1. propit.it è il primo e unico forum italiano interamente dedicato ai Proprietari di Casa e agli Inquilini conduttori di proprietà immobiliari.

    Su propit.it puoi approfondire nuove leggi, leggere opinioni, recensioni e consigli, scoprire nuovi strumenti, confrontarti e trovare modulistica fiscale, legale e contabile per gestire la proprietà immobiliare.

    Registrarsi è gratis ed elimina la pubblicità

  1. Tapinaz

    Tapinaz Membro Attivo

    Proprietario di Casa
    E' arrivata la circolare dell'Ade sulla cedolare.

    Buona lettura:):occhi_al_cielo:
     

    Files Allegati:

  2. mapeit

    mapeit Membro Senior

    Proprietario di Casa
    Con delle belle invenzioni e delle belle chiarificazioni:
    "Il locatore, per beneficiare del regime della cedolare secca, deve quindi
    comunicare preventivamente al conduttore, tramite lettera raccomandata, la scelta
    per il regime alternativo di tassazione e la conseguente rinuncia, per il
    corrispondente periodo di durata dell’opzione, “ad esercitare la facoltà di
    chiedere l’aggiornamento del canone a qualsiasi titolo”. È esclusa la validità ai
    fini in esame della raccomandata consegnata a mano, anche con ricevuta
    sottoscritta dal conduttore.
    In caso di più conduttori, l’opzione va comunicata a
    ciascuno di essi."

    Aggiunto dopo 1 :

    Saranno contenti alle Poste

    Aggiunto dopo 24 minuti :

    Ecco un'altra "chicca" !
    "Al riguardo, si precisa che il reddito ritraibile dalla contemporanea locazione di porzioni di un’unità abitativa, cui è attribuita un’unica rendita catastale, deve essere assoggettato allo stesso regime impositivo. In altre parole, l’esercizio dell’opzione per il regime della cedolare secca per un contratto di locazione relativo a una porzione dell’unità abitativa vincola all’esercizio dell’opzione per il medesimo regime anche per il reddito derivante dalla contemporanea locazione di altre porzioni della stessa. Rimangono fermi modalità e termini di esercizio dell’opzione anche in caso di contemporanea
    sottoscrizione di più contratti di locazione di porzioni di unità abitativa.
    Esempio n. 1
    Sono stipulati più contratti di locazione di porzioni di un’unità abitativa con studenti universitari:
    - porzione A, contratto di durata 1° gennaio - 31 maggio 2012;
    - porzione B, contratto di durata 1° febbraio - 30 giugno 2012;
    - porzione A, nuovo contratto di durata 1° settembre - 30 novembre 2012.
    L’esercizio dell’opzione per la cedolare secca per la locazione della porzione A vincola all’esercizio dell’opzione anche per la porzione B. Successivamente, in sede di registrazione del nuovo contratto per la porzione A è possibile scegliere
    se esercitare o meno l’opzione per la cedolare secca."


    Ma mi spiegate dove ciò sta scritto nella Legge ?
     
    A Tapinaz piace questo elemento.
  3. Tapinaz

    Tapinaz Membro Attivo

    Proprietario di Casa
    Hanno creato la confusione tra annualità contrattuale e periodo d'imposta, per le locazioni non coincidenti con l'anno solare.
    La cedolare secca deve essere applicata soltanto sui canoni (o sulla
    rendita se superiore) relativi alle annualità contrattuali per le quali sia stata
    esercitata la relativa opzione.
    Per i contratti con decorrenza in corso d’anno l’annualità contrattuale
    non coincide con il periodo d’imposta e, quindi, nel medesimo periodo d’imposta
    possono coesistere sia annualità contrattuali per le quali è stata esercitata
    l’opzione per la cedolare secca, sia annualità contrattuali per le quali deve essere
    applicata l’IRPEF e le relative addizionali. Nel medesimo periodo di imposta
    possono altresì coesistere sia annualità per le quali è stata esercitata l’opzione per
    la cedolare secca, sia periodi in cui l’immobile non è oggetto di contratti di
    locazione (perché è tenuto a disposizione ovvero utilizzato direttamente dal
    proprietario)
    .


    Per il regime transitorio si può assoggettare a cedolare l'intera annualità solare anche se non coincide con il contratto però, inspiegabilmente, nel corso del 2012 si dovrebbe presentare il modello 69.
    L’applicazione della cedolare secca riferita all’annualità scadente nel
    2011 in sede di dichiarazione dei redditi da presentare nell’anno 2012 (redditi
    2011), può avere effetti anche per l’annualità contrattuale successiva, vale a dire
    per l’annualità decorrente dall’anno 2011.
    L’applicazione della cedolare secca in sede di dichiarazione dei redditi
    può riguardare, pertanto, sia entrambe le annualità, vale a dire quella che scade
    nel 2011 e quella che decorre dallo stesso anno e scade nel 2012, sia una soltanto
    di esse.
    Per l’annualità decorrente dal 2012 e per le successive, in applicazione
    della regola generale, il contribuente che intenda avvalersi della cedolare secca
    dovrà comunque, entro i termini previsti per il versamento dell’imposta di
    registro relativa a detta annualità, esprimere la relativa opzione con il modello
    69.
     
  4. mapeit

    mapeit Membro Senior

    Proprietario di Casa
    Infatti... ti rendi conto della bestialità ?
     
    A Tapinaz piace questo elemento.
  5. Tapinaz

    Tapinaz Membro Attivo

    Proprietario di Casa
    Eh si caro mapeit ridiamo per non piangere :):triste:
    Voglio vedere in quanti saranno in grado di calcolare senza errori l'acconto della cedolare e riformulare l'acconto IRPEF.
    Poi, l'anno prossimo, una milionata, o due, di persone con il modello 69 ai vari Uffici del Registro, dato che il 69 si presenta solo in via diretta e cartacea.
    Ma se già esprimi l'opzione in sede di UNICO o 730 ma perché cavolo devi presentare il modello 69.

    Un altra chicca, se per il contratto per il quale hai espresso l'opzione cedolare si proroga presenti il modello 69 e qui non ci piove, però, devi rifare un' altra volta la raccomandata di rinuncia all'Istat...
    Questi sono fuori...
     
    A Roberta64 piace questo elemento.
  6. mapeit

    mapeit Membro Senior

    Proprietario di Casa
    Sinceramente io mi auguro che ci sia ancora qualcuno che ragiona là dentro e che a furia di essere intasati da richieste, errori, rettifiche, telefonate, carte ecc... decidano di semplificare.
    O forse è fatto ad arte per ... incassare e dar lavoro a certe categorie ?:^^:
     
  7. Roberta64

    Roberta64 Nuovo Iscritto

    Non capisco questa circolare ma non doveva servire a far capire?
     
  8. robe

    robe Membro Ordinario

    grazie della circolare chiarificatrice, gradirei un vs. parere su il mio contratto stipulato e in corso il 1aprile 2011 e registrato il 7 aprile successivo. alla pagina 37 tabella 1 per sceglire l'opzione mi pare sia prevista sia la 2 colonna (730del 2012) sia il modello 69 ad integrazione del primo? scusate ma non dovremmo semplificarci la vita?
     
  9. jac0

    jac0 Membro Senior

    Proprietario di Casa
    Guardate che le domande poste in questo forum sulla cedolare secca sono le stesse che si pongono gli impiegati degli uffici dell'AdE. Spesso ti rispondono in modo evasivo, anche loro quindi evadono. Inoltre nel leggere di "metodo previsionale" vengono in mente le cosiddette "previsioni" del lotto.
     
    A robe piace questo elemento.
  10. Tapinaz

    Tapinaz Membro Attivo

    Proprietario di Casa
    Commento del sole24ore
    La cedolare «taglia» l'acconto IRPEF 2011 - Il Sole 24 ORE

    Parlando dell'annualità gli esperti del Sole24ore, evidentemente, non hanno letto le pagine 34-35 della circolare. Per il 2011 la cedolare si può esercitare sia per l'annualità contrattuale in scadenza infrannuale che quella in decorrenza(c'è anche un esempio abbastanza chiaro con riferimento ad un contratto 1.4.10/31.3.14).

    In sostanza per una tipologia contrattuale infrannuale in corso il contribuente può optare per la cedolare per l'intero 2011.
    Poi nel 2012 effettuerà la scelta nell'UNICO 2012 anche se poi dovrà presentare il 69( secondo l'Ade)... e questa è una cavolata.
     
    A fausto manca piace questo elemento.
  11. jac0

    jac0 Membro Senior

    Proprietario di Casa
    Scusa, qual'è l'alternativa, o quali sono le alternative?

    E poi, nel DECRETO LEGISLATIVO 14 marzo 2011, n. 23 non si parla di circolari dell'AdE, come ad esempio la 26. Quindi il decreto non fa riferimento ad alcuna circolare (mentre la circolare fa riferimento al decreto). Questo significa qualcosa?
     
  12. Tapinaz

    Tapinaz Membro Attivo

    Proprietario di Casa
    Il D.Lgs è entrato in vigore ad aprile. Le due circolari sono uscite dopo e dovrebbero servire per capirlo meglio, cioè interpretare correttamente la Legge per facilitarne l'applicazione.

    Il caso che ho riportato è cosa deve fare il proprietario con un contratto con cadenza annualità non coincidente con il periodo d'imposta 1.1/31.12.
    Esempio contratto 1.4/31.3 che non coincide con l'anno solare e per l'Ade significa che ti potresti trovare nella situazione di assoggettare il reddito da locazione di un anno a due differenti tassazioni, una parte con l'IRPEF ed una parte con la cedolare.
    Per il 2011 alle pagine 34-35 si dice però che puoi farlo, assoggettando a cedolare l'intero anno solare del reddito locativo di un contratto in corso, anche con scadenza infrannuale.
    In ogni caso, nella successiva annualità (2012), oltre ad effettuare la scelta dell'opzione in sede di dichiarazione dei redditi dovra anche presentare un modello 69 di supporto alla scelta cedolare e questo mi pare assurdo.
     
  13. jac0

    jac0 Membro Senior

    Proprietario di Casa
    Ma non s'è detto che l'opzione cedolare vale dal 1 gennaio al 31 dicembre? Perché il passaggio da un'annualità contrattuale alla successiva dovrebbe essere un problema, visto che nel passaggio il canone di locazione non varia? Non vorrei che si creassero falsi problemi!
     
  14. Tapinaz

    Tapinaz Membro Attivo

    Proprietario di Casa
    Devi leggere le pagine 26-27 e 34-35.
     
  15. jac0

    jac0 Membro Senior

    Proprietario di Casa
    Resto dell'idea che la fiscalità vada semplificata (non è vero, Calderoli e Brunetta?), non complicata (tanto c'è il computer...).
    Fai impazzire i contribuenti, stressi gli impiegati del fisco e, vanificando i controlli, favorisci l'evasione. Inoltre impedisci alle società di software ed ai commercialisti di dedicarsi ai problemi seri. Distinguiamo nettamente il fisco dal gioco del lotto...
     
    A maidealista e Tapinaz piace questo messaggio.
  16. mapeit

    mapeit Membro Senior

    Proprietario di Casa
    Eh se fosse così... caro jac0... magari !:triste:
    In effetti nella circolare si specifica bene che per un anno fiscale possono coesistere più situazioni per lo stesso immobile.
    Ad esempio... per una parte dell'anno non locato (a disposizione), quindi con reddito da calcolare in base a quello catastale maggiorato di 1/3, per una parte dell'anno locato con regime IRPEF a tassazione ordinaria e per un'altra parte locato con regime di cedolare secca. Ci sono anche degli esempi, ma la cosa non è di facile calcolo.
    Quello che non capisco è perché, mentre per uno stesso immobile possono coesistere situazioni e fiscalità diverse con contratti consecutivi, non possono coesistere fiscalità diverse qualora lo stesso immobile sia affittato "a porzioni" contemporaneamente a più soggetti diversi. Nella circolare è detto esplicitamente, ma nel Dlgs 14/3/2011 n. 23 questo non è affatto specificato, nemmeno di striscio.
    In effetti, in questo caso, la Circolare n. 26/E è da intendersi una fonte legislativa o no ? Questo è il dilemma. :domanda:
     
  17. Clematide

    Clematide Membro Attivo

    Sostiene il Befera che il locatore, per beneficiare del regime della cedolare secca, deve
    comunicare preventivamente al conduttore, tramite lettera raccomandata, la scelta
    per il regime alternativo di tassazione e la conseguente rinuncia, per il
    corrispondente periodo di durata dell’opzione, ad esercitare la facoltà di
    chiedere l’aggiornamento del canone a qualsiasi titolo e che è esclusa la validità ai
    fini in esame della raccomandata consegnata a mano, anche con ricevuta
    sottoscritta dal conduttore.

    Mi sa che il Befera si sia conformato alla risposta "presunta" di Clematide...:risata:

    Ho appena finito di leggere i "chiarimenti" dell'Agenzia delle Entrate sulla cedolare. No, dico, 53 pagine di chiarimenti per una paginetta di decreto, eh. Non oso pensare cosa avrebbero partorito se non avessero voluto semplificare...Su tutte le osservazioni, solo una: una volta scelta la cedolare per una porzione (stanza) dell'unità abitativa, questa va applicata a tutte le altre (stanze) locate contemporaneamente. Un capolav(ma senza l'oro) di vera perfidia fiscale. :risata:
     
  18. jac0

    jac0 Membro Senior

    Proprietario di Casa
    Oltre al danno, anche il befera.:disappunto:
    P.S. Forse è un soprannome.
     
    A Clematide piace questo elemento.
  19. j70

    j70 Nuovo Iscritto

    confermo in toto quanto scritto da tapinaz al # 10
     
  20. mapeit

    mapeit Membro Senior

    Proprietario di Casa
    Ma secondo te... possono inventare quelli dell'AdE una norma che non è mai stata scritta ? Se il legislatore avesse voluto applicare questa regola io penso che lo avrebbe scritto esplicitamente, no ?
     

Per rispondere Entra o Registrati è Gratis…

Perchè dovresti Registrarti?

  • Partecipare e Creare Discussioni
  • Trovare Consigli e Suggerimenti
  • Condividere i tuoi Interessi
  • Informarti sulle Novità

Condividi questa Pagina