1. propit.it è il primo e unico forum italiano interamente dedicato ai Proprietari di Casa e agli Inquilini conduttori di proprietà immobiliari.

    Su propit.it puoi approfondire nuove leggi, leggere opinioni, recensioni e consigli, scoprire nuovi strumenti, confrontarti e trovare modulistica fiscale, legale e contabile per gestire la proprietà immobiliare.

    Registrarsi è gratis ed elimina la pubblicità

Tag (etichette):
  1. Blu Blu

    Blu Blu Nuovo Iscritto

    Proprietario di Casa
    Buongiorno e grazie a chi mi saprà rispondere.

    Vorrei fare una domanda:
    Se una casa è indivisa e 1 dei 5 proprietari vende la sua parte di casa a terzi, all'insaputa di tutti gli altri, questa terza persona che ha comprato questa parte, che potere decisionale ha sulle decisioni che riguardano l'intera casa, che ripeto è INDIVISA?

    Grazie e buona giornata
     
  2. Hug

    Hug Membro Ordinario

    Proprietario di Casa
    Ma il notaio accetterebbe questa modalità di vendita?
     
  3. Blu Blu

    Blu Blu Nuovo Iscritto

    Proprietario di Casa
    Il notaio in questo caso non serve
     
  4. 1giggi1

    1giggi1 Membro Attivo

    Proprietario di Casa
    In che modo siete diventati proprietari?

    Acquisto?

    eredità?
     
  5. moralista

    moralista Membro Attivo

    Professionista
    se siete in 5 proprietari, avrebbe dovuto darvi il diritto di prelazione come minimo, prima di alienare la sua quota, di 1/5
     
  6. 1giggi1

    1giggi1 Membro Attivo

    Proprietario di Casa
    Se sono comproprietari per eredità hai ragione, se invece hanno acquistato insieme non c'è l'obbligo questa prelazione.
     
  7. Carlo27

    Carlo27 Membro Ordinario

    Proprietario di Casa
    Questo è molto interessante!
    Io ho una casa indivisa con mia sorella. Del mio 50%, il 25% è per eredità, l'altro 25% l'ho acquistato. E lo stesso mia sorella.
    Quindi, se mia sorella vendesse la sua parte, avrei la prelazione solo del suo 25% ?
     
  8. 1giggi1

    1giggi1 Membro Attivo

    Proprietario di Casa
    Non sono un legale, ma la prelazione sull'eredità ha il fine di preservare il bene agli eredi della famiglia del de cuius.
    Per il tuo caso non so, la tua interpretazione potrebbe essere corretta.
     
  9. basty

    basty Membro Senior

    Proprietario di Casa
    Perchè no? E' l'acquirente che mi chiedo come faccia ad essere interessato.
    Chi acquisterebbe senza trascrivere ai R.I l'acquisto?
     
  10. griz

    griz Membro Senior

    Professionista
    serve per forza, ogni trasferimento di proprietà che riguarda un immobile deve essere un atto pubblico che si stipula da un notaio che si occuperà delle volture e trascrizioni necessarie
     
  11. basty

    basty Membro Senior

    Proprietario di Casa
    Stavo per scrivere la medesima cosa, poi mi sono astenuto: temo che l'obbligo di registrazione e trascrizione non sia assoluto, ma una prescriozione atta a rendere certo ed opponibile a terzi l'acquisto: vale infatti solo chi trascrive per primo. Ma la compravendita in sè è valida, e l'acquirente rimasto con le mani vuote ha diritto al risarcimento danni.
     
  12. griz

    griz Membro Senior

    Professionista
    tu spendi per acquistare un immobile o un aquota di questo un importo che potrebbe anche non essere elevatissimo ma non zero e non ti preoccupi di avere un diritto sancito a dovere su questo immobile?
    Quando acquisti un'auto, anch eper 500 € non ti preoccupi di evitare che il venditore di denunci per il furto dell'auto che ti ha invece venduto?
    Qualsiasi scrittura su un immobile, per essere valida a tutti gli effetti, deve essere un atto pubblico. Unica ecezione è un compromesso di vendita che è impegnativo ed efficace mantenendo"in pending" le trascrizioni e le volture ma è relativo ad un importo pattuito ma parziale e prevede il compimento della procedura di vendita
     
  13. basty

    basty Membro Senior

    Proprietario di Casa
    Concordo con te sulla preoccupazione, difatti avevo scritto
    Ma l'art. 1350 al primo comma scrive
    Dispositivo dell'art. 1350 Codice Civile

    Devono farsi per atto pubblico o per scrittura privata, sotto pena dinullità :
    1) i contratti che trasferiscono la proprietà di beni immobili ;

    Quindi il disatteso obbligo di registrazione non annulla la scrittura privata, semmai comporterà una sanzione.
    Per quanto riguarda la trascrizione idem: si corre il rischio che qualcun altro trascriva prima.

    Nel caso qui esposto mi pare scontato che la quota venduta sia caduta in mano a soggetti comunque legati da parentela, ma con rapporti difficili con gli altri comproprietari: in casi come questi si può ammettere che la compravendita sia avvenuta senza pubblicità.
    In ogni caso @Blu Blu si è eclissato e non ha chiarito se era una comunione ereditaria(quindi con diritto di prelazione) o altro. Il non dare pubblicità poteva essere un maldestro tentativo per eludere la prelazione.
     
  14. Blu Blu

    Blu Blu Nuovo Iscritto

    Proprietario di Casa
    Ringrazio tutti per le risposte. Si tratta di eredità.
    Comunque la mia domanda era solo per curiosità, anche perchè in realtà la situazione è ben peggiore e ben intricata. Suppongo anche che il notaio ha fatto la sua parte anche se avevo scritto che non serviva, anche perchè appunto era solo curiosità per una storia di famiglia che non riguarda me in prima persona. Grazie a tutti per le risposte.
     

Per rispondere Entra o Registrati è Gratis…

Perchè dovresti Registrarti?

  • Partecipare e Creare Discussioni
  • Trovare Consigli e Suggerimenti
  • Condividere i tuoi Interessi
  • Informarti sulle Novità

Condividi questa Pagina