1. propit.it è il primo e unico forum italiano interamente dedicato ai Proprietari di Casa e agli Inquilini conduttori di proprietà immobiliari.

    Su propit.it puoi approfondire nuove leggi, leggere opinioni, recensioni e consigli, scoprire nuovi strumenti, confrontarti e trovare modulistica fiscale, legale e contabile per gestire la proprietà immobiliare.

    Registrarsi è gratis ed elimina la pubblicità

  1. JO MARCH

    JO MARCH Membro Attivo

    Il caso è questo. Una persona cerca casa e tra le decine viste ne visita anche una che le piace, ma che costa troppo per le sue possibilità. Per vederla viene accompagnata da uno dei tanti agenti immobiiari, non sottoscrive niente, non fornisce generalità e la cosa finisce lì. Mesi dopo i genitori di questa persona, casualmente, vedono un cartello di VENDESI all'ingresso di un condominio. Chiamano a quel numero e visitano quella casa. Per giorni e giorni trattano personalmente con il proprietario nel tentativo di trovare un giusto prezzo a cui possa far fronte la loro figlia e anche loro, visto che dovranno sobbarcarsi gran parte della spesa. Quando riferiscono alla figlia che forse hanno trovato la casa giusta per lei, vengono a sapere che questa casa era già stata vista da lei diversi mesi prima tramite un'agenzia immobiliare. Ora pongo questa domanda: se la compravendita va a buon fine, c'è da aspettarsi qualche pretesa da parte di questa agenzia? Se il proprietario ha messo un suo cartello VENDESI con suo numero telefonico personale e se la trattativa è stata svolta senza neanche sapere che ci fosse un'agenzia di mezzo con incarico evidentemente non esclusivo, non è che poi sorgono problemi?
     
  2. uva

    uva Membro Assiduo

    Proprietario di Casa
    Secondo me non c'è nessun problema: i potenziali acquirenti (genitori e/o figlia) hanno contattato e trattato direttamente col proprietario che per questa trattativa non si avvale dell'intermediazione di alcun agente immobiliare.
    Evidentemente nei mesi precedenti il proprietario aveva conferito mandato ad un'agenzia, non ha concluso la vendita ed ora il mandato è scaduto oppure non era un incarico esclusivo.
    Il proprietario stesso può confermare com'è la situazione attuale.
     
  3. JO MARCH

    JO MARCH Membro Attivo

    Il proprietario dice che non ha mai firmato niente con l'agenzia che comunque si era offerta di occuparsi della vendita.
     
  4. uva

    uva Membro Assiduo

    Proprietario di Casa
    In genere le agenzie immobiliari si occupano della vendita se il proprietario conferisce loro un mandato scritto che ne indichi le modalità tipo la durata dell'incarico e clausola di esclusiva.
    Se non c'è (e non c'è mai stato) un impegno scritto in tal senso mi pare che il proprietario possa occuparsi della vendita personalmente conducendo la trattativa come e con chi vuole.
     
  5. erwan

    erwan Membro Attivo

    vero: ma non con chi fosse già stato messo in relazione dall'agente...

    :triste:
     
    A fashion e Jrogin piace questo messaggio.
  6. superluke

    superluke Membro Junior

    Se l'agenzia se ne accorge, secondo chiederà (e molto probabilmente otterrà) la commissione sulla vendita.
    Questo per evitare che uno vada a vedere una casa con l'agenzia, poi per risparmiare sulle commissioni attenda un po' e mandi avanti dei parenti a trattare...

    Ok non è questo il tuo caso, però le agenzie penso facciano quanto in loro potere per tutelarsi da questo tipo di "furbate".

    Certo, se all'agenzia non ha mai lasciato il nominativo sarà difficile per loro dimostrare di averti fatto vedere casa (però mi sembra strano che un'agenzia faccia visitare una casa senza neppure chiedere il nome e far firmare nulla)
     
    A fashion e Jrogin piace questo messaggio.
  7. arianna26

    arianna26 Membro Senior

    Proprietario di Casa
    ma l'agenzia cosa sa di te? solo il numero di telefono?
     
  8. Jrogin

    Jrogin Fondatore Membro dello Staff

    Professionista
    Per quanto riguarda la risposta al titolo del post credo sia una sola......
    non rivolgersi all'agenzia immobiliare....... però dal principio.
    Senza cioè avvalersi dei suoi servizi e poi non voler pagare le mediazioni.:rabbia:

    Per quanto riguarda l'esposizione dei fatti relazionata nel primo post, devo dire che a naso la cosa mi lascia dubbioso.

    Ma dico io, secondo voi è normale che i genitori
    senza che la figlia abbia visitato l'appartamento?
    Nel post iniziale si scrive infatti
    Per concludere il mio punto di vista, al di là della possibilità dell'AI (Agente Immobiliare) di dimostrare che la figlia aveva visitato con lui l'appartamento, in caso di conclusione dell'affare l'AI ha diritto alla mediazione, a prescindere da incarichi scritti o da fogli visita firmati.

    L'incarico scritto NON è indispensabile, ma consigliato.
    E' sufficiente anche un incarico VERBALE, per poter intermediare la vendita di un immobile e nel caso di conclusione dell'affare grazie al proprio operato percepire il giusto compenso.
     
    A fashion piace questo elemento.
  9. fashion

    fashion Membro Junior

    Inquilino/Conduttore
    se visiti una casa con un'agenzia mai e poi mai andare a rivederla con un'altra agenzia.
    anche ad incarico scaduto.
    rivolgersi sempre alla prima agenzai e non si avranno mai problemi.
    le due agenzie si metteranno d'accordo fra loro.
     
  10. JO MARCH

    JO MARCH Membro Attivo

    Non so come andrà a finire, ma a me sembra assurdo che nell'andare a comprare una casa, che poi è un evento quasi unico nella vita di una persona per impegno economico, uno debba guardarsi alle spalle con il terrore che un'agenzia sia in qualche modo coinvolta in tale acquisto. E questo se ci siano o no firme o trattative a monte, proprio ci si deve stare attenti e basta. Tra l'altro le condizioni che pone un'agenzia non sono quelle di un onorario, magari comprensibile, per una prestazione di mediazione. No, si parla di percentuale sul prezzo, esattamente come succede con il notaio e, non solo, ma quando si tratta di un acquisto di una prima casa, ciò che chiede l'agenzia è il doppio di quanto dovuto al notaio, che poi è effettivamente colui che è deputato ad accertamenti sull'immobile e che in qualche modo assume delle responsabilità. Capisco che chi lavora voglia essere pagato, ma, appunto, chi poi effettivamente viene deputato a cercare la casa per un altro o a vendere per conto di un altro. Ma se niente è stato concordato, è mai possibile che ci si debba guardare le spalle per non rischiare di pagare una enorme cifra a qualcuno senza averne avuto alcun servizio?
     
  11. fashion

    fashion Membro Junior

    Inquilino/Conduttore

    non e' proprio come dici tu. la provvigione e' sempre una sola per l'acquirente.
    solo che se vai da due agenzie e visiti la stessa casa com due agenzie fai un casino.
    la provvigione va pagata all'agenzia che ha fatto nascere il nesso causale..cioe' la prima visita soprattutto se in tempi molto ravvicinati.
    se tu paghi la seconda agenzia e ti servi di lei la prima agenzia ti fara' causa, se la vinci ok, se perdi dovrai pagare la provvigione alla prima agenzia e fare causa alla seconda agenzia per recuperare la provvigione.
    idem il contrario con la possibilita' di vincere alla prima causa pagando la prima agenzia e servendoti solo di lei.
    capisci il fastidio???
     
  12. JO MARCH

    JO MARCH Membro Attivo

    Nel caso in esempio, la trattativa è stata fatta direttamente con il proprietario, nè con una prima, nè con una seconda agenzia. Per puro caso, e proprio per puro caso, questa casa era già stata vista, solo vista e anche immediatamente scartata per motivi di prezzo, molti mesi prima. Poi il proponente acquirente è riuscito a concordare faticosamente il nuovo prezzo direttamente con il proprietario, che evidentemente, visto il passare del tempo, era venuto a pretese minori. E tutto sarebbe normale e tranquillo, senza questa preoccupazione di una vecchia visita fatta tanto tempo prima e dopo la quale non c'era stato nessun altro contatto perchè il prezzo era troppo elevato.
     
  13. fashion

    fashion Membro Junior

    Inquilino/Conduttore
    Lascia stare la trattativa.
    se tu hai visto la casa con un'agenzia dovrai pagarle la provvigione anche se adesso concludi ad un prezzo minore la trattativa direttamente con il proprietario.
    il diritto alla provvigione per l'agenzia che ti ha fatto vedere la casa non scade mai
    se non pagherai la provvigione l'agenzia molto probabilmente ti fara' causa se ne accorge entro un anno dal rogito.
    ciao.
     
  14. JO MARCH

    JO MARCH Membro Attivo

    Se è come dici consiglierò di non acquistare questa casa, perchè per me questa pretesa, e poi nelle percentuali chieste, è proprio una tassa enorme che si va a mettere sulla brava gente. D'altra parte personalmente evito le agenzie per principio, sia quando vendo, sia quando acquisto.
     
  15. luca lattanzio

    luca lattanzio Membro Attivo

    Professionista
    E sempre la solita storia in primis con l'agenzia la casa era troppo cara, successivamente a seguito della estenuante trattativa col proprietario diventa accessibile, ma io penso le agenzie esistono proprio per questo per mediare il giusto prezzo di vendita tra le parti e non è detto che anche la provvigione non possa rientrarci, proviamo a fidarci serenamente degli agenti, a parte alcune eccezioni rare sono professionisti seri e disponibili e preparati, e comunque per quanto riguarda la tua preoccupazione se fossi io l'agenzia mi attiverei per chiederti le mie competenze
    Buona giornata a tutti
     
    A Jrogin piace questo elemento.
  16. Jrogin

    Jrogin Fondatore Membro dello Staff

    Professionista
    Recandosi presso un agenzia immobiliare per la ricerca di una casa è IMPLICITO che poi, in caso di conclusione dell'affare grazie al suo intervento, l'AI abbia diritto alla mediazione.
    L'entità della mediazione, in mancanza di patti, sarà determinata applicando le tariffe presenti negli usi della CCIAA della provincia ove è ubicato l'immobile.
    In mancanza anche di usi, deciderà il giudice secondo equità.
    Riporto di seguito l'articolo del codice civile che tratta l'argomento:

    Art. 1755.
    Provvigione.

    Il mediatore ha diritto alla provvigione da ciascuna delle parti, se l'affare è concluso per effetto del suo intervento.
    La misura della provvigione e la proporzione in cui questa deve gravare su ciascuna delle parti, in mancanza di patto, di tariffe professionali o di usi, sono determinate dal giudice secondo equità.
     
  17. beppebre

    beppebre Membro Attivo

    Credo che il titolo avrebbe dovuto essere "come tutelarsi dai clienti" che prima visitano gli immobili con le agenzie immobiliari poi, per puro caso vuoi la mamma, il nonno, o la figlia si imbattono nello stesso immobile e sempre per puro caso lo acquistano ritenendosi in diritto di non pagare la provvigione perché naturalmente è troppo alta. O peggio adducendo come giustificazione il fatto di non aver firmato nulla, come se solo dalla firma di un documento possano nascere degli obblighi e non anche dai nostri comportamenti e impegni verbali.
     
    A Jrogin piace questo elemento.

Per rispondere Entra o Registrati è Gratis…

Perchè dovresti Registrarti?

  • Partecipare e Creare Discussioni
  • Trovare Consigli e Suggerimenti
  • Condividere i tuoi Interessi
  • Informarti sulle Novità

Condividi questa Pagina