1. propit.it è il primo e unico forum italiano interamente dedicato ai Proprietari di Casa e agli Inquilini conduttori di proprietà immobiliari.

    Su propit.it puoi approfondire nuove leggi, leggere opinioni, recensioni e consigli, scoprire nuovi strumenti, confrontarti e trovare modulistica fiscale, legale e contabile per gestire la proprietà immobiliare.

    Registrarsi è gratis ed elimina la pubblicità

Tag (etichette):
  1. Pippo Latorre

    Pippo Latorre Membro Ordinario

    Proprietario di Casa
    Ho un piccolo dubbio. Se l'inquilino lascia anticipatamente l'appartamento fittato con contratto transitorio chi paga le spese (67 euro + bolli, immagino) per la risoluzione del contratto? Al 50% come per la registrazione?
    Inoltre la tassa di registro già versata fino alla fine naturale del contratto al 50% dal locatore se la piange tutta il locatore o il conduttore è tenuto a rifondere al locatore la quota persa di tale tassa visto che lo stesso ne deve versare un'altra per intero per il nuovo contratto ad altro locatore?
    P.S. E' chiaro che non intendo aderire alla cedolare secca.
    Grazie anticipate per quanti vorrannno e sapranno darmi qualche chiarimento.
     
  2. nicoz

    nicoz Membro Attivo

    Proprietario di Casa
    Andarsene da una casa anticipatamente, cioè prima che scatti la data di fine locazione stipulata per contratto, è un caso regolato della vecchia legge sull'equo canone, articoli 4, 5 e 80. In genere, alla firma del contratto, si aggiunge una clausola che prevede la possibilità, per entrambe le parti (affittuario e locatore), di recedere dall'accordo con preavviso di 6 mesi inviando una raccomandata a/r.
    (in mancanza di tale clausola le spese sono a tuo carico) ;) ciao
     
  3. Pippo Latorre

    Pippo Latorre Membro Ordinario

    Proprietario di Casa
    Scusami Nicoz cerco di essere più chiaro e puntuale. Il contratto stipulato è di natura transitoria per 12 mesi fino a Dicembre. Riporta la clausola che l'affittuario può recedere con preavviso di almeno tre mesi. La comunicazione di risoluzione contrattto mi è stata fatta verbalmente ad inizio Maggio per lasciare la casa a fine Giugno. Posso capire che mi debba piangere l'imposta di registro già pagata. Capisco anche che potrei pretendere il pagamento della pigione fino allo scadere dei tre mesi ma è un discorso di buoni rapporti che non voglio rovinare. Ma mi sembra strano che io debba pagare anche i 67 euro + bolli previsti per la risoluzione del contratto. Grazie. Ciao. Pippo.
     
  4. nicoz

    nicoz Membro Attivo

    Proprietario di Casa
    tu ai ragione ai avuto occasione di parlargli ;) ciao
     

Per rispondere Entra o Registrati è Gratis…

Perchè dovresti Registrarti?

  • Partecipare e Creare Discussioni
  • Trovare Consigli e Suggerimenti
  • Condividere i tuoi Interessi
  • Informarti sulle Novità

Condividi questa Pagina