1. propit.it è il primo e unico forum italiano interamente dedicato ai Proprietari di Casa e agli Inquilini conduttori di proprietà immobiliari.

    Su propit.it puoi approfondire nuove leggi, leggere opinioni, recensioni e consigli, scoprire nuovi strumenti, confrontarti e trovare modulistica fiscale, legale e contabile per gestire la proprietà immobiliare.

    Registrarsi è gratis ed elimina la pubblicità

  1. ACTARUS

    ACTARUS Membro Attivo

    Buongiorno, ho cercato nel forum ma stavolta ci sono pareri contrastanti e sono costretto a porre di nuovo il quesito. Mia moglie ha dato a nostra figlia un appartamento di sua proprietà e non ha registrato nulla in quanto le era stato detto che il comodato gratuito tra familiari non ha obbligo di registrazione.
    Sul sito ho trovato pareri contrastanti. Qualcuno é in grado di chiarirmi se posso evitare la stesura di un contratto e la relativa registrazione?
    Grazie a chi vorrà rispondermi.
     
  2. essezeta67

    essezeta67 Membro Assiduo

    Proprietario di Casa
    Il contratto di comodato gratuito puo' essere anche verbale.
    Se però vuoi godere di agevolazioni IMU e tasi (riduzione del 50% dell'imponibile su cui calcolare le imposte) per l'appartamento dato in comodato alla figlia, il contratto deve obbligatoriamente essere scritto e registrato all'agenzia delle entrate (costo di registrazione euro 232,00).
    N.B. L'agevolazione spetta solo se l'appartamento dato in comodato è situato nello stesso comune di residenza del proprietario e se il proprietario possiede solo 1 immobile ad uso residenziale (oltre alle eventuali pertinenze) oltre la propria casa di abitazione...
     
    A quiproquo e Adriano Giacomelli piace questo messaggio.
  3. ACTARUS

    ACTARUS Membro Attivo

    Chiarissimo, grazie. Ora mi resta solo da controllare il risparmio previsto e confrontarlo con la spesa di registrazione che, suppongo, si paga solo il primo anno.
    Buona serata.
     
  4. essezeta67

    essezeta67 Membro Assiduo

    Proprietario di Casa
    Se l'anno prossimo cambiano leggi e governo, magari questa legge non sarà più valida e si inventeranno qualcosa d'altro per incassare soldi!!!
     
    A quiproquo piace questo elemento.
  5. Adriano Giacomelli

    Adriano Giacomelli Membro dello Staff

    Proprietario di Casa
    Actarus, sei un persona speciale se rientri nelle maglie strettissime di questa legge.
    Infatti come Essezeta ti ha risposto, se, dai in locazione un immobile a un parente di I° grado e hai solo un altro immobile nello stesso Comune?!? potrai avere l'agevolazione "incredibile" di una IMU al 50%!!!!!
    Tu e un'altro in un Comune della Val d'Aosta, forse!

    Mia moglie abita a Udine e ha dato ai suoi genitori l'uso della sua casa a Pradamano, dove sono residenti a 7 km. da Udine ma altro Comune, e quindi per ospitare i suoi gratuitamente, spenderà oltre mille € di IMU!!!!
    Che Paese!!!
     
    A quiproquo piace questo elemento.
  6. Luigi Barbero

    Luigi Barbero Membro Senior

    Proprietario di Casa
    Queste agevolazioni "strabilianti" non sono altro che una parte degli annunci "strabilianti" di un governo gattopardesco. O no? ......
     
    A rita dedè e Adriano Giacomelli piace questo messaggio.
  7. Un giocatore

    Un giocatore Membro Assiduo

    Proprietario di Casa
    I Pradamanesi sono meno di 5.000. Allora il Comune verrà accorpato probabilmente ad Udine e potrai sfruttare il bonus IMU! Premi sul sindaco acciocché ciò avvenga il più presto possibile.:shock:
     
    A rita dedè e Adriano Giacomelli piace questo messaggio.
  8. bisalta

    bisalta Membro Attivo

    Proprietario di Casa
    con le restrizioni previste dalla legge di stabilità la possibilità di usufruire della riduzione del 50% dell'imponibile ai fini IMU sarà concretamente a vantaggio di pochissime persone
     
    A rita dedè piace questo elemento.
  9. essezeta67

    essezeta67 Membro Assiduo

    Proprietario di Casa
    Ho contattato alcuni comodanti per informarli sulla agevolazione prevista per il 2016.
    Facendo un calcolo delle spese relative alla registrazione del contratto e il risparmio che si sarebbe ottenuto (calcolato però sulle delibere del 2015 in quanto quelle del 2016 non sono per la maggior parte ancora pubblicate) risulta che il contratto viene a costare molto più di quello che risparmierebbero......senza la certezza che questo contratto fatto nel 2016 consenta agevolazioni anche per gli anni futuri....
    La maggior parte mi ha detto di lasciar perdere...
     
    A rita dedè e quiproquo piace questo messaggio.
  10. quiproquo

    quiproquo Membro Senior

    Proprietario di Casa
    Niente no...solo Sì innumerevoli volte...anche se il grande scrittore siciliano non ha inventato nulla...si è solo limitato
    ad immortalare un mal-vezzo che molto prima del Gattopardo
    i politici di tutti i tempi hanno sempre "adottato"...L'uomo al potere non può non adottare il metodo socratico dell'ipocrisia facendone quasi un'arte raffinata di governo
    regnante sulla menzogna...Menzogna che si spinge fino
    ad oscurare i propositi ante ascesa al "trono". Nel famoso
    "divide et impera" non vi è in nuce un gigantesco invito
    alla menzogna???...Dividi anche senza necessità...
    E il cittadino dovrà ricorrere al tuo "ufficio"...volente o nolente...Quindi, saltando qualche nesso, con le leggi si attua la divisione e quando non basta arrivano i regolamenti locali fino agli interventi pro domo sua del Fisco...Quando
    ti sembra che una legge sia buona per una parte prima soccombente...ti accorgi che è costellata di tanti distinguo che alla fine si arriva a desistere dal ricorso alla stessa...
    (sto pensando alla procedura per gli sfratti esecutivi...)...
    Pensate alla "norma" che regola l'uso del famoso muletto
    in dotazione anche a piccole imprese per il carico-scarico...
    Non esisteva un ruolo ad hoc...il primo dipendente libero
    provvedeva alla bisogna...Ora vi è l'obbligo di istituire all'interno dell'impresa (anche la piccolissima con 4-5 dipendenti) il carrelista di "nomina" con tutta una serie di regole da rispettare, pena sanzioni odiose in caso di controlli o di incidenti...Questo porterà anche ad una forma di esclusiva fra i dipendenti...: "solo io posso usarlo..." e
    l'esclusiva alla fine del giro è il segno distintivo della divisione...Mi fermo, altrimenti FradJACOno con l'accusa di prolissità mi cilindra adeguatamente pur seduto, sempre barando (non smette mai di giocare,,,), alla sinistra del Padre. Gattopardescamente da Quiproquo.
     
  11. essezeta67

    essezeta67 Membro Assiduo

    Proprietario di Casa
    L'obbligo comporta anche la frequentazione di un corso-carrellista con tanto di attestato...
    La situazione grottesca è il fatto che operai con 30/35 anni di esperienza dell'uso del muletto sono ovviamente costretti a fare corsi istruiti da pivellini (diplomati e/o laureati) con ancora il latte alla bocca che il muletto lo hanno visto solo in foto sui libri di scuola.....
    Sempre attuale il detto: chi sa fa, chi non sa insegna..
     
    A quiproquo piace questo elemento.
  12. ACTARUS

    ACTARUS Membro Attivo

    Ringrazio tutti per le interessanti osservazioni sul comodato.
    Buona giornata.
     

Per rispondere Entra o Registrati è Gratis…

Perchè dovresti Registrarti?

  • Partecipare e Creare Discussioni
  • Trovare Consigli e Suggerimenti
  • Condividere i tuoi Interessi
  • Informarti sulle Novità

Condividi questa Pagina