1. propit.it è il primo e unico forum italiano interamente dedicato ai Proprietari di Casa e agli Inquilini conduttori di proprietà immobiliari.

    Su propit.it puoi approfondire nuove leggi, leggere opinioni, recensioni e consigli, scoprire nuovi strumenti, confrontarti e trovare modulistica fiscale, legale e contabile per gestire la proprietà immobiliare.

    Registrarsi è gratis ed elimina la pubblicità

Tag (etichette):
  1. engl

    engl Nuovo Iscritto

    Proprietario di Casa
    Ho un appartamento che affitto , finora nei contratti precedenti transitori le utenze restavano a mio nome e poi venivano rimborsate. nell 'ultimo contratto un 4+4 a giugno ho inserito invece la clausola che il conduttore si obbligava a fare la voltura delle utenze e gli ho fornito anche la dichiarazione che acconsento alle volture.
    L'inquilino ha pagato solo un mese e poi non più ,nè affitto,nè spese condominiali , ed ha dichiarato che lui è un disonesto. Non ha fatto la voltura delle utenze e piovono i conti. Ho iniziato la diffida con l avvocato il quale dice che chiuderle sarebbe un libero arbitrio, non credo sia questo il caso in quanto non mi obbligavo a tenerle aperte. Oltretutto per la disdetta dell'energia la lettura viene fatta a distanza. per l'ascqua e gas i contatori sono in casa, e lui certo non aprirebbe per la chiusura. Cosa posso fare. Intanto lo avviserei della chiusura . Il mio avvocato dice di mandargli una raxxomandata dicendo che per motivi economici non posso far fronte al pagamento delle sue bollette e quindi devo chiudere. Non sono d'accordo .
    Se qualcuno si è già trovato in questa situazione. grazie
     
  2. Dimaraz

    Dimaraz Membro Assiduo

    Proprietario di Casa
    Intanto dal telefono ti dico che prevenire è meglio che curare...la prossima volta l'avvocato (o un professionista) consultalo prima di firmare contratti.
    Domani se trovo il tempo integro.
     
  3. Nemesis

    Nemesis Membro Storico

    Proprietario di Casa
    Non sarebbe un "libero arbitrio", ma integrerebbe il reato ex art. 392 c.p. ("esercizio arbitrario delle proprie ragioni con violenza sulle cose").
    Devi pertanto agire in giudizio, senza renderti responsabile di un reato (anche se è procedibile solamente se esiste querela della persona offesa).
     
    A quiproquo piace questo elemento.
  4. Ollj

    Ollj Membro Assiduo

    Professionista
    Come già detto non operi alcun distacco. Informi invece il conduttore che lei non è più in grado di pagare le utenze causa difficoltà economiche e gli rinnovi l'invito ad adempiere gli obblighi contrattuali assuntisi (voltura); non paghi più alcuna fattura e lasci che sia l'Azienda Erogatrice a disporre la chiusura dei servizi per morosità.
     
    A quiproquo piace questo elemento.
  5. quiproquo

    quiproquo Membro Senior

    Proprietario di Casa
    Vedi Dimaraz lui ha consultato l'avvocato il quale poteva ben suggerirgli cio che ha postato Ollj. Quindi con la conclamata disonestà del conduttore il postante si limiterà ad una semplice telefonata (nessuna lettera...) comunicandogli anche l'inizio della vertenza legale. Potrà, se crede, offrire la somma corrispondente al
    costo (minimo) della procedura (1.000-1.200 euro) in cambio della
    riconsegna. Io, obtorto collo, l'ho fatto già tre volte. Una per me (1.300 euro) e due per il mio enturage familiare. E' una cosa dolorosa che suscita indignazione. Se l'apparato giudiziario compresi gli avvocati istituissero una struttura e una procedura ad hoc tale da contenere i tempi in due o tre mesi, allora i malandrini smetterebbero di speculare così spavaldamente. Ho chiuso la faccenda la settimana scorsa per la riconsegna di un negozio da inquilino moroso di circa 9mila euro, sborsando 3.000 euro che il malvivente, in mia assenza, aveva "carpito" a mia cognata (io avevo proposto per iscritto 1.500 euro). Questo della morosità locativa è
    un grande problema che è stato più volte dibattuto su Propit e chissà
    quanti sono i proprietari in sofferenza...Lo Stato, come al solito, se
    ne impippa altamente e nulla propone per limare la disumana pretesa del fisco sulla modalità esecutiva che ben conosciamo.
    Tutto qua da quiproquo. P.S. Prima di locare...: in dubbio... pro vuoto....
     
  6. Dimaraz

    Dimaraz Membro Assiduo

    Proprietario di Casa
    A dire il vero tale "suggerimento" è stato proposto dall'avvocato (forse non hai letto attentamente)...è Engl che intende procedere in altro modo.

    Il "mio" commento intendeva dire che gli "esperti" o gli avvocati è meglio consultarli prima e non dopo aver firmato un contratto.

    Perchè concordare in contratto la "voltura" delle utenze all'inquilino.
    Se si hanno contratti di fornitura si chiudono e si lascia che sia il conduttore a provvedere a stipularsi un nuovo contratto.

    Già ti assumi il rischio di non ricevere l'affitto...perchè esporsi ache al pagamento delle utenze?

    Su tutto il resto...sai già che il pensiero è condiviso.
     
    A quiproquo e alberto bianchi piace questo messaggio.
  7. Ollj

    Ollj Membro Assiduo

    Professionista
    Senza non prima aver soppesato attentamente il rapporto costi/benefici (procedure d'ingiunzione contro di lei ad opera delle società erogatrici)
     
  8. Dimaraz

    Dimaraz Membro Assiduo

    Proprietario di Casa
    Penso che piuttosto di attendere l'addebito di spese e interessi per morosità e distacco ad Engl convenga procedere autonomamente alla" chiusura dei contratti" con le società erogatrici.
    Saranno queste a chiudere (eventualmente) "fisicamente" le forniture al conduttore "moroso"....senza che possa venire contestato alcun "esercizio arbitrario delle proprie ragioni".
     
    A quiproquo piace questo elemento.
  9. quiproquo

    quiproquo Membro Senior

    Proprietario di Casa
    Aggiungo: anche se fosse...te lo vedi un inquilino moroso sedicente disonesto che va dall'avvocato??? Alt!!! Mentre scrivo dovrei cancellare... perchè il mascalzone sa di poter ottenere il patrocinio ricorrendo al SUNIA...e qui Ollj ci dovrebbe spiegare perchè non dovrebbe poter scattare la sanzione del giudice per lite temeraria???
    Estendendo il rigore anche allo stesso SUNIA. Non è dato sapere
    se non lo faccia già...qpq.
     
  10. Ollj

    Ollj Membro Assiduo

    Professionista
    Configurerebbe reato ex art.392 C.p. Su ciò la giurisprudenza è costante.
    Cassazione 41675/2012
    "L’azione della (OMISSIS) manifestatasi attraverso l’estinzione dei contratti di somministrazione delle forniture di energia e di acqua relative all’appartamento affittato realizza un concreto e specifico mutamento di destinazione dei beni “portati” dalle utenze (gas metano, energia elettrica, acqua) integrante il reato di cui all’articolo 392 c.p., tradottosi nel modificarne o impedirne l’originaria utilizzazione loro propria, funzionale ad un normale uso della stessa unita’ abitativa concessa in locazione" (cfr. Cass. Sez. 6, 17.12.2008 n. 6187/09, Perucci, rv. 243053).

    Unica speranza: che il Giudici valuti positivamente l'espresso impegno preso a contrattoddal conduttore ad eseguire la voltura entro un termine prefissato e, solo in tal evenienza, non considerare integrata la fattispecie delittuosa. Ecco perché mi spinsi a "consigliare" di sospendere il pagamento (situazione più soft rispetto al distacco)
     
    Ultima modifica di un moderatore: 16 Settembre 2015
  11. Dimaraz

    Dimaraz Membro Assiduo

    Proprietario di Casa
    Nei casi citati si trattava di immobili concessi in locazione abitativa inclusivi delle forniture (energia, acqua etc).
    Indubbio che in un paese patria del Diritto finchè si teorizza...ma "repubblica delle banane" nella pratica...direi che sarebbe quantomeno consigliabile avvisare il "moroso" che entro 20 gg. si provvederà alla cessazione dei contratti di fornitura (con la casuale/pretesto che si preferisce).
    A sua discrezione provvedere a nuovo contratto.

    Alternativa interessante (ma non sempre fattibile) quella di non chiudere completamente la fornitura ma "limitare" considerevolmente la "portata".
     
  12. Ollj

    Ollj Membro Assiduo

    Professionista
    Verissimo Dimaraz, ma dall'argomentare della Corte ben si coglie cosa sia ritenuto o meno illecito.
     
  13. casanostra

    casanostra Membro Assiduo

    Proprietario di Casa
    Una bella delega ad eseguire le volture a nome del firmatario no eh!
    Perlomeno è la prassi che utilizzo quando entra un nuovo conduttore, se le utenze sono chiuse sarà sua cura attivarle altrimenti se sono intestate a me o al precedente conduttore mi faccio fare la delega e provvedo personalmente alla voltura.
     
  14. quiproquo

    quiproquo Membro Senior

    Proprietario di Casa
    Non capisco il nesso con il problema esposto...Il postante con le utenze a lui intestate chiede se interrompere il pagamento in modo
    da provocare l'interruzione coatta da parte dei fornitori sia foriero
    di richiesta danni da parte del conduttore...oppure semplicemente disdettare il contratto ottenendo lo stesso risultato...
    La domanda era: si possono fare tutte e due o una delle due oppure
    nessuna delle due??? qpq.
     
  15. casanostra

    casanostra Membro Assiduo

    Proprietario di Casa
    Già Dimaraz, Ollj e Nemesis hanno scritto che chiudere le utenze, anche se non intestate direttamente al conduttore, può causare problemi dal punto di vista giuridico. Una soluzione sarebbe di non pagarle e renderle morose in modo da farle staccare ma, per quanto riguarda i contatori posizionati all'interno e non telegestiti, se il conduttore non fa entrare il tecnico per la chiusura, ti ritroverai con una morosità che aumenta in modo esponenziale che dovrai comunque sanare e per di più ti trovi iscritto negli elenchi dei cattivi pagatori. Considera, inoltre, che in caso di richiesta di attivazione di nuova utenza a te intestata, se non paghi il pregresso non ti attaccano un bel nulla.
    Quindi io ho proposto una soluzione alternativa da adottare ad ogni inizio locazione per evitare quello che nella maggior parte dei casi succede quando le utenze sono intestate al locatore.
    Vedi un po tu se quello che ho scritto non ha nesso con quanto da te esposto.
     
  16. quiproquo

    quiproquo Membro Senior

    Proprietario di Casa
    E' saggio evitare l'intestazione al locatore...come hai asserito di fare...e come "proponi"...così mi comporto anch'io...Qua si tratta di rispondere come comportarsi nel momento che le utenze sono state
    intestate al locatore...l'esatto contrario di come ti comporti tu ed io...
    e chissà quanti altri. La tua proposta potrà essere accettata in futuro...ma non risolve il quesito odierno...da qui il pacato e superfluo interrogativo sul nesso in senso stretto. qpq.
     
  17. casanostra

    casanostra Membro Assiduo

    Proprietario di Casa
    Le soluzioni da te proposte, secondo me, non sono applicabili per i motivi già esposti, non ti rimane che la via legale.
     
  18. quiproquo

    quiproquo Membro Senior

    Proprietario di Casa
    Nel post n.14 non proponevo soluzioni...erano solo due domande. Quindi dubitative in partenza. Non ho mai certezze. Al di fuori di quella che attendiamo nel momento stesso che veniamo concepiti. qpq.
     

Per rispondere Entra o Registrati è Gratis…

Perchè dovresti Registrarti?

  • Partecipare e Creare Discussioni
  • Trovare Consigli e Suggerimenti
  • Condividere i tuoi Interessi
  • Informarti sulle Novità

Condividi questa Pagina