1. propit.it è il primo e unico forum italiano interamente dedicato ai Proprietari di Casa e agli Inquilini conduttori di proprietà immobiliari.

    Su propit.it puoi approfondire nuove leggi, leggere opinioni, recensioni e consigli, scoprire nuovi strumenti, confrontarti e trovare modulistica fiscale, legale e contabile per gestire la proprietà immobiliare.

    Registrarsi è gratis ed elimina la pubblicità

Tag (etichette):
  1. Maxximo

    Maxximo Nuovo Iscritto

    Proprietario di Casa
    Buonasera a Tutti.
    Come avete letto nell'altro thread ho una disdetta in corso causa recesso del conduttore aattuale che libererà tra 6 mesi l'immobile.
    Nel frattempo sto già cercando il nuovo che entrerò, spero all'uscita del disdettante.

    Vi chiedevo anche per scambiare pareri, qualche consiglio, dato che ne sento e leggo tantre.
    Fatta pure l'ipotesi di avere già un solvibile e referenziato pronto a bloccare l'immobile, come Vi cautelereste ..... in tutti i sensi?
    Passo la parola e Vi ringrazio da adesso.
     
  2. Maxximo

    Maxximo Nuovo Iscritto

    Proprietario di Casa
    Scusate se faccio un bump e rilancio, ma vorrei sentire se qualcuno ha già affrontato tale situazione e come si è comportato.

    Un esempio su tutti, il deposito cauzionale o caparra. Se pooi non entrano i nuovi o peggio mi trtovo costretto io a cambiare idea o mi capitan persone più refernziate e solvibili?
    Nel periodo del recesso dei vecchi inquilini, in cui sto cercando i nuovi, mi capiteran di tutti colori come al solito.

    Devo cautelarmi con qualche pezzo di carta, no?
     
  3. uva

    uva Membro Assiduo

    Proprietario di Casa
    Ti posso dire la mia esperienza, avendo trovato un inquilino referenziato e affidabile per un appartamento che si sarebbe liberato dopo tre mesi.
    L'inquilino ha firmato una proposta di locazione e mi ha pagato un importo pari a due mensilità del canone. Io (proprietaria) ho accettato la sua proposta controfirmandola.
    Quell'importo ha la natura di caparra confirmatoria. Quindi se nel momento di stipula del contratto l'inquilino avesse rinunciato alla locazione io avrei trattenuto la somma. Se invece il proprietario decide di non affittare a quella persona gli deve restituire il doppio.
     
  4. alberto bianchi

    alberto bianchi Membro Senior

    Proprietario di Casa
    Non sarebbe molto equo il rapporto. In pratica, così come da te esposto, la facoltà di rinunciare, senza conseguenze, lo riservi solo a te. Non sarebbe caparra, ma lo avvicinerei ad un tentativo di truffa ( scusa il termine) perché questo giochetto potresti farlo all'infinito.
    Un rapporto che prevede il versamento di una caparra dev'essere paritetica con effetti positivi o negativi identici tra le parti in caso di inadempienza.
    Se tutto va secondo gli accordi, il locatore consegna l'immobile e il locatario ne viene in possesso, alla fine dei 3 mesi la caparra si trasforma in cauzione come parte integrante del contratto di locazione.

    Scusa@uva, ho notato solo ora che avevi risposto correttamente.
    Problemi di vecchiaia e soprattutto di vista.

    :fiore::fiore::fiore::fiore:
     
    Ultima modifica: 1 Febbraio 2015
  5. roberto39

    roberto39 Membro Ordinario

    l'unico modo per cautelarsi e fare un assicurazione che copra le mensilita in caso di sfratto oppure danni ne esistono di varie forme ovviamente la si fa pagare all conduttore se questo rifiuta e gia un segno di poca serieta.
    anche perche non vi e modo di sapere se ha gia avuto sfratti.
     
  6. alberto bianchi

    alberto bianchi Membro Senior

    Proprietario di Casa
    Mi pare di capire che @maximo cerchi una garanzia ante decorrenza del contratto, cioè per i 3 mesi di attesa.
     
  7. uva

    uva Membro Assiduo

    Proprietario di Casa
    La risposta è corretta, per il semplice motivo che la caparra confirmatoria è prevista dal Codice Civile (art. 1385)!
    Se il proprietario incassa (per ipotesi) 1.000 euro di caparra e poi non vuole stipulare il contratto con quell'inquilino, gliene deve restituire 2.000.
    Se invece l'inquilino cambia idea, mi sembra equo che il proprietario non debba restituirgli nulla.
    A me quest'ultima ipotesi è capitata una volta perché i futuri inquilini hanno litigato tra di loro, si sono lasciati e non erano più interessati all'appartamento. Quindi io ho trattenuto la caparra.
     
    A alberto bianchi piace questo elemento.
  8. Maxximo

    Maxximo Nuovo Iscritto

    Proprietario di Casa
    Vi ringrazio per i pareri. E si, la caparra è un'arma a doppio taglio.
    Il mio problema è, visto l'orizzonte lungo (luglio, mese in cui alla fine del recesso dell'attual conduttore riavrò la disponibilità dell'immobile), dato che ho già avuto diverse richieste, non vorrei impegnarmi con caparre da dover restituire poi perchè mi capitan migliori conduttori .
    Voi come agireste? Per esperienze fatte e per evitare inghippi di tutti i tipi?
    A rileggerVi e grazie anticipare.
     
  9. uva

    uva Membro Assiduo

    Proprietario di Casa
    Secondo me non è possibile stipulare un serio accordo "preliminare" di locazione senza prevedere una caparra o una clausola penale che tuteli una delle parti nel caso in cui la controparte sia inadempiente.
    Mettiti nei panni dei futuri ipotetici inquilini, a te graditi perché ne hai valutato la serietà e solvibilità, interessati al tuo appartamento. E' logico che ora pretendano da te proprietario un impegno concreto a stipulare il contratto di locazione a luglio. E se entro luglio tu cambi idea per qualsiasi motivo, devi loro un risarcimento perché ti rendi inadempiente nei loro confronti.
     

Per rispondere Entra o Registrati è Gratis…

Perchè dovresti Registrarti?

  • Partecipare e Creare Discussioni
  • Trovare Consigli e Suggerimenti
  • Condividere i tuoi Interessi
  • Informarti sulle Novità

Condividi questa Pagina