1. propit.it è il primo e unico forum italiano interamente dedicato ai Proprietari di Casa e agli Inquilini conduttori di proprietà immobiliari.

    Su propit.it puoi approfondire nuove leggi, leggere opinioni, recensioni e consigli, scoprire nuovi strumenti, confrontarti e trovare modulistica fiscale, legale e contabile per gestire la proprietà immobiliare.

    Registrarsi è gratis ed elimina la pubblicità

Tag (etichette):
  1. fabi6

    fabi6 Membro Attivo

    Proprietario di Casa
    Abito al primo piano e mia cognata al secondo. La terra attorno casa è al 50% comune con mio fratello. Ora loro al lato del terreno hanno costruito un passaggio carrabile per le auto. Il lavoro è pessimo. Invece di mantenere il piano di casa, il passaggio è quasi mezzo metro più alto. Non sono stata interpellata del lavoro, anche se al comune è stato presentatoun progetto che conservo la copia con la firma falsa. Adesso la signora si sente padrona di tutto e mio fratello senza stinchi gli va dietro come un vagone del treno. Su 20 metri di viale hanno piazzato 12 lampioni di luce, quando li accendono sembra un aeroporto. Inoltre non so come i primi 20 giorni hanno funzionato attaccati al mio contatore, me lo sono accorta per caso. Ora pretendono che le rifiniture ed altri lavori lasciati da loro in sospeso li finisca a mie spese. Premetto che non ho alcuna intenzione di farlo, visto che io posseggo il mio garage e non ho alcun bisogno di parcheggiare la macchina nel loro spazio, inoltre, il contratto non porta la mia firma. Però la casa necessita di lavori straordinari, bisogna eliminare un pò di umidità sui muri, e mettere un battiscopa per evitare che il KC1 si stacchi di nuovo. Mio fratello non vuole stare nelle spese. In questa situazione cosa devo fare? Io voglio tutelarmi e tutelare mia madre che ha 70 anni e non è giusto che soffra in questa maniera. Le manutenzioni straordinarie sono obbligatorie da farsi? Inoltre devo mettere in sicurezza la casa, è senza ringhiera e sostituire un cassone che cosa 130 euro per uno, con uno nuovo e a norma di legge e sicurezza igienica, visto che quello che abbiamo non rispecchia le norme... nemmeno questo vuole pagare. Non hanno problemi finanziari. Suggeritemi cosa devo fare a chi rivolgermi e quali richeste fare. Inoltre da quanto ho litigato con mia cognata, fa continui rumori, indossa un paio di scarpe con il tacco pesante e non vi dico cosa si sente sotto, in tutte le ore del giorno e della notte. Sono tre giorni che lascia completamente aperta la finestra delle scale aspettando che una folata di vento la rompi (io non la chiudo). E' un anno che non pulisce la scala (sono 8 mesi che io pulisco sono il mio scalino e il pianerottolo), non pulisce fuori da 20 anni. Questo è successo perchè prima lei faceva come voleva e usufruiva delle mie cose: garage per rimessa auto e appartamento inabitabile per deposito. Tre anni fa è morto mio padre, io e mia madre ci siamo rifenite l'appartamento e le mie cose le ho riprese tutte a loro ha dato fastidio e mi hanno dichiarato guerra, evidentemente pensando che mio padre non c'era più sarebbero diventati padroni di tutto.
     
  2. ccc1956

    ccc1956 Nuovo Iscritto

    chiedi se le manutenzioni straordinarie sono obbligatorie da farsi?
    no..................a meno che non possano arrecare danni agli altri..................e ci sia situazione di pericolo.
    se il terreno e' comune per fare i lavori occorre che entrambi siate d'accordo sui lavori altrimenti paga chi li vuole fare.
    se non sopporti la situazione vendi e va via con tua madre.
     
  3. arianna26

    arianna26 Membro Senior

    Proprietario di Casa
    ha ragione ccc1956. se i lavori non sono indispensabili per non provocare danni a terzi paga chi vuole farli. dunque tu non sistemi il giardino, loro non pagano la manutenzione. io però farei unpensierino alla vendita non fosse altro per non trovarmi sempre di fronte un fratello smidollato. ammesso che lo sia perchè in fondo è sempre più facile dire e dirsi che è tutta colpa dell'altro. moglie o marito che sia.
     
  4. oliveri tomaso

    oliveri tomaso Membro Attivo

    Proprietario di Casa
    Per prima cosa denunciali per la firma falsificata , non ti fare coinvolgere da avvocati senza scrupoli in liti senza fine e per tutelarti da loro contro denunce fatti una buona assicurazione di difesa legale , e non farti intimorire , mettili in mora inviando loro raccomandate con qui imponi la necessita dei lavori da fare i lavori per la messa in sicurezza e se loro non aderiscono sono resconsabili dei futuri danni a terzi .
     
  5. zenoni

    zenoni Nuovo Iscritto

    Vuoi passare i prossimi anni a discutere e farti il sangue amaro? Mi permetto di darti un suggerimento..
    Vendi (magari a dei profughi libici con famiglie composte da 15/20 persone) e pensa al futuro! il tuo!
    In bocca al lupo
     
    A mino1949 piace questo elemento.
  6. fabi6

    fabi6 Membro Attivo

    Proprietario di Casa
    La risposta più sensata l'ha data Olivieri Tommaso. Perchè dovrei vendere è un anno che abito lì e finalmente ho la casa che ho sempre desiderato. Prima quando non ci abitavo loro usufruivano delle mie cose e non ho mai detto niente. Ora che le proprietà sono state divise per testamento mi riprendo ciò che è mio e me lo gestisco da me. La manutenzione straordinaria occorre, c'è umidità da eliminare attorno al muro. Il loro piano non si regge con le fondamenta? Arianna scrive:dunque tu non sistemi il giardino, loro non pagano la manutenzione

    Io non sono obbligata a sistemare il giardino, perchè il casino che c'è lo hanno provocato loro con i lavori che hanno fatto. Prima dei lavori mi occupavo tutto io della manutenzione anche con l'ausilio di madopera pagata da me, eppure anche allora le cose erano in comune. L'altra parte di casa è in comune lo stesso, loro non la puliscono, perchè da quando hanno fatto il passaggio d'altra parte lì non transitano più... ma per 20 anni lo hanno fatto. Quando prima erano proprietari di tutto si muovevano come volevano, adesso che ci sono degli obblighi reciproci me ne devo occupare solo io? E il consiglio che mi date qual'è... vendi? vendo? No. Grazie di nuovo ad olivieri... mi è sembrata la risposta più sensata. Non si tratta solo di un appartamento, si tratta di sacrifici di una vita dei miei genitori, ho visto sui loro volti la stanchezza e a volte anche le lacrime di rassegnazione. Non vendo, la soddisfazione a loro non gliela dò, ma lettere raccomandate quelle si che gliele spedisco.
     
  7. ccc1956

    ccc1956 Nuovo Iscritto


    non e' proprio esatto.......................sarebbero entrambi i proprietari responsabili anche se uno solo non ha voluto fare i lavori di manutenzione.
    la raccomandata sulla necessita' di fare i lavori e' una buona idea ma se i lavori non vogliono farli non li si puo' costringere.
     
  8. fabi6

    fabi6 Membro Attivo

    Proprietario di Casa
    I danni che si verrebbero a verificare non includono terzi, ma solo gli stessi proprietari. Tempo fa abbiamo fatto la rete fognaria, perchè ancora non c'era, ho dovuto faticare molto per farmi dare la parte di soldi necessaria al suo realizzo. Vi chiedo... se un proprietario si rifiuta di contribuire alla realizzazione della rete fognaria, la legge non gli impone diversamente? Stiamo scherzando? Che io devo sostenere da sola le spese di manutenzione straordinaria, dare beneficio all'altra parte senza che questa sborsi un soldo? Non credo che funzioni così.
     
  9. ccc1956

    ccc1956 Nuovo Iscritto

    il caso che sottoponi rientra nella materia della comunione, intesa come condivisione della proprietà di un bene.
    la manutenzione e' dunque in comproprietà dei proprietari dei due appartamenti come se fosse la parte comune di un condominio salvo che sia diversamente stabilito nei contratti di acquisto della proprietà.
    Il criterio da utilizzare per la ripartizione delle spese di manutenzione di questa parte comune è quindi, in assenza di specifica diversa pattuizione, quello dei millesimi di proprietà ovvero della proporzionalità rispetto alla quota di proprietà di ciascuno.
    Quanto al rifiuto di a pagare la quota di sua spettanza, se la somma viene anticipata da te sarai tu a dover agire contro tuo fratello per il recupero del credito.
    queste azioni presuppongono l'intervento di un legale che possa consigliarti sulla strada meno costosa e più idonea per il raggiungimento dello scopo.
     

Per rispondere Entra o Registrati è Gratis…

Perchè dovresti Registrarti?

  • Partecipare e Creare Discussioni
  • Trovare Consigli e Suggerimenti
  • Condividere i tuoi Interessi
  • Informarti sulle Novità

Condividi questa Pagina