1. propit.it è il primo e unico forum italiano interamente dedicato ai Proprietari di Casa e agli Inquilini conduttori di proprietà immobiliari.

    Su propit.it puoi approfondire nuove leggi, leggere opinioni, recensioni e consigli, scoprire nuovi strumenti, confrontarti e trovare modulistica fiscale, legale e contabile per gestire la proprietà immobiliare.

    Registrarsi è gratis ed elimina la pubblicità

  1. teicili

    teicili Membro Attivo

    Proprietario di Casa
    Saluti a tutti.
    Ho ricevuto dalla ADE una comunicazione di classamento per cambio di utilizzo su una proprieta che neppure sapevo di avere, eredita' di una zia , ma di cui non avevo comunicazione da nessun notaio.
    Parliamo di terreni incolti con valore dominicale al di sotto di 1,00€.
    Cosa devo fare?
    Devo inserire tutte le particelle nel CUD?
    posso rinunciare ala proprieta'? come?
    Mi chiedo se non c'e' un atto di un notaio,che io sappia, come fa l'ADE a sapere gli eredi?

    Grazie per le eventuali cortesi risposte
    Giovanni
     
  2. salves

    salves Membro Assiduo

    Professionista
    Evidentemente l'erede che ha proceduto alla presentazione della dichiarazione di successione ha inserito tra gli aventi diritto anche il tuo nominativo.
    Recati all'agenzia delle entrate con visura del terreno e chiedi copia della successione.

    Semmai con 730 o unico a secondo della situazione tua fiscale.

    Potevi farlo prima della presentazione della dichiarazione, adesso puoi solo vendere o cedere la quota ad un coerede o a terzi interessati.
     
  3. teicili

    teicili Membro Attivo

    Proprietario di Casa
    Grazie per la risposta. Un'altra cosa ,Posso rivolgermi a qualsiasi ADE in Italia o deve essere quella che mi ha notificato la cosa?
    Grazie ancora
     
  4. salves

    salves Membro Assiduo

    Professionista
    In qualsiasi Agenzia puoi intraprendere la richiesta, saranno loro a dirti se la dichiarazione è in banca dati o devi per forza recarti all'agenzia locale dove è stata presentata la successione.
     
  5. Nemesis

    Nemesis Membro Storico

    Proprietario di Casa
    Sì, rinunciando all'eredità, entro il termine decennale dall'apertura della successione. La sola presentazione della dichiarazione di successione infatti non costituisce accettazione tacita dell'eredità.
     
  6. arciera

    arciera Membro Senior

    Proprietario di Casa
    Credo però che non abbia solo quel terreno di 1 euro. Il problema è se ha ereditato, come presumo, anche immobili o parte di essi. Non può rinunciare ad una sola parte di eredità. Deve accollarsi tutto o rinunciare a tutto. Volevo puntualizzare questo perchè è uno dei nodi d'Italia. Qualsiasi paese di provenienza del popolo italiano ha visto negli anni '60 lo spopolamento. Le eredità che provengono da lì sono terreni spezzettati e parti di immobili. Passi per gli immobili, ma i terreni cosa mai valgono? A meno che non siano appezzamenti richiesti, il resto (l'80%?) non vale assolutamente niente e bisogna risponderne.
     
  7. Nemesis

    Nemesis Membro Storico

    Proprietario di Casa
    I terreni sono "immobili"!
     
  8. arciera

    arciera Membro Senior

    Proprietario di Casa
    Non si muovono, vero? però con i terremoti....
     
  9. teicili

    teicili Membro Attivo

    Proprietario di Casa
    Grazie ancora , non ci sono immobili oltre ai terreni ...si perche sono diverse particelle.
    Ma praticamente come si fa a rinunciare?
     
  10. Nemesis

    Nemesis Membro Storico

    Proprietario di Casa
    Detto meglio: gli immobili caduti in successione sono solo i terreni. Oppure: oltre ai terreni, non ci sono anche dei fabbricati.
    Con dichiarazione ricevuta dal cancelliere del tribunale del circondario in cui si è aperta la successione oppure da un notaio.
     
  11. Gianco

    Gianco Membro Storico

    Professionista
    Per conoscere l'entità della successione è sufficiente che tu faccia una visura di tutte le proprietà intestate a te. Dopodiché puoi fare una visura storica per conoscere la provenienza di quel o quei terreni pervenuti a tua insaputa. A questo punto saprai da chi ti provengono e potrai verificare la bontà della quota assegnatati. Potrai conoscere anche gli altri coeredi. Se c'è il sentore che il de cuius navigasse in cattive acque, per evitare di rispondere dei suoi debiti superiori ai beni relitti, puoi fare la rinuncia all'eredità.
     
  12. casanostra

    casanostra Membro Assiduo

    Proprietario di Casa
    In caso di rinuncia se il rinunciante ha dei figli la patata non passa a loro??
     
  13. Gianco

    Gianco Membro Storico

    Professionista
    Che io sappia, il vincolo esiste se i figli sono minori, tant'è che la rinuncia deve essere autorizzata dal Giudice Tutelare.
     
  14. Nemesis

    Nemesis Membro Storico

    Proprietario di Casa
    Se si applica la rappresentazione ereditaria, si applica indipendentemente dall'età di chi subentra al rappresentato.

    Certamente sì, se il rinunciante è un figlio o fratello (o sorella) del de cuius.
     
    Ultima modifica di un moderatore: 23 Novembre 2013
  15. teicili

    teicili Membro Attivo

    Proprietario di Casa
    nel mio caso che sono un nipote? rinunciando io passa ai miei figli?
     
  16. Gianco

    Gianco Membro Storico

    Professionista
    Credo che solamente gli eredi legittimi debbano esprimere la volontà di accettare con beneficio d'inventario o rinunciare. Ovvero gli eredi in linea diretta o collaterali: genitori, figli e fratelli.
     
  17. arciera

    arciera Membro Senior

    Proprietario di Casa
    Gli eredi legittimi arrivano fino al sesto grado. Devono rinunciare anche i figli, come dice Nemesis si può fare per rappresentazione ereditaria. Se non dico corbellerie con un atto unico[DOUBLEPOST=1385209884,1385209714][/DOUBLEPOST]La legittima invece è riservata per linea diretta
     
  18. Gianco

    Gianco Membro Storico

    Professionista
    Gli eredi sono: art. 536 coniuge e figli; 538, ascendenti; 570, fratelli, per cui: coniuge con figli, coniuge con ascendenti e coniuge con fratelli.
    Ho fatto una ricerca ed ho concluso che la rinuncia all'eredità deve essere fatta dagli eredi legittimi. D'altronde gli altri che si susseguono come fanno a sapere che tu hai fatto la rinuncia, se non gli viene notificato?
     
  19. arciera

    arciera Membro Senior

    Proprietario di Casa
    Esistono eredi legittimari a cui la legge riserva una quota che è intoccabile, e gli eredi legittimi. Questi ultimi in mancanza dei legittimari entrano in successione in mancanza di testamento. Sono chiamati eredi legittimi quelli entro il sesto grado: il parente più vicino esclude gli altri. In mancanza di parenti entro il sesto grado, erede è lo Stato, il quale, però, non risponde dei debiti ereditari oltre il valore di quanto ha ricevuto. Può capitare di entrare in successione senza quindi saperlo, come è successo al nostro amico e dover rispondere persino dei debiti del de cuius.
     
    A Gianco piace questo elemento.
  20. Gianco

    Gianco Membro Storico

    Professionista
    Non si finisce mai di imparare. Ho sempre indicato eredi legittimi i figli, la moglie, i fratelli ed i genitori. Oggi vengo a sapere che sono eredi legittimari (termine mai usato e sentito), sebbene essendo geometra, figlio di geometra, operi nel campo. Resta il dubbio di come un erede legittimo venga a conoscenza della sua qualità di erede/debitore. Per esperienza diretta, in qualità di erede legittimo di una zia che non sapevo di avere, mai conosciuta, alla sua morte in assenza di eredi legittimari, sono stato contattato dal liquidatore dell'eredità giacente, incaricato dal Giudice. Ritengo quindi che nel caso qualche creditore si faccia avanti, il Giudice disporrà la liquidazione dell'eredità, con le procedure di cui sopra. Comunque grazie per la lezione.
     

Per rispondere Entra o Registrati è Gratis…

Perchè dovresti Registrarti?

  • Partecipare e Creare Discussioni
  • Trovare Consigli e Suggerimenti
  • Condividere i tuoi Interessi
  • Informarti sulle Novità

Condividi questa Pagina