1. propit.it è il primo e unico forum italiano interamente dedicato ai Proprietari di Casa e agli Inquilini conduttori di proprietà immobiliari.

    Su propit.it puoi approfondire nuove leggi, leggere opinioni, recensioni e consigli, scoprire nuovi strumenti, confrontarti e trovare modulistica fiscale, legale e contabile per gestire la proprietà immobiliare.

    Registrarsi è gratis ed elimina la pubblicità

Tag (etichette):
  1. effemme8

    effemme8 Membro Attivo

    Proprietario di Casa
    debbo controllare le carte (regolamento di condominio)

    ma pare che negli anni '70 sia stato creato un condominio dove non è stato dichiarato "parte comune" il lastrico_solare (da cui si accedeva attraverso botola da scale "in comune" )ù

    pare/sembra, che uno degli abitanti dell'ultimo piano, abbia fatto un'apertura per accedere a questo lastrico_solare e lo abbia adibito a solarium ( ... e fino a qui... "quasi" nulla di male)

    .... e se lo avesse pure, successivamente, ACCATASTATO a suo nome ? (mi si dice che non è possibile, per la privacy, verificare) .... eppure, a ridosso delle "pareti" di questo lastrico_solare sono installate le antenne_condominiali.....

    L'amministratore può procedere ad effettuare controlli ?
     
  2. dolly

    dolly Membro Senior

    Professionista
    Certo, può procedere per accertare la proprietà del lastrico solare.
     
  3. effemme8

    effemme8 Membro Attivo

    Proprietario di Casa
    solo una curosità (legata al discorso privacy) :

    > se il lastrico_solare non è proprietà del condominio .... perchè l'amministratore può procedere , ma non può procedere uno dei condomini ?
     
  4. salves

    salves Membro Assiduo

    Professionista
    Il lastrico solare se non dversamente trascritto in rogito costituisce parte comune degli edifici condominiali, così come sancito dall'art.1117 del C.C. per verificare la titolarità di tale lastrico occorre procedere alla richiesta di elenco subalterni dell'edificio e verificare la particella soppressa con visura storica come era dichiarata se b.c.n.c o intestata al condomino dell'ultimo piano o ad un altro qualsiasi condomino o ditta costruttrice.

    Fino ad ora verificare la titolarità di un bene tramite visure non viola le regole sulla privacy, semmai utilizzare i dati trascritti in queste costituisce violazione.

    Ciao salves
     
  5. ergobbo

    ergobbo Membro Attivo

    Potrebbe tuttavia non risultare accatastato affatto. Succede abbastanza spesso per i lastrici (così come per i lavatoi).
    Credo che il punto sia un altro: se non esiste un titolo antecedente al regolamento di condominio che sancisca la proprietà esclusiva del lastrico, in forza dell'art. 1117 questo può essere considerato:
    - di proprietà comune in base a una presunzione di condominialità, oppure
    - di proprietà del costruttore.

    In pratica, se "non è di nessuno" è "di tutti".

    Attenzione comunque: la situazione è abbastanza ingarbugliata e presta il fianco a una bella causa per usucapione.

    La questione della privacy si aggira facilmente (anche se continua a domandarmi perché tutti si ricordano della legge sulla privacy e nessuno di quella sulla trasparenza degli atti di ufficio):
    chiama il tuo commercialista, dagli il codice fiscale del condomino e chiedigli di fare un controllo "al volo" sugli immobili a lui intestati. Possono farlo senza problemi, al pari di geometri, architetti... Se risulterà qualcosa di strano preparati a muoverti per vie legali.
     
  6. 1giggi1

    1giggi1 Membro Attivo

    Proprietario di Casa
    L'accatastamento non è prova di proprietà, forse potrebbe essere una prova in una causa di usucapione.

    Io verificherei se il lastrico ha una sua propria particella, e che in caso affermativo da quando è presente, ossia dall'accatastamento iniziale dell'intero stabile o successivo.

    Dissento da salves quando afferma "Il lastrico solare se non dversamente trascritto in rogito costituisce parte comune degli edifici condominiali" in quanto si acquista quello che l'atto recita e il proprietario/costruttore potrebbe aver riservato per lui o per una futura vendita il lastrico.

    Io verificherei, trattandosi di un condominio, come dovrebbero essere ripartite le spese nel caso di lavori al lastrico, non ci sono proprietari ==> alloa in base ad una tabella, ci sono proprietari ==> a loro spetta 1/3 e 2/3 agli appartamenti sottostanti.

    Inoltre lo frequenterei pure io, magari portandoci uno stendino per asciugare la biancheria o andandoci a prendere il sole, per verificare la reazione del condomino in questione, lo considera ad uso esclusivo suo o non rivendica nulla?

    Saluti.

    Luigi
     
  7. effemme8

    effemme8 Membro Attivo

    Proprietario di Casa
    sono riuscito a "rendere pubblico" parte del regolamento_condominiale (la parte che secondo me...interessa) : allego


    la parte che più interessa è nell'articolo 3, che recita : "... ed i lastrici solari escluse le terrazze a livello annesse agli appartamenti.... "

    ora, il condomino ha realizzato una scala interna (a chiocciola ?) che esce a livello del (quel che chiamo ancora io) "lastrico_solare" ... quindi ha praticato una porta, ha fatto una copertura...ed è diventato "suo" (perchè per lui è facile l'accesso) SOLARIUM

    quindi (si dice....debbo chiedere/scoprire ) lo ha accatastato a suo nome

    > Se non lo avesse accatastato, può prenderene possesso per usucapione (o altro ) ?
    > se non lo avesse accatastato : il suo "passaggio" mi pare "regolamentato" dai post precedenti .... ma la "sua struttura" (tettoia removibile) può essere messa in discussione ? (non ne ho voglia...voglio solo "avere coscienza")

    > Se invece lo avesse accatastato a suo nome .... non si può fare più nulla?

    ? estratto-sc07.jpg estratto-sc08.jpg estratto-sc06.jpg estratto-sc05.jpg
     
  8. 1giggi1

    1giggi1 Membro Attivo

    Proprietario di Casa
    Quindi il lastrico solare è una proprietà comune, infatti le spese ad esso relative vengono divise per millesimi secondo tabella "A" (rimane da capire però se è accatastato o meno o se sono intervenute modifiche nel tempo).

    Inoltre il fatto di avere praticato una porta ha occupato uno spazio comune, la parete dove sta la porta stessa senza richiedere preventiva autorizzazione agli altri condomini, quindi la dovrebbe rimuovere.

    Non è chiaro se l'uso che ne fa lasci presumere che lo faccia come proprietario o come comproprietario. Per questo l'utilizzo degli altri condomini potrebbe provocare una sua reazione o meno rendendo chiari i suoi intendimenti.

    Luigi
     
  9. effemme8

    effemme8 Membro Attivo

    Proprietario di Casa
    ???

    quindi pensi che :

    > poteva non essere accatastato... e se lo è intestato (accatastato) a suo nome come ...qualcosa (tipo pertinenza) ?
     
  10. 1giggi1

    1giggi1 Membro Attivo

    Proprietario di Casa
    Per essere proprietari o si acquista o si usucapisce. Se lo ha accatastato questo non vuol dire che è suo, infatti manca l'atto con il quale acquisisce la proprietà.

    Come suggerito da altri fai una ricerca al catasto, magari tramite il tuo commercialista (ora tutti hanno l'accesso alla banca dati), verifica se una particella esiste e se si chi ne detiene i diritti (ma anche ci fosse il suo nome questo non attesta nessu diritto).

    Inoltre per stanare le sue intenzioni usa, usa lo spazio per tue attività come stendere biancheria o prendere il sole (mi sembra di capire che l'accesso non è il massimo) e vedi le sue reazioni. Se la considera una proprietà comune allora soprassedete, se invece la considera una sua esclusìva utilità potete contrastarlo per aver praticato una uscita su un'area condominiale che vi impedisce di poter utilizzare quel muro per altri scopi in futuro, chiedete spiegazioni della porta e chiedete lo smantellamento e il ripristino dello stao dei luighi.

    Luigi
     
  11. effemme8

    effemme8 Membro Attivo

    Proprietario di Casa
    per fare questo ... bisognerebbe "scalare il tetto da un terrazzino...e poi calarsi" : impossibile passare dalla botola scale di 45cm... con uno stendino
     
  12. 1giggi1

    1giggi1 Membro Attivo

    Proprietario di Casa
    Capisco le difficoltà, mi immaggino che i rapporti non siano ottimali con quest'ultimo, credo pure che anche se si appropriasse nessuno se ne accorgerebbe. . . . .

    Se sei certo della porta chiedi spiegazioni all'amministratore e chiedi che le tabelle millesimali vengano aggiornate con la nuova situazione di uso esclusivo dello spazio, in alternativa chiusura dell'apertura su tale spazio.

    Luigi
     
  13. salves

    salves Membro Assiduo

    Professionista
    Penso che questi non abbia avuto possibilità di accatastars il lastrico in quanto dovrebbe essere stato censito come bene comune non censibile, e per passare un b.c.n.c. a proprietà esclusiva anche l'ag. del territorio chiede l'allineamento delle intestazioni della particella per fare cio cosa che il condomino non ha da poter dimostrare.

    Per quanto riguarda la titolarità da quanto letto si può affermare che è un bene comune al condominio e quindi di proprietà di quanti ne fanno parte, sulla situazione della realizzazione della scala di accesso da parte di un solo condomine ti consiglio di verificare con l'amministratore di eventuali autorizzazione in tempi più remoti e sconosciuti ad entrambi in caso attivarsi per la sistemazione della situazione.

    Ciao salves
     
  14. Luigi Barbero

    Luigi Barbero Membro Senior

    Proprietario di Casa
    Senza andare a scomodare i geometri(caso mai serviranno dopo....) od i commercialisti (idem) o gli avvocati (ri-idem) la verifica catastale la puoi fare anche tu. Da casa tua, molto comodamente e con un costo contenuto -circa una ventina di euro-rivolgendoti ad una azienda convenzionata con il nostro sito Propit. Si chiama Homeonline. Chiedi all'Amministratore di fornirti delle credenziali per ottenere uno sconticino dalla predetta ditta, e nel giro di poche ore hai la risposta sul tuo PC. Poi, se il caso lo richiederà, potrai interpellare i geometri, i commercialisti, gli avvocati ecc. ecc.
     
  15. effemme8

    effemme8 Membro Attivo

    Proprietario di Casa
    grazie

    ma se fosse accatastato : che categoria catastale sarebbe ?

    e se fosse "stato fuso" (come pertinenza) ? come me ne accorgo ?
     
  16. Luigi Barbero

    Luigi Barbero Membro Senior

    Proprietario di Casa
    Come ti ho già consigliato, rivolgendoti a quella società, puoi ottenere via e-mail le risposte ai tuoi quesiti. Credo che comunque, il primo passo da compiere, sia quello di ottenere l'elenco delle particelle e dei subalterni che interessano il tuo stabile. Dopo, analizzando l'elenco potrai già farti un'idea più precisa della situazione.
    Dimenticavo, se ancora non hai contattato l'Amministratore, come ti avevo suggerito ieri, il link sl quale cliccare per entrare in contatto con la HomeonLine, lo trovi in alto, sulla destra, in rosso all'apertura di propit.it.
     
  17. Luigi Barbero

    Luigi Barbero Membro Senior

    Proprietario di Casa
    C'è scitto: Visure e documentazioni on line. Clicca qui. (non qui, là):^^:
     

Per rispondere Entra o Registrati è Gratis…

Perchè dovresti Registrarti?

  • Partecipare e Creare Discussioni
  • Trovare Consigli e Suggerimenti
  • Condividere i tuoi Interessi
  • Informarti sulle Novità

Condividi questa Pagina