stop. E' corretto? L'imposta di registro verrà poi pagata entro il 31/12/2018, è corretto anche questo?

    E infine, c'è un qualche motivo, fiscale o pratico per cui converrebbe invece risolvere il contratto e farne uno ex novo per il nuovo inquilino?

    grazie anticipatamente a tutti
     
  2. uva

    uva Membro Senior

    Proprietario di Casa
    Sì, è corretto.
    In sintesi:
    prepara una scrittura privata che sarà firmata dalle parti: cedente (l'inquilino che va via), cessionario (il nuovo inquilino che subentra) e proprietario.
    Trovi dei fac simile in rete, tipo questo:
    Come subentrare nel contratto di affitto

    presenta il mod. RLI web indicando nel quadro A il codice 6 nella sezione Adempimenti successivi ed anche il motivo del subentro (codice residuale 6).
    Nel quadro B devi indicare i dati di entrambi gli inquilini, barrando le rispettive caselle cedente e cessionario.

    Non essendoci pagamento di corrispettivo (non saprei dire in quali casi avviene questo pagamento) dovrai versare solo l'imposta di 67 euro, che puoi farti rimborsare dall'inquilino subentrante. RLI web ti chiederà di inserire il codice Iban della tua banca dove verrà addebitata tale somma.

    Non vedo motivi particolari per risolvere il contratto in essere e stipularne uno nuovo. Se scegli questa possibilità, dovrai versare l'imposta di risoluzione di 67 euro. E poi pagare imposta di registro e bolli per il contratto nuovo. Tutto ciò se, come pare, non hai optato per la cedolare secca e non intendi esercitare l'opzione in caso di nuovo contratto.
     
    A giusi911 piace questo elemento.
  3. giusi911

    giusi911 Membro Junior

    Proprietario di Casa
    Grazie mille uva!
    Sì il contratto resterà ordinario senza cedolare secca , dietro suggerimento del commercialista per poter scaricare delle fatture di ristrutturazione.
    Grazie anche per le istruzioni per la compilazione del RLI via web, ogni volta che devo fare una operazione vado sempre a scatola chiusa, non so mai che schermata troverò! Mi mette l'ansia sta cosa...ansia di ritrovarmi nel mezzo di una operazione e sbagliare !
     
    A uva piace questo elemento.
  4. uva

    uva Membro Senior

    Proprietario di Casa
    Allora ricordati di versare l'imposta di registro, entro 30 giorni dalla scadenza dell'annualità.
     
    A giusi911 piace questo elemento.
  5. giusi911

    giusi911 Membro Junior

    Proprietario di Casa
    Si infatti!
    Ma la scadenza dell' annualitá è da considerarsi 30 giorni dalla data di stipula o dalla data di decorrenza del contratto?
     
  6. Nemesis

    Nemesis Membro Storico

    Proprietario di Casa
    La registrazione dei contratti di locazione deve avvenire entro 30 giorni dalla data di stipula o dalla sua decorrenza, se anteriore.
     
    A giusi911 piace questo elemento.
  7. giusi911

    giusi911 Membro Junior

    Proprietario di Casa
    Grazie mille!!
    Questo dubbio mi tormentava da parecchio tempo!
     
  8. vitt1

    vitt1 Membro Attivo

    Proprietario di Casa
    Il corrispettivo si applica qualora l’importo del nuovo canone, dopo subentro, sia maggiore di quello già registrato.
     
  9. Nemesis

    Nemesis Membro Storico

    Proprietario di Casa
    No. L’accordo di cessione tra le parti può prevedere un corrispettivo (per la cessione).
    L’imposta di registro per la registrazione dell'accordo di cessione, in tal caso, è pari è pari al 2% del corrispettivo pattuito (con il minimo di 67 euro).
     
  10. vitt1

    vitt1 Membro Attivo

    Proprietario di Casa
    No secco o “non solo”?
     
  11. Nemesis

    Nemesis Membro Storico

    Proprietario di Casa
    Il "corrispettivo" a cui ci si riferiva in questa discussione è quello eventualmente previsto per la cessione del contratto.
     
    Ultima modifica: 6 Agosto 2018
  12. vitt1

    vitt1 Membro Attivo

    Proprietario di Casa
    Non hai risposto alla domanda che espliciterò meglio: la categoria “ cessione/subentro con aumento del canone” rientra tra quelle che prevedono il pagamento di un corrispettivo? Grazie.
     
  13. Nemesis

    Nemesis Membro Storico

    Proprietario di Casa
    L'aumento del canone non è un corrispettivo per la cessione del contratto.
     
  14. vitt1

    vitt1 Membro Attivo

    Proprietario di Casa
    Grazie
     
  15. giusi911

    giusi911 Membro Junior

    Proprietario di Casa
    Grazie Nemesis, finalmente è chiaro cosa sia questo corrispettivo. Ma giusto per capire ancora meglio...di solito è un importo che viene concordato tra padrone di casa e soggetto che subentra oppure è un accordo tra chi cede il contratto e chi subentra?
     
  16. basty

    basty Membro Storico

    Proprietario di Casa
    Questa la domanda:
    Questa la risposta:
    Secondo me la risposta appropriata in caso di annualità successive era: entro 30 giorni dalla data di decorrenza.
    Solo alla prima registrazione vale la risposta data da Nemesis
     
  17. giusi911

    giusi911 Membro Junior

    Proprietario di Casa
    Dubbio amletico. Io nel mio caso specifico ho quasi un mese di scarto
    Stipula e registrazione il 5 agosto 2017
    Decorrenza 01 settembre 2017
    Quindi nel mio caso i 30 giorni quando scadrebbero? Il 4 settembre 2018 oppure il 30 settembre 2018?
     
  18. Nemesis

    Nemesis Membro Storico

    Proprietario di Casa
    La nuova annualità decorrerà dal 1° settembre 2018. I 30 giorni scadranno il 30 settembre 2018, che sarà una domenica. Quindi il termine per il pagamento dell'imposta di registro annuale è prorogato al giorno successivo.
     
    A basty e giusi911 piace questo messaggio.

Per rispondere Entra o Registrati è Gratis…

Perchè dovresti Registrarti?

  • Partecipare e Creare Discussioni
  • Trovare Consigli e Suggerimenti
  • Condividere i tuoi Interessi
  • Informarti sulle Novità

Condividi questa Pagina

  1. Questo sito utilizza i cookies. Continuando a navigare tra queste pagine acconsenti implicitamente all'uso dei cookies.
    Chiudi