1. propit.it è il primo e unico forum italiano interamente dedicato ai Proprietari di Casa e agli Inquilini conduttori di proprietà immobiliari.

    Su propit.it puoi approfondire nuove leggi, leggere opinioni, recensioni e consigli, scoprire nuovi strumenti, confrontarti e trovare modulistica fiscale, legale e contabile per gestire la proprietà immobiliare.

    Registrarsi è gratis ed elimina la pubblicità

Tag (etichette):
  1. lela ka

    lela ka Nuovo Iscritto

    buongiorno a tutti, :)
    scrivo perchè vorremmo cercare di sbloccare un'eredità, bloccata ormai da un po' in banca.

    la situazione è questa: Tizia fa una fideiussione a favore di Caia per
    il mutuo. Tizia muore e tramite testamento suddivide il suo ingente
    patrimonio fra tanti eredi, non avendo eredi diretti (vedova senza figli)
    tizia possedeva alcuni immobili e due conti correnti con relativi fondi in due diverse filiali della stessa banca.
    nella banca 1 alcuni anni prima aveva appunti vincolato uno specifico investimento a fideiussione di questo mutuo.
    ora noi eredi, siamo in tanti, non possiamo avere accesso ai soldi (la somma totale è di gran lunga superiore alla somma data in fideiussione), per via di questa fideiussione la banca ha bloccato tutto.

    noi non conosciamo la materia, quindi i dubbi sono tanti.:domanda::domanda:
    il primo dubbio è chi ha ereditato la fideiussione? tutti gli eredi pro quota, indipendentemente se abbiano ricevuto beni mobili o immobili? oppure la fideiussione è ereditata da chi ha ereditato la somma prestata a fideiussione?
    e il successivo dubbio è come sbloccare il tutto? si deve creare una nuova fideiussione in cui ogni erede mette la sua quota? se alcuni non sono d'accordo? e soprattutto la persona che ha ricevuto la fideiussione deve essere d'accordo o possiamo andare avanti anche senza il suo consenso? visto che il suo consenso allo stato attuale non c'è :basito:
    insomma siamo abbastanza in alto mare, ci sono poi anche rapporti di parentela che complicano il tutto

    spero di essere stata chiara, scusatemi se ho usato termini impropri
    ciao
    lela
     
  2. AlbertoF

    AlbertoF Ospite

    La domanda è complessa e articolata ed....poco chiara specialmente in alcuni termini.
    E' logico che non conoscendo in profondità il caso mi limito a esprimere un giudizio sintetico
    Certamente che chi eredita prende sia l'attivo ( nel vostro caso immobili e denaro) sia il passivo (fidejussione)
    Da quanto penso di aver capito credo che forse trattasi di mutuo garantito oltre che dall'immobile oggetto del mutuo (ipoteca)anche da un conto titoli o denaro(?) (conto garantito e oppignorato).
    Se si trattasse di un conto di deposito (titoli o denaro) sarebbe importante vedere il debito residuo attuale del mutuo,perchè se fosse residuato a poco basterebbe chiedere alla banca una restrizione delle garanzie e farsi liberare (sboccare) il deposito.
    Se invece trattasi di fidejussione poco male per gli eredi perchè se l'intestatario del mutuo è in pari con i versamenti delle rate non esistono problemi per il garante (ora eredi) , se il tutto procede con regolarità fino alla scadenza. I problemi verrebbero fuori in caso di rate arretrate con conseguente passaggio a contenzioso del mutuo,allora entrerebbe in campo anche la figura del garante. Quindi fino a quando il mutuo verrà regolarmente pagato non succederà niente.
    Quindi se veramente trattasi di fidejussione (garanzia personale) si tratterebbe di un rischio che sipotrebbe manifestare nel tempo ma non con sicurezza. Quindi una volta estinto il mutuo si estingue anche la fidejussione.
    Comunque sentite la banca per avere una certezza su come muovervi o tanto meno quali suggerimenti vi può dare. Superato lo scoglio Banca per il resto trattasi di eredità normale
    Nel vostro caso la fidejussione viene ereditata da tutti gli eredi.
    Non conoscendo a fondo il vostro problema mi fermo,ma vi invito a rimettervi alla banca.
    Ciao
     
    A lela ka e bolognaprogramme piace questo messaggio.
  3. lela ka

    lela ka Nuovo Iscritto

    intanto grazie per la risposta, mi rendo conto di non essere stata troppo chiara, ma, come dicevo, è materia che conosco poco e faccio fatica ad utilizzare la terminologia corretta, inoltre io per prima non ho esattamente capito cosa stia succedendo :-
    cerco di chiarire meglio :)

    intanto da quello che mi dici tutti gli eredi hanno ereditato la fideiussione, non solo quelli che hanno ereditato i titoli posti a garanzia. Esatto?
    Chi ha ereditato gli immobili ne è entrato in possesso, mentre chi ha ereditato i soldi no, la banca ha bloccato tutto a causa di questa fideiussione.

    Come hai intuito si tratta di un mutuo garantito sia dall'ipoteca che dalla fideiussione, la contraente è su di età e quindi la sola ipoteca non era sufficiente, quindi la banca ha preteso sia la fideiussione sia la firma della figlia come garante. la fideiussione è stata fatta su un conto titoli. Alla fine del mutuo mancano circa 20 anni e circa 90 mila euro. :triste:
    La banca è molto evasiva, probabilmente vorrebbe evitare di avere una fideiussione garantita da una pluralità di soggetti, ma comunque non è di nessun aiuto
    In pratica stiamo cercando di capire come uscirne. La fideiussione esiste e va mantenuta, ma cosa bisogna fare in pratica? se non c’è accordo fra gli eredi è necessario andare per vie legali? Chi ha ereditato solo gli immobili dichiara di non avere nessuna intenzione di firmare.
    La banca sostiene che debba firmare anche la figlia dell’intestataria del mutuo, altro garante al mutuo, se no non si può procedere, e la figlia si rifiuta.
    una cosa che ancora non ho capito è se la banca oppure la contraente il mutuo o la di lei figlia possano opporsi ad un eventuale soluzione? del tipo: tutti gli eredi, o una parte di essi, si rende disponibile a continuare la fideiussione.

    a breve chiederemo la consulenza di un legale, stiamo cercando di individuarne uno, ma nel frattempo cerchiamo comunque di capire. come sempre in caso di eredità ci sono di mezzo rapporti che prima di essere economici, sono affettivi e quindi speriamo sempre di riuscire a risolvere in modo bonario. questo è il motivo per cui cerchiamo informazioni. se capiamo come stanno le cose facciamo meno danni :???:
    ciao e grazie
    lela
     
  4. STUDIO CONTAB

    STUDIO CONTAB Membro Attivo

    Professionista
    Ciao ho un caso analogo e ti chiedo : - Trattasi di mutuo garantito da fideiussione personale di terzi - a tuo parere possono gli eredi pretendere dal mutuatario la liberazione dalla fideiussione ? Di fatto possono nascere dei limiti sulla disponibilità dell'intero patrimonio ricevuto in eredità e , penso, la fideiussione si estenda anche all'intero patrimonio personale ? Che ne pensi ?
     
  5. AlbertoF

    AlbertoF Ospite

    salve,
    si risponde male ad una domanda secca come questa. Comunque proviamo
    Perchè bisognerebbe conoscere la pratica ed per quale motivo è stata richiesta e rilasciata questa Fidejussione. Il caso più normale è quando non c'è capienza reddituale nei richiedenti il mutuo ed allora viene richiesto l'intervento di terze persone . Di regola i mutui che nascono con una garanzia fidejussoria restano così fino alla fine anche perchè la partecipazione del garante viene riportata nel contratto di mutuo e segnalata nella centrale rischi. Diverso invece è l'intervento di un terzo che partecipa come garante al mutuo apportando però beni personali per raggiungere il famoso rapporto "valore del bene da ipotecare" e " importo di mutuo richiesto" (attualmente circa il 60%). Con il passare del tempo e con il pagamento delle varie rate il debito residuo tende sempre a diminuire ed quando si rileva che a quel punto basterebbe il solo valore del bene mutuato a sorreggere e garantire l'attuale esposizione residuale ,per liberare il garante ed il proprio bene, si può anche richiedere un restringimento della ipoteca.
    Nel caso invece di una Fidejussione,essendo questa una garanzia personale ,la garanzia si estende a tutta la proprietà del fidejussore e quindi a tutti gli eredi.
     
    A monopoli piace questo elemento.
  6. romrub

    romrub Membro Ordinario

    Proprietario di Casa
    Scusa ci chiarisci un altro particolare: all'inizio parli di vedova senza figli, nella precisazione ultima, parli di una figlia che ha sottoscritto ed è parteciape alla fideussione .... figlia di chi? Ciao.
     
  7. lela ka

    lela ka Nuovo Iscritto

    salve!
    intanto grazie a tutti
    cerco di chiarire, da un lato c'è la defunta che ho chiamato Tizia (vedova e senza figli) dall'altra c'è Caia, la persona che ha un mutuo garantito dalla fideiussione in oggetto e che è anche una degli eredi.
    La banca quando le rilasciò il mutuo volle molteplici garanzie: Caia ha un redditto basso e ha stipulato un mutuo di 25 anni superati i 65 anni di età. La banca quindi ha messo l'ipoteca sull'immobile, ha voluto la fideiussione e anche la firma della figlia di Caia (immagino che abbiano anche ipotizzato che Caia potesse morire prima di aver terminato il mutuo)
    il ns problema è riuscire a capire chi e come debba garantire la fideiussione fra gli eredi e di quali consensi abbiamo bisogno? la banca? Caia? anche sua figlia?
    ciao
    Lela
     
  8. arianna26

    arianna26 Membro Senior

    Proprietario di Casa
    ma Caia è erede di Tizia?
     

Per rispondere Entra o Registrati è Gratis…

Perchè dovresti Registrarti?

  • Partecipare e Creare Discussioni
  • Trovare Consigli e Suggerimenti
  • Condividere i tuoi Interessi
  • Informarti sulle Novità

Condividi questa Pagina