1. propit.it è il primo e unico forum italiano interamente dedicato ai Proprietari di Casa e agli Inquilini conduttori di proprietà immobiliari.

    Su propit.it puoi approfondire nuove leggi, leggere opinioni, recensioni e consigli, scoprire nuovi strumenti, confrontarti e trovare modulistica fiscale, legale e contabile per gestire la proprietà immobiliare.

    Registrarsi è gratis ed elimina la pubblicità

Tag (etichette):
  1. rosben

    rosben Membro Attivo

    Ho dato un anno fa in comodato gratuito scritto ( non regist ) un mio trilocale a una coppia in cambio disolo manutenzione e bollette tutte e che adesso, dopo averglielo richiesto come da accordi scritti, non me lo rendono
    (hoibho) !!!!! La richiesta è documentata che ce l hann oe i giorni 45 son ofiniti !!! Che debbo fare secondo voi ? Giud di pace ? Avvocato ? Staccare le bollete che sono a me intestate ? M iaiutate per piacere ?
    Rosb
     
  2. sebby

    sebby Nuovo Iscritto

    hai fatto malissimo a non registrate lo scritto di affitto!!se lo registri adesso dovrai pagare la mora. tuttavia spero che la casa sia a tuo nome. se è così ti consoglio di chiedere ad un avvocato come comportarti!
     
    A Marina Bonaventura piace questo elemento.
  3. acquirente

    acquirente Nuovo Iscritto

    Il contratto di comodato, per sua natura (art.1803 cc), è gratuito quindi non può esserci morosità. Occorre fare molta attenzione: non è lecito stipulare un contratto di comodato invece di un contratto di locazione al fine di evadere il fisco! vi sono, per il locatore (comodante) molteplici rischi collaterali.
    In ogni caso, ecco la procedura: 1) stipula del contratto in due o tre copie (una per l'aff. del registro, una per il comodante ed una per il comodatario:2)2 o 3 marche da bollo da € 14,62. 3) redigere il modello F23 per il versamento di €168 codice 109T oltre € 7,44 per diritti di copia codice 964T ( 3) pagare il dovuto in banca, 4) compilare il mod.69 che viene fornito dall'Uff. Imp.Dir. e presentare il tutto allo stesso ufficio.
    Stante la natura gratuita del contratto di comodato tutte le spese relativa alla registrazione sono a carico dal comodatario.
    Può essere a tempo determinato, ma può essere interrotto in qualsiasi momento.
    nel caso in cui alla scadenza del contratto di comodato o a seguito di regolare richiesta di rilascio dell'immobile, il comodatario non lascia l'immobile occorre rivolgersi al Magistrato (Giudice di Pace) per avere l'ingiunzione ed attevare la procedura di rilascio. Nel caso in cui il comodatario non adempie ai suoi doveri, vi è la possibilità di richiedere anche il risarcimento dei danni (SEMPRE A CONDIZIONE CHE SI TRATTI DI REALE CONTRATTO DI COMODATO)
    2) il punto è che il contratto di comodato non è alternativo al contratto di locazione anche se spesso lo si considera tale. In ogni caso, mentre il comodatario deve solo ringraziare il comodante che deve patire non poco per avere libero il proprio immobile.
     
  4. Marina Bonaventura

    Marina Bonaventura Nuovo Iscritto

    Concordo con Sebby e Acquirente: consulta un legale, ma credo che sia meglio prima di tutto metterti in regola con la registrazione del contratto. Per esperienza diretta, purtroppo ti confermo che, prima che i comodatari liberino l'appartamento, ti faranno mangiare il fegato :triste: Non stipulerò mai più un contratto di comodato: meglio un contratto d'affitto in piena regola, con tutto quello che c'è da pagare al fisco, che avere poi mille problemi con i comodatari dato che, alla fine della fiera, a rimetterci è sempre il proprietario!
     
  5. gt56

    gt56 Nuovo Iscritto

    Comodato o contratto d'affitto, non cambia niente! E' sempre il proprietario a rimetterci comunque vadano le cose. In Italia per essere veramente liberi bisogna non possedere nulla ed essere dei delinquenti!
     
    A Marina Bonaventura, SteCa e mauri veronese piace questo elemento.
  6. rosben

    rosben Membro Attivo

    Io cariamici innanzitutto vi ringrazio tanto !! E poi dico, ma se da più fonti si dice che il com grat può essere fatto anche a voce ! o scritto non registrato , perche avrei sbagliato a non registrarlo ma a documentarlo co nfirma e tutto ?
    io ho rispettato i patti al 100 % , gli ospiti invece non mi hanno pagato nemmeno tutte le utenze previste e poi ora non mi vorrebbero ridare nemmeno la casa ? MA dico, siamo impazziti ?? Ora è la prima volta che ci passo vero... e daltronde io sò di amici che hanno affittato la casa con locazione in regola e hanno patito le pene dell inferno per liberars idegli inquilini morosi !!! E allora ??? comunque io vi chiedo questo : posso andare davvero come dice "acquirente" dal giud di pace da solo con i documenti che ho senza avvocato ? E poi chiedo a tutti ; posso io chiudere o sospendere tempor. le utenze che sono a me intestate che io sono il proprietario ( l acqua mi ha ndetto di si ..) ???? Non m isembra di essere in torto se le chiudo dopo avere concesso il tempo previsto per lasciarmi libera la casa no ? Che dice i lcodice o chi lo saa ?
    Poi un altra cosa, essendo cittadini UE io non li ho segnati mai alle autorità, dato che ho letto così su certi forum anche ,
    ovvio , ma secondo chi l o sà , ho sbagliato o va bene anche così ? Io spero tantoche si levino !!! Cmq i proprietarison becchi e bastonati cmq tu la giri heee !!! Grazie per i l vs aiuto.. Ros :disappunto:
     
  7. acquirente

    acquirente Nuovo Iscritto

    Se il valore della controversia non supera i 516,46 euro e si pensa di avere le necessarie competenze tecniche per gestire la causa si puo' procedere senza avvocato; se si supera tale importo sara' il giudice a valutare caso per caso se autorizzare la parte a stare in giudizio da sola.
    se invece si usa un avvocato, questi chiedera' i danni e con quello pagherai l'avvocato.
    Di solito, quando ad agire e' un consumatore, e' competente il giudice della zona di residenza dello stesso.
    Indirizzi e recapiti possono essere trovati sull'elenco telefonico alla voce "uffici giudiziari" o sul sito internet del Ministero della Giustizia
    In generale prima di presentare istanza davanti al giudice di pace e' utile richiedere un determinato adempimento/comportamento tramite un'intimazione ufficiale, inviando una raccomandata a/r di messa in mora o diffida alla controparte
    La prova di aver inviato una diffida alla controparte, evidentemente inascoltata, e magari di aver anche tentato una conciliazione, puo' pesare a nostro favore nell'eventuale causa. In tal modo, infatti, si dimostra al giudice che la controparte -per esempio- si e' rifiutata di risolvere la questione in modo "amichevole" o ha proposto soluzioni inadeguate.
    QUANTO COSTA
    Contenziosi di importo fino a 1.100 euro: euro 33 euro + 8 euro in marche da bollo;
    - Contenziosi (compresi ricorsi contro sanzioni amministrative) di importo da 1.100 a 5.200 euro: 77 euro + 8 euro in marche da bollo.
    - Contenziosi (compresi ricorsi contro sanzioni amministrative) di importo da 5.200 a 26.000 euro e per i quelli di valore indeterminabile di competenza esclusiva del Giudice di Pace: 187 euro + 8 euro in marche.
    Ovviamente restano a parte gli oneri eventualmente dovuti al legale coinvolto.
    La prima cosa da tenere presente
    Occorre dimostrare buona fede e danno effettivo.Dare un termine per adempiere (secondo il codice 15 giorni, salvo i casi di manifesta urgenza) e minacciare che in caso contrario si adiranno le vie legali.
    Questa e' la messa in mora.
    Ricordarsi sempre di inviare lettere raccomandate con ricevuta di ritorno.
    Nello spedire la raccomandata, in alcuni casi, e' addirittura opportuno utilizzare lo stesso foglio come busta, in modo che la controparte non possa dire -ad esempio- di aver ricevuto una busta vuota.
     
    A Marina Bonaventura, SteCa e walking piace questo elemento.
  8. Marina Bonaventura

    Marina Bonaventura Nuovo Iscritto

    Caro Rosben, com'è vero quello che dici! Me ne sto rendendo conto proprio in questo periodo, che sto penando non poco per mandare via i comodatari dal mio appartamento!:disappunto: Le utenze puoi staccarle sicuramente: accertati che non ci siano arretrati. Per quanto riguarda l'obbligo di registrazione del contratto di comodato, è obbligatorio se è scritto, mentre per la forma verbale l'obbligo non c'è. Per gli articoli del codice relativi al comodato in genere, puoi dare un'occhiata al sito Tutelati Casa e Condominio. Il consulente per i tuoi diritti.
     
  9. rosben

    rosben Membro Attivo

    Garzie tanto MArina dei consigli, .ma senti se il mio comodato grat non è registr vale l ostesso ? sei sicura che dovevo segnalarli anche se della UE ? Cosa incorro se salta fuori ?
    E poi tu le hai staccate le bollette utenze ? Io credo che lo farò e non penso che dopo ci stiano volentieri no ?
    acqua e luce mi han dettoche si puo fare , mica si incirre in altre beghe no ??? Io ho la lettera in mano che ho richiesto la casa e loro non hanno evaso la richiesta da oltre 20 oltre il tempo concesso... siamo insommasui 2 mesi.... sigh.
    Ti ho scritto anche in privato dimmi se poi hai ricevuto..ciao
    Rosben
     
  10. rosben

    rosben Membro Attivo

    marina mi sono i nformato con legale e mi si dice che con tutte le ragioni che ho non posso staccare le utenze perche faccio reato..e io ho da perdere purtroppo e quindi non mi conviene ..devo fare vie legali sole. Sono stato un imbecille a darlo purtroppo il locale a 2 ebeti !!! Magari si potyesse staccare acqua e luce.. !! mi domando se posso fare ricorso adess oche ho mandato anche una rac a/r disattesa al giudice di pace , si puo ??? chi lo sa ?? ciao ros
     
  11. Franca68

    Franca68 Membro Attivo

    Proprietario di Casa
    caro Rosben, purtroppo è vero, se stacchi le utenze compi un reato... roba da matti ma è vero :???:
    poi potrebbero riallacciarla a loro spese e a quel punto chi li manderà più via????
    potresti cercare un avvocato di patrocinio gratuito se hai i requisiti (controlla bene su Internet dovresti trovare le liste della tua zona e il massimale di reddito per poterne usufruire) altrimenti metti a correre 1.500 euro per l'avvocato.
    per esperienza ti consiglio di contattarli non per telefono, ma di persona e vedere se riuscite a trovare un compromesso.
    I tempi per uno sfratto sono molto lunghi, se riesci a far liberare la casa per altre vie sicuramente risparmi tempo e denaro.
    per la comunicazione alla Pubblica Sicurezza :disappunto: non lo sapevi ma dovevi farla entro 48 ore e sei passibile di multa credo, sai, è una norma antiterrorismo...
     
  12. rosben

    rosben Membro Attivo

    ti ringrazio per la risposta.... si credo andro dall avvocato dell Uppi per uscirne meglio che posso ..si in settimana.
    VEdi cosa succede a fare del bene ? Mi si misero in ginocchio quando volevano la mia casa, 2 faccie pulite, dolci , tenere , u n grande amore fra loro e 2 mesi furono molto gentili,..poi invece.... (avviso per tutti ) te lo buttano n' _ _ _ _ fino alle barbe ..diventano i piu furbi sciacalli di tutti......
    e se possono ti mangiano anche la casa !!!!! Ecco cosa è la solidarietà per la strgrande maggiornaza degli stranieri !!!
    Quetsa esperienza cambierà il modo di vedere la solidarietà per tutto i lresto della mia vita !!!!!
    IO NON posso avere lavv gratis xche lavoro statale (altrim staccavo eccome.. ) e quindi pagherò...sigh !!!!
    ciao R
     
  13. mutapap

    mutapap Membro Attivo

    Sono nella stessa situazione, purtroppo è stato un grave errore...ovviamente anche nel mio caso inquilino professionista, di quelli che si presentano con il cuore in mano...poi però sanno come muoversi con avvocati ecc...

    Nel mio caso l'inquilino ha pagato solo un mese della quota stabilita per le spese di manutenzione.
    Adesso per mandarlo via stiamo facendo una causa dall'esito incerto, infatti lui vuole far passare il comodato come contratto di affitto e sostiene di aver pagato in contanti :???: Intanto però continua a non pagare nulla, nemmeno il condominio .

    Naturalmente il proprietario è sempre sospettato di essere un criminale evasore, l'inquilino invece ha già tutto ben chiaro sin dal primo giorno: contratto impugnabile, ambiguità...e lui si gode la vacanza. Il problema non è tanto il recupero delle somme (condominio, luce, acqua, TARSU...tutto a spese mie) alle quali rinuncerei volentieri se potessi rientrare a casa mia, dato che adesso ne ho urgente bisogno e sono costretto a stare in affitto.
     
  14. rosben

    rosben Membro Attivo

    purtroppo sono delinquenti professionisti che hanno fatto anche corsi di recitazione !!!
    Nulla , o provi a trattare e glidai qualcosa e se ne vanno ..e tu vai col fabbro li ..... oppure avvi la pratica di rimpossesso casa con avvocato e se non hai preso assegni o bonifici vai tranquillo e altrimenti pagherai la multa e dopo 4-6 mesi la riprendi alla peggio. Il fatto con comodato o contr locazione è la stessa cosa se uno non paga e fa l o******o, non cambia nulla. I proprietari oggi sono bastonati da una magistratura e un legislatore si sinistra bolscevica purtroppo. Occorrono solo fideiussioni bancarie senno lasciarla vuota !!!
     
  15. mutapap

    mutapap Membro Attivo

    L'accordo "te ne vai senza pagare nulla" lo ha rifiutato. Io sto in affitto e faccio i salti mortali per pagare...la casa l'abbiamo ereditata e vorremmo venderla per aprire un mutuo. Spero tanto che si risolva. Grazie per la solidarietà.

    ps non ci sono bonifici, non ci sono proprio pagamenti

    L'accordo "te ne vai senza pagare nulla" lo ha rifiutato. Io sto in affitto e faccio i salti mortali per pagare...la casa l'abbiamo ereditata e vorremmo venderla per aprire un mutuo. Spero tanto che si risolva. Grazie per la solidarietà.

    ps non ci sono bonifici, non ci sono proprio pagamenti
     
  16. Betty Boop

    Betty Boop Membro Attivo

    Proprietario di Casa
    Buongiorno a Tutti
    Dal 21 Marzo 2011, per risolvere questo tipo di controversie ed altre di tipo Ereditario quando ci sono liti che non superano certi importi, c'e' La possibilita' di Farlo , in maniere breve piu' breve del Solito,si tratta della "conciliazione obbligatoria", Forse ACQUIRENTE, che e' sempre cosi pronto e sollecito sapra' indicare meglio di Me quanto sto cercando di consigliare,
    ROSBEN La casa e' Tua L'hai Data in Comodato, Le bollette Le hai conservate a Tuo Nome, Insomma, ci sono diverese prove che avvalorano quanto dici, SI Certo ci sara' La Mora Ma Tu Miri a riavere indietro casa Tua. OK ..? L'unica cosa , se ci fossere. bimbi o minori in casa SON DOLORI .ma non mi sembra questo il caso giusto..?
     
    A rosben piace questo elemento.
  17. rosben

    rosben Membro Attivo

    cara betty , per fportuna l h oripresa con un compromesso fra noi,...oltre l insoluto gli ho dato 300 euri e son oandati a rovinare u naltro. Si in effetti meno male non hann ofigli senno me la scordavo !!! Ho avuto uan lezione . H ocapito che il proprietario è becco e bastonato !! Poi che un contratto di comodato d uso e di locazione sono la stessa cosa,m se l inquilino non PAGA !!! S o***** mari cmq !!!! Ci vuole sempre la vvocato , ma ecco, ora chiedo, con sta conciliazione ,
    per riavere una casa da un inquilino balordo , è meglio ..o peggio ???? Chi l osa ?? E' nata adesso certo....
    Grazie a te e tutti Ros
     

Per rispondere Entra o Registrati è Gratis…

Perchè dovresti Registrarti?

  • Partecipare e Creare Discussioni
  • Trovare Consigli e Suggerimenti
  • Condividere i tuoi Interessi
  • Informarti sulle Novità

Condividi questa Pagina