• propit.it è il primo e unico forum italiano interamente dedicato ai Proprietari di Casa e agli Inquilini conduttori di proprietà immobiliari.

    Su propit.it puoi approfondire nuove leggi, leggere opinioni, recensioni e consigli, scoprire nuovi strumenti, confrontarti e trovare modulistica fiscale, legale e contabile per gestire la proprietà immobiliare.

    Registrarsi è gratis ed elimina la pubblicità

fasa78

Membro Attivo
Impresa
#1
Buongiorno a tutti, chiedo un chiarimento.
Io e la mia compagna abbiamo acquistato la casa assieme (50% e 50%) - non siamo sposati per ora.

Lei , assieme al fratello (residente in un'altra casa) hanno ereditato 1 grande casa/villa (nessuno è residente) in un'altra provincia e ora essendo i nuovi ereditieri (padre e madre deceduti) si trovano a pagare un fardello di IMU, ICI ecc.

Il fratello essendo momentaneamente senza stipendio nè lavoro non può pagare e sta accumulando un debito abbastanza notevole.

Quello che chiedo. Ora, possono rivalersi anche sulla sorella - mia compagna (visto che ereditaria anche lei) , e se lei non riuscisse a pagare il debito visto che lavora saltuariamente, rischio che il mio 50% della casa in cui abito venga pignorato o qualcosa di simile ?

E se nel caso fossi stato sposato dovevo compartecipare alla spesa del debito pur di non vedermi magari sfrattato dell'altro 50% ?

Grazie per chi mi chiarirà il dubbio.
 

romettor

Membro Ordinario
Proprietario Casa
#3
Certo colpiscono i beni del debitore ma se siete comproprietari avri anche tu la bella rogna di avere vendita all'asta del suo 50% etc. E come essere il paese vicino ad uno dove c'è la guerra. Insomma qualche bomba o grido dii dolore lo sentirai....aivoglia a tapparti le orecchie.
meglio che la tua compagna si scinda da quella situazione.
 

Excalibur

Membro Attivo
Proprietario Casa
#4
In genere il primo bene "aggredito" è quello su cui non sono state pagate le imposte ossia la casa che la tua compagna ha in comproprietà con il fratello. Prima equitalia con un'ipoteca e come ultima ratio la messa all'asta. La vostra casa -e quindi la tua quota - non dovrebbero entrare.
Poiché prevenire è meglio che curare forse è il caso che la tua compagna e il fratello pensino di mettere in vendita il bene ereditato o - se possibile - a reddito. Il fratello può chiedere al Comune una rateizzazione del debito contratto. Se sono in accordo possono dividere l'eredità - o andare da un giudice per scioglierla.
 

Dimaraz

Membro Storico
Proprietario Casa
#5
Certo colpiscono i beni del debitore ma se siete comproprietari avri anche tu la bella rogna di avere vendita all'asta del suo 50% etc.
@fasa78 chiede se i suoi bene possono essre colpiti (la casa che ha in comproprietà con la compagna)...chi ha i debiti è il fratello della compagna quindi in nessun modo i beni di chi ha aperto il topic potranno essere colpiti.
 

romettor

Membro Ordinario
Proprietario Casa
#7
si si è giusto, tutti tranquilli. Io comunque dividerei la posizione della compagna da quella del fratello: facciano una bella divisione del bene o lo vendano perchè poi quando dovessero aggredirlo o bene o male la compagna è coinvolta.
 

Excalibur

Membro Attivo
Proprietario Casa
#8
si si è giusto, tutti tranquilli. Io comunque dividerei la posizione della compagna da quella del fratello: facciano una bella divisione del bene o lo vendano perchè poi quando dovessero aggredirlo o bene o male la compagna è coinvolta.
Certamente questa è la soluzione migliore soprattutto considerando il lungo periodo. Ma il nostro deve anche stare tranquillo sul fatto che la casa in comproprietà tra lui e la sua compagna non sarà aggredita. Se il fratello non volesse vendere, i tempi per una divisione giudiziaria dell'eredità sono lunghi e anche costosi.
 

fasa78

Membro Attivo
Impresa
#9
@fasa78 chiede se i suoi bene possono essre colpiti (la casa che ha in comproprietà con la compagna)...chi ha i debiti è il fratello della compagna quindi in nessun modo i beni di chi ha aperto il topic potranno essere colpiti.

si ok... ma essendo anche della mia compagna e anche lei non può assorbirsi i debiti congiuntamente al fratello... secondo me diventa un bella gatta da pelare per entrambi (fratello e sorella) .... e per ultimo anche l'altro 50% della casa sul quale vivo io
 

fasa78

Membro Attivo
Impresa
#10
si si è giusto, tutti tranquilli. Io comunque dividerei la posizione della compagna da quella del fratello: facciano una bella divisione del bene o lo vendano perchè poi quando dovessero aggredirlo o bene o male la compagna è coinvolta.
...appunto questo è il problema e dove volevo arrivare.

Se aggrediscono il bene ok... ma per quanto poco come diceva qualcuno, dove paghiamo (anche io) le tasse ecc... è proprio dove vivo io assime al 50% suo. Dividiamo anche le tasse sulla proprietà del 50%.
Il problema sarà secondo me quando Equitalia o chi per esso, non essendo riusciti i 2 fratelli a pagare il debito si rifanno sulla casa di residenza , quindi quella del fratello e quella del 50% dove vivo anche io.
 

romettor

Membro Ordinario
Proprietario Casa
#11
Appunto, meglio che vendano presto la casa dei genitori, facciano i loro conti ed ognuno per se perchè quando si è comproprietari è meglio che sposati e se uno non paga paga l'altro salvo poi rifarsi in regresso chissà come e chissà quando!
 

Dimaraz

Membro Storico
Proprietario Casa
#12
per ultimo anche l'altro 50% della casa sul quale vivo io
Allora non comprendi quanto ho scritto.

I "creditori" di tuo cognato possono rivalersi sulle sue proprietà (quindi compreso l'immobile in "comunione" con sua sorella alias tua compagna) ...ma NON POSSONO colpire le proprietà che appartengono "solo" alla sorella o che la stessa ha in comproprietà con te.
 

Excalibur

Membro Attivo
Proprietario Casa
#13
Il problema sarà secondo me quando Equitalia o chi per esso, non essendo riusciti i 2 fratelli a pagare il debito si rifanno sulla casa di residenza , quindi quella del fratello e quella del 50% dove vivo anche io.
A norme vigenti non possono aggredire casa vostra (quella tua e della tua compagna) ma solo il bene che ha in comproprietà con il fratello. Per la vostra generale tranquillità - ma è un altro discorso - sarebbe bene che la tua compagna e suo fratello potessero organizzarsi per decidere come fronteggiare la gestione del bene ereditato.
 

Per rispondere Entra o Registrati è Gratis…

Perchè dovresti Registrarti?

  • Partecipare e Creare Discussioni
  • Trovare Consigli e Suggerimenti
  • Condividere i tuoi Interessi
  • Informarti sulle Novità

Le Ultime Discussioni

Ultimi Messaggi sui Profili

Buonasera, volevo dirvi che è in dirittura di arrivo l'acquisto dell'appartamentino attiguo a quello in cui abita mia figlia. dovendo procedere alla fusione mi chiedevo se fosse possibile aprire una porta tra i due balconi piuttosto che all'interno degli appartamenti. Grazie a chi mi darà una risposta circostanziata.
moralista ha scritto sul profilo di Tiziano71.
Avete steso un verbale della situazione dell'immobile, cosa avete concordato al momento della consegna?
Alto