1. propit.it è il primo e unico forum italiano interamente dedicato ai Proprietari di Casa e agli Inquilini conduttori di proprietà immobiliari.

    Su propit.it puoi approfondire nuove leggi, leggere opinioni, recensioni e consigli, scoprire nuovi strumenti, confrontarti e trovare modulistica fiscale, legale e contabile per gestire la proprietà immobiliare.

    Registrarsi è gratis ed elimina la pubblicità

  1. Paul McCarteney

    Paul McCarteney Nuovo Iscritto

    salve a tutti,avrei bisogno di una piccola informazione:premesso che io e mio fratello abbiamo ereditato dalla mamma 2 appartamenti,uno e' stato lasciato da lei in comodato d'uso al suo compagno.
    la domanda e':chi paga le bollette?sull'atto del notaio nn c'e' scritto specificatamente chi deve pagarle...e l'IMU?cioe' e io mio fratello dobbiamo proprio mantenere uno sconosciuto in casa nostra?
    grazie in anticipo ciao
     
  2. Nemesis

    Nemesis Membro Storico

    Proprietario di Casa
    Si evince che trattasi di comodato redatto in forma scritta, dato che descrivi un "atto del notaio". Pertanto, è importante conoscere se in quel contratto di comodato sia stato pattuito un termine. Oppure se contenga una frase come "la comodante ha la facoltà di pretendere la restituzione dell’immobile in caso di necessità”. Oppure qualche altra frase che indichi qualcosa a riguardo.
    Ciò per stabilire quando, e a quali condizioni, voi eredi, divenuti proprietari, avete diritto di richiedere la restituzione dell'appartamento.
    Dovrebbe essere pacifico che le bollette siano pagate di chi utilizza le utenze. Ma a chi sono intestate?
    Per quanto riguarda l'IMU, è altrettanto pacifico che è onere di voi comproprietari.
    In conclusione, se volete "sloggiare" il compagno di vostra madre, lo potrete fare ma occorre sapere i dettagli dell'atto di comodato per il "quando".
    Se invece volete "tenervelo", è corretto proporre di stipulare un regolare contratto di locazione. Lui si pagherà le sue utenze, a lui intestate (e la tassa rifiuti) e... vivrete (forse) felici.
     
    A celefini e alberto bianchi piace questo messaggio.
  3. hanton21

    hanton21 Nuovo Iscritto

    ...povero compagno !magari ha assistito la persona fino al decesso per poi venire remunerato con un bel calcio....ma attenzione poiche' se la parola "compagno" o "convivente" o qualche altra forma sta specificata nell' testamento (immagino) ...lo stesso puo' opporsi giurid9camente e.......
    Nemesis : sempre OK
     
  4. mapeit

    mapeit Membro Senior

    Proprietario di Casa
    Anche perché un contratto di comodato gratuito stipulato con parenti in linea retta o collaterali è ammesso dal fisco, mentre se lui non è né vostro parente, né vostro affine, il fisco potrebbe sempre indagare per vedere se dietro al comodato non si nasconda una locazione in nero.
     
  5. Nemesis

    Nemesis Membro Storico

    Proprietario di Casa
    L'OP non ha fatto cenno che la madre avesse fatto testamento. Ma invece che esiste un "atto del notaio".
     
  6. Nemesis

    Nemesis Membro Storico

    Proprietario di Casa
    Può teoricamente ipotizzarsi che esistesse un testamento (ma allora, perché l'OP non l'ha specificato?) che avesse disposto un onere in capo agli eredi affinché questi stipulassero un contratto di comodato con il compagno. E che quindi l'atto del notaio di cui l'OP aveva fatto cenno si riferisse al contratto stipulato dagli eredi della madre con il suo compagno, in ossequio al legato disposto nel testamento della loro madre. Ma a questo punto, credo proprio che i dettagli relativi a quel contratto sarebbero stati noti all'OP, dato che necessariamente avrebbe dovuto essere una delle (co)parti in causa, per quel negozio giuridico.
     
  7. hanton21

    hanton21 Nuovo Iscritto

    mapeit : che fai ? li vuoi uccidere subito o aspetti ancora un po' ? ehhhh sì....perche' se il fisco dovesse indagare.....il comodato e' stato registro ? come e quando e' stato trasmesso ? pagate tutte le aliquote ? anche magari quelle che non dovreste aver pagate ? etc etc etc.....meglio dire : " senti compagno ....riconisciamo che....hai agito bene ma ...quanto vuoi per andartene moccia moccia (detto bolognese= in silenzio ) ?generalmente ...pecunia est pecunia no olensis...:^^::^^::^^:
     
  8. Paul McCarteney

    Paul McCarteney Nuovo Iscritto

    grazie delle risposte,tutte molto interessanti,anche quelle di natura sentimentali:D
    effettivamente non ho specificato che siamo si' andati dal notaio a fare l'atto , poi ci ha pensato lui a trasmetterlo all'agenzia dell'entrate e penso anche al comune,ma solo perche' c'era un testamento di mia mamma,se no col cavolo che.....cmq per mandarlo via eserciteremo la possibilita' di riavere il ns appartamento anche senza una particolare necessita' con una r/r e lui ha tempo 60 giorni per lasciarlo.
    le utenze sono al momento intestate a noi.(questo significa noi paghiamo e lui scialacqua?)
    nel testamento e' scritto solo il suo nome,cognome data di nascita
    grazie ancora a tutti.
    p.s=il fisco nn ha ancora indagato e anche lui ha assistito la mamma fino all'ultimo semplicemente perche' ha finito la malattia in casa
     
  9. alberto bianchi

    alberto bianchi Membro Senior

    Proprietario di Casa
    Scusami ma non sei per niente chiaro nell'esporre la situazione.
    Insomma questo testamento cosa stabilisce ? Stabilisce che questa persona può continuare ad abitare gratuitamente in quell'appartamento si o no ? Oppure gli lascia la proprieta ?
    Io so che in generale, nel caso del comodato gratuito, quando non viene fissata una data, il contratto scade comunque alla morte del comodante. E mi pare che questo sia avvenuto (morte della ex compagna e vostra madre).
    Spiegati meglio ed avrai una risposta adeguata.
     
  10. Paul McCarteney

    Paul McCarteney Nuovo Iscritto

    scusami se magari non sono stato chiaro ma io volevo solo sapere chi deve pagare bollette e IMU.se fino alla morte o prima poco importa...cmq ci siamo tenuti uno spiraglio, poiche' il testamento non era molto chiaro dal punto di vista del lessico giuridico,il notaio ha stabilito che in caso di necessita' l'appartamento ci venisse riconsegnato.
    ora come ha scritto gentilmente nemesis chi usa l'appartamento paga o.....
     
  11. alberto bianchi

    alberto bianchi Membro Senior

    Proprietario di Casa
    Le bollette è ovvio che le paghi chi usufruisce delle utenze, quindi chi ci abita.
    Per l'IMU in generale è il proprietario, salvo alcune fattispecie particolari. ma nel tuo caso bisognerebbe capire esattamente che diritti ha sull'appartamento l'ex-convivente di vostra madre.
    Buona giornata e auguri ...con l'intruso.
     
  12. mapeit

    mapeit Membro Senior

    Proprietario di Casa
    Se chi ci abita ha diritti reali sull'appartamento paga lui l'IMU, altrimenti paga sempre il prorpietario.
     
  13. Luigi Criscuolo

    Luigi Criscuolo Membro Storico

    Proprietario di Casa
    Condivido "Scusami ma non sei per niente chiaro nell'esporre la situazione." di Alberto Bianchi. Paul Mc Cartney prova a scrive in inglese quello che vuoi dire: magari capiamo tutti meglio (compreso quelli che danno ugualmente le loro opinioni interpretando quello che vuoi dire).
     
  14. alberto bianchi

    alberto bianchi Membro Senior

    Proprietario di Casa
    ...........ho l'impressione che per Paul Mc Cartney sarà una "Long and winding road"..............soprattutto winding per farsi capire.

    Saluti
     
    A mapeit piace questo elemento.

Per rispondere Entra o Registrati è Gratis…

Perchè dovresti Registrarti?

  • Partecipare e Creare Discussioni
  • Trovare Consigli e Suggerimenti
  • Condividere i tuoi Interessi
  • Informarti sulle Novità

Condividi questa Pagina