1. propit.it è il primo e unico forum italiano interamente dedicato ai Proprietari di Casa e agli Inquilini conduttori di proprietà immobiliari.

    Su propit.it puoi approfondire nuove leggi, leggere opinioni, recensioni e consigli, scoprire nuovi strumenti, confrontarti e trovare modulistica fiscale, legale e contabile per gestire la proprietà immobiliare.

    Registrarsi è gratis ed elimina la pubblicità

  1. ges

    ges Nuovo Iscritto

    Inquilino/Conduttore
    ho un problema mi cedono in comodato d'uso un abitazione ke per motivi di lavori straordinari nn possono affittare ad uso abitativo a me servono solo 2 stanze da adibire ad uso ufficio solo ke nn vogliono fare un contratto scritto ma verbale lo devo accettare? a cosa vado incontro se nn ho un contratto?
     
  2. condobip

    condobip Membro Storico

    Proprietario di Casa
    Senza contratto non vai incontro a nulla, perchè il comodato non obbliga ad un contratto, ma se lo vuoi sub locare sarà bene sia registrato e con le eventuali modalità per la sub locazione;

    - Il comodato è essenzialmente gratuito, quando si stabilisce una controprestazione (anche in "nero") si realizza un contratto di locazione (Cass.276/75).
    - Per il contratto di comodato di un immobile non è necessaria la forma scritta (Cass. 1083/81).
    - Il contratto di comodato, in forma scritta, è soggetto a registrazione, pari a 129,11 Euro (DPR 26.04.86, n°131, tariffa art. 5).
    - Il contratto di comodato può essere senza determinazione di data, in questo caso si parla di comodato precario.
    ...
    http://www.tutelati.it/comodato.htm
     
  3. Nemesis

    Nemesis Membro Storico

    Proprietario di Casa
    Un comodato verbale è un contratto.
    L'OP ha affermato che adibirebbe l'immobile a proprio ufficio. Perché mai lo dovrebbe "sub locare"? Caso mai, con il consenso del comodante, lo potrebbe "locare". Con somma gioia del proprietario (o usufruttuario) comodante, che poi dovrebbe dichiarare il reddito derivante dalla locazione.
    129,11 euro, "qualche" anno fa.
     
    A maidealista piace questo elemento.
  4. condobip

    condobip Membro Storico

    Proprietario di Casa
    1. Infatti prima del tuo quotata avevo scritto;
    - Senza contratto non vai incontro a nulla, perchè il comodato non obbliga ad un contratto
    e lo leggi anche nel legato che ho inserito;
    - Per il contratto di comodato di un immobile non è necessaria la forma scritta (Cass. 1083/81). (per cui se non è scritta sarà sicuramente verbale, o no? :) )
    Invece per il contratto di locazione a pagamento superiore a 30 giorni è necessaria la forma scritta e registrata.
    2. lo fa intendere perchè a lui servono due stanze soltanto, forse ho capito male io? E se c'è il consenso del locatario immagino che la sublocazione deve essere stipulata e regolata da un contratto, o no? :)
    3. se non è 129.11 Euro, ora quanto è, e che norma lo regola?
     
  5. maidealista

    maidealista Fondatore Membro dello Staff

    Proprietario di Casa
    € 168,00...:stretta_di_mano:
     
  6. condobip

    condobip Membro Storico

    Proprietario di Casa
    Grazie maidealista sicuramente servirà più a ges che a me, che non ho nessun appartamento da locare. :ok:
     
  7. maidealista

    maidealista Fondatore Membro dello Staff

    Proprietario di Casa
    Ho trovato :
    Per il contratto verbale di comodato, invece, l'articolo 3, comma 1, del Testo unico dell'imposta di registro, nell'elencare i contratti verbali da sottoporre a registrazione, non richiama il contratto di comodato. Pertanto, i contratti verbali di comodato, sia che abbiano per oggetto beni immobili che beni mobili, non sono soggetti all'obbligo della registrazione, tranne nell'ipotesi di enunciazione in altri atti. L'articolo 3, comma 2, infatti, rinvia al successivo articolo 22, in base al quale: "Se in un atto sono enunciate disposizioni contenute in atti scritti o contratti verbali non registrati e posti in essere fra le stesse parti intervenute nell'atto che contiene la enunciazione, l'imposta si applica anche alle disposizioni enunciate. Se l'atto enunciato era soggetto a registrazione in termine fisso è dovuta anche la pena pecuniaria...".

    http://www.fiscooggi.it/attualita/articolo/il-comodato-ai-fini-dellimposta-di-registro
     
  8. condobip

    condobip Membro Storico

    Proprietario di Casa
    Grazie della chiarezza, :ok: , però intendevo dove è scritta la nuova quota al posto dei 129.11 Euro :)
     
  9. maidealista

    maidealista Fondatore Membro dello Staff

    Proprietario di Casa
    Sempre dal link proposto :
    n base all'articolo 5, comma 4, della parte prima della Tariffa allegata al Dpr 131/86, il contratto di comodato di beni immobili, in forma scritta, è soggetto a registrazione in termine fisso (venti giorni dalla data dell'atto), con l'applicazione dell'imposta di registro nella misura fissa di 168 euro. Come precisato dalla risoluzione dell'Agenzia delle Entrate n. 14/E del 6 febbraio 2001, poiché nella norma non vi è alcun riferimento alla tipologia della forma, il contratto scritto è sottoposto all'obbligo della registrazione indipendentemente dalla specifica forma in cui è redatto (atto pubblico, scrittura privata autenticata o non autenticata). :stretta_di_mano:
     
  10. Nemesis

    Nemesis Membro Storico

    Proprietario di Casa
    Se l'immobile viene concesso in comodato, evidentemente esiste un contratto. Magari verbale, ma è pur sempre un "contratto".
    Anche quando vai al bar e ordini un caffè stai stipulando un "contratto".
     
    A arciera piace questo elemento.
  11. Nemesis

    Nemesis Membro Storico

    Proprietario di Casa
    Nell'art. 5, punto 4. della Tariffa Parte Prima allegata al D.P.R. n. 131/1986. L'imposta di 168 euro è in vigore dal 31/1/2005, in seguito alle modificazioni introdotte dal D.L. n. 7/2005.
     
  12. condobip

    condobip Membro Storico

    Proprietario di Casa
    Si d'accordo, ma il comodatario non può cedere in locazione;
    http://www.diritto.it/docs/34060-co...-bene-in-locazione-all-insaputa-del-comodante
    Per cui immagino che per tutto questo deve essere una forma scritta già tra il comodante e il comodatario e non solo verbale.
    Mi aveva già risposto in maniera esautivo maidealista comunque grazie anche a te :ok:
     
  13. Nemesis

    Nemesis Membro Storico

    Proprietario di Casa
    Ripeto: non si vede perché tu abbia introdotto il discorso della locazione dell'immobile ricevuto in comodato. In ogni caso, se si possa fare, e le conseguenze di ciò, le avevo già descritte.
     
  14. condobip

    condobip Membro Storico

    Proprietario di Casa
    L'avevo già spiegato :)
     
  15. ges

    ges Nuovo Iscritto

    Inquilino/Conduttore
    grazie per le vostre risposte mi sono servite , cmq io nn devo sub locare l'immobile serve a me .....;)
     
  16. condobip

    condobip Membro Storico

    Proprietario di Casa
    Ok, allora accetta e usa quello che a te serve (2 stanze), il comodato gratuito è valido anche senza contratto scritto, cioè è sufficiente a voce.
     

Per rispondere Entra o Registrati è Gratis…

Perchè dovresti Registrarti?

  • Partecipare e Creare Discussioni
  • Trovare Consigli e Suggerimenti
  • Condividere i tuoi Interessi
  • Informarti sulle Novità

Condividi questa Pagina