1. propit.it è il primo e unico forum italiano interamente dedicato ai Proprietari di Casa e agli Inquilini conduttori di proprietà immobiliari.

    Su propit.it puoi approfondire nuove leggi, leggere opinioni, recensioni e consigli, scoprire nuovi strumenti, confrontarti e trovare modulistica fiscale, legale e contabile per gestire la proprietà immobiliare.

    Registrarsi è gratis ed elimina la pubblicità

Tag (etichette):
  1. innuendo

    innuendo Nuovo Iscritto

    Salve a tutti, sono appena arrivato in questo utile forum :)

    Ho subito una domanda da proporre ai più esperti:

    Io e la mia fidanzata abbiamo deciso di andare a convivere, acquistando un appartamento senza dover spendere soldi inutilmente d'affitto!

    Metà dei soldi, li mettono i suoi genitori, 10 mila altri a testa li mettiamo io e la mia tipa...per i restanti soldi verrà chiesto un mutuo con garante il padre di lei, in quanto attualmente non siamo stipendiati.

    Il mutuo lo pagheremo io e lei per 15 anni, a questo punto volevo chiedervi:

    Abbiamo deciso che la casa verrà intestata a lei, visto che i suoi ci mettono già la metà e suo padre fa da garante per il mutuo. Io ci metto 10mila e " m'impegno " a pagare metà del mutuo! Se tutto va bene, potrò un domani avere il 25% della casa? Ora che andiamo dal notaio, cosa è consigliabile fare?

    Grazie del supporto...io personalmente non ho mai comprato una casa e non sò bene come muovermi ;)
     
  2. Adriano Giacomelli

    Adriano Giacomelli Membro dello Staff

    Proprietario di Casa
    La situazione è un po' confusa. I presupposti sono buoni ma leggermente azzardati. I tuoi e i suoi sentimenti sono una cosa che solo voi potete conoscere a fondo e sui quali giocate molti impegni e azzardi.
    Tu metti una cifra di 10 mila su quanto? Pagherai il mutuo? I suoi risponderanno se sarete inadempienti! Avete già deciso che la casa la intesterete a Lei. Sulla carta è tutto chiaro, la vostra volontà è qui riassunta, dal Notaio, quando elencherà le forme di pagamento, fai specificare che l'assegno circolare di €*10.000 è stato tratto dalla banca tale su un conto a te intestato, e così resterà traccia indelebile di questo pagamento tuo. Poi ci vuole tanta buona volontà e determinazione.
    Se poi non funzionasse?
    Avete pensato a scrivervi un patto di recesso? Una forma di risoluzione amichevole in caso di naufragio della coppia?
    Solo a titolo scaramantico, io lo farei al vostro posto:
     
  3. innuendo

    innuendo Nuovo Iscritto

    I soldi li dò in contanti, per ovvi motivi personali, qunidi al massimo mia suocera/o può fare una dichiarazione che ha ricevuto questi 10mila, o sbaglio? Comunque la cifra complessiva della casa è 140mila, 70mila li mettono i genitori di lei, 10 mila lei, 10 mila io e restano 50mila di mutuo!

    Io m'impegno a pagare metà del mutuo come lei s'impegna a pagare metà del mutuo, in caso di inadempienza i suoi genitori possono 'coprire' tranquillamente, ma in un certo senso vogliamo farcela da soli :^^:

    Avete pensato a scrivervi un patto di recesso? Una forma di risoluzione amichevole in caso di naufragio della coppia? Personalmente non sò che tipo di patti siano, magari se può descrivermele in parole povere :fico: e sapere dove vanno effettuati!

    Riguardo al mio 25% che in futuro dovrebbe appartenermi (se pago la metà del mutuo naturalmente), come si potrà fare?
     
  4. Adriano Giacomelli

    Adriano Giacomelli Membro dello Staff

    Proprietario di Casa
    Dunque, per motivi "personali" dal Notaio non è possibile scrivere che paghi in contanti, la Legge prevede che tra due persone non si possano dare cifre di € 5.000 o superiore in contanti ( leggi valutarie).
    Il patto che, devi valutare te, se è il caso di farlo e se non urta la suscettibilità della tua ragazza, tuoi suoceri, è un po' ciò che ci hai raccontato qui, tu metti 10 lei mette 10 i Suoi mettono 70, voi vi accollate 50 di mutuo e la casa per "patti convenuti" la intestate a Lei. Detto ciò cercate di prevedere cosa fare se non dovesse funzionare. Ipotesi dell'accordo:
    A) Se la coppia si dovesse lasciare, Lei rifonderà la quota iniziale di 10 e la quota capitale, non gli interessi, del mutuo sino a quel momento già pagata, e il tutto in n° 6 o 12 mesi???
    B) Lui, lascerà la casa di Lei in n° 3 o 6 mesi, tempo utile a trovare una nuova sistemazione e riceverà la sua rifusione quota solo alla restituzione delle chiavi dell'abitazione.
    C) Scrivete anche in merito all'arredamento, lo ha pagato Lui, Lei, entrambi? In base a ciò impegnatevi a liquidare il 50% a chi ha acquistato l'arredamento ( coefficiente usura)
    Infine se tutto sarà andato a buon fine, tornare dal Notaio fra 15 anni a scrivere che la casa è del 25% tua, non mi sembra conveniente!
    Eccetera come il buon senso vi richiede. Naturalmente vi auguro una vita felice e spensierata assieme, che è una bravura infinitamente maggiore che fallire.
     
  5. innuendo

    innuendo Nuovo Iscritto

    Grazie mille, gentilissimo, comunque nessuno dice che i 10mila in contantivengano dati tutti in una volta, è reato? Vorrei capire perchè non è conveniente che il 25% della casa sia mia, per venetuali costi o cosa?
     
  6. Adriano Giacomelli

    Adriano Giacomelli Membro dello Staff

    Proprietario di Casa
    Sarebbe come rifare un atto notarile, quindi nuove spese da sostenere, ma comunque fattibile, salvo a che titolo diverrai proprietario? Consigliati, allora, con il NOtaio che, probabilmente ricostruirà la storia dei pagamenti e aggiornerà la quota proprietà. Temo che ci saranno anche oneri fiscali:
     
    A innuendo piace questo elemento.
  7. Jrogin

    Jrogin Fondatore Membro dello Staff

    Professionista
    Riepiloghiamo:
    Valore Casa 140.000 di cui 70.000 i genitori di Lei e 70.000 tra tu e Lei (il fatto che 50.000 siano di mutuo a mio parere è ininfluente, perchè anche tu lo pagherai).
    Ma perchè non ti intesti subito l'immobil per il 25% (10.000 + tua parte mutuo intestato anche a te di 25.000) ed il 75% a lei.:domanda:
     
  8. innuendo

    innuendo Nuovo Iscritto

    Si anche io lo pagherò, ma il mutuo non è intestato a me...e se io fra 2-3 anni non riesco o (non voglio:domanda: ) più pagarlo, resto con il 25% della casa in mano, non mi sembra corretto! Tra me e i miei suoceri, c'è molta fiducia e rispetto reciproco, anche se il futuro è un incognita! Può anche succedere che io fra 5-6anni abbia una somma tale da poter già prendere il 25% della casa. Per questo e per correttezza io attualmente non voglio avere nulla intestato (potrebbe essere anche un vantaggio no? ) però avere la garanzia che fra 5-10-15 anni io possa comunque intestarmi una parte della casa..questo volevo capire! Si può fare? Se fra 10anni voglio prendere una quota della casa, bisognerà dimostrare un movimento di denaro giusto? Ma se io la mia parte del mutuo la pago in contanti, perchè il mutuo è intestato a mio suocero?

    Poi le spese notarili, pazienza, in ogni caso per me sarà la prima casa, non credo siano eccessivamente alte in confronto alla sicurezza di avere comunque una quota della casa!
     
  9. Jrogin

    Jrogin Fondatore Membro dello Staff

    Professionista
    Se tu ti intestassi il problema lo risolveresti, ma se non VUOI intestarti per adesso la casa, per motivi tuoi che non è importante da sapere, l'unica è un passaggio di proprietà in futuro per la quota che tu avrai contribuito a pagare.
    Nel frattempo potreste fare una scrittura privata dove si dice che tu oggi contribuisci con 10.000 euro e che poi aggiornarete man a mano che contribuirai a pagare le rate del mutuo.
    Naturalmente in pieno accordo con gli altri
     
    A innuendo piace questo elemento.
  10. innuendo

    innuendo Nuovo Iscritto

    Si questa è la soluzione che intenderei adottare, anche gli altri sono daccordo! Questa scrittura privata, dove e come va effettuate per fdarle un valore?
     
  11. innuendo

    innuendo Nuovo Iscritto

    Help me :ok:
     
  12. Adriano Giacomelli

    Adriano Giacomelli Membro dello Staff

    Proprietario di Casa
    Un scrittura privata, lo dice il nome stesso, è un atto che si scrive tra privati, quando vi è la piena armonia e la piena fiducia, e si conta che le persone che sottoscrivono tali accordi, manterranno gli impegni presi, anche e qualora fosse arrabbiatissimi e inferociti. Quindi, stando a ciò che ci hai raccontato, dovrebbe bastare.
    Se tu volessi un documento più ufficiale, le strade sono molteplici e tutte costose:
    A) Si prende un Geometra di fiducia e si redige gli accordi, comprese le clausole di scioglimento di tali accordi, e lo si nomina, contestualmente, arbitro di tale vicenda.
    B) Si redige la stessa scrittura privata e la si deposita presso il Notaio che si usa per l'atto.
    C) Si sottoscrive tale accordi da un avvocato
     
    A innuendo piace questo elemento.

Per rispondere Entra o Registrati è Gratis…

Perchè dovresti Registrarti?

  • Partecipare e Creare Discussioni
  • Trovare Consigli e Suggerimenti
  • Condividere i tuoi Interessi
  • Informarti sulle Novità

Condividi questa Pagina