• propit.it è il primo e unico forum italiano interamente dedicato ai Proprietari di Casa e agli Inquilini conduttori di proprietà immobiliari.

    Su propit.it puoi approfondire nuove leggi, leggere opinioni, recensioni e consigli, scoprire nuovi strumenti, confrontarti e trovare modulistica fiscale, legale e contabile per gestire la proprietà immobiliare.

    Registrarsi è gratis ed elimina la pubblicità

robertamaria

Nuovo Iscritto
Proprietario Casa
salve ! sono proprietaria di una casa data al mio suocero in comodato d'uso gratuito da diversi anni.Avendo un mutuo aperto ,non posso accedere a nessun prestito, per questo ho deciso di vendere la casa estinguendo il mutuo.Quale postilla posso inserire nel contratto di vendita che mi lasci fuori da ogni responsabilità se la casa non venisse liberata ? grazie
 

Nemesis

Membro Storico
Proprietario Casa
Anche se il comodato non sarebbe opponibile al terzo acquirente, dovresti trovare un acquirente disposto a prendere possesso di un immobile occupato.
 

Franci63

Membro Storico
Proprietario Casa
Quale postilla posso inserire nel contratto di vendita che mi lasci fuori da ogni responsabilità se la casa non venisse liberata ?
Sei tu la venditrice; se tuo suocero non andrà via in tempo per il rogito, la responsabilità dell’inadempimento sarà solo tua.
Dovrai essere tu a preoccuparti di farlo uscire per tempo, ammesso di trovare un acquirente disposto ad impegnarsi a comprare una casa occupata non dal venditore.
 

possessore

Membro Storico
Proprietario Casa
ammesso di trovare un acquirente disposto ad impegnarsi a comprare una casa occupata non dal venditore.
... e di questi tempi non sarà né facile, né tempestivo, dato che c'è il BLOCCO SFRATTI fino al 30 GIUGNO 2021!

BLOCCO SFRATTI che talvolta si traduce in BLOCCO AFFITTI per il LOCATORE: ha la gente in casa, che non gli paga, e non se ne va fino al 30-06-2021. Bella roba.
 
  • Mi Piace
Reazioni: uva

uva

Membro Storico
Proprietario Casa
non se ne va fino al 30-06-2021.
Gli inquilini sfrattati per morosità se ne andranno ben oltre quella data!

Perché anche se a luglio riprenderanno le esecuzioni degli sfratti (salvo ovviamente ulteriori proroghe della sospensione) ve ne saranno talmente tanti da eseguire per convalide risalenti dal 2020 in poi che gli ufficiali giudiziari saranno oberati di lavoro.
Penso ci vorranno molti mesi prima che la situazione torni alla normalità. Normalità per modo di dire, perché gli u.g. non eseguono lo sfratto al primo accesso, e al secondo possono concedere ulteriori rinvii.
 

possessore

Membro Storico
Proprietario Casa
qui però si parla di comodato, non di locazione.
D'accordo. Però anche il comodato, o ha una condizione di fine indicata nel contratto di comodato regolarmente registrato, oppure occorre rispettare qualche requisito per cessarlo così, di punto in bianco. Ad esempio bisogna essere in grado di dimostrare che l'appartamento serve con urgenza. O cose così.

Quando scade il comodato
Il comodato cessa alla scadenza del termine concordato tra le parti. In tal caso il comodatario deve restituire l'immobile anche se il comodante non ne ha fatto richiesta


Recesso del comodante dal contratto di comodato
Il comodante può recedere dal contratto quando:

  • il comodatario non adempie agli obblighi di custodia e di conservazione o si serve del bene per un uso diverso da quello pattuito o reso necessario dalla natura del bene oppure cede il godimento dell’immobile a terzi senza il debito consenso;
  • urgente e imprevisto bisogno, da parte del comodante, di servirsi del bene concesso in comodato. Non è necessario che il bisogno sia grave: è sufficiente un bisogno di lieve intensità, in relazione alla natura dell’immobile comodato;
  • nel caso di comodato senza fissazione di un termine, il comodatario deve restituirlo non appena il comodante lo richiede.

FONTE: Il comodato: registrazione, disdetta e fac simile.


In ogni caso si pone un problema non burocratico ma semplicemente di testardaggine: ammettiamo che il suocero non se ne voglia andare, se non orizzontale, da quell'appartamento. Che si fa? Siamo in una situazione molto simile a quella del blocco sfratti.
 

possessore

Membro Storico
Proprietario Casa
Se invece vogliamo dire che liberare la casa da un comodatario che non vuole andar via possa essere un problema, siamo perfettamente d'accordo.
Sì, intendevo dire questo, all'atto pratico.
Giuridicamente fila tutto liscio, ma di fatto il suocero potrebbe non volersene andare.
 

BeppeX88

Membro Attivo
Proprietario Casa
salve ! sono proprietaria di una casa data al mio suocero in comodato d'uso gratuito da diversi anni.Avendo un mutuo aperto ,non posso accedere a nessun prestito, per questo ho deciso di vendere la casa estinguendo il mutuo.Quale postilla posso inserire nel contratto di vendita che mi lasci fuori da ogni responsabilità se la casa non venisse liberata ? grazie
E chi se la compra? Chi è il pazzo? In pratica vuoi mollare tuo suocero allo stupido che comprerà casa
 

possessore

Membro Storico
Proprietario Casa
E chi se la compra? Chi è il pazzo? In pratica vuoi mollare tuo suocero allo stupido che comprerà casa
C'è solo un caso che qualcuno se la compra: se la regala a prezzo simbolico.
In tutti gli altri casi, nessuno comprerebbe con un comodatario gratuito dentro.
Giuridicamente non ci sono problemi, la legge gli consente di mandarlo via, ma se quello punta i piedi, passano gli anni comunque, prima di riuscire a liberare l'immobile.
 

Franci63

Membro Storico
Proprietario Casa
C'è solo un caso che qualcuno se la compra: se la regala a prezzo simbolico.
In tutti gli altri casi, nessuno comprerebbe con un comodatario gratuito dentro.
Sei un po' drastico, secondo me ; comprare con un comodatario in casa può essere un problema, ma non tale da abbattere il prezzo dell'immobile, o addirittura regalarlo.
 

possessore

Membro Storico
Proprietario Casa
Sei un po' drastico, secondo me ; comprare con un comodatario in casa può essere un problema, ma non tale da abbattere il prezzo dell'immobile, o addirittura regalarlo.
La mia era senz'altro un'espressione un po' esagerata, ma la presenza di una persona da mettere alla porta incide senz'altro negativamente nella determinazione del prezzo, e non certo di 1000 o 5000 Euro.
Tanto per cominciare, chi compra dev'essere uno a cui non serve subito la casa, perché possono passare anche 2-3 anni prima che il comodatario se ne vada "spontaneamente".
E oggi, parlare di "acquisto uso investimento", è pura utopia, a meno che uno appunto non compra al 10% del valore facendo l'avvoltoio e approfittando della necessità altrui.
 

alberto bianchi

Membro Storico
Proprietario Casa
mettere alla porta incide senz'altro negativamente nella determinazione del prezzo, e non certo di 1000 o 5000 Euro.
Tutto dipende da quanto può attendere Il "potenziale acquirente". Anche nell'attesa potrebbe "fare un affare" acquistando un alloggio affittato. In fondo l'OP dichiara di avere 73 anni, quanti anni potrà avere il marito ? E' un Toy Boy di 35 anni ? E il suocero quanti anni ha ? Quien sabe !
 

BeppeX88

Membro Attivo
Proprietario Casa
Tutto dipende da quanto può attendere Il "potenziale acquirente". Anche nell'attesa potrebbe "fare un affare" acquistando un alloggio affittato. In fondo l'OP dichiara di avere 73 anni, quanti anni potrà avere il marito ? E' un Toy Boy di 35 anni ? E il suocero quanti anni ha ? Quien sabe !
L'affare lo fa se paga poco e poi prende possesso dopo 10 anni o più. Se deve pagare a prezzo di mercato e nello stato in cui troverà dopo l'immobile, non mi sembra un grande affare. Un anziano in un immobile non ti farà mai lavori anzi proprio perché anziano, già è tanto se cambierà una lampadina. Già il fatto che voglia vendere perché all'interno c'è il suocero, dovrebbe far riflettere sul personaggio che è...
 

possessore

Membro Storico
Proprietario Casa
Tutto dipende da quanto può attendere Il "potenziale acquirente". Anche nell'attesa potrebbe "fare un affare" acquistando un alloggio affittato.
In linea teorica può essere un affare. Già riducendo la totalità dei potenziali acquirenti limitandola alla sola lista di "coloro che possono attendere" (non importa quanto), dai una bella sfrondata.
Direi che il problema del comodatario va risolto ben prima delle messa in vendita, se non si vuole che l'immobile resti uno dei tanti invenduti decennali, diventando la barzelletta del quartiere.
E bada bene, io ho una situazione molto simile, limitata per fortuna solo a un box; senza comodatario gratuito l'ho pagato 35K; oggi vale 15K; se lo vendo con il comodatario dentro, ben pieno zeppo di roba di ogni genere e di un'auto, o lo regalo a 5K o non se lo prende nessuno.
 

Per rispondere Entra o Registrati è Gratis…

Perchè dovresti Registrarti?

  • Partecipare e Creare Discussioni
  • Trovare Consigli e Suggerimenti
  • Condividere i tuoi Interessi
  • Informarti sulle Novità

Le Ultime Discussioni

Ultimi Messaggi sui Profili

Buongiorno, con un contratto di locazione con cedolare secca e a canone concordato è possibile inserire la possibilità di sublocazione per avere poi la possibilità di aprire un'unità ufficio amministrativo?
Ed inoltre, è possibile ridurre le motivazione e il tempo di recesso? L'articolo 8 "recesso del conduttore" parla di gravi motivi e 6 mesi di preavviso. Grazie per una Vostra gentile risposta.
Alto