1. propit.it è il primo e unico forum italiano interamente dedicato ai Proprietari di Casa e agli Inquilini conduttori di proprietà immobiliari.

    Su propit.it puoi approfondire nuove leggi, leggere opinioni, recensioni e consigli, scoprire nuovi strumenti, confrontarti e trovare modulistica fiscale, legale e contabile per gestire la proprietà immobiliare.

    Registrarsi è gratis ed elimina la pubblicità

Tag (etichette):
  1. KID1412

    KID1412 Nuovo Iscritto

    Proprietario di Casa
    Salve a tutti, chiedo ancora una volta un consiglio su questo forum visto l'aiuto già ricevuto in passato.
    Riepilogo la mia situazione: circa 20 mesi fa ho acquistato da un mio parente una serie di immobili mediante regolare compravendita, il cui importo è stato pagato in parte subito e la parte restante doveva avvenire mediante rate mensili di importo prefissato per un determinato periodo fino al raggiungimento completo della somma di acquisto, tutto ovviamente regolarmente secondo l'atto stipulato.
    Nell'atto era anche specificato che gli immobili dovevano essere consegnati liberi da persone e beni, anche perché uno di essi deve in seguito essere oggetto di ristrutturazione e quindi privo di ogni cosa.
    Tuttavia nonostante i miei ripetuti solleciti verbali al venditore tale immobile continuava ad essere occupato da beni, mentre le rate venivano regolarmente pagate e in modo tracciabile.
    Devo dire che fin quando non ho ottenuto tutti i permessi per iniziare i lavori non ho insistito più di tanto per liberare l'immobile, comunque di tanto in tanto ricordavo l'obbligo di tale cosa visto l'imminente inizio dei lavori.
    Purtroppo circa 7 mesi fa è venuto a mancare il parente venditore e quindi mi sono accordato con la coniuge per far liberare tale immobile, non mancando mai di pagare una rata, direttamente al coniuge e senza alcuna successione o altro, visti i buoni rapporti che intercorrevano.
    Veniamo quindi a fine agosto dove dico chiaramente al coniuge che entro il mese successivo mi serve l'immobile libero visto che DEVO iniziare i lavori ma ella continua a rimandare dicendo che non sa dove mettere il mobilio e l'oggettistica accatastata.
    Sono quindi costretto a non iniziare i lavori e a settembre effettuo l'ultima pagamento avvisando il coniuge che finche non libera l'immobile non pagherò un euro, visti anche i danni che sto subendo per il ritardo del cantiere e quindi l'impossibilità di usufruire dell'immobile.
    Come risposta il coniuge mi manda raccomandata in cui mi chiede di essere pagato o agirà per vie legali.

    Vi chiedo, cosa posso fare ora? Se continuo a pagare di sicuro non muove una paglia, son passati MESI e io non posso più aspettare anzi le chiederei pure i danni visto il comportamento!
    Se qualcuno ha qualche consiglio da dare gliene sarei veramente grato, è una situazione davvero brutta... grazie in anticipo!
     
  2. Dimaraz

    Dimaraz Membro Assiduo

    Proprietario di Casa
    Paga il dovuto o diventi inadempiente per la tua parte.
    Poi invia raccomandata rr alla francese in cui intimi di provvedere allo sgombero del locale entro 20gg o in mancanza sarai autorizzato a provvedere in autonomia inviando a discarica.
     
  3. Nemesis

    Nemesis Membro Storico

    Proprietario di Casa
    "Inviare a discarica" può essere una mossa azzardata, se i beni relitti non hanno un valore trascurabile.
    Meglio indicare che in caso di inadempimento saranno portati a un deposito e le spese relative saranno addebitate all'intimato.
     
    A Gianco e rita dedè piace questo messaggio.
  4. Avvocato Luigi Polidoro

    Avvocato Luigi Polidoro Membro Attivo

    Professionista
    Secondo contratto la consegna dei beni quando sarebbe dovuta avvenire? al termine del pagamento?
     
  5. Dimaraz

    Dimaraz Membro Assiduo

    Proprietario di Casa
    Ieri sera dal telefono mi ero limitato a dire cosa "scrivere" nella raccomandata.

    Se leggi vi è riportato clausola che in caso di mancato interessamente diventa "liberatoria" per il depositario

    Viceversa, con il tuo suggerimento, incorri nella possibilità di dover pagare un deposito e il proprietario non venga mai a ritirare tali "beni".

    Il tempo avuto e gli ulteriori 20gg. sono più che sufficenti per organizzare un ritiro...la mancata disposizione implica disinteresse alle cose.

    Decorso il termine KID potrà agire in svariati modi.
     
  6. Nemesis

    Nemesis Membro Storico

    Proprietario di Casa
    Il rischio c'è. Ma è meglio dell'altro rischio, di dover rispondere di appropriazione indebita, sottrazione di beni, distruzione.
     
  7. KID1412

    KID1412 Nuovo Iscritto

    Proprietario di Casa
    Allora, anzitutto ringrazio tutti come sempre per le preziose risposte!
    Preciso che gli immobili dovevano essere consegnati liberi da persone e cose immediatamente alla stipula della compravendita, avvenuta senza ipoteca legale nel senso che io risulto già proprietario dei suddetti immobili.
    Nella pratica uno di questi immobili è stato usato come "magazzino" dal venditore con l'impegno di liberarlo subito, cosa non fatta nemmeno al momento del bisogno visto che, morto il venditore, il suo erede maggioritario in qualità di coniuge si rifiuta di liberarlo.
    Tenete comunque presente che si tratta di oggetti di poco valore, in particolare di mobilio usato e oggettistica comune di casa (vettovaglie, alcuni indumenti, ecc).

    Quello che vorrei evitare è di dover spendere ulteriori soldi per farmi carico della cosa, che probabilmente poi non vedrei mai dal coniuge del venditore, conoscendola.
    Per questo avevo sospeso i pagamenti, nella speranza di smuovere la situazione ma non vorrei a sto punto passare dalla parte del torto anche se c'è da dire che non essendo stata fatta successione io potrei benissimo aspettare tal cosa prima di pagare ancora, sbaglio? Perchè davvero, visto il menefreghismo dimostrato dubito che si possa trovare un dialogo
     
  8. Avvocato Luigi Polidoro

    Avvocato Luigi Polidoro Membro Attivo

    Professionista
    A rigore @KID1412 può sospendere il pagamento dell'ultima rata, pretendendo prima la liberazione dell'immobile; è la controparte ad essere inadempiente quindi il pagamento del saldo prezzo può essere sospeso ai sensi del 1460 c.c..
    Potrebbe così convincere il venditore a fare quel che avrebbe dovuto fare già da tempo.
    Altrimenti procedere come già consigliato da @Nemesis .
    L'importante è che le comunicazioni avvengano per iscritto.
     
  9. Dimaraz

    Dimaraz Membro Assiduo

    Proprietario di Casa
    Chissà perchè a certi edotti bisogna sempre spiegare le cose più banali.

    Ho suggerito cosa scrivere...punto.

    Decorso il termine KID ha svariate possibilità che comprendono l'alienazione dei beni in deposito, la richiesta di rimborso delle spese sostenute o l'applicazione di un canone per il deposito stesso.
    KID è proprietario dell'edificio e in quanto tale opererà secondo convenienza.
    Il "deposito" è contrattualmente stabilito con "termine" al momento del rogito ...cosa avvenuta mesi fà.
    KID assolve i suoi obblighi "contrattuali" con il pagamento dell'ultima rata.
    Potrebbe anche agire secondo quanto giustamente sugggerito dall' Avvocato Luigi Polidoro...ovviamente tutte nell'alveo discrezionale di KID.


    Cass. n. 1294/1979


    A norma dell'art. 1771 c.c., in mancanza di diversa pattuizione, al ritiro della cosa depositata deve provvedere, a propria cura e proprie spese, il depositante, e pertanto, se egli procrastini ingiustificatamente il ritiro della cosa depositata, il depositario non risponde dei danni derivati da tale ritardo a lui non imputabile.
     
  10. KID1412

    KID1412 Nuovo Iscritto

    Proprietario di Casa
    Scusatemi, immagino che quando vi riferite all'ultima rata intendete proprio l'ultima ossia, essendo esse stabilite mensilmente, quella da versare all'ultimo mese.
    Di conseguenza, se ho ben capito, sono obbligato a pagare tutte le rate eccetto l'ultima e quindi tenere in sospeso il saldo finale finchè non viene liberato l'immobile dagli oggetti occupati...
    Benissimo, non fosse che l'ultima rata andrebbe pagata ad aprile 2032 ossia tra più di 16 anni! La ragione di questa dilazione così lunga è dovuta ai buoni rapporti che avevo con il venditore, di fatto sarebbe stata una sorta di "pensione" per gli ultimi suoi anni di vita, non fosse venuto a mancare prematuramente.

    Quindi capirete che non posso aspettare tutto questo tempo, poichè ho un mutuo erogato di cui pago gli interessi e tutti i permessi per iniziare il cantiere di ristrutturazione, ovviamente bloccato per il motivo sopraesposto.

    E' davvero possibile che l'unica soluzione sia quella di dover spendere ulteriori soldi per smaltire o comunque trovare altro posto per questi beni non miei, quindi poi fare una causa per recuperare questi soldi spesi e nel frattempo dover anche continuare a pagare ogni rata come se niente fosse?
     
  11. Avvocato Luigi Polidoro

    Avvocato Luigi Polidoro Membro Attivo

    Professionista
    @KID1412, leggendo il tuo post avevo capito che fosse rimasta da pagare una sola rata.
    Il principio è comunque sempre quello: puoi sospendere i pagamenti subito, visto che la controparte è inadempiente, nella speranza che il venditore adempia spontaneamente ai propri obblighi.
    Oppure proseguire nei pagamenti avvisando nel contempo la controparte che se non toglie i beni, lo farai tu; scaduto il termine che indicherai nella lettera, provvederai alla rimozione riprendendo il pagamento delle rate.
     
  12. Dimaraz

    Dimaraz Membro Assiduo

    Proprietario di Casa
    :shock::shock::shock:

    E ti han già volturato tutti gli immobili...senza ipoteca...e dovendo attendere ancora più di 3 lustri prima di iincassare il dovuto???
    Come minimo hanno una fiducia cieca.

    Dubito che il totale delle rate dovute equipari il "danno" o le spese che dovessi sostenere per "liberarti" di quello che descrivi come "ciarpame".

    Come subito detto onora il tuo impegno e intima il reciproco rispetto...pena l'addebito delle spese di smaltimento.
     
  13. KID1412

    KID1412 Nuovo Iscritto

    Proprietario di Casa
    Perfetto, credo sarà proprio quello che farò, sperando ovviamente che l'incentivo economico smuova le cose.

    Esattamente, le cose stanno così.
    Ci sarebbe anche da dire che assieme a questa compravendita ho estinto subito una pesante ipoteca che gravava su tutto e che il venditore originario aveva piena fiducia in me così come l'ho sempre avuta io in lui, il problema concretamente si è sviluppato solo dopo la sua morte.

    Ovviamente l'importo che ancora dovrei agli eredi è ben superiore a costi di smaltimento quindi nell'eventualità dovessi farmene carico poi potrei decurtarlo dalle rate residue si, cercavo solo di trovare il modo migliore e più rapido per dare una smossa a sta cosa rimanendo nel legale!
     
  14. Dimaraz

    Dimaraz Membro Assiduo

    Proprietario di Casa
    Quindi "minaccia" (solo figurativamente:ok:) quanto già suggerito.
     
  15. KID1412

    KID1412 Nuovo Iscritto

    Proprietario di Casa
    Ragazzi torno a scrivere per aggiornarvi sulla situazione che non si è affatto risolta anzi si sta rivelando un incubo!
    Come consigliato da voi ho comunicato l'intenzione di bloccare ogni pagamento fino a che non fosse stato effettivamente liberato l'immobile e così ho dovuto pur fare... cosa ho risolto? Nulla!
    Si perchè la controparte non si è minimamente degnata nemmeno a provare a liberarlo l'immobile, che detengo legalmente ma in pratica non posso farci nulla!
    Pensate che avevo raggiunto un accordo con un'impresa edile nei confronti dei quali io sono creditore, per demolire l'immobile e iniziare le opere di ricostruzione (platea) ma non ho potuto dare l'inizio lavori poichè l'immobile era pieno di roba... Ho anche detto alla controparte che buttavo tutto e mi è stato risposto che mi chiederebbe i danni! Assurdo!
    Nel frattempo l'impresa edile è entrata in corcordato e ciao ciao!
    Posso in qualche modo chiedere i danni per quanto sto subendo in modo che nell'eventualità mi fossero a sua volta richiesti (per i beni che butto via) mi posso rifare??
     

Per rispondere Entra o Registrati è Gratis…

Perchè dovresti Registrarti?

  • Partecipare e Creare Discussioni
  • Trovare Consigli e Suggerimenti
  • Condividere i tuoi Interessi
  • Informarti sulle Novità

Condividi questa Pagina