1. propit.it è il primo e unico forum italiano interamente dedicato ai Proprietari di Casa e agli Inquilini conduttori di proprietà immobiliari.

    Su propit.it puoi approfondire nuove leggi, leggere opinioni, recensioni e consigli, scoprire nuovi strumenti, confrontarti e trovare modulistica fiscale, legale e contabile per gestire la proprietà immobiliare.

    Registrarsi è gratis ed elimina la pubblicità

  1. vespino

    vespino Nuovo Iscritto

    Proprietario di Casa
    Situazione :Mio fratello ed io ereditiamo l'alloggio di nostra madre (50/50). Mio fratello non ha altra casa, io invece sì. Non si riesce a vendere decentemente (si sa....). Nell'attesa di vendere ci va ad abitare mio figlio. Mio fratello paga l'IMU della sua metà come prima casa. Io invece come seconda, con aliquota ribassata (7,6 anzichè 9,4) nel caso sia data in comodato al figlio con regolare contratto registrato. DOMANDONA. Il contratto lo firma anche mio fratello? Se sì, può continuare a pagare l'IMU per la sua metà con aliquota prima casa? Se no, ha senso che io soltanto faccia un contratto (visto che non sono sono titolare esclusivo)? So che per stipulare un contratto di locazione basta la firma di un solo comproprietario. Non ho trovato riferimenti in rete sul nostro caso. Grazie.
     
  2. JERRY48

    JERRY48 Ospite

    E' assodato che è soggetto passivo IMU il possessore di immobile.
    Per gli sconti "prima casa" sono indispensabili la dimora abituale e la residenza nell'immobile.
    Ora tuo fratello abita nella casa in oggetto? Se sì, ha diritto alle agevolazioni per la sua quota di possesso.
    Siccome dovete dare in comodato gratuito l'alloggio a tuo figlio con contratto, immagino che tuo fratello non debba abitarci, e non avendo la sua dimora abituale e la residenza, anche per lui la sua quota sarà seconda casa.
    In conclusione, potete firmare tutt'e due, come comodanti, dichiarare il possesso ognuno per la propria quota e pagare l'IMU come seconda casa.
     
    A Adriano Giacomelli piace questo elemento.
  3. Adriano Giacomelli

    Adriano Giacomelli Membro dello Staff

    Proprietario di Casa
    Può forse aiutarti sapere che il comodato va registrato, che sicuramente lo puoi firmare solo tu, che se tuo fratello avesse la residenza nell'abitazione, l'IMU sarebbe, per la sua quota 50% IMU I° casa, mentre l'altra metà della casa potrebbe figurare essere data in comodato a tuo figlio.
     
  4. adimecasa

    adimecasa Membro Storico

    Professionista
    se tuo fratello ha la residenza e ci abita, potrebbe ospitarlo, così evitate tanti problemi di coabitazione ciao
     
  5. vespino

    vespino Nuovo Iscritto

    Proprietario di Casa
    Grazie per le risposte sollecite, dalle quali capisco che mio fratello, non risiedendo nell'alloggio, deve pagare l'IMU come seconda casa (9,4 per mille sul 50%) mentre io, se registro il contratto di comodato per mio figlio pagherò (seconda casa) l'aliquota ribassata del 7,6 per mille....
     
  6. essezeta67

    essezeta67 Membro Assiduo

    Proprietario di Casa
    E' così se il tuo comune lo prevede...non tutti i comuni hanno agevolato i comodati gratuiti a parenti. Saluti.
     
  7. Nemesis

    Nemesis Membro Storico

    Proprietario di Casa
    Se non fosse così, non avrebbe indicato le aliquote differenziate: 0,94% e 0,76%.
     
  8. Nemesis

    Nemesis Membro Storico

    Proprietario di Casa
    Solamente se stipulato in forma scritta, o se è enunciato in altri atti. Il regolamento comunale IMU potrebbe anche non richiedere che il contratto sia registrato. Che quindi potrebbe essere solo verbale, e la concessione delle agevolazioni IMU potrebbe essere condizionata solamente da apposita dichiarazione da far pervenire all'ufficio tributi comunale.
     

Per rispondere Entra o Registrati è Gratis…

Perchè dovresti Registrarti?

  • Partecipare e Creare Discussioni
  • Trovare Consigli e Suggerimenti
  • Condividere i tuoi Interessi
  • Informarti sulle Novità

Condividi questa Pagina