1. propit.it è il primo e unico forum italiano interamente dedicato ai Proprietari di Casa e agli Inquilini conduttori di proprietà immobiliari.

    Su propit.it puoi approfondire nuove leggi, leggere opinioni, recensioni e consigli, scoprire nuovi strumenti, confrontarti e trovare modulistica fiscale, legale e contabile per gestire la proprietà immobiliare.

    Registrarsi è gratis ed elimina la pubblicità

  1. Pippo Latorre

    Pippo Latorre Membro Ordinario

    Proprietario di Casa
    Mi risulta che i bolli per la registrazione dei contratti di locazione sono a carico del locatario al 100%. Mi confermate questa notizia? Grazie. Pippo.
     
  2. maidealista

    maidealista Fondatore Membro dello Staff

    Proprietario di Casa
    In genere, contrattualmente, ci si accorda in questo modo. :daccordo:
     
  3. onesense

    onesense Membro Attivo

    Proprietario di Casa
    Per legge sono a carico del conduttore i bolli sulle ricevute di pagamento delle mensilità.
    Per prassi, molto spesso vengono posti a carico del conduttore anche i bolli per la registrazione.
     
  4. carlo16352

    carlo16352 Membro Junior

    al 50% tra locatore e conduttore
     
  5. cristiana

    cristiana Nuovo Iscritto

    bolli al 100% a carico del conduttore
    al 50% le imposte di registro
     
  6. onesense

    onesense Membro Attivo

    Proprietario di Casa
    Questo vale solo per le ricevute mensili, per la registrazione la legge non dice nulla.
    E' però vero che spesso nel contratto si specifica che le paga il conduttore.
     
  7. adimecasa

    adimecasa Membro Storico

    Professionista
    per il momento le spese dei bolli delle ricevute e della registrazione la paga il locatario, la tassa del registro e le spese di registrazione sono al 50%, e questo fino a quando non verrà messo in opera la proposta della confedilizia che sta rivoluzionando un po tutto, come le spese inerente al condominio e varie altre, per ora vale quanto sopra, ciao
     
  8. cristiana

    cristiana Nuovo Iscritto

    Adimecasa, Senza voler fare polimiche di sorta ,
    l'unico dato certo che ci fornisci, è che tu applichi questa ripartizione .

    Ma da dove evinci questo dato di fatto come regola assoluta da applicare ?
    Sarei lieta evetualmente di conoscere le tue fonti , perchè le mie dicono il contrario.

    Infatti, Uno dei vantaggi della cedolare secca , riservati al conduttore ,(E bada , non al locatore !)
    è proprio quello di non pagare nessun bollo (e non ci si riferisce solo a quelli delle ricevute ! )
    oltre che risparmiare il 50% delle imposte di registro !
     
  9. onesense

    onesense Membro Attivo

    Proprietario di Casa
    Per quanto riguarda le ricevute mensili, la norma di riferimento è l'art. 1199 del Codice Civile: "Diritto del debitore alla quietanza - Il creditore che riceve il pagamento deve, a richiesta e a spese del debitore, rilasciare quietanza".

    Con riferimento alla registrazione, invece, la legge (art. 8 legge 392/78) si limita a dire che: "Le spese di registrazione del contratto di locazione sono a carico del conduttore e del locatore in parti uguali.", senza alcun riferimento all'imposta di bollo, che può essere ripartita come meglio si crede.
    Prassi vuole che molto spesso venga addebitata all'inquilino.
     
  10. cristiana

    cristiana Nuovo Iscritto

    Grazie onesense,
    è esattamente quello che affermavo io nel mio precedente post.
     
    A onesense piace questo elemento.
  11. adimecasa

    adimecasa Membro Storico

    Professionista
    se si parla di un contratto di locazione abitativo , Pippo la torre non ha specificato il tipo di contratto ne ha cedolare secca ne che sia un contratto ad uso diverso? ha parlato di un contratto, e pertanto la mia tesi cade a pennello se si vuole fare della polemica hai trovato il pane x i tuoi denti, mi riservo di risponderti alla prossima tua invettiva con interventi casuali senza approfondire il post di pippo la torre.;)

    Aggiunto dopo 10 minuti :

    legge 27 luglio 1978, n. 392
    (Art.8 spese di registrazione.) Le spese di registrazione del contratto di locazione sono a carico del conduttore e del locatore in parti uguali:disappunto:
     
  12. cristiana

    cristiana Nuovo Iscritto

    Chiedo scusa a Adimecasa ,

    ma non era mia intenzione fare polemica ma chiarezza .
    Solo ora rileggendo bene mi accorgo che stiamo , da subito, affermando gli stessi principi di linee guida.

    Tra una telefonata di lavoro e un'altra , Erroneamente avevo letto nella sua prima mail , che attribuiva a carico del locatore ,( e non del locatario come poi ho avuto modo di leggere meglio )l'obbligo del pagamento dei bolli .

    Tutto qui.
    Pace fatta?
     
  13. adimecasa

    adimecasa Membro Storico

    Professionista
    :daccordo::fiore::fiore::fiore:
     
  14. Pippo Latorre

    Pippo Latorre Membro Ordinario

    Proprietario di Casa
    Grazie a tutti. E' tutto chiaro e ciò che avete detto conferma quello che già sapevo. Infatti ho scritto proprio nel contratto che i bolli per la registrazione sono a carico del conduttore. Non aderisco alla cedolare secca per cui mi sembra tutto appianato. Grazie ancora. Pippo.
     
  15. adimecasa

    adimecasa Membro Storico

    Professionista
    :daccordo::ok::fiore:
     
  16. nicoz

    nicoz Membro Attivo

    Proprietario di Casa
    solitamente una mensilità a carico di ciascuna parte).
    le spese di registrazione, ovvero l' imposta di registro (codice per f24 115t ovvero 2% del canone annuo) e l' imposta fissa di € 4 (nel f23 col codice 964t) sono a carico delle parti ( proprietario e inquilino) in misura del 50% ciascuno. sono invece a carico dell'inquilino i bolli (ovvero le marche da €14,62 per ogni contratto) e le quietanze (le marche da bollo da € 3,80 circa che il proprietario deve apporre sulle ricevute delle mensilità).
    Fonti:
    legge 431 del 9.12.1998 - legge 392/67 -
    ciao;)
     
  17. onesense

    onesense Membro Attivo

    Proprietario di Casa
    Nicoz, non ti offendere, ma se devi copiare almeno copia bene e scegli bene da dove copiare!!!
     
  18. nicoz

    nicoz Membro Attivo

    Proprietario di Casa
    riportato da un articolo di legge ciao;)
     
  19. Pippo Latorre

    Pippo Latorre Membro Ordinario

    Proprietario di Casa
    Il bollo sulle ricevute è di 3.80 euro? Io sapevo che era di 1.81 euro. Qual'è la verità? Sono rimasto indietro? Ciao a tutti. Pippo.
     
  20. maidealista

    maidealista Fondatore Membro dello Staff

    Proprietario di Casa
    Per ora :
    "La materia della marca da bollo è regolata dal dpr 642 del 26 ottobre 1972 e successive modificazioni. La marca si applica sulle ricevute con importi superiori a 77,47 euro se non soggette a IVA. L’obbligo di applicazione è del locatore che la emette, il costo (1,81 euro) è invece in capo all’inquilino. Per lo Stato non è importante chi “fisicamente” acquista la marca e chi la mette sulla ricevuta. Ma c’è sempre un’obbligazione solidale e anche se nei rapporti tra le parti l’obbligo è previsto solo a carico di una di esse (cioè di chi richiede la ricevuta), se la parte obbligata non provvede a pagare l’imposta regolarmente, anche la parte non obbligata sarà responsabile in solido nei confronti dello Stato per l’omissione, salvo il diritto di regresso verso la parte obbligata.
    La marca da bollo è sempre obbligatoria, anche se la ricevuta non è usata a fini fiscali. La spesa non può essere contestata per mancanza di marca da bollo, ma sicuramente si potrà rischiare una sanzione per mancato assolvimento dell’obbligo dell’imposta di bollo. Le ricevute per le spese condominiali, invece, sono esenti da imposta di bollo."
    Ricevute d'affitto e bolli sono obblighi di legge - IL SALVAGENTE - quotidiano on-line dei consumatori
    :daccordo:
     

Per rispondere Entra o Registrati è Gratis…

Perchè dovresti Registrarti?

  • Partecipare e Creare Discussioni
  • Trovare Consigli e Suggerimenti
  • Condividere i tuoi Interessi
  • Informarti sulle Novità

Condividi questa Pagina