• propit.it è il primo e unico forum italiano interamente dedicato ai Proprietari di Casa e agli Inquilini conduttori di proprietà immobiliari.

    Su propit.it puoi approfondire nuove leggi, leggere opinioni, recensioni e consigli, scoprire nuovi strumenti, confrontarti e trovare modulistica fiscale, legale e contabile per gestire la proprietà immobiliare.

    Registrarsi è gratis ed elimina la pubblicità

nicotropea

Membro Attivo
Proprietario Casa
Ho presentato la CILA nell'aprile 2018 per manutenzione straordinaria per sostituzione di infissi esterni con modifica del materiale e rifacimento dell'impianto idrico del bagno...
Mi è stato confermato dal tecnico che la CILA non ha scadenza.

Ora, quasi ultimati i lavori, vorrei comprare i mobili con il bonus mobili 2020.

Se compro i mobili oggi, per usufruire del bonus mobili, devo presentare un'altra CILA o va bene quella del 2018?
 

Biz Consulting

Membro Ordinario
Professionista
Attenzione, se hai aperto la CILA nel 2018 non puoi usufruire del Bonus Mobili sostenendo le spese nel 2020.
Infatti, come chiaramente specificato sul sito dell'Agenzia delle Entrate: "L'agevolazione spetta anche per gli acquisti effettuati nel 2020, ma potrà essere richiesta solo da chi realizza un intervento di ristrutturazione edilizia iniziato a partire dal 1° gennaio 2019".

La nuova Legge di Bilancio, infatti, non ha modificato le disposizioni normative già adottate a partire dal 2017. In pratica, non è mai stato imposto alcun vincolo nella consequenzialità temporale tra l’esecuzione dei lavori e l’acquisto di mobili ed elettrodomestici, ma è previsto un limite di due anni tra l'inizio dei primi e l'acquisto dei secondi.
 

nicotropea

Membro Attivo
Proprietario Casa
Attenzione, se hai aperto la CILA nel 2018 non puoi usufruire del Bonus Mobili sostenendo le spese nel 2020.
Infatti, come chiaramente specificato sul sito dell'Agenzia delle Entrate: "L'agevolazione spetta anche per gli acquisti effettuati nel 2020, ma potrà essere richiesta solo da chi realizza un intervento di ristrutturazione edilizia iniziato a partire dal 1° gennaio 2019".

La nuova Legge di Bilancio, infatti, non ha modificato le disposizioni normative già adottate a partire dal 2017. In pratica, non è mai stato imposto alcun vincolo nella consequenzialità temporale tra l’esecuzione dei lavori e l’acquisto di mobili ed elettrodomestici, ma è previsto un limite di due anni tra l'inizio dei primi e l'acquisto dei secondi.
Ahi, che bel casino, @Biz Consulting!
La soluzione, in questo caso, allora, sarà quella di redigere una dichiarazione sostitutiva in cui dichiaro che non sono necessarie comunicazioni o titoli abilitativi.

Ho trovato questo modello: https://www.guidaxcasa.it/wp-content/uploads/2019/05/fac-simile-autocertificazione.pdf

Nel modello devo dichiarare "che sono state sostenute spese per interventi di ______". Cosa indicare?
È sufficiente "ristrutturazione edilizia"?
 
Ultima modifica:

Biz Consulting

Membro Ordinario
Professionista
Ahi, che bel casino, @Biz Consulting!
La soluzione, in questo caso, allora, sarà quella di redigere una dichiarazione sostitutiva in cui dichiaro che non sono necessarie comunicazioni o titoli abilitativi.

Ho trovato questo modello: https://www.guidaxcasa.it/wp-content/uploads/2019/05/fac-simile-autocertificazione.pdf

Nel modello devo dichiarare "che sono state sostenute spese per interventi di ______". Cosa indicare?
È sufficiente "ristrutturazione edilizia"?
No, l'autocertificazione non serve a nulla nel tuo caso. In questa discussione ho appena spiegato in quali casi può essere usata se non viene richiesto nulla dal Comune
Dovresti chiudere la vecchia CILA e riaprirne un'altra.
 

nicotropea

Membro Attivo
Proprietario Casa
No, l'autocertificazione non serve a nulla nel tuo caso. In questa discussione ho appena spiegato in quali casi può essere usata se non viene richiesto nulla dal Comune
Dovresti chiudere la vecchia CILA e riaprirne un'altra.
@Biz Consulting, c'è un problema: la CILA non prevede la presentazione di una dichiarazione di fine lavori.

Altra ipotesi:
supponiamo che io sia proprietario di un altro immobile e voglia usufruire del bonus mobili in cui effettuo interventi per cui non sono necessari comunicazioni o interventi abilitativi, da qui l'autocertificazione.
Di quali interventi stiamo parlando? Qual è la procedura?
 

Biz Consulting

Membro Ordinario
Professionista
@Biz Consulting, c'è un problema: la CILA non prevede la presentazione di una dichiarazione di fine lavori.

Altra ipotesi:
supponiamo che io sia proprietario di un altro immobile e voglia usufruire del bonus mobili in cui effettuo interventi per cui non sono necessari comunicazioni o interventi abilitativi, da qui l'autocertificazione.
Di quali interventi stiamo parlando? Qual è la procedura?
Mi fai una domanda troppo generica perché dipende da troppe variabili. Bisogna analizzare la questione nel dettaglio per scegliere la soluzione corretta.
Se ti va contattami in privato la prossima settimana e possiamo eventualmente valutare se e come procedere.
 

Daniele 78

Membro Storico
Professionista
@Biz Consulting, c'è un problema: la CILA non prevede la presentazione di una dichiarazione di fine lavori.

Altra ipotesi:
supponiamo che io sia proprietario di un altro immobile e voglia usufruire del bonus mobili in cui effettuo interventi per cui non sono necessari comunicazioni o interventi abilitativi, da qui l'autocertificazione.
Di quali interventi stiamo parlando? Qual è la procedura?
Su questo non concordo, tutti i moduli CiLA, SCIA e PdC prevedono un inizio ed una fine dei lavori oltre ad una scadenza (3 anni per completare le opere ed 1 anno per iniziarle).
 

Per rispondere Entra o Registrati è Gratis…

Perchè dovresti Registrarti?

  • Partecipare e Creare Discussioni
  • Trovare Consigli e Suggerimenti
  • Condividere i tuoi Interessi
  • Informarti sulle Novità

Ultimi Messaggi sui Profili

Buongiorno a tutti, sono proprietaria di un locale commerciale categoria C1 - 87 mq, mi hanno proposto di venderlo con un contratto Rent to buy oppure con un contratto preliminare di compravendita con consegna anticipata. Non avendo nessuna conoscenza di tali procedure, ringrazio chiunque possa informazione sulla diversità dei due contratti e suggerimenti utili da tener presenti per non incorrere in fregature.
Buongiorno,sono unica proprietaria di un immobile,ho una mamma di ottanta anni e due figlie che vivono con me,sono divorziata. Vorrei sapere, nel caso in cui dovessi mancare prima di mia mamma,la casa a chi andrebbe?
grazie.
Alto