1. propit.it è il primo e unico forum italiano interamente dedicato ai Proprietari di Casa e agli Inquilini conduttori di proprietà immobiliari.

    Su propit.it puoi approfondire nuove leggi, leggere opinioni, recensioni e consigli, scoprire nuovi strumenti, confrontarti e trovare modulistica fiscale, legale e contabile per gestire la proprietà immobiliare.

    Registrarsi è gratis ed elimina la pubblicità

  1. azur

    azur Nuovo Iscritto

    ciao, 1 mio messaggio, scusate se nn mi sono presentata... ma ho una questione spinosa che vorrei risolvere al + presto e con precisione.

    mio padre nel 1994 ha fatto una pratica di condono che non è stata mai chiusa; ha versato delle somme dividendo un fabbricato fra i piani mio , di mia sorella e suo, quindi in tre parti.

    Chi fece i conteggi partì da 150 metri quadri, con un eccesso di 29 mq, e mio padre pagò. Dopodichè è stato male e non è stato fatto più nulla, oltre ai versamenti con i conteggi fatti dal tecnico.

    Oggi vorrei sistemare tutto, al fine di ottenere la concessione edilizia, ed in alcuni vecchi documenti ho trovato che è stata condonata un'area pari a 150 metri + 29 di eccedenza.

    In alcuni documenti online trovo il limite di 750 metri cubi (quindi un volume!!!), mentre il tecnico a cui mi rivolgo parla di 105 metri quadrati + l'eccedenza...

    Mi direste gentilmente da dove devo partire?

    Ho letto che in alcuni casi la differenza del dovuto è caduta in prescrizione per il silenzio/assenso, dovuto a 2 anni + 10 di prescrizione...

    scusate ho una confusione immensa in testa, e vorrei arrivare preparata al colloquio col tecnico!
    :disappunto:
     
  2. azur

    azur Nuovo Iscritto

    Mi rendo conto dal titolo che ho nominato anche una convenzione...
    la costruzione è su un terreno che è stato lottizzato privatamente, ed esiste un contratto di convenzione tramite cui suddetta persona si imegnava ad eseguire tutte le opere di urbanizzazione primaria e secondaria.
    Nel calcolo degli oneri concessori suddette cifre dovrebbero essere scorporate giusto? purtroppo mio padre è morto e non gli posso chiedere perchè si incavolava ogni volta che veniva sollevata la questione, ma dal contratto di convenzione fra il lottizzante ed il comune leggo che il lottizzante si impegnava a fare suddette opere ed a passarle in seguito al comune, ho inoltre trovato una scrittura privata (ha valore legale?) nella quale si attesta che mio padre ha versato al lottizzante una cifra (quasi superiore al costo del terreno!!!!) proprio per suddette opere.

    vi prego ditemi dove se sbaglio e dove!
     
  3. adimecasa

    adimecasa Membro Storico

    Professionista
    Risposta x azur quanto tu dici e molto ostico senza poter visionare tutta la documentazione, l'unico consiglio che ti posso dare è consulta un buon tecnico, esaminate il tutto, che troverete varie soluzioni, mi sembra che sia l'unica via da prendere, ciao adimecasa :daccordo::fiore::fiore:
     
  4. azur

    azur Nuovo Iscritto

    grazie, ad un tecnico ci siamo già rivolti, ma mi è sembrato spiazzato pure lui!
    avevte qualche testo di urbanistica da consigliarmi? perchè di urbanistica si tratta, vero?
     

Per rispondere Entra o Registrati è Gratis…

Perchè dovresti Registrarti?

  • Partecipare e Creare Discussioni
  • Trovare Consigli e Suggerimenti
  • Condividere i tuoi Interessi
  • Informarti sulle Novità

Condividi questa Pagina