1. propit.it è il primo e unico forum italiano interamente dedicato ai Proprietari di Casa e agli Inquilini conduttori di proprietà immobiliari.

    Su propit.it puoi approfondire nuove leggi, leggere opinioni, recensioni e consigli, scoprire nuovi strumenti, confrontarti e trovare modulistica fiscale, legale e contabile per gestire la proprietà immobiliare.

    Registrarsi è gratis ed elimina la pubblicità

  1. FROST

    FROST Membro Junior

    Proprietario di Casa
    In una causa di impugnazione testamento olografo, il Giudice accorda la perizia calligrafica come richiesto dal convenuto che si vede contestato il testamento. Al giuramento del CTU chiede un anticipo (uguale) alle due parti. Alla chiusura della CTU, con conferma del quesito favorevole al convenuto, il Giudice assegna il saldo a debito dell' attore, come si può interpretate questo?
     
  2. JERRY48

    JERRY48 Ospite

    Dispositivo dell'art. 216 Codice di Procedura Civile
    FontiCodice di Procedura CivileLIBRO SECONDO - Del processo di cognizioneTitolo I - Del procedimento davanti al tribunale (artt. 163-310)Capo II - Dell'istruzione della causaSezione III - Dell'istruzione probatoria
    La parte che intende valersi della scrittura disconosciuta [214 c.p.c.] deve chiederne la verificazione, proponendo i mezzi di prova che ritiene utili e producendo o indicando le scritture che possono servire di comparazione (1).
    L'istanza per la verificazione può anche proporsi in via principale con citazione, quando la parte dimostra di avervi interesse (2); ma se il convenuto riconosce la scrittura le spese sono poste a carico dell'attore.

    Note
    (1) L'istanza di verificazione, finalizzata ad accertare la paternità della scrittura privata disconosciuta dalla parte contro la quale è stata prodotta in giudizio, costituisce un onere a carico della parte che vuole avvalersi della scrittura o della sottoscrizione disconosciuta: la norma utilizza propriamente l'espressione "la parte ... deve chiederne la verificazione".

    (2) Il procedimento di verificazione può essere proposto, oltre che in via incidentale (con dichiarazione resa a verbale o ricorso), anche in via principale con citazione: in questo caso, però, la parte che propone la domanda deve dimostrare di avervi interesse, ad esempio perché intende servirsi della scrittura come prova in eventuali futuri giudizi o come titolo per trascrizioni o iscrizioni.
     
  3. Ollj

    Ollj Membro Assiduo

    Professionista
    Come il Giudice abbia ben deciso in merito alle spese CTU stante la soccombenza di chi, disconoscendone la sottoscrizione, aveva contestato la regolarità del testamento olografo.
     
  4. FROST

    FROST Membro Junior

    Proprietario di Casa
    Scusa, in parole povere il Giudice ha deciso che le spese sono a carico dell' attore che aveva disconosciuto il testamento, in quanto lo stesso, dalla perizia si è rivelato regolare.
     
  5. Ollj

    Ollj Membro Assiduo

    Professionista

    Non proprio, dipende dal quesito posto al Ctu; infatti se lo stesso si limita all'autenticita' della sottoscrizione, nulla si dispone circa la regolarita' del testamento nel suo insieme.
     
  6. FROST

    FROST Membro Junior

    Proprietario di Casa
    Si tratta dell' intero testo, non solo la sottoscrizione.
     
  7. Gianco

    Gianco Membro Storico

    Professionista
    Non c'è una regola che stabilisca a che debbano essere imputate le spese per le CTU. Generalmente l'attore dovrebbe affrontare gli oneri per dimostrare la sua pretesa. Mentre il giudice decide a suo insindacabile giudizio la loro ripartizione sia della quota del deposito che della liquidazione. D'altronde le spese sono sempre addebitate alla parte soccombente, ma non si fa menzione di quelle sostenute precedentemente, per recuperare le quali occorrerebbe intraprendere una nuova causa civile.
     
  8. Ollj

    Ollj Membro Assiduo

    Professionista
    Non sono d'accordo. Infatti.
    Corte di Cassazione (Sentenza n. 1023 del 17 gennaio 2013:

    "Secondo un orientamento più risalente nel tempo (Cass. 13 gennaio 1981, n. 270; Cass. 25 marzo 1999, n. 2858) e ancora seguito, tale violazione non sussiste, sulla base del seguente principio: Il giudice di merito, nell'ambito di una pronuncia di compensazione delle spese, può legittimamente disporre la ripartizione per quote uguali delle spese di consulenza tecnica d'ufficio fra la parte soccombente e la parte totalmente vittoriosa. Non risulta, difatti, in tal modo violato il divieto di condanna di quest'ultima alle spese (art. 91 cod. proc. civ.), dato che la compensazione delle spese processuali - nella quale si risolve anche il provvedimento con cui il giudice, chiudendo il giudizio davanti a sè, disponga la ripartizione nei modi anzidetti delle spese in favore del consulente tecnico d'ufficio - è soltanto esclusione del rimborso, e dunque negazione della condanna: e ciò tanto più ove si consideri che la consulenza tecnica d'ufficio è strutturata, nel processo civile, essenzialmente quale ausilio fornito al giudice da un suo collaboratore esterno all'ordine giudiziario, piuttosto che quale mezzo di prova in senso proprio, costituendo, dunque, un atto necessario del processo che l'ausiliare compie nell'interesse generale della giustizia e, correlativamente, nell'interesse comune delle parti. (Cass. 8 settembre 2005, n. 17953; Cass. 10 ottobre 2006, n. 21701).
    "Secondo un altro orientamento, invece, viola l'art. 91 cod. proc. civ. la disposizione del giudice che pone parzialmente a carico della parte totalmente vittoriosa il compenso liquidato a favore del C.T.U. perchè neppure in parte essa deve sopportare le spese di causa, nè rileva che siano state compensate tra le parti le spese giudiziali (Cass. 16 marzo 2007, n. 6301; Cass. 6 maggio 2002, n. 6432; Cass. 18 marzo 2000, n. 3237)".

    Infine, và tenuta in considerazione anche la recente riforma dell'art.92 C.p.c. ex D.L. 12 settembre 2014, n. 132, in base al quale ai "giusti motivi" (pre riforma) si sono sostituiti le "gravi ed eccezionali ragioni", rendendo in tal modo la compensazione delle spese un evento eccezionale e non più discrezionale (del giudice)
     
  9. Gianco

    Gianco Membro Storico

    Professionista
    Il CTU potrà anche essere un consulente del giudice, però se le spese del giudizio devono essere a carico del soccombente, non capisco perché la sua prestazione deve essere a carico delle parti. Certamente, avrai ragione perchè mi sembri molto ferrato sulla materia, ma la trovo iniqua.
     
  10. Ollj

    Ollj Membro Assiduo

    Professionista
    Forse non mi sono spiegato bene: sostengo l'indirizzo giurisprudenziale che attribuisce al soccombente le spese della Ctu. Ritengo iniquo e contrario all'art.91cpc. una parziale attribuzione alla parte vittoriosa
     
  11. Gianco

    Gianco Membro Storico

    Professionista
    Il problema è che al momento dell'intervento del CTU il giudice, generalmente, pone il costo a carico delle parti. Quando poi arriva la sentenza attribuisce al soccombente il costo del procedimento, senza tenere conto delle spese già sostenute nel corso dello stesso.
     
  12. Ollj

    Ollj Membro Assiduo

    Professionista
    Certo. Per tal ragione ho indicato entrambi i filoni giurisprudenziali. Noto tuttavia che sempre piu'giudici si adeguano al 2' indirizzo (ricalcolo e conguaglio a carico del soccombente di quanto provvisoriamente anticipato dalla controparte)
     
  13. Gianco

    Gianco Membro Storico

    Professionista
    Sebbene veda tante sentenze, legate alla mia attività, ancora non mi è capitato di notare la seconda ipotesi. Era ora che si tenesse conto della stortura.
     
  14. Ollj

    Ollj Membro Assiduo

    Professionista
    Una mi è capitata proprio lo scorso Venerdì: CTU per lotto intercluso - servitù coattiva di acquedotto - Decreto Urgenza ex 700 c.p.c.
    Alla nomina del CTU le spese furono integralmente anticipate dall'attore; dopo 6 mesi, nel disporre i lavori, il Giudice ha rifuso integralmente le spese di CTU imponendole al resistente (proditoriamente non permise l'allaccio alla rete idrica)
    Saluti.
     

Per rispondere Entra o Registrati è Gratis…

Perchè dovresti Registrarti?

  • Partecipare e Creare Discussioni
  • Trovare Consigli e Suggerimenti
  • Condividere i tuoi Interessi
  • Informarti sulle Novità

Condividi questa Pagina