1. propit.it è il primo e unico forum italiano interamente dedicato ai Proprietari di Casa e agli Inquilini conduttori di proprietà immobiliari.

    Su propit.it puoi approfondire nuove leggi, leggere opinioni, recensioni e consigli, scoprire nuovi strumenti, confrontarti e trovare modulistica fiscale, legale e contabile per gestire la proprietà immobiliare.

    Registrarsi è gratis ed elimina la pubblicità

Tag (etichette):
  1. antonio 67

    antonio 67 Membro Attivo

    Proprietario di Casa
    Buonasera,
    volevo chiedere se la ripartizione delle spese condominiali in presenza di uno studio
    dentistico deve essere fatta solo in base alle quote millesimali, oppure se esiste qualche
    normativa in base alla quale si possano addebitare allo studio delle spese aggiuntive
    dovute al maggiore utilizzo di ascensore, luce delle scale, pulizie ecc. considerando che, su sei appartamenti, due sono adibiti a studio.
    Grazie
     
    A possessore piace questo elemento.
  2. condobip

    condobip Membro Storico

    Proprietario di Casa
    Nessun aumento rispetto a quanto specificato dall'art 1123 cc, salvo non sia già previsto dal Regolamento di Condominio Contrattuale.
     
    A possessore piace questo elemento.
  3. dolly

    dolly Membro Senior

    Professionista
    Concordo. Non esiste nessuna normativa che consenta un addebito maggiore di spese in rapporto all'utilizzo di cose comuni. L'art. 1123 c.c. dispone infatti la ripartizione delle spese in misura proporzionale al valore della proprietà di ciascuno (a meno che, oltre che previsto dal RdC, non vi sia una delibera in tal senso assunta con il consenso unanime di tutti i condòmini).
     
    A possessore piace questo elemento.
  4. antonio 67

    antonio 67 Membro Attivo

    Proprietario di Casa
    Grazie per i chiarimenti.
     
  5. dolly

    dolly Membro Senior

    Professionista
    De nada!:fiore:
     
  6. possessore

    possessore Membro Senior

    Proprietario di Casa
    Io una verifica in più la farei.

    Ho sottomano un regolamento di condominio, che all'ARTICOLO 2 così recita:

    ART. 2

    Gli appartamenti dei condomini devono essere destinati esclusivamente ad uso di abitazione o di studio professionale. E' fatto divieto di adibire i locali a scuole di canto, musica o ballo, clinica medica o gabinetto dentistico, ed in genere a qualsiasi uso incompatibile col decoro e con la tranquillità dell'edificio. Non si possono esporre targhe o insegne senza il consenso dell'Amministratore, cui è affidata la tutela ed il decoro dell'immobile.

    Conseguentemente, io verificherei che nel regolamento di condominio dove si trova lo studio dentistico, non ci sia l'espresso divieto di adibire un appartamento a studio dentistico.

    E' sempre importante leggere bene il regolamento di condominio!
     
  7. adimecasa

    adimecasa Membro Storico

    Professionista
    art. 1102 c.c., per il resto ci sono altri uffici preposti e incaricati, per vedere se è possibile esercitare certe attività nei condomini, ciao
     
    A possessore piace questo elemento.
  8. possessore

    possessore Membro Senior

    Proprietario di Casa
    OK per il riferimento normativo adimecasa, però io prima cercherei nel posto più banale, il regolamento di condominio ;)

    Scommettiamo che nelle righine piccole del regolamento di condominio c'è scritto che non si possono adibire le abitazioni a studi dentistici? :)

    Molti regolamenti lo vietano. Non vorrei giurarci, ma anche il mio. Devo trovare il tempo di scansionarlo e spararmelo su GMAIL, così posso consultarlo quando voglio e soprattutto dovunque io sia.
     
  9. adimecasa

    adimecasa Membro Storico

    Professionista
    leggi bene il 1102 c.c. e convincerai che il regolamento non può vietare uno studio dentistico. ciao
     
    A possessore piace questo elemento.
  10. possessore

    possessore Membro Senior

    Proprietario di Casa
    Ma come? Io credevo che un regolamento contrattuale accettato in fase di rogito notarile prevalesse sul codice civile! Sennò i patti contrattuali, anch'essi presenti nel rogito, che li mettono a fare? Per allungare il testo e pagare più marche da bollo??
     
  11. condobip

    condobip Membro Storico

    Proprietario di Casa
    Si che è possibile che un Regolamento di Condominio Contrattuale preveda il divieto di adibire una u.i. a studio medico (e non solo quello);

    In tema di regolamento di condominio avente natura contrattuale, le restrizioni alle facoltà inerenti alla proprietà esclusiva devono essere formulate in modo espresso o comunque non equivoco e non possono quindi dar luogo ad un'interpretazione estensiva delle relative norme. Conseguentemente va fatta una netta distinzione tra i divieti, contenuti eventualmente nel regolamento contrattuale, di adibire le unità immobiliari ad "ambulatorio" o a "studio medico": --- Cassazione Civile, Sez. II, 19.09.2010 n. 6719
     
    A possessore piace questo elemento.
  12. possessore

    possessore Membro Senior

    Proprietario di Casa
    OK, quindi bisogna che la persona coinvolta vada - per puro sfizio - a leggere TUTTO il Regolamento Condominiale. Magari stiamo parlando di qualcosa che è vietato dalla notte dei tempi, ed è sempre stato fatto col benestare dovuto all'ignoranza dei condòmini. Ignoranza nel senso che hanno sempre ignorato il divieto.
     
  13. adimecasa

    adimecasa Membro Storico

    Professionista
    se non contrasta con il codice civile però, il tuo diritto è anche un mio diritto. l'importante è capire quale è il tuo diritto per farsi che diventi anche mio ciao
     
  14. condobip

    condobip Membro Storico

    Proprietario di Casa
    L'art. 1102 cc non è inderogabile e tratta delle cose comuni, per cui se un Regolamento Condominiale Contrattuale vieta l'uso a studio medico (o altro) delle unità immobiliari private, questo vale come divieto. :)
     
    A possessore piace questo elemento.
  15. dolly

    dolly Membro Senior

    Professionista
    Certo, ma la domanda iniziale dell'O.P. era un'altra:

     
    A possessore piace questo elemento.
  16. possessore

    possessore Membro Senior

    Proprietario di Casa
    Non ho evidenza dell'esistenza di norme per cui ad un appartamento si possano addebitare spese maggiori di quelle previste dai millesimi e dai criteri di ripartizione standard, qualora questo appartamento comporti un maggiore utilizzo delle aree comuni a causa dell'attività in esso esercitata.....
     

Per rispondere Entra o Registrati è Gratis…

Perchè dovresti Registrarti?

  • Partecipare e Creare Discussioni
  • Trovare Consigli e Suggerimenti
  • Condividere i tuoi Interessi
  • Informarti sulle Novità

Condividi questa Pagina