1. propit.it è il primo e unico forum italiano interamente dedicato ai Proprietari di Casa e agli Inquilini conduttori di proprietà immobiliari.

    Su propit.it puoi approfondire nuove leggi, leggere opinioni, recensioni e consigli, scoprire nuovi strumenti, confrontarti e trovare modulistica fiscale, legale e contabile per gestire la proprietà immobiliare.

    Registrarsi è gratis ed elimina la pubblicità

Tag (etichette):
  1. sylvie70

    sylvie70 Nuovo Iscritto

    qualcuno sa darmi quelche info in più rispetto al condoni edilizio di cui si parla in questi giorni ?

    grazie per l'aiuto
     
  2. acquirente

    acquirente Nuovo Iscritto

    l termine ultimo per richiedere la sanatoria (comunemente confusa con un “condono” edilizio, che è invero altra cosa) è fissato nella giornata del 31 dicembre 2010.
    Entro quella data, chi può vantare dei diritti di proprietà sull’immobile deve dichiarare al catasto le irregolarità oggetto di futuro censimento.
    COSA PUO’ ESSERE SANATO
    A divenire oggetto di sanatoria sono tutte le proprietà immobiliari ad uso di civile abitazione. Non solo: oltre alle case sono sanabili anche altri immobili, come ad esempio i box auto o i magazzini ad uso deposito.
    PERCHE’ E’ UTILE EFFETTUARE LA SANATORIA
    Utilizzare la sanatoria consente al proprietario immobiliare di non incappare in future sanzioni, che potrebbero comportare gravi conseguenza considerata la particolare natura del reato di abuso edilizio.
    Al di là dell’assenza di sanzioni accessorie, occorre anche valutare che nell’ipotesi di sanatoria le imposte (come l’ICI) non subiranno retrodatazioni di calcolo molto onerose.
     
    A maidealista piace questo elemento.
  3. leontino

    leontino Nuovo Iscritto

    Professionista
    scusate ma parlate di sanatoria catastale? e poi per la parte urbanistica? dichiariamo al Comune una irregolarità che non si potrà sanare?
     
  4. acquirente

    acquirente Nuovo Iscritto

    Parliamo di sanatoria catastale.
     
  5. vaivalentina

    vaivalentina Membro Junior

    Proprietario di Casa
    Ciao, per caso questa sanatoria è applicabile a una soffitta c/2 nella pratica utilizzata come un A2 perchè abitata?Grazie
     
  6. sylvie70

    sylvie70 Nuovo Iscritto

    Quindi se ho capito bene,
    se al catasto è dichiarato qualcosa di diverso rispetto alla situazione di fatto, possiamo dichiararlo entro il 31 dicembre per sistemare la scheda catastale senza avere sanzioni ?
     
  7. Greg

    Greg Nuovo Iscritto

    interessa anche a me....!:ok:
     
  8. piccola63

    piccola63 Nuovo Iscritto

    ma se accatastassi l'ampliamento di un cucinotto (mq 2 circa di aumento di cubatura) ??? Quale sarebbe la mia posizione dal punto di vista urbanistico, visto che nel Lazio siamo penalizzati da un "" PIANO CASA"" F A N T A S M A??
     
  9. vaivalentina

    vaivalentina Membro Junior

    Proprietario di Casa
    Anche tu abitante di sottotetto?
     
  10. leontino

    leontino Nuovo Iscritto

    Professionista
    attenzione!! se comunicate delle variazioni catastali il Comune ne viene a conoscenza e potreste incorrere a ordinanze di demolizioni se l'immobile è abusivo.
     
    A piccola63 piace questo elemento.
  11. maidealista

    maidealista Fondatore Membro dello Staff

    Proprietario di Casa
    La sanatoria catastale non elimina gli abusi

    C'è chi ha realizzato un soppalco nel monolocale e chi si è dimenticato di aggiornare il Catasto dopo aver ereditato la casa di campagna. C'è chi ha scoperto di abitare in un alloggio registrato come ufficio (A/10) e chi ha costruito una parete divisoria in cartongesso senza avvisare il Comune.
    È una galleria di sviste, dimenticanze e piccole irregolarità quella che emerge dalle domande inviate al forum online legato alla Guida pratica «Le novità per la casa», pubblicata con Il Sole 24 Ore di ieri. In ballo non ci sono le case interamente abusive – i cui proprietari stanno in silenzio, sperando in un condono – ma le innumerevoli modifiche di lieve entità con cui gli italiani hanno plasmato negli anni il patrimonio edilizio.

    Il Dl 78/2010, all'articolo 19, avvia una manovra in due mosse: da un lato, afferma che i rogiti stipulati dal 1° luglio potranno avvenire solo se ci sarà conformità tra i dati catastali, le planimetrie e lo stato di fatto; dall'altro, stabilisce che fino al 31 dicembre i proprietari di edifici non in regola con il Catasto potranno mettersi a norma.
    A fare la differenza, però, saranno i profili urbanistici ed edilizi, che non possono essere sanati con un semplice accatastamento. Ad oggi, la manovra finanziaria non prevede un condono edilizio: quindi, chi ha commesso violazioni formali, potrà mettersi in regola con l'agenzia del Territorio (per i profili catastali) e con il Comune (per quelli urbanistico-edilizi), per poi vendere tranquillamente l'abitazione o darla in affitto. Chi ha commesso violazioni sostanziali, invece, si troverà in una scomoda impasse: potrà sì accatastare l'edificio, ma rischierà l'intervento del Comune, che potrà anche ordinare la demolizione. Casi come quello del lettore cui il municipio ha già intimato la demolizione della veranda rientrano perfettamente in questa casistica. Ma ci sono anche situazioni molto meno gravi: per il muro in cartongesso (così come per le opere realizzate senza titolo abilitativo ma comunque conformi alla disciplina vigente all'epoca dei fatti) si può chiedere la sanatoria ordinaria. Il procedimento costa come minimo 516 euro di oblazione, più la parcella del professionista, ma non vale la pena di rischiare.
    La sanatoria catastale non elimina gli abusi - Il Sole 24 ORE
    :daccordo:
     
    A piccola63 e Much More piace questo messaggio.
  12. piccola63

    piccola63 Nuovo Iscritto

    ma se questo fantomatico piano casa fosse esecutivo anche per il Lazio, si potrebbero "sistemare" piccole cose che non possono essere altrimenti accatastate, e sottolineo p i c c o l e c o s e.......... non la costruzione abusiva di un villone!!! Ma i nostri politici stanno ancora patteggiando, arriverà la fine dell'anno e per non del Lazio ancora niente???:disappunto:
     
  13. Steven

    Steven Nuovo Iscritto

    Salve a tutti,...ne approfitto per un (spero) rapido chiarimento.
    Prima casa con verandatura (circa dieci anni fa) del terrazzo adiacente la cucina, regolarizzato in termini urbanistici, ma mai accatastata.
    Cosa rischiom in concreto se continuo a non effettuare l'accatastamento? Accatastare entro il 31712/2010 o accatastare successivamente, cosa cambia?

    Grazie pere le eventuali risposte

    Stefano
     
  14. leontino

    leontino Nuovo Iscritto

    Professionista
    attenzione, piccola63, il piano casa così com'è stata concepita non permettere di sanare le opere già realizzate, ma permette soltanto di ampliare gli immobili esistenti. E non provate a far passare ciò che è realizzato per da realizzare in quanto molto spesso i comuni vogliono le foto dell'esistente
     
    A piccola63 piace questo elemento.
  15. marcsac

    marcsac Nuovo Iscritto

    Buonasera,
    La mia situazione è questa locale c/3 usato come a/4 (al catasto risultano 3 vani, ma nel corso degli anni è stato ridiviso ed ora sono 4 + sevizi ), la mia domanda è: posso usufruire della sanatoria ?

    Grazie in anticipo a chi vorrà darmi una risposta.

    Marcello
     
  16. metronos

    metronos Nuovo Iscritto

    Ciao a tutti, mi chiamo Tonino anche se mi presento come metronos. Mi sono iscritto oggi a questo portale perche' vorrei capire qualche cosa su questa benedetta sanatoria catastale.
    Dai tanti post ho capito, forse, una cosa che la sanatoria se cosi puo' essere denominata sana solo l'aspetto catastale.
    esempi
    - se io ho costruito con regolare licenza edilizia un piano servizi (C2) e non l'ho mai accatastato posso ora farlo senza incorrere a sanzioni per gli anni pregressi ma resta comunque un piano servizi.
    - se ho costruito con regolare licenza edilizia un piano servizi ma in seguito l'ho reso abitabile effettuando alcuni lavori (servizi ecc.) con questa sanatoria catastale potrei assegnare la ctg (A4) ma di fatto non concludo un gran che, anzi mi espongo ad un eventuale controllo comunale perche' urbanisticamente l'immobile non è formalmente a posto (ci vorrebbe un condono o il rilascio di una concessione edilizia per modificare la destinazione d'uso)
    - se ho comprato un immobile con ctg.A/10 utilizzandolo come abitazione e chiedo la sanatoria catastale non ho risolto l'aspetto urbanistico, come il caso precedente, in quanto occorre una concessione edilizia per cambio destinazione d'uso o una sanatoria.
    E' corretta la mia interpretazione?
    Per qualsiasi informazione potete contattarmi anche tramite mail
     
    A ccc1956 piace questo elemento.
  17. ccc1956

    ccc1956 Nuovo Iscritto

    manovra economica, tutte le novità sulla casa
    nonostante l'incertezza sul futuro del governo, la priorità era l'approvazione della manovra economica per i prossimi tre anni. con il parere favorevole del senato adesso non ci sarà bisogno di un riesame da parte della camera. tra i protagonisti della manovra c'è la casa

    la prima grande novità riguarda le case fantasma. il governo ha accolto un ordine del giorno presentato alla legge di stabilità per prorogare di un anno, fino al 31 dicembre 2011, il termine per la regolarizzazione degli immobili non ancora accatastati

    così spiega il governo la sua scelta:
    "la proroga, sollecitata dai vari ordini professionali e da tanti cittadini, si rende necessaria a causa delle inclementi condizioni meteorologiche e dell'eccessivo carico di lavoro dei professionisti incaricati che certamente non potranno far fronte alle incombenze del caso entro il termine del prossimo 31 dicembre"

    ecobonus. già annunciata da qualche settimana, è in vigore la proroga di un anno del 55% per chi effettua interventi di riqualificazione energetica degli edifici. l'ecobonus va speso però in 10 anni e non più in cinque

    esenzione IVA. in materia fiscale è previsto che l'esenzione IVA per immobili invenduti passa da quattro a cinque anni. sono previste imposte anticipate per chi acquista un immobile in leasing e una "sostitutiva" relativa ai contratti in essere che dovrebbe portare maggior gettito per 173 milioni nelle casse dello stato


    manovra finanziaria 2010 — idealista.it/news
     
    A metronos piace questo elemento.
  18. ccc1956

    ccc1956 Nuovo Iscritto

    grazie per la reputazione negativa....................ma almeno mi spieghi perche' dato che ti ho postato un articolo che parla del rinvio proprio del condono???
    A buon rendere
     
  19. metronos

    metronos Nuovo Iscritto

    scusami ma non sapevo di darti una reputazione negativa!!!!!
    ti ringrazio per il link molto interessante sulla proroga dei termini per il condono catastale ma cercavo qualcuno che mi desse una risposta al mio problema... sono nuovo del forum pertanto ti prego di scusarmi di nuovo. Puoi aiutarmi piuttosto indirizzando il quesito a qualcuno che mi puo' aiutare? grazie CC1956.....
     
    A ccc1956 piace questo elemento.
  20. castro

    castro Nuovo Iscritto

    marcsac no, non è un condono edilizio ma solo un aggiornamento catastale, quindi se vuoi fare il cambio di destinazione d'uso ma laboratorio c/3 ad abitazione a/4-3 devi informarti presso l'ufficio tecnico del comune dove è ubicato l'immobile a mezzo di un tecnico di tua fiducia e fare una dia x cambio di destinazione se è possibile, dopodichè "ri-accatasti" l'immobile
     
    A marcsac piace questo elemento.

Per rispondere Entra o Registrati è Gratis…

Perchè dovresti Registrarti?

  • Partecipare e Creare Discussioni
  • Trovare Consigli e Suggerimenti
  • Condividere i tuoi Interessi
  • Informarti sulle Novità

Condividi questa Pagina