1. propit.it è il primo e unico forum italiano interamente dedicato ai Proprietari di Casa e agli Inquilini conduttori di proprietà immobiliari.

    Su propit.it puoi approfondire nuove leggi, leggere opinioni, recensioni e consigli, scoprire nuovi strumenti, confrontarti e trovare modulistica fiscale, legale e contabile per gestire la proprietà immobiliare.

    Registrarsi è gratis ed elimina la pubblicità

  1. Sandro Ruzzon

    Sandro Ruzzon Membro Attivo

    Ho visto una casa con una agenzia "in franchising", previo appuntamento in loco con conseguente visione della medesima assieme anke al costruttore. In secondo incontro in sede dell'agenzia abbiamo parlato della casa e di alcune discrepanze da me rilevate al momento della visita e dopo aver preso visione del disegno planimetrico ricevuto durante la visita alla casa. Dopodichè abbiamo parlato del compenso dell'agenzia, la quale chiedeva il 4%, cosa ke a tale notizia, esplicitamente gli ho detto "siete cari". Siamo rimasti ke ci avremmo pensato.
    Dopo un paio di giorni antriamo in un'altra agenzia "indipendente", la quale dopo aversi fatto un idea di cosa ci interessava ci ha proposto la medesima casa. Sono rimasto ad ascoltare x sentire come ce mi vendevano il prodotto questi quà. Rimango che ci saremmo sentiti. Torno a casa e rifletto sulla loro professionalità nonchè del loro compenso (3% trattabile). Dopo 2 giorni ritorno all'agenzia indipendente e gli dico che io la casa l'avevo già vista 1 settimana prima con l'agenzia in franchising e ke però vista la provigione alta, vista la lacunosa professionalità della venditrice (molto giovane e non iscritta) avevo piacere di valutare in maniera concreta con lora tale immobile. Siamo andati a vederlo (con ancora la presenza del costruttore) hanno spiegato in maniera esaustiva il tutto, e a sto punto sarei intenzionato a concludera l'affare con l'agenzia indipendente.
    Mi preme dire che l'agenzia in franchising, oltre a darmi spontaneamente la planimetria, non mi ha fatto firmare alcun documento. Quella indipendente si ma solo la parte della privacy, in quanto in campi inerenti ad immobili visti con loro non sono stati compilati.
    Ora arriva la domanda.
    Cosa dire all'agenzia in franchising?
    In cosa ho sbagliato (se ho sbagliato) nel mio comportamento e ke conseguenze ne può eventualmente comportare?
    Grazie fin d'ora x ki mi saprà consigliare :)
     
  2. castro

    castro Nuovo Iscritto

    se l'agente dell'agenzia in franchising non era iscritto all'albo non può chiedere compensi x la mediazione
     
  3. Sandro Ruzzon

    Sandro Ruzzon Membro Attivo

    quindi se dovesse essere iscritto, dovrei pagare 2 mediazioni?
    ho dimenticato di scrivere ke nella prima agenzia ci sono stato personalmente e con richiesta specifica x quell'immobile e l'agente non si è sforzato nemmeno a farmi altre proposte. Ma ke diritto può avanzare tale agenzia nonchè agente se non ha fatto firmare nessun documento? io penso comunque ke siano dei negozi, dove entro, chiedo, provo e se poi non mi piace l'articolo non lo compro, magari lo vado comprare da un'altro negozio dove la commessa mi è più simpatica, semprekè nn abbia firmato qualcosa prima ke indichi esplicitamente ke se provo quella determinata cosa ne consegue un "obbligo" di acquisto da parte mia in quel determinato negozio. Forse il mio ragionamento potrà anke essere fuori luogo, ma io la penso così. Se l'agenzia voleva tutelarsi ben sapendo di non avere l'mmobile in esclusiva e quindi ke facilmente un'altra agenzia può fare la stessa proposta di tale bene, poteva farmi firmare qualcosa. a me nn è stato kiesto, quindi io non ho rifiutato di firmare qualcosa. Cmq sia se il costruttore non si farà carico di questa storia, se effettivamente la prima agenzia può rivalersi su di me, per quel ke mi riguarda la casa se la può tenere. Ci sono solo case in vendita attualmente sul mercato.
     
  4. Jrogin

    Jrogin Fondatore Membro dello Staff

    Professionista
    Quoto al 100%:daccordo:

    Poniamo però che l'agente sia in regola.
    A mio modo di vedere avrebbe pienamente diritto alla provvigione.
    Il fatto che non ti abbia fatto firmare alcun documento non ha alcuna rilevanza, se non che rende per l'agenzia più difficile dimostrare il lavoro di intermediane svolto.
    Per quanto riguarda l'entità della stessa, non essendo stata pattuita precedentemente (da quello che ho capito), tu puoi pagare quello che prevedono gli usi della CCIAA della provincia ove è ubicato l'immobile.

    Per quanto riguarda l'esempio del negozio, l'esempio non calza, perchè tu in agenzia non guardi il prodotto e poi scegli, ma se vai a vedere case e chiedi informazioni hai già scelto. L'agenzia ti offre un servizio di intermediazione, non ti vende in prima persona la casa.

    Questa è una tua libera e rispettabilissima scelta.
     
    A Sandro Ruzzon piace questo elemento.
  5. Sandro Ruzzon

    Sandro Ruzzon Membro Attivo

    Grazie Jrogin, prezisiosisimo il tuo parere come spesso mi è capitato di leggerti, ma ho un ulteriore riflessione da proporre. Chiaro è che il servizio dell'agenzia è di intermediazione, ma visto ke non si sono tutelati facendomi firmare "un'esclusiva" di servizio per quel bene e considerato il fatto che l'altra agenzia ha lo stesso incarico di vendita la quale ho portato a conoscenza fin dall'inizio del fatto di aver già visto la casa con la prima agenzia e quest'ultimi non si sono preoccupati del fatto che i primi "possono vantare" qualche diritto nei miei confronti, non credo che sia dovuto qualcosa ai primi, altrimenti che libero mercato è? Io penso di essere libero di poter scegliere chi mi offre un servizio al minor costo o sbaglio? E perchè alla mia domanda di trattabiltà del 4% l'agente ha detto che quella è la loro percentuale e solo ora si può trattare ma non sà quantificare quanto perchè deve chiedere al titolare? Avrò pur diritto di interloquire con chi mi dà risposte certe e non approssimative, temporeggiando? sto chiedendo troppo? Altrimenti non mi resta che pensare che chi acquista, nel 2010, a diritti stà a zero e che ha solo doveri e che deve accettare e subire e basta.:domanda:
    :)
     
  6. acquirente

    acquirente Nuovo Iscritto

    bella domanda....................il problema che tu hai visto la casa con la prima agenzia che aveva il 4% di percentuale.
    se la casa non e' in vendita con mandato esclusivo, prima di andarla a vedere...............chiedere quale e' la percentuale
    dell'agenzia e poi se si reputa che e' troppo alta informarsi quali sono le altre agenzie che ce l'hanno in vendita e informarsi se la provvigione e' piu' bassa.
     
    A Marco Costa piace questo elemento.
  7. Jrogin

    Jrogin Fondatore Membro dello Staff

    Professionista
    Il concetto che mi farebbe piacere riuscire a comunicare è il seguente:
    le agenzie immiobiliari (AI) svolgono un servizio di intermediazione, cioè mettono in rapporto due o più parti per la conclusione di una compravendita o di una locazione (in generale), NON vendono immobili di loro proprietà.
    Quindi se vado in un agenzia ed inizio a vedere imobili, già sto usufruendo dei loro servizi. Se si arriverà ad una conclusione pagherò loro un compenso (provvigione) se non si arriva alla conclusione non pagherò niente.

    Quindi PRIMA di iniziare a vedere immobili dovrei chedere quale è il loro compenso, se mi sta bene vado avanti, se non mi sta bene vado da un altro. Non è che mi prima usufruisco del servizio e poi vado da un altro.
    Se non si pattuisce nulla prima, al massimo possono pretendere quanto previsto dagli usi della CCIAA (Camera di Commercio Industria e Artigianato) della provincia ove è ubicato l'immobile, in ssenza di usi deciderà il giudice.

    Perchè dico questo? Perchè non trovo giusto avvalersi PRIMA di un servizio e poi andare da un altro.

    Detto tutto questo ripeto peraltro quanto scitto da castro nel post n° 2



     
  8. maidealista

    maidealista Fondatore Membro dello Staff

    Proprietario di Casa
    Concordo pienamente, però....
    Se un cliente, per vedere le offerte del mercato, si reca in 10 agenzie e tutte queste hanno tra le loro proposte l' appartamento che verrà preferito, quante provvigioni dovranno essere pagate ?
    Mi sembrerebbe opportuno che il cliente paghi 1 provvigione che verrebbe suddivisa secondo l' impegno profuso da ogni agenzia per la buona conclusione della compravendita.
    :daccordo:
     
  9. Jrogin

    Jrogin Fondatore Membro dello Staff

    Professionista
    Una sola alla prima agenzia che gli ha fatto vedere l'immobile.

    Quando gli viene offerto per la seconda volta un immobile che ha già visitato il cliente deve rifiutarsi di vederlo con la seconda agenzia e rivolgersi alla prima. Peraltro la seconda agenzia se informata dal cliente che ha già visitato l'immobile con un altra, ha un "dovere deontolgico" di dire al cliente di rivolgersi alla prima agenzia.


    Proviamo altrimenti a fare questo "film":
    io cliente vado in varie agenzie, chiedo i loro servizi e vedo molti immobili fino a che trovo quello giusto. A questo punto vado da un amico AI e gli dico cosa ho visto e che lo vorrei comprare tramite lui purchè mi faccia spendere meno di provvigioni rispetto a quella che mi ha fatto vedere l'immobile.
    Pensate l'amico AI dica di no? Pensate che non sia in grado di mettermi in contatto con il venditore??
    ..... e così la prima agenzia ha lavorato per nulla.

    Peraltro nel post iniziale il questionante dice che la prima agenzia ha messo in contatto lui stesso con il costruttore
    Ma allora cosa doveva fare???
     
  10. maidealista

    maidealista Fondatore Membro dello Staff

    Proprietario di Casa
    Comprendo le difficoltà ma come verrebbe organizzata, a posteriori, la cronologia delle "visite" alle agenzie, per poter definire la "primogenitura" ? Occorre "mettere in contatto", accompagnare alla visita o semplicemente mostrare bellissime foto ?
    Scusate la mia curiosità ma non sono del settore :daccordo:
     
  11. piccola63

    piccola63 Nuovo Iscritto

    scusate, ma il fatto che l'immobile sia stato fatto vedere da una persona non iscritta non può non considerarsi, vista anche l'affermazione della poca professionalità................ Non credo che l'iscrizione come AI. sia solo un dettaglio!!!!
     
    A Jrogin e Antonella Tamagnone piace questo messaggio.
  12. Jrogin

    Jrogin Fondatore Membro dello Staff

    Professionista
    Verissimo :applauso:
     
  13. piccola63

    piccola63 Nuovo Iscritto

    Ma, alla luce quanto affermato sopra, la provvigione, ai temini di legge, è dovuta al venditore NON ISCRITTO??
    A me è capitato di sottoscrivere proposta con un tizio non iscritto, su modulo d'agenzia già firmato (da amministratore iscritto, ma fantasma), e di scoprire tramite il mio notaio che sull'immobile gravano DUE PIGNORAMENTI non citati durante la trattativa.............. Pagare questo disonesto, il cui unico scopo era farmi firmare la proposta????
     
  14. bolognaprogramme

    bolognaprogramme Membro Assiduo

    Professionista
    @ Maidealista

    Il diritto di primogenitura, come lo chiami tu, è dato dal fatto che io cliente vedo che tu hai un immobile che mi interessa e ti contatto (telefonicamente, via mail, previa visita in ufficio) oppure ti contatto e tu mi proponi quell'immobile che mi può interessare.
    Mi porti a fare un sopraluogo, addirittura con il costruttore (che può testimoniare....), trattiamo, discutiamo, ecc.
    Il fatto che io ti faccia firmare qualcosa per la presa visione può essere comodo, ma davanti al giudice con altre prove (tipo le testimonianze...) può essere del tutto ininfluente.

    La mediazione che devi pagare è una sola, al primo che ti ha messo in contatto con l'oggetto, con il quale comunque si può trattare la mediazione (voglio vedere quale agente di fronte ad una proposta scritta di acquisto con l'offerta di una provvigione un pò inferiore non l'accetta....), poi sarà un problema della prima discutere con la seconda, ecc.

    La compravendita di un immobile non è l'acquisto di un chilo di patate...

    Silvana

    Aggiunto dopo 6 minuti :

    @ Piccola 63

    Se tu hai fatto una proposta e il notaio ha scoperto che sull'immobile gravano due ipoteche, tu puoi tranquillamente ritirarti, oppure lasciare gestire il tutto al notaio, se si tratta di cose di poco conto...

    L'agente immobiliare dovrebbe saperlo, ma se non fa verifiche e il proprietario non glielo dice (e sono tutti stranamente reticenti...) può ignorarlo.
    Oggi come oggi è bene fare verifiche ipotecarie, ma fino a pochissimo tempo fa i notai c'erano anche per quello... perchè era molto raro. :???:

    Silvana
     
  15. castro

    castro Nuovo Iscritto

    guardate che una trattativa di una casa che ha un'ipoteca è normale, l'importante che se ne faccia menzione nella proposta stessa e soprattutto che verrà estinto il debito e cancellata l'ipoteca a cure e spese del venditore ed entro il rogito notarile o contestualmente. Detto questo bisogna distinguere se l'ipoteca è relativa un normale mutuo bancario da estinguere, la normalità, oppure relativa ad un pignoramento x debiti o altri problemi finanziari del venditore( esatri, equitalia e affini) in questo caso piedi di piombo e anticipi congelati fino a che la situazione non è chiara, ma anche in questo caso si arriva a termine della trattativa con soddisfazioni di entrambe le parti.
     
    A tommi piace questo elemento.
  16. piccola63

    piccola63 Nuovo Iscritto

    nel mio caso pignoramento "aperto" dalla banca nel quale si è introdotta anche la Gerit, più una iporeca cambiaria..............
    e il tizio mediatore NON AGENTE aveva parlato di due ipoteche!!! Io non dormo da giorni, notaio e avvocato si stanno organizzando per cercare di arrivare a stilare il compromesso, io la casa la vorrei comprare anche perchè ho venduto la mia. MA INSISTO sulla non competenzia di tizio, per informazioni distorte, ma perchè lo dovrei pagare???
     
  17. castro

    castro Nuovo Iscritto

    la legge prevede che il mediatore venga pagato per la messa in contatto tra le parti, comunque guarda che se avete individuati le formalità il tuo notaio si prende l'onere di procedere alle cancellazioni non credo tu abbia problemi l'importante è convocare tutti i creditori per mezzo dei loro avvocati e procedere con la liquidazione dei debiti e contestualmente cancellare le ipoteche , se posso permettermi ti sconsiglio di sottoscrivere un preliminare perchè se viene fuori qualcos'altro tra preliminare e rogito sono dolori! fissa direttamente l'atto!
     
    A tommi piace questo elemento.

Per rispondere Entra o Registrati è Gratis…

Perchè dovresti Registrarti?

  • Partecipare e Creare Discussioni
  • Trovare Consigli e Suggerimenti
  • Condividere i tuoi Interessi
  • Informarti sulle Novità

Condividi questa Pagina