1. propit.it è il primo e unico forum italiano interamente dedicato ai Proprietari di Casa e agli Inquilini conduttori di proprietà immobiliari.

    Su propit.it puoi approfondire nuove leggi, leggere opinioni, recensioni e consigli, scoprire nuovi strumenti, confrontarti e trovare modulistica fiscale, legale e contabile per gestire la proprietà immobiliare.

    Registrarsi è gratis ed elimina la pubblicità

  1. pellizzoni giuseppe

    pellizzoni giuseppe Membro Attivo

    Professionista
    ho stipulato un contratto d'affitto con una persona extra comunitaria , appartamento A/3 e autorimessa C/6, ho compilato la comunicazione per cessione fabbricato ma mi è sorto un dubbio, devo compilare una comunicazione per l'abitazione e una per l'autorimessa ? o è sufficente presentare una sola comunicazione relativa all'abitazione ? grazie 1000
     
  2. jerrySM

    jerrySM Membro Attivo

    Proprietario di Casa
    La cessione di fabbricato non è più necessaria. La registrazione del contratto sostituisce tale obbligo.
    Quindi non eri tenuto a presentarla nè per l'appartamento nè per il garage.
     
  3. maidealista

    maidealista Fondatore Membro dello Staff

    Proprietario di Casa
    Con qualche distinguo :
    La comunicazione di cessione fabbricato è un obbligo che riguarda chiunque cede la proprietà o il godimento o a qualunque altro titolo consente l'uso esclusivo di un immobile o di parte di esso.
    Prevista dall'art. 12 del Decreto legge 59/78, convertito in legge 191 dello stesso anno (Legge 18 maggio 1978, n. 191), è stata sostanzialmente assorbita dalla registrazione dei contratti riferiti all'immobile(vendita , locazione ecc.). La legge lascia intatto l'obbligo di comunicazione solo nel caso in cui "venga concesso il godimento del fabbricato o di porzione di esso sulla base di un contratto, anche verbale, non soggetto a registrazione in termine fisso", per cui ammette anche una forma di comunicazione telematica, da stabilire con apposito decreto.

    Cittadini stranieri
    E' confermato l'obbligo di comunicazione stabilito dall'articolo 7 del T.U. 286/98, concernente la disciplina dell'immigrazione e della condizione dello straniero.

    Pertanto il proprietario dell'immobile deve presentarsi all'Autorità di P.S. di competenze (Questura/Commissariato o in Comune in caso di mancanza di questi Uffici ) a seconda dell'ubicazione dell'immobile e dichiarare la presenza dello straniero, presentando il contratto registrato all'Agenzia delle Entrate e i documenti di entrambi
    http://www.poliziadistato.it/articolo/23001/
     
    A tingleddu e dolly piace questo messaggio.
  4. dolly

    dolly Membro Senior

    Professionista
    Giustissimo.:stretta_di_mano:
    Però, la domanda di @pellizzoni giuseppe è un'altra: chiede infatti se basta una sola comunicazione oppure due (una per l'appartamento e l'altra per l'autorimessa). A mio giudizio, se l'autorimessa è pertinenziale può bastare una sola comunicazione.
     
  5. maidealista

    maidealista Fondatore Membro dello Staff

    Proprietario di Casa
    :ok:, :fiore:
     
  6. jerrySM

    jerrySM Membro Attivo

    Proprietario di Casa
    Hai perfettamente ragione, leggendo con superficialità la domanda non avevo notato trattasi di locazione ad extracomunitari. Grazie per la tempestiva correzione e mi scuso con l'utente giuseppe per la frettolosa risposta che lo avrebbe portato a sbagliare.
    Per farmi almeno in parte perdonare faccio notare che in non si tratta di cessione di fabbricato quella che deve essere presentata bensì di una dichiarazione di ospitalità. Consiglio inoltre di verificare presso le autorità cui verrà presentata quali sono i documenti che chiedono in allegato alla dichiarazione, dalle mie parti ad esempio chiedono solo ed esclusivamente i documenti d'identità e permessi di soggiorno IN ORIGINALE, non accettano fotocopie, che provvedono poi loro personalmente a fare.
     
  7. Nemesis

    Nemesis Membro Storico

    Proprietario di Casa
    La presentazione del contratto registrato non è prevista da nessuna norma.
     
  8. maidealista

    maidealista Fondatore Membro dello Staff

    Proprietario di Casa
  9. Nemesis

    Nemesis Membro Storico

    Proprietario di Casa
    E' una comunicazione scritta, che può ben derivare anche da motivi diversi dall'ospitalità. Come nella fattispecie in discussione, che è una locazione, e quindi una cessione (del godimento) di un fabbricato.

    Sì. E chissà che cosa s'inventeranno quando sarà operativa la trasmissione telematica di quelle comunicazioni?
     
  10. jerrySM

    jerrySM Membro Attivo

    Proprietario di Casa
    Si ma io intendevo che non è il classico modulo di cessione di fabbricato.
    http://www.polizialocalepollupice.i...Modulo comunicazione ospitalità stranieri.pdf

    Il modulo di cessione di fabbricato mi è stato rifutato e ho dovuto compilare quello del link. Poi se in altri uffici accettino ancora il vecchio modulo di cessione di fabbricato può anche essere, questo non lo so.
     
  11. adimecasa

    adimecasa Membro Storico

    Professionista
    essendo un extracomunitario ci vuole il modulo per gli apolidi, e naturalmente il modello 69 per l'ade, che nessuno ne parla, nei post ciao
     
  12. jac0

    jac0 Membro Senior

    Proprietario di Casa
    Per quanto riguarda Roma, ogni Commissariato applica le sue regole (che vanno dall'obbligo per tutti i casi all'assenza di obblighi in tutti i casi), pertanto conviene chiedere al Commissariato della zona ove è sito l'immobile, quello competente a ricevere l'eventuale comunicazione.
     
  13. Nemesis

    Nemesis Membro Storico

    Proprietario di Casa
    Il modello è quello per le comunicazioni ex art. 7 del D. Lgs. n. 286/98. Non esiste un modello per i soli apolidi.

    I casi sono stabiliti dalla legge. Che i Commissariati sono tenuti a rispettare.
     
  14. adimecasa

    adimecasa Membro Storico

    Professionista
    :spunta: Apolidi o straniero, è sempre lo stesso modello
     
  15. jac0

    jac0 Membro Senior

    Proprietario di Casa
    La norma che stabilisce che la registrazione del contratto assorbe l'obbligo della comunicazione è contenuta nel decreto che istituisce la cosiddetta 'cedolare secca' e per questi casi quindi vale. Nulla è detto invece per i contratti per i quali il locatore NON opta per la cedolare secca.
     
  16. Nemesis

    Nemesis Membro Storico

    Proprietario di Casa
    Peccato che la norma attuale sia l'art. 2 del D.L. n. 79/2012, convertito dalla legge n. 131/2012. Che non prevede che si applichi ai soli contratti soggetti all'opzione della c.d. "cedolare secca".
     
  17. mapeit

    mapeit Membro Senior

    Proprietario di Casa
    :innocente:
     

    Files Allegati:

  18. jac0

    jac0 Membro Senior

    Proprietario di Casa
    Perché peccato? Invece direi per fortuna!
     

Per rispondere Entra o Registrati è Gratis…

Perchè dovresti Registrarti?

  • Partecipare e Creare Discussioni
  • Trovare Consigli e Suggerimenti
  • Condividere i tuoi Interessi
  • Informarti sulle Novità

Condividi questa Pagina