1. propit.it è il primo e unico forum italiano interamente dedicato ai Proprietari di Casa e agli Inquilini conduttori di proprietà immobiliari.

    Su propit.it puoi approfondire nuove leggi, leggere opinioni, recensioni e consigli, scoprire nuovi strumenti, confrontarti e trovare modulistica fiscale, legale e contabile per gestire la proprietà immobiliare.

    Registrarsi è gratis ed elimina la pubblicità

Tag (etichette):
  1. Boss05

    Boss05 Membro Junior

    Professionista
    Salve a tutti, mi sono appena iscritto per chiedervi un consiglio :)

    Devo accatastare un gazebo in legno, con struttura portante in pali di legno infissi in un battuto di cls (quindi il gazebo non è temporaneo ma fisso) e copertura in tegole canadesi. Il tutto è 18 mq.
    Il gazebo si trova nel cortile di una casa unifamiliare, quindi la situazione è "ideale": unico proprietario di casa e cortile di pertinenza :)

    Ora la mia domanda è questa: come accatasto questo gazebo: Lo considero nuova costruzione di unità afferente? o faccio una procedura di variazione?

    Se qualcuno può darmi un consiglio e spiegarmi chiaramente come fare gliene sarei molto grato.

    Ciao a tutti e a rilleggerci :)
     
  2. GRANATADOC

    GRANATADOC Nuovo Iscritto

    Se ti riferisci solo al Catasto Fabbricati rientra tranquillamente come tettoia e la pratica la fai come afferente al fabbricato già esistente. Se però l'unità esistente è unica con area di pertinenza (come hai scritto) devi prima variare la suddetta scheda scorporando l'area del gazebo e poi procedi con la nuova unità.
     
  3. griz

    griz Membro Senior

    Professionista
    il catasto lo puoi gestire anche come ampliamento con edificazione di un fabbricato accessorio ch epotrebbe anche essere sulla scheda stessa dell'unità principale, sull'area già pertinente

    Tutto questo se urbanisticamente è a posto, altrimenti eviterei
     
  4. essezeta67

    essezeta67 Membro Assiduo

    Proprietario di Casa
     
  5. Boss05

    Boss05 Membro Junior

    Professionista
    Grazie a tutti voi per le risposte :)

    1) GRANATADOC: Si, io mi riferisco solo al Catasto Fabbricati. Tu consigli di variare la scheda dell'unità principale (la casa) scorporando l'area del gazebo dal computo della superficie del giardino, giusto? oppure ho capito male io...? e poi inizio una nuova pratica di denuncia di nuova costruzione di tettoia afferente...

    2) griz: siccome il gazebo in fin dei conti è una costruzione di modesta entità, non so quanto mi conviene (e quanto conviene al cliente) denunciare un ampliamento con edificazione di un fabbricato accessorio, in questo modo gli aumenterebbe la rendita catastale e le spese....e in fin dei conti parliamo invece di un semplice gazebo aperto su tutti e 4 i lati

    3)essezeta67: dopo aver verificato se nel comune è obbligatorio o meno avere l'abilitazione per la realizzazione di una tettoia, il docfa lo imposto nella modalità suggerita da GRANATADOC?

    grazie ancora e a rilleggerci... :)
     
  6. Boss05

    Boss05 Membro Junior

    Professionista
    Grazie a tutti voi per le risposte :)

    1) GRANATADOC: Si, io mi riferisco solo al Catasto Fabbricati. Tu consigli di variare la scheda dell'unità principale (la casa) scorporando l'area del gazebo dal computo della superficie del giardino, giusto? oppure ho capito male io...? e poi inizio una nuova pratica di denuncia di nuova costruzione di tettoia afferente...

    2) griz: siccome il gazebo in fin dei conti è una costruzione di modesta entità, non so quanto mi conviene (e quanto conviene al cliente) denunciare un ampliamento con edificazione di un fabbricato accessorio, in questo modo gli aumenterebbe la rendita catastale e le spese....e in fin dei conti parliamo invece di un semplice gazebo aperto su tutti e 4 i lati

    3)essezeta67: dopo aver verificato se nel comune è obbligatorio o meno avere l'abilitazione per la realizzazione di una tettoia, il docfa lo imposto nella modalità suggerita da GRANATADOC?

    grazie ancora e a rilleggerci... :)
     
  7. Boss05

    Boss05 Membro Junior

    Professionista
    Volevo aggiungere una cosa:

    Io avevo intenzioni di impostare questa pratica della denuncia di questo gazebo come Nuova costruzione--->Unità afferenti al seguente identificativo (sez, foglio, p.lla)---> unità afferenti edificate su area di corte. E poi allegare la nuova planimetria dove, con i poligoni, indico lo scorporo del gazebo dall'area del cortile e associo poi i suoi 18 mq all'abitazione. Secondo voi va bene? O fareste diversamente? :) ciao grazie
     
  8. Boss05

    Boss05 Membro Junior

    Professionista
    qualcuno saprebbe perfavore consigliarmi come impostare col docfa questa pratica del gazebo? Sono in confusione totale please. Devo fare una variazione o una nuova costruzione? E con che causali? Devo sopprimere il subalterno riferito all'alloggio e crearne un altro riferito ad alloggio + gazebo?

    Perfavore soccorretemi :D spiegatemi
     
  9. griz

    griz Membro Senior

    Professionista

    allora:

    se introduci una unità afferente è una nuova costruzione, quindi una nuova UIU separata, significa una rendita propria, non puoi unirla all'abitazione per avere un'unica rendita

    nella mia esperienza così ottieni una rendita globale della proprietà più elevata, con problemi di conteggio delle pertinenze secondole regole dell'IMU

    io ti consigliavo appunto di trattarla come ampliamento in modo da poterla censire con l'abitazione, dovrai ripoligonare tutta la consistenza ma il gazebo sarà come parte accessoria avrai solo alcuni mq in più ma globalmente è più conveniente

    può essere però che il catasto abbiada obbiettare, tentare però non nuoce
     
  10. GRANATADOC

    GRANATADOC Nuovo Iscritto

    La procedura dovrebbe essere unica ma a seconda dell'Agenzia territoriale in cui ci si trova questa varia.

    Nel mio ambito (Cuneo) la pratica andrebbe trattata così e solo così sarebbe validata:

    - vario la scheda dell'abitazione scorporando dall'area di pertinenza il contorno del gazebo (l'area passa da mq. x a x-18).
    - faccio NC per edificazione su area di corte con nuovo subalterno.

    Essendo C/7 rientra anche nelle pertinenze a scorporo per la 1^ casa.
    Tutto questo sempre che il gazebo sia staccato dal corpo principale e quindi isolato.
     
  11. Boss05

    Boss05 Membro Junior

    Professionista
    Ok....quindi devo fare due pratiche docfa? una di variazione (che causale uso?) in cui coi poligoni ridefinisco le superfici della corte, e una di nuova costruzione di unità afferente alla casa giusto?
    e devo solo prenotare un nuovo subalterno per la tettoia, non mi serve fare un tipo mappale vero?

    Portate pazienza, è da poco che ho iniziato a occuparmi di docfa e non sono espertissimo :)
    grazie a tutti
     
  12. GRANATADOC

    GRANATADOC Nuovo Iscritto

    Se la tettoia non è in mappa ovviamente dovrai fare anche il Tipo Mappale.

    Per il DOCFA:
    1) Variazione per stralcio di area di pertinenza in cui indichi nella scheda il fabbricato con area decurtata dei mq. della tettoia e indichi in relazione appunto che seguirà NC per inserimento di altro fabbricato. Dovrai sopprimere e creare nuovo subalterno.
    2) NC unità afferente edificate su area di corte ed inserisci il tuo nuovo fabbricato con EP finale e definitivo.
     
  13. Boss05

    Boss05 Membro Junior

    Professionista
    Tutto chiarissimo GRANATADOC ti ringrazio tantissimo, solo un'ultima cosa volevo chiederti (visto che sicuramente hai molta più esperienza di me): ma se faccio NC e come causale uso "unità afferente edificata su area di corte, ci vuole lo stesso il TM? perchè ho trovato questo documento redatto dai tecnici del catasto di Pisa (anche se io non sono di Pisa però penso che i principi generali di un accatastamento dovrebbero valere dappertutto) che dice quanto segue: " Il campo "tipo mappale"è obbligatorio per le nuove costruzioni, ma non se si clicca la causale "unità afferenti ".

    Io pensavo proprio di fare NC come unità afferente, quindi non dovrebbe serivre il TM. Che ne pensi?
    Grazie infinite ciao
     
  14. griz

    griz Membro Senior

    Professionista
    il TM ci vuole sempre, vai a modificare la mappa quindi.....
     
  15. GRANATADOC

    GRANATADOC Nuovo Iscritto

    Come detto da Griz il Tipo Mappale va SEMPRE fatto se modifichi la mappa. Ovviamente se sotto i 20 mq. potrai fare un TM in deroga senza utilizzo dei PF e senza troppo sbattimento.
     
  16. Boss05

    Boss05 Membro Junior

    Professionista
    Grazie per le risposte
    Il dubbio mi è venuto appunto leggendo questo documento redatto dai tecnici del catasto di Pisa. Se scrivete "catasto_note_di_controllo_presentazione_docfa" sul motore di ricerca potete vedere il documento a cui mi riferivo.

    Io non ho mai fatto un TM e non so usare quidni Pregeo, a questo punto mi conviene rivolgermi a un geometra e al cliente tutta la pratica costerà di più.

    Grazie ancora per le vostre risposte, se ho altri dubbi tornerò a scrivervi :)
     
  17. Boss05

    Boss05 Membro Junior

    Professionista
    Grazie mille per le risposta

    Il dubbio mi è venuto appunto leggendo quella guida redatta dai tecnici del catasto di Pisa, se scrivete "catasto_note_di_controllo_presentazione_docfa " sul motore di ricerca potete vedere a cosa mi riferisco.

    Il fatto è che io non ho mai usato pregeo quindi non so fare un TM seppur in modalità semplificata, quindi speravo che quanto scritto da Pisa fosse vero. Altrimenti mi devo affidare a un geometra per fare il TM e il tutto con aggravio di spese per il cliente.
    In ogni caso vi ringrazio ancora molto e se avrò bisogno di ulteriori consigli ci rileggeremo sul forum...:) ciao
     

Per rispondere Entra o Registrati è Gratis…

Perchè dovresti Registrarti?

  • Partecipare e Creare Discussioni
  • Trovare Consigli e Suggerimenti
  • Condividere i tuoi Interessi
  • Informarti sulle Novità

Condividi questa Pagina