1. propit.it è il primo e unico forum italiano interamente dedicato ai Proprietari di Casa e agli Inquilini conduttori di proprietà immobiliari.

    Su propit.it puoi approfondire nuove leggi, leggere opinioni, recensioni e consigli, scoprire nuovi strumenti, confrontarti e trovare modulistica fiscale, legale e contabile per gestire la proprietà immobiliare.

    Registrarsi è gratis ed elimina la pubblicità

Tag (etichette):
  1. paradox

    paradox Membro Junior

    Proprietario di Casa
    Salve,

    In data 19/11/2014 un ufficio tecnico mi comunica l’esito favorevole di una domanda di condono. Per il rilascio di tale documento mi si chiede una somma da pagare a titolo di oneri concessori.

    Ora, mi pare di ricordare che la scadenza del termine per il pagamento degli oneri ut supra sia di 10 anni dalla comunicazione di approvazione della domanda di condono.

    Chiedo conferma di ciò a voi esperti.

    Grazie
     
  2. moralista

    moralista Membro Attivo

    Professionista
    non credo che sia ancora valida l'accettazione di un condono del 2014, quando non esisteva nessun condono nazionale, che non sia una sanatoria?
     
  3. raffaelemaria

    raffaelemaria Membro Assiduo

    Professionista
    I condoni vecChi sono ancoa nei cassetti dei comuni e faticano a definirli. Con la richiesta di soldi. non hanno messo data per il pagamento? Se effettivamente era un condono edilizio,trascorsi dieci anni, se la domanda era completa di tutti i documenti,il comune non ha più motivo per richiedere soldi.
     
  4. moralista

    moralista Membro Attivo

    Professionista
    se non ti chiede soldi non avrai il condono o sanatoria e neanche l'abitabilità
     
  5. paradox

    paradox Membro Junior

    Proprietario di Casa
    Ciao

    Provo a spiegarmi meglio. Il condono è stato richiesto nel 2014 e il comune era obbligato a concederlo perchè trattasi di abitazione acquistata presso un tribunale (ergo si ha diritto a condonare).

    Il comune ha approvato il condono a novembre del 2014 (mi ha mandato un documento in cui mi comunica cle il procedimento si è concluso con esito favorevole).

    Nello stesso documento è quantificato quanto pagare a titolo di conguaglio oneri concessori ma non c'è una data di scadenza ("pagare tot entro...")

    Vorrei capire se c'è un termine stabilito entro cui pagare (e quindi ritirare la concessione in sanatoria) oppure è possibile versare l'importo richiesto anche dopo alcuni anni.

    Grazie
     
  6. moralista

    moralista Membro Attivo

    Professionista
    non è un condono ma una sanatoria, la quale viaggia in un modo diverso dal condono, che il comune abbia l'obbligatorietà di sanare è una cosa, e per la determinazione dei costi e altre spese le devi presentare tu al comune il quale verifica il tutto e paghi con F.24 le sanzioni e oneri urbanistici, con il tacito assenso ottieni l'abitabilità dopo 60 giorni tutto qui, ma non parlare di condono?
    ripresentando tutte le schede aggiornate e accatastate
     
    A Daniele 78 piace questo elemento.
  7. paradox

    paradox Membro Junior

    Proprietario di Casa
    La comunicazione che ho ricevuto recita :

    " In riferimento all'istnza presentata dalle SS.LL. tendente ad ottenere il CONDONO EDILIZIO di cui all'oggetto, si comunica che il procedimento si è concluso in modo favorevole".

    Ecco perchè lo chiamo condono.

    La domanda che sto cercando di porre è molto semplice :

    Dal momento in cui ricevo la comunicazione che il condono richiesto (47/85) sarà rilasciato previo versmento degli oneri concessori, quanto tempo ho per pagare tali oneri? C'è una scadenza?

    Grazie
     
  8. raffaelemaria

    raffaelemaria Membro Assiduo

    Professionista
    Se hai difficoltà a pagare chiedi al Comune la rateizzazione
     
  9. paradox

    paradox Membro Junior

    Proprietario di Casa
    Non ho difficoltà a pagare, vorrei capire se c'è una scadenza o meno. Nella comunicazione ricevuta non è menzionato nulla in merito
     
  10. Gianco

    Gianco Membro Storico

    Professionista
    Il deposito della domanda della concessione in sanatoria deve avvenire entro centoventi (120) giorni dall’emissione del decreto di trasferimento, così come disposto dal DL 23 aprile 1985 n. 146 e dai successivi interventi legislativi che hanno lasciato fermo tale termine.
    La prescrizione per il pagamento per gli oneri è di 10 anni.
     
    A paradox piace questo elemento.
  11. paradox

    paradox Membro Junior

    Proprietario di Casa
    Ciao Gianco,

    E' esattamente così. Abbiamo inoltrato la domanda entro 120 giorni pagando l'oblazione e la domanda è stata approvata.

    Per il rilascio si richiede il versamento di :

    Conguaglio oneri concessori
    Diritti di segreteria

    Se ho ben capito, ho tempo 10 anni per pagare tali somme ? (l'idea è di pagare il tutto solo quando venderò l'immobile).

    Un tecnico mio conoscente mi dice che a Roma dopo due mesi l'accettazione decade e si deve effettuare nuovamene l'istruttoria.

    Il tecnico incaricato, viceversa, mi ha comunicato che ho 3 anni di tempo (specifico che il cespite in questione non è sito a Roma ma in un comune in provincia di Frosinone).

    Non esiste una normativa nazionale a riguardo?

    Grazie
     
  12. Gianco

    Gianco Membro Storico

    Professionista
    Il comune ha dieci anni per richiedere gli oneri, se riterrai opportuno potrai rateizzare 50% subito il resto a 3, 6 mesi, oltre agli interessi.
     
  13. paradox

    paradox Membro Junior

    Proprietario di Casa
    Non riesco a spiegarmi...

    Il comune mi ha già chiesto gli oneri. Quanto tempo ho per pagarli? C'è un termine prestabilito ?

    Grazie
     
  14. Gianco

    Gianco Membro Storico

    Professionista
    Dovresti avere un anno per poter definire la pratica, altrimenti devi ricominciare l'iter.
     
  15. paradox

    paradox Membro Junior

    Proprietario di Casa
    Quindi , dato che la richiesta di pagamento oneri è del novembre 2014,devo ripresentare di nuovo tutto?

    Scrivi "dovresti"...a quale normativa ci si riferisce in questi casi? E' valida in tutta Italia oppure ogni comune può decidere le tempistiche che ritiene più opportune?

    Grazie
     
  16. Gianco

    Gianco Membro Storico

    Professionista
    Trascorso un anno, archiviano. Lo so per esperienza personale.
     
  17. moralista

    moralista Membro Attivo

    Professionista
    anche di meno
     
  18. paradox

    paradox Membro Junior

    Proprietario di Casa
    Gianco ti ringrazio. Un'ultima cosa (non odiarmi..) : ove fossi costretto a ricominciare l'iter, dovrei pagare di nuovo anche l'oblazione ? E' possibile che, poichè ora presenteremmo una richiesta di concessione in sanatoria oltre i 120 gg dal decreto di trasferimento, l'ufficio tecnico neghi l'approvazione (che aveva invece dovuto concedere la prima volta?).
     
  19. Gianco

    Gianco Membro Storico

    Professionista
    Dovrai pagare nuovamente i diritti di segreteria non gli oneri e se avevi diritto alla richiesta di condono edilizio, trascorsi 4 mesi ti è preclusa tale possibilità.
     
    A paradox piace questo elemento.

Per rispondere Entra o Registrati è Gratis…

Perchè dovresti Registrarti?

  • Partecipare e Creare Discussioni
  • Trovare Consigli e Suggerimenti
  • Condividere i tuoi Interessi
  • Informarti sulle Novità

Condividi questa Pagina