1. propit.it è il primo e unico forum italiano interamente dedicato ai Proprietari di Casa e agli Inquilini conduttori di proprietà immobiliari.

    Su propit.it puoi approfondire nuove leggi, leggere opinioni, recensioni e consigli, scoprire nuovi strumenti, confrontarti e trovare modulistica fiscale, legale e contabile per gestire la proprietà immobiliare.

    Registrarsi è gratis ed elimina la pubblicità

  1. lunatika

    lunatika Ospite

    dunque non so se questa è la sez. giusta, ho qualche domanda da farvi, se riuscirete a spiegarmi qualcosa ve ne saro' veramente grata.
    dunque siamo 3 sorelle e 2 fratelli, 1 dei quali ha sempre creato discussioni con la moglie ai miei genitori e conseguenti cause e denunce a destra e manca.
    mio padre è proprietario di un terreno in cui insiste un fabbricato con seminterrato, 2 appartamenti e 1 sottetetto da realizzare. nel terreno c'è una servitu' di passaggio pedonale dal cancello e poi per tutto il tragitto del terreno, saranno 50 metri in tutto, di cui usufruisce mio "fratello" per accedere alla casa acquistata da una zia negli anni precedenti.
    nel seminterrato abita il fratello buono, al piano terra mio padre, al piano di sopra abito io, vorrei sapere se il sottotetto sarebbe condominiale oppure se avrei qualche diritto in piu' io che abitando di sotto ho penetrazioni d'acqua in cucina e soggiorno, umidità e muffa in tutta la casa. una mia sorella abita fuori, l'altra qui in paese.
    fino ad ora non sono state fatte carte di nessun genere per nessuno dei figli, io dal 2005 che mi sono sposata e venuta ad abitare qui ho dato una cifra irrisoria se si puo' dire cosi' ai miei genitori di 150€ al mese fino ad ora senza nessuna carta scritta, ho solo l'usufrutto di 5 anni dal 2008/2013, per non pagare la tassa dell'ICI.
    oltre queste proprietà mio padre ha un'altro pezzo di terreno adiacente edificabile.
    adesso arriva la domanda da 1 milione di €: cosa dovrebbe fare mio padre per non lasciare nemmeno 1 centesimo al figlio inesistente che si è anche rifiutato di venire al funerale di nostra madre???
    queste sono situazioni indescrivibili, mia madre è venuta a mancare per una puntura di calabrone, con tutte le cose che aveva proprio una puntura di calabrone alle 6 di mattina nel suo letto, vi dico solo che il giorno prima ho chiamato il 115 per far presente che abbiamo trovato l'alveare, che ci sono 2 persone allergiche e anche 2 bimbi, e mi hanno scaricato dicendomi di chiamare l'asl veterinaria dove non ha risposto nessuno visto che erano le 17.30, adesso c'è la denuncia e vedremo chi era seduto quel giorno al 115, scusate lo sfogo.
    dunque il semintarrato andrebbe all'unico fratello, il piano terra da dividere le 2 sorelle e io al piano di sopra, mi sapreste dire se posso far valere qualche diritto per sistemare tutto e togliere finalmente questo maledetto eternit? per accedere al sottotetto si dovrebbe sviluppare il progetto di una scala, ma all'esterno si puo' fare solo sul mio balcone o all'interno dell'appartamento, poi ci sarebbe il terreno edificabile che sicuramente andrà a qualche ditta per poi restituirci un appartamento. dimenticavo dove abito io ho messo i termosifoni a mie spese, si deve fare la facciata, terminare i balconi e qualche intervento nelle pareti perchè nella camera d'aria non c'è nulla e in inverno la casa è gelida e d'estate si schiatta dal caldo.
    vi prego non scoraggiatevi, rileggete il mio problema e aiutatemi, grazie infinite a tutti
     
  2. ccc1956

    ccc1956 Nuovo Iscritto

    non si puo' fare nulla................tuo fratello e' un erede con gli stessi tuoi diritti anche se secondo te si comporta male.
    L'erede legittimario è la persona alla quale è riservata per legge una quota del patrimonio del testatore.
    i figli sono eredi legittimari.
    tutti, quelli buoni e quelli cattivi.
    quando ci sara' la successione tutti erediteranno le loro quote, adesso nessuno puo' pensare che ereditera' quella in cui adesso abita.................e' solo un comodato gratuito concesso dal padre ai figli.
    saranno problemi soprattutto se ci dovessero essere delle legittime lese perche' un figlio prende piu' dell'altro.
    se non vi mettete d'accordo......................restera' solo il giudice.
    attenzione perche' il frattello "cattivo" potrebbe far presente al giudice che qualche fratello ha vissuto per anni senza pagare affitto o pagando una stupidata.
    e....................lui no.
    questo significherebbe che i fratelli hanno preso piu' di lui.
    attenzione.
     
  3. lunatika

    lunatika Ospite

    ma se facciamo le carte adesso con mio conseziente??? ne avevamo già parlato in passato ma senza fare nulla, e comunque non sono io a non voler lasciare nulla al fratello "cattivo" ma i miei genitori, io avevo detto a mia madre di dare un pezzo di terreno adiacente alla servitu' di passaggio con accesso al cancello con l'auto per arrivare fino a casa sua, e cosi' la sua casa acquisterebbe valore. lo so che io prenderei piu' degli altri, ma volendo potrei fare una valutazione anche se non ho i soldi da dare agli altri, e poi c'è ancora il terreno edificabile che si dovrebbe dividere:occhi_al_cielo:
     
  4. ccc1956

    ccc1956 Nuovo Iscritto

    le carte firmate tra i futuri eredi prima della successione non hanno nessun valore legale perche' non si puo' firmare per qualcosa che ancora non si e' ereditato.
    i tuoi genitori sbagliano a non voler lasciare niente al tuo fratello, legalmente non lo possono fare ed in sede di giudizio (tribunale) tuo fratello avrebbe facilmente ragione.
    qualcosa bisogna dargli...............sperando in bene.
    all'apertura della successione.................il notaio valutera' il patrimonio.
    consiglio di procedere per una divisione del patrimonio valutando attentamente cosa vuole un fratello e cosa vuole l'altro.
    se non si facesse la divisione, l'eredita' resterebbe indivisa ed io non lo consiglio.
    quindi dovete mettervi d'accordo tra voi e se un fratello dovesse prendere di piu' degli altri dovra' corrispondere agli altri la differenza in denaro.
    se per disgrazia non doveste mettervi d'accordo, il passo dopo e' la mediazione obbligatoria, se anche questa fallisse rimarrebbe solo il giudice in tribunale.
     
  5. lunatika

    lunatika Ospite

    dunque io ero già stata da un notaio e qualcosa mi aveva spiegato, invece mia sorella insiste che secondo lei nostro padre ci puo' vendere le parti e non lasciare niente, è fattibile? invece anni fa un avvocato aveva consigliato ai miei genitori di disconoscere il figlio, cosa che naturalmente non si sono sentiti di fare.
    qui c'è solo da scappare a gambe levate ve lo dico io, con mia cognata sarà sempre guerra aperta, e non per colpa nostra di sicuro, voi nemmeno immaginate quanto è tremenda
     
  6. ccc1956

    ccc1956 Nuovo Iscritto

    certo che tuo padre puo' vendere le sue proprieta' ai figli ma ci deve essere passaggio di denaro altrimenti sarebbe una falsa vendita con tutte le conseguenze del caso.
     
  7. massimoca

    massimoca Nuovo Iscritto

    dipende da come conduci l' operazione che, alla luce dei fatti, risulta l'unica percorribile....Massimo:fiore:
     
  8. ccc1956

    ccc1956 Nuovo Iscritto

    ci deve essere passaggio di denaro................, prestato, restituito, ma se il denaro non c'e' diventa tutto piu' difficile ed in una causa in tribunale questo peserebbe parecchio a sfavore di chi ha fatto una vendita finta.
     
  9. tamara

    tamara Membro Attivo

    esponete il caso ad un notaio e fai lasciare testamento da tuo padre così le parti le fa già lui stando attenti a non ledere la quota di legittima spettante al fratello in questione. Poi quest'ultimo potrebbe anche rinunciare no? (bhe! forse no...) oppure seguite il consiglio di ccc1956 ma calcolate il rischio di un contenzioso lungo e costoso.
     
  10. Sareganega

    Sareganega Nuovo Iscritto

    Mi trovo praticamente nella tua stessa situazione (cognate identiche!-la mia però si è anche permessa di alzare le mani su mia madre anziana).Sono stata da un avvocato, che mi ha detto che non può essere escluso un figlio dal testamento se non per intentato omicidio o comunque cause gravi. Quello che ha consigliato a noi è di lasciare al "fratello gramo" il minimo per legge, possibilmente non in quote ma facendo stimare il patrimonio e lasciandogli i beni che a noi meno interessano. Resta sempre il rischio un domani di essere in causa, voluta da loro. Non ho parole, in famiglia ci si dovrebbe aiutare, ma quando ci sono di mezzo i soldi si tira fuori il peggio...
     
  11. lunatika

    lunatika Ospite

    grazie a tutti delle risposte. sapete cosa mi è venuto in mente??? e se noi facciamo una proposta di rilevare il suo appartamento e dargli altri soldi? purchè sparisca da qui, ma firmando qualche documento dichiarando di non pretendere altro, anche se ci metto la mano sul fuoco che rifiuterebbero. lo so sto delirando, ma chi si trova in queste situazioni cerca tutte le vie possibili e immaginabili. questa purtroppo è una brutta situazione, auguro veramente che non succeda mai a nessuno una cosa del genere, ormai qui tutto il paese sa la verità
     
  12. tamara

    tamara Membro Attivo

    qualsiasi documento di rinuncia (e/o di non pretendere null'altro) è nullo in questo caso. Si tratta di un patto successorio vietato dalla legge.
     
  13. lunatika

    lunatika Ospite

    ok ci rinuncio, intanto prendiamo appuntamento da un notaio, anche se so già quello che ci dirà
     

Per rispondere Entra o Registrati è Gratis…

Perchè dovresti Registrarti?

  • Partecipare e Creare Discussioni
  • Trovare Consigli e Suggerimenti
  • Condividere i tuoi Interessi
  • Informarti sulle Novità

Condividi questa Pagina