1. propit.it è il primo e unico forum italiano interamente dedicato ai Proprietari di Casa e agli Inquilini conduttori di proprietà immobiliari.

    Su propit.it puoi approfondire nuove leggi, leggere opinioni, recensioni e consigli, scoprire nuovi strumenti, confrontarti e trovare modulistica fiscale, legale e contabile per gestire la proprietà immobiliare.

    Registrarsi è gratis ed elimina la pubblicità

Tag (etichette):
  1. Gugli

    Gugli Membro Attivo

    Cari amici vorrei fare una domanda specifica, spero che tra voi ci sia qualcuno ferrato in materia di prestazioni professionali in particolare degli avvocati...
    la domanda è la seguente:
    in caso procedimento di esecuzione immobiliare il compimento della prestazione dell'avvocato si compie alla data in cui lo stesso redige un documento di nota delle spese, competenze e onorari ( una specie di notula)
    o nel momento successivo quando si conclude il procedimento con l'approvazione del piano di riparto della vendita degli immobili da parte del giudice quindi alla data del rispettivo assegno che il GE tramite l'ufficio unico notarile?
     
  2. arianna26

    arianna26 Membro Senior

    Proprietario di Casa
    secondo me nelmomento in cui l'avvocato ha finito il suo lavoro. ma non sono un'esperta quindi meglio attendere loro.
     
  3. Luigi Criscuolo

    Luigi Criscuolo Membro Storico

    Proprietario di Casa
    Gli avvocati, come tutti i professionisti, sono tenuti a farsi firmare una lettera di incarico nella quale specificano in cosa consiste il loro intervento e quanto è il loro onorario per il loro lavoro. E' previsto un acconto sia a titolo di anticipo parziale delle prestazione e sia a titolo di fondo per le spese che il professionista sosterrà per il suo intervento. Il saldo dove essere versato a prestazione ultimata. Il problema in questo caso è quando termina la prestazione dell'avvocato? Quando il procedimento si è concluso.
    La notula non è un titolo esecutivo: non è una fattura. La notula è un avviso di pagamento che il proffessionista emette per farsi pagare la propria prestazione. Questo perché se il professionista emete una fattura, la deve registrare, deve pagare l'IVA, deve pagare la cassa pensionistica; se il cliente non lo paga o paga una somma inferiore si troverebbe un problema tra le fatture emesse e quanto incassato con tutto quello che ne consegue per IVA e Cassa e dichiarazione dei redditi.
     

Per rispondere Entra o Registrati è Gratis…

Perchè dovresti Registrarti?

  • Partecipare e Creare Discussioni
  • Trovare Consigli e Suggerimenti
  • Condividere i tuoi Interessi
  • Informarti sulle Novità

Condividi questa Pagina