1. propit.it è il primo e unico forum italiano interamente dedicato ai Proprietari di Casa e agli Inquilini conduttori di proprietà immobiliari.

    Su propit.it puoi approfondire nuove leggi, leggere opinioni, recensioni e consigli, scoprire nuovi strumenti, confrontarti e trovare modulistica fiscale, legale e contabile per gestire la proprietà immobiliare.

    Registrarsi è gratis ed elimina la pubblicità

  1. altea5050

    altea5050 Nuovo Iscritto

    A seguito di un'azione di riduzione,come procede il giudice per reintegrare le quote di legittima?
    Il caso concreto è il seguente
    Eugenio lascia un testamento dove dispone:
    La quota disponibile alla terza figlia Elisabetta
    Un immobile a Roma alla figlia Elisabetta e alla madre Anna (vedova di Eugenio in quanto seconda moglie)
    Un immobile in Toscana alle due figlie , Maria e Francesca,nate dal primo matrimonio

    Le figlie Maria e Francesca promuovono una richiesta di azione di riduzione.
    Valore complessivo del patrimonio:
    Immobile a Roma 250000 euro
    Immobile in Toscana 30000
    Deposito titoli in banca 50000
    Totale 350000

    Quota spettante alla figlia Maria 58333
    Quota spettante alla figlia Francesca 58333
    Come procede il giudice nei confronti dei due immobili (che non sono divisibili) e nei confronti del conto bancario?
    Deve mantenere la disposizione testamentaria dei due legati?
    Oppure tutti diventano conproprietari di tutto?
    Ringrazio in anticipo per le vostre risposte
     
  2. arianna26

    arianna26 Membro Senior

    Proprietario di Casa
    credo che il giudice imponga a chi ha ricevuto di più di reintegrare la legittima in denaro. come se lo procurino non credo sia affar suo.
     

Per rispondere Entra o Registrati è Gratis…

Perchè dovresti Registrarti?

  • Partecipare e Creare Discussioni
  • Trovare Consigli e Suggerimenti
  • Condividere i tuoi Interessi
  • Informarti sulle Novità

Condividi questa Pagina