• propit.it è il primo e unico forum italiano interamente dedicato ai Proprietari di Casa e agli Inquilini conduttori di proprietà immobiliari.

    Su propit.it puoi approfondire nuove leggi, leggere opinioni, recensioni e consigli, scoprire nuovi strumenti, confrontarti e trovare modulistica fiscale, legale e contabile per gestire la proprietà immobiliare.

    Registrarsi è gratis ed elimina la pubblicità

#1
buongiorno a tutti, sono anni che non partecipo e ho dimenticato le regole del forum: mi scuso se sono nell'argomento sbagliato..... il moderatore mi indirizzerà lui. ..grazie!
il fatto: l'amministratore invia al proprietario la richiesta di versamento delle rate di spese;
il proprietario, che probabilmente ha qualche accordo con l'inquilino, all'insaputa dell'ammi-nistratore incarica il proprio inquilino di fare il versamento ma quest'ultimo o se ne dimen-tica, o volontariamente, o perchè si trova in ristrettezze non vi provvede talvolta per 4,
talvolta per 5 mesi e, prima della scadenza dei sei mesi per iniziare la procedura legale di recupero --perchè finisce l'esercizio amministrativo- su richiesta esplicita dell'amministratore
che non l'ha mai fatto ad ogni singola scadenza (non si sa bene a chi indirizzata, forse al proprietario, forse allo stesso inquilino moroso) provvede al versamento totale del dovuto.
la domanda: chi è tenuto a rispettare le richieste dell'amministratore? il proprietario o l'inquilino? e in caso di ulteriore morosità chi dei due sarà oggetto della richiesta decreto ingiuntivo?
ringrazio chi mi potrà dare dei suggerimenti sicuri
 

uva

Membro Senior
#2
chi è tenuto a rispettare le richieste dell'amministratore? il proprietario o l'inquilino? e in caso di ulteriore morosità chi dei due sarà oggetto della richiesta decreto ingiuntivo?
Il proprietario.

Il Condominio è estraneo al rapporto intercorrente tra un condòmino/proprietario e il suo inquilino.

Quindi ogni condòmino deve pagare le spese condominiali (e se non paga sarà oggetto della richiesta decreto ingiuntivo, come hai scritto tu).
Poi i condòmini locatori si faranno rimborsare dai loro inquilini la parte di spese di competenza dei conduttori.
 
#3
Grazie uva, lo supponevo ma volevo averne una conferma da chi ne sa più di me, anche perchè credo che l'amministratore non possa e non debba e "ficcare" il naso nella privacy di chi (come l'inquilino) dovrebbe essergli
ufficialmente noto per via degli obblighi nascenti al proprietario di
comunicare ogni variazione per l'aggiornamento dell'anagrafe condominiale. Ciao!
 
Piaciuto: uva
#4
Per le spese condominiali è stato risposto con coerenza per quanto riguarda l'aggiornamento anagrafico, l'amministratore deve essere aggiornato annualmente da parte del locatore.
 
#6
Grazie anche a te moralista: tuttavia sapevo che l'obbligo di comuni-
care ogni variazione dei dati fosse con una certa cadenza, ma resto nel dubbio visto che Nemesis la pensa in modo diverso dal tuo e cioè che essa non debba avvenire annualmente (certo, sempre in forma scritta perchè "scripta manent") bensì entro sessanta giorni dall'avvenuta variazione: quindi, grazie anche a Nemesis che introduce una precisazione a van-taggio della discussione che però deve giungere a una certezza.
 

uva

Membro Senior
#7
l'obbligo di comuni-
care ogni variazione dei dati
Anch'io sapevo che la variazione dati deve essere comunicata all'Amministratore del condominio entro 60 giorni.

E' richiesta la forma scritta, io in genere mando una mail (non ho la pec).
Non so se sia obbligatorio inviare una comunicazione più "ufficiale" con raccomandata a.r. oppure con la pec.
 
#9
Ci sono delibere condominiali che l'inquilino deve partecipare in assemblea per eventuali modifiche e/o variazioni sul riscaldamento, senza l'anagrafico aggiornato come deliberare
 

Per rispondere Entra o Registrati è Gratis…

Perchè dovresti Registrarti?

  • Partecipare e Creare Discussioni
  • Trovare Consigli e Suggerimenti
  • Condividere i tuoi Interessi
  • Informarti sulle Novità

Ultimi Messaggi sui Profili

Salve,dal 20 settembre 2017 sono venuto ad abitare con una famiglia a cui ho prestato la mia opera di badante per un loro cugino gravemente ammalato, che è deceduto dopo un mese,la famiglia di sua spontanea volontà mi fece la proposta di rimanere a vivere con loro fin quando non avrei trovato un'altra lavoro ma non mi avrebbero pagato per dare una mano in casa,mi dovevo accontentare di vitto e alloggio
moralista ha scritto sul profilo di luciano155.
ma non c'è neanche il profilo di luciano155
tanti auguri a tutti buone feste e tante belle cose lella
anche x marinarita grazie della comprensione ...comunque c'e' legge nuova x tutelare proprietari case ….noi alla fine da 1 giugno 2013 a 7 luglio 2017 mai pagato affitto 4 anni piu' spese tribunale avvocati tasse ...ecc. se pagava onestamente l'affitto tutti i mesi non sarebbe in questa situazione le lasciano meta' stipendio….tanti anni ...non so se ne valeva la pena non pagare l'affitto ….giustizia e' fatta
x uva ---finalmente finita con sentenza tribunale milano dato che la nostra inquilina aveva fatto 2 finanziarie …???? il 29 novmbre tribunale milano ci ha messo primi creditori sul quinto dello stipendio ...tutto specificato debiti avvocato 4 anni affitto mai pagato ….la tipa si e' presentata urlando ...la giudice ci ha inserito primi creditori prenderemo tutto da subito con quinto dello stipendo .finita bene kiss
Alto