1. propit.it è il primo e unico forum italiano interamente dedicato ai Proprietari di Casa e agli Inquilini conduttori di proprietà immobiliari.

    Su propit.it puoi approfondire nuove leggi, leggere opinioni, recensioni e consigli, scoprire nuovi strumenti, confrontarti e trovare modulistica fiscale, legale e contabile per gestire la proprietà immobiliare.

    Registrarsi è gratis ed elimina la pubblicità

Tag (etichette):
  1. Olimpia87

    Olimpia87 Nuovo Iscritto

    Proprietario di Casa
    Salve a tutti.
    Vorrei avere un vostro parere sulla possibilità e procedura per dare in comodato gratutio una stanza in esclusiva (con relativo uso di un bagno in comune) in un appartamento di proprietà di mia madre per circa i 6/10 e mio e di mio fratello per il restante. Mi madre ora vi risiede da sola, è 87 enne ma autosufficiente, ed ha il diritto di abitazione in quanto vedova. Vorrebbe dare in comodato una stanza come detto sopra ad una anziana signora , 76 enne con pensione di accompagnamento, madre della mia compagna (ma non siamo sposati e noi risiediamo in un'altra casa poco distante) e quindi senza nessun vincolo di parentela tra di loro.
    Dalla lettura del vostro forum ho notato che la cosa sarebbe fattibile, previa registrazione del contratto e specificando in allegata piantina catastale dell'appartamento le stanze che la signora ospite userebbe.
    La cosa che mi lascia perplesso è l'età della signora e la sua relativa autosufficienza (verrebbe cmq assistita dalla figlia, mia compagna residente nelle immediate vicinanze, sia pure durante la giornata e non con continiutà) e
    un pò tenuta d'occhio da tutti noi (non certo ai livelli di una badante fissa).
    La cosa mi pone dei dubbi sulla eventuale responsabilità se la anziana signora comodataria dovesse sentirsi male o avere altri problemi.
    Sarebbe opportuno specificare delle clausole particolari nel contratto di comodato?
    Il contratto dovrebbe essere firmato solo da mia madre o anche da me e mio fratello (in quanto compropritari, anche se non lì residenti)?
    Grazie a chi vorrà rispondermi.
     
    A rita dedè piace questo elemento.
  2. Dimaraz

    Dimaraz Membro Assiduo

    Proprietario di Casa
    Mi chiedo il senso di fare un contratto di comodato. Può benissimo essere ospite o convivente.
    In ogni caso la firma sul conttratto deve essere di tutti i proprietari salvo procura.
    Le responsabilità non esistono fintanto che è persona autonoma.
     
    A rita dedè piace questo elemento.
  3. rita dedè

    rita dedè Membro Attivo

    Proprietario di Casa
    Bellissima cosa,due persone anziane che abitano insieme,anziché finire in ospizio!! Questa è una cosa che sta prendendo molta diffusione in Germania, 3,o 4,vecchietti,prendono in affitto un appartamento, si aiutano a vicenda,spesa,pulire,cucinare,stirare, i parenti si occupano delle spese da pagare tutto equamente diviso,affitto,luce,e per di più si alternano andando a visitare il genitore,e chiaramente se necessita, aiutano dove la persona anziana non arriva, i compleanni? Si festeggia tutti insieme natale pasqua idem, alla fine calcolando bene tutti i costi la cosa risulta più economica, rispetto ai costi dell ospizio così raccontano i parenti degli aziani....... Buona riuscita.....
     
  4. rita dedè

    rita dedè Membro Attivo

    Proprietario di Casa
    ........e per il proprietario dell appartamento il rischio di morosità rimane molto basso........
     
  5. Olimpia87

    Olimpia87 Nuovo Iscritto

    Proprietario di Casa
    Autonoma (la comodataria) relativamente, è ipovedente, cmq ancora fa i sui bisogni in bagno relativamente da sola (per cose particolari, ripeto, l'aiuterà la figlia). Dal punto di vista della capacità d'intendere e di volere, lo è (ha venduto pochi mesi fa il suo appartamento e il notaio scelto dalla aprte acquirente, tra l'altro molto rigoroso per altri aspetti, non ha eccepito nulla).
    Il contratto scritto era perchè non c'è un vincolo di parentela tra i 2 e quindi vorrei evitare eventuali contestazioni dell' AdE perchè potrebbero ipotizzare un affitto camuffato di una stanza.
     
    A rita dedè piace questo elemento.
  6. Olimpia87

    Olimpia87 Nuovo Iscritto

    Proprietario di Casa
    Qui avevo letto qualcosa in giro su problemi anche in caso di comodato, magari la cosa potrebbere essere ancora più vera trattandosi di persona anziana.
    Vero che ha una pensione, compreso assegno accompagnamento, di oltre i 100o euro, ma molte visite mediche mensili, anche specialistiche se le deve pagare da sola, quindi non so fino a che punto un eventuale giudice potrebbe vincolare mia madre comodante a tenerla oltre un eventuale ( al momento non prevedibile) termine di richiesta di abbandonare la casa.
     
    A rita dedè piace questo elemento.
  7. Olimpia87

    Olimpia87 Nuovo Iscritto

    Proprietario di Casa
    Il senso è quello, solo che nel mio caso la comodataria appunto non pagherebbe affitto (trattasi pur sempre della madre della mia compagna e nonna di mio figlio!).
     
    A rita dedè piace questo elemento.
  8. rita dedè

    rita dedè Membro Attivo

    Proprietario di Casa
    Beh!perdonami, ma fare un contratto di comodato uso gratuito ad una persona anziana, pensando quando voglio la butto fuori, mi sembra questa una cosa un po' poco simpatica, si tratta di persone anziane, non hai molte vie di uscita, gli date aiuto, assistenza, cure,affetto, fino alla morte,la pratica è questa, o no?
     
  9. Olimpia87

    Olimpia87 Nuovo Iscritto

    Proprietario di Casa
    Al di là dell'aspetto umano (cosa della quale non mi sento carente, visto che mi sto informando in proposito), tieni conto che quel che dici dovrebbe (ed anzi credo legalmente sia così) riguardare i figli della potenziale comodataria (ne ha ben 5!), non noi che la vorremmo prendere in comodato (io, mio fratello e mia madre).
    Infatti la cosa la stiamo facendo per far contenta l'anziana signora, la mia compagna (figlia della comodataria) che la vuole avere vicina e, in parte, il nipotino (mio figlio).
     
  10. Dimaraz

    Dimaraz Membro Assiduo

    Proprietario di Casa
    Va bene che in Itlaia vigea la cultura del sospetto...ma l' AdE deve dimostrare che esiste un lucro (con relativa evasione)fra 2 persone che "convivono" sotto lo stesso tetto.
    Tu stesso dici che convivi con una compagna con cui non esiste contratto matrimoniale...presumo neppure quello di "comodato".

    Poi per un contratto di comodato d' uso gratuito...non è che quando ti gira il ghiribizzo la sbatti fuori ...a prescindere da età o problemi vari.
    Dovresti stabilire a priori la durata dello stesso e/o l' eventuale suo rinnovo o preavviso per "recesso".
    Avresti molta più discrezionalità senza "fissare" paletti sulla carta.
     
    A Gianco e rita dedè piace questo messaggio.
  11. quiproquo

    quiproquo Membro Senior

    Proprietario di Casa
    Il senso umanitario che dovrebbe prevalere è quello della convivenza sine die e quindi,senza nessuno accordo scritto
    ( inutile e dannoso ai fini ADE), basterebbe inserirla nello stato di famiglia come convivente. Quando si verificherà il quasi inevitabile
    aggravamento di salute farete quello che fanno tutti:
    o il ricorso all'ospizio o alla badante o ad altra strutture pubbliche
    esistenti per il fine vita. Questo dovranno fare le mie due figlie quando sarò fuori di testa. Prossimamente su questo propit...
    Quiproquo.
     
    A rita dedè piace questo elemento.
  12. nennanè

    nennanè Membro Ordinario

    Proprietario di Casa
    stavo per fare la stessa cosa ma, mi sono chiesta , quando mia madre non ci sarà più , con che faccia chiederò di liberarmi la casa ??? allora ho trovato una soluzione , ho preso una bellissima casa in fitto ed ho trasferito le tre persone anziane compresa mia madre , compresa badante etc etc .
    la casa di mia madre l'ho fittata e con quei soldi partecipo alle spese . così non sono vincolata ad alcuno , e quando mia madre non ci sarà più non farò torto ad alcuno .
     
    A Gianco, rita dedè e quiproquo piace questo elemento.
  13. Olimpia87

    Olimpia87 Nuovo Iscritto

    Proprietario di Casa
    Nemmeno se potessi sbatterei fuori una anziana di casa in una giornata. Non è questo il punto. E' una cautela generale, poiche, soprattutto quando mia madre non ci sarà più, è prevista la vendita di quella casa. Tra l'altro mi pare che col comodato cmq ci sia un termine di preavviso, simile a quello degli affitti regolare (6 mesi?).
    Sulla sospettosità del fisco, vedi gli studi di sttore:
    Studio di settore - Wikipedia

    Ora, io non sono nè un legale nè un fiscalista, ma son sospettosi eccome!!!
    Del resto se fosse così semplice mettersi in casa qualcuno nello stesso nucleo familiare,
    in molti farebbero subaffitti o affitti in nero a studenti, lavoratori fuori sede, ecc.
    senza rischiare nulla. Non ti pare?
     
  14. quiproquo

    quiproquo Membro Senior

    Proprietario di Casa
    l'inserimento nel proprio stato di famiglia è compatibile fiscalmente, civilmente, giuridicamente, socialmente ecc... con il
    grado di "affinità..."; mentre è da escludere con amici per non dire con estranei... Un affine è nella sostanza familiare un mezzo parente...a volte lo è di più. quiproquo.
     
    A rita dedè piace questo elemento.
  15. Olimpia87

    Olimpia87 Nuovo Iscritto

    Proprietario di Casa
    Leggendo qui:
    Affinità (diritto) - Wikipedia

    non essendoci nessun grado di parentela tra la madre della mia compagna (non siamo sposati) e mia madre (pur essendo entrambe nonne di mio figlio), ma prendendo-avendo residenza entrambe le nonne in una casa ove non vive il nipote, il contratto di comodato sarebbe fattibile. O no?
     
  16. quiproquo

    quiproquo Membro Senior

    Proprietario di Casa
    Non ho voglia di consultare...in giro...Può darsi che giuridicamente non siano "affini" ma nella sostanza lo sono ampiamente, essendo visibile e concreto un vincolo quasi parentale,
    dovuto ad un nipote che almeno teoricamente ha nelle vene i due
    ceppi sanguigni...come ci sono le con-suocere ci inventeremo le
    "con-nonne"...Brevemente sul comodato: se proprio lo vuoi fare,
    preferisci la forma verbale (stretta di mano...) che non ha bisogno di registrazioni fiscali...e che lascia ampia libertà al locatore...ne
    abbiamo dibattuto ampiamente su Propit...La forma scritta oltre
    al costo della registrazione ti vincola di più...Auguri. Quiproquo.
     
    A rita dedè piace questo elemento.
  17. Luigi Criscuolo

    Luigi Criscuolo Membro Storico

    Proprietario di Casa
    non sono affini perche non c'é matrimonio tra @Olimpia87 e la sua compagna.
    Il fatto che le due anziane abbiano in comune un nipote per via genetica non fa testo per l'AdE.
     
  18. quiproquo

    quiproquo Membro Senior

    Proprietario di Casa
    D'accordo non sono affini. Ma è come se lo fossero non per il fisco
    che nulla potrebbe obiettare per una modifica dello Stato di famiglia (neanche glielo vado a dire...non sono affari suoi...), bensì
    per la comunità familiare dove tale rapporto viene sbrigativamente
    elevato a parentela come succede a me quando parlo della sorella della mia compagna (a volte dico "para-cognata" a volte solo cognata...). Ora se è permessa la convivenza fra due maschi o due
    femmine anagraficamente registrata anche sullo stato di famiglia di uno dei due, si potrà ben fare la stessa cosa nel caso postato.
    Quindi parenti, affini, amici di famiglia...compagni...colleghi chiamiamoli come ci pare nel gergo familiare...mentre credo che anche per il Comune, oltre al Fisco, non vi sia obbligo di indicare tale rapporto. Credo che debba prevalere solo il lato del rapporto
    personale e senza bisogno di "cappellarlo" (nuovo conio di zecca...)
    Cordialissimi saluti. qpq.
     
  19. Luigi Criscuolo

    Luigi Criscuolo Membro Storico

    Proprietario di Casa
    Con il riconosciumento giuridico delle coppie di fatto i genitori di ognuno dei due partner diventano affini.
     
  20. Nemesis

    Nemesis Membro Storico

    Proprietario di Casa
    L'affinità, ex art. 78 c.c., è il vincolo tra un coniuge e i parenti dell'altro coniuge.
    Nelle coppie di fatto non vi sono "coniugi".
     
    A sferbon e quiproquo piace questo messaggio.

Per rispondere Entra o Registrati è Gratis…

Perchè dovresti Registrarti?

  • Partecipare e Creare Discussioni
  • Trovare Consigli e Suggerimenti
  • Condividere i tuoi Interessi
  • Informarti sulle Novità

Condividi questa Pagina