1. propit.it è il primo e unico forum italiano interamente dedicato ai Proprietari di Casa e agli Inquilini conduttori di proprietà immobiliari.

    Su propit.it puoi approfondire nuove leggi, leggere opinioni, recensioni e consigli, scoprire nuovi strumenti, confrontarti e trovare modulistica fiscale, legale e contabile per gestire la proprietà immobiliare.

    Registrarsi è gratis ed elimina la pubblicità

  1. Demo

    Demo Nuovo Iscritto

    Buonasera a tutti!
    Vorrei sottoporvi la mia situazione. Sono coerede con altri 2 fratelli di diversi terreni (5) ed un'abitazione.
    Io ho la quota di 1/6, un fratello 1/6 e l'altro fratello 4/6. Io e il fratello che ha 1/6 andiamo molto d'accordo, mentre non siamo più in rapporti con l'altro fratello che ha i 4/6. Io vorrei in qualche modo
    procedere alla suddivisione in modo tale da avere un terreno interamente per me. Non so se rivolgermi ad un tecnico per vedere se mettendo insieme le varie quote arrivo ad almeno un terreno oppure se devo rivolgermi al giudice per una suddivisione giudiziale (anche se ho letto da qualche parte che in situazioni
    in cui un coerede ha una quota molto più alta degli altri, cioè purtroppo la mia situazione, il giudice procede ad assegnare l'intero immobile al coerede avente la quota maggiore che provvederà poi ad un conguaglio in denaro agli altri coeredi in proporzione alle quote ed al valore stimato del bene). Non so se ci sono altre strade. Grazie a tutti.
     
  2. ccc1956

    ccc1956 Nuovo Iscritto

    quello che hai letto e' esatto...............sempre che tuo fratello voglia comprare le quote degli altri due.
    altrimenti puoi chiedere una divisione contrattuale (in accordo fra i coeredi) da un notaio o una mediazone obbligatoria e se proprio non c'e' nulla da fare una divisione giudiziale.
     
  3. Demo

    Demo Nuovo Iscritto

    Grazie della risposta! Secondo te è fattibile l'ipotesi di incaricare un tecnico geometra ed in base alle quote sui vari terreni messe insieme arrivare ad avere un terreno per me.
    Pongo un'altra questione. Io e mia madre abitiamo nell'abitazione oggetto di eredità occupando una parte di essa (circa 80 mq) mentre il resto della casa non è abitato. Dato che vi abitiamo da tantissimi anni (circa 25) è perseguibile la strada dell'usucapione della porzione che attualmente occupiamo? Grazie ancora per la gentilizza della risposta. Ciao.
     
  4. ccc1956

    ccc1956 Nuovo Iscritto

    come ti ho gia' risposto tu puoi anche far fare dal tuo geometra tutti i rilievi che vuoi ma gli altri coeredi devono accettare di darti quel terreno e dividerlo davanti ad un notaio.
    per la seconda domanda probabilmente no, soprattutto se gli altri coeredi pagano l'ICI sulla loro porzione di casa naturalmente se per loro e' seconda casa.
    la strada dell'usucapione e' difficilissima da provare soprattutto fra famigliari.
    si tratta probabilmente di comodato gratuito.
     
  5. Demo

    Demo Nuovo Iscritto

    Grazie delle risposte! Un'ultima domanda: cosa si intende per divisione contrattuale?
    E' necessario che siano d'accordo tutti i coeredi per procedere (forse con accordo scritto)?
    Grazie e Buona serata!
     
  6. ccc1956

    ccc1956 Nuovo Iscritto

    si' tutti in accordo e dal notaio.
     

Per rispondere Entra o Registrati è Gratis…

Perchè dovresti Registrarti?

  • Partecipare e Creare Discussioni
  • Trovare Consigli e Suggerimenti
  • Condividere i tuoi Interessi
  • Informarti sulle Novità

Condividi questa Pagina