1. propit.it è il primo e unico forum italiano interamente dedicato ai Proprietari di Casa e agli Inquilini conduttori di proprietà immobiliari.

    Su propit.it puoi approfondire nuove leggi, leggere opinioni, recensioni e consigli, scoprire nuovi strumenti, confrontarti e trovare modulistica fiscale, legale e contabile per gestire la proprietà immobiliare.

    Registrarsi è gratis ed elimina la pubblicità

  1. contedavide

    contedavide Nuovo Iscritto

    Sono il proprietario di un immobile che fa parte, insieme ad altre 50 case indipendenti, di un consorzio.
    Tale consorzio si costituì per 3 motivi : 1 gestire una fonte d'acqua comune, 2 gestire la strade che collegano le varie case, 3 gestire gli oggetti di decoro consortili (4 cartelli in legno e ceramica con il nome della via).
    Successivamente alla costituzione del consorzio acqua e strade sono passate sotto la proprietà di smat e comune. Percui il consorzio ha perso la sua funzione pratica.
    Vorrei sapere come poter uscire dal suddetto consorzio
     
  2. clemente

    clemente Membro Attivo

    Professionista
    La risposta alla tua domanda è probabilmente contenuta nello statuto oppure atto costitutivo del consorzio stesso; è possibile che in tale statuto sia previsto lo scioglimento del consorzio qualora il medesimo abbia perso, come dici tu, la sua funzione pratica. Naturalmente varrebbe per tutti i consorziati.
    :)
     
  3. contedavide

    contedavide Nuovo Iscritto

    Grazie per il suo interessamento.
    Le do qualche altro particolare.
    A livello pratico è avvenuto questo :
    Nel momento che acqua e strade sono state acquisite da enti pubblici, la maggioranza del consorziati pur ammettendo la perdita dello scopo iniziale a deciso di non sciogliersi.
    Nel citato atto di costituzione ci sono 2 cose interessanti :
    - si sottoscrive che sarà esaustiva degli scopi del consorzio l'assunzione delle medesime incombenze(le suddette fonte d'acqua e strade) da parte di enti pubblici o privati.
    - Per lo scioglimento si fa riferimento al codice civile in materia di comunione, art 1111 e seguenti, nonché leggi (non specificate) in materia di consorzi privati.
    Attualmente sto cercando in quest'ultime...
    :fiore:
     
  4. clemente

    clemente Membro Attivo

    Professionista
    Non credo esistano leggi specifiche per quello che sembra configurarsi come "consorzio volontario di urbanizzazione".
    E' probabile che la maggior parte dei consorzisti non intendano scioglierlo per non affrontare le spese notarili ... che sono presumibilmente molto più elevate di quelle di una gestione corrente :)
     
  5. contedavide

    contedavide Nuovo Iscritto

    La mia intenzione rimane quella di uscire dal consorzio, se ha qualche idea...è bene accetta.
     

Per rispondere Entra o Registrati è Gratis…

Perchè dovresti Registrarti?

  • Partecipare e Creare Discussioni
  • Trovare Consigli e Suggerimenti
  • Condividere i tuoi Interessi
  • Informarti sulle Novità

Condividi questa Pagina