1. propit.it è il primo e unico forum italiano interamente dedicato ai Proprietari di Casa e agli Inquilini conduttori di proprietà immobiliari.

    Su propit.it puoi approfondire nuove leggi, leggere opinioni, recensioni e consigli, scoprire nuovi strumenti, confrontarti e trovare modulistica fiscale, legale e contabile per gestire la proprietà immobiliare.

    Registrarsi è gratis ed elimina la pubblicità

  1. ziggy

    ziggy Membro Attivo

    Proprietario di Casa
    Buongiorno a tutti,
    la situazione è complessa, ma per quanto possibile, cercherò di spiegarmi in modo sintetico.
    Premesso che il grupo di villette a schiera in cui abito fa parte di un supercondominio e che ogni gruppo di case è servito da una strada privata che si dirama da una principale pubblica, nel 2010 in seguito ad una frana verificatasi nel terreno sottostante la strada privata di cui anche io sono proprietaria è parzialmente crollata. Sotto alla strada passa un tubo che raccoglie l'acqua piovana che scende da tutta la collina dove sono edificate le vilette che originano il supercondominio e le nostre case sono le ultime del complesso. È necessario ripristinare il deflusso dell'acqua piovana perché il tubo che la convogliava nel rio vicino si è tranciato con la frana e quindi scarica nel terreno. Responsabilità del costruttore a parte, che per questo motivo ha un procedimento penale in corso, vorrei sapere se la spesa per il ripristino di questa condotta è da ripartirsi tra i condomini del supercondominio oppure ai soli condomini della strada privata, salvo ripetizione delle spese sui responsabili ........ma questa è altra storia.
    Spero di essere riuscita a formulare la donanda in modo comprensibile.
     
  2. Dimaraz

    Dimaraz Membro Assiduo

    Proprietario di Casa
    I soldi intanto li pagano quanti utilizzano quella tubazione di scarico (tutti quanti si trovino a monte della stessa) salvo titolo diverso.

    Parli di "frana" quindi non si comprende quali motivi addebitabili al costruttore o atri responsabili.
     
  3. ziggy

    ziggy Membro Attivo

    Proprietario di Casa
    Frana nel terreno del costruttore e crollo di parte della strada da lui edificata senza progetto ,senza collaudo, senza muro di contenimento ,senza perizia geologica, sversando metri e metri cubi di terra da riporto senza criterio per formare il rilevato , in barba ai vincoli idrogeoloci
     
  4. Dimaraz

    Dimaraz Membro Assiduo

    Proprietario di Casa
    In galera...anzi...crocifiggetelo in sala mensa e procedete con lapidazione sommaria.
     
  5. ziggy

    ziggy Membro Attivo

    Proprietario di Casa
    noo....il sangue mi fa impressione
     
  6. Luigi Criscuolo

    Luigi Criscuolo Membro Storico

    Proprietario di Casa
    quindi anche tu sei partecipe di tale obbrobrio? oppure il franamento ha coinvolto il terreno di proprietà del supercondominio sul quale scorreva la strada?
    Chi è il proprietario di questo tubo di scarico che è stato interrato creando una servitù di passaggio nelle proprietà altrui? Potrebbero essere le perdite di questo tubo che, saturando il terreno, hanno innescato il franamento del piede del versante.
    sei sicura che questo scarico sia conforme con le disposizioni emanate dalla Regione Liguria e dalla ormai ex Provincia della tua città?
    tu hai comprato casa senza assicurarti che tutto ciò fosse in regola? Il comune dove era? è stato edificato un supercondominio ed i vigili urbani non se ne sono accorti? Chi ha dato il permesso di costruire?
     
  7. moralista

    moralista Membro Attivo

    Professionista
    Qualcuno avrà chiesta L'abitabilità /Agibilità avrà firmato il fine lavori con quale collaudo tutto ciò è stato rilasciato?
     
  8. Gianco

    Gianco Membro Storico

    Professionista
    Proseguendo con lo scherzo: potreste annegarlo.
     
  9. Gianco

    Gianco Membro Storico

    Professionista
    Il collaudo e l'agibilità generalmente non si estende alla bontà del sottofondo stradale che solo se sollecitato o soggetto ad infiltrazioni può cedere.
     
  10. ziggy

    ziggy Membro Attivo

    Proprietario di Casa
    Ho letto solo ora i vostri commenti.......sono stata all'udienza dalle 11 alle 16.30.
    Se non fosse una cosa tragica per tutti i soldi che ho speso e spendero' ci sarebbe da ridere......
    L'illustrissimo tecnico del tribunale nonostante abbia accertato che non esiste un progetto della strada, non esiste una perizia geologia della fase esecutiva e neppure della progettazione, non è stato fatto il collaudo, il pendio è di forte acclivio e non è stato fatto un muro di contenimento per il rilevato realizzato con terra da riporto, gli abitanti sono stati allontanati dalle abitazioni per 14 mesi ecc ecc ..... Conclude dicendo che la teoria è che:
    i collaudi , progetto ecc si sarebbero dovuti fare, ma in pratica non li fa nessuno?????? quindi la colpa è di uno nessuno e centomila...
    Perciò se il carabiniere vi ferma perché in un rettilineo in discesa voi fate i 200 Km/h e c'è il divieto che non potete superare i 120 .....potete rispondere che in teoria il divieto esiste ma in pratica non lo rispetta nessuno.......quindi niente multa e niente decurtazione di punti.
    In buona sostanza nell'aula di un tribunale del paese delle banane si può tranquillamente affermare che la legge è solo teoria e la pratica abilita ad aggirare le leggi.
     
  11. moralista

    moralista Membro Attivo

    Professionista
    :stretta_di_mano: Che il C.T.U. nella sua relazione abbia evidenziato cose non in linea con le norme, ma il giudice quale sentenza ha applicato :soldi:
     
  12. Gianco

    Gianco Membro Storico

    Professionista
    Il CTU espone il suo punto di vista. I CTP possono confutare tale teoria in sede di osservazioni alla ctu e dopo il suo deposito, se non sono state prese in considerazione, possono essere riproposte al giudice che richiama il CTU a fornire eventuali altre delucidazione, se queste non fossero soddisfacenti, potrà nominare un altro CTU.
    Domanda: ma voi l'avevate un vostro ctp? E se si, ha contestato in modo adeguato la relazione del consulente d'ufficio?
     
  13. ziggy

    ziggy Membro Attivo

    Proprietario di Casa
    Il processo dura da sei anni e presumibilmente la sentenza arriverà a fine 2016.
    Ci sono già stati 2 CTU e 4 perizie più un ATP.
    La situazione è chiara ma stabilire nel concorso le responsabilità è certamente più complicato. Per ora siamo nelle fase delle repliche e ovviamente il nostro CTP come quello delle altre parti civili avrà modo nelle prossime udienze di fare i suoi rilievi.
    Certo è che la nostra situazione è parecchio grottesca anche sotto altri aspetti......amministratori giudiziari ecc. Diciamo poi che se gli imputati sono personaggi notevoli e la parte lesa è gente comune.........
     
  14. Luigi Criscuolo

    Luigi Criscuolo Membro Storico

    Proprietario di Casa
    Il CTU deve limitarsi a rispondere alle domande del Giudice, se esprime giudizi o fa affermazioni su argomenti che non rientrano nel contenuto delle domande, può essere contestato dalle parti che ne possono chiedere anche la sostituzione.
    Il collaudo è un onere di colui che poi rilascia il certificato di collaudo . Se la strada è pubblica dipende dal gestore della strada (comune, provincia, regione), per le strade statali extraurbane c'é un apposito ufficio nel Ministero dei Lavori Pubblici per fare i collaudi. Se la strada è una strada privata ma aperta al pubblico passaggio, vale comunque il comma 1 dell'art. 13 del codice della strada che pone in capo al Ministero della delle infrastrutture l'obbligo di emanare le norme per la costruzione, il controllo ed il collaudo delle strade.
    Diverso è il discorso se la strada è privata ed il passaggio è riservato ai proprietari: perché sono loro i responsabili di tutto.

    Non hai detto quando questo supercondominio è stato creato, tuttavia nella regione Ligura mi sembra che la Relazione Geologica che accompagna il progetto preliminare di insediamenti urbani sia stata resa obbligatoria a partire dalla fine degli anni '70; anche il Piano Regolatore si basa su relazioni geologiche. Il permesso di costruire e la successiva abitabilità si basa anche sulla relazione geologica che deve accompagnare il progetto delle fondazioni. Lo prescrive anche la normativa antisismica ecc... ecc... .

    Ma qui, dal tuo scarno racconto, sembra che sia stato lottizzato un versante con forte acclività, che il proprietario del terreno abbia fatto tutto da solo senza controllo ( da qui la mia precedente domanda: ma dove erano i vigili urbani?) non sembra che questo insediamento sia una cosa piccola. In più il proprietario del terreno, per aumentare la quantità di case da costruire, ha provveduto a modificare il declivio naturale scaricando materiale di riporto al piede del declivio medesimo, innalzando la quota del piano campagna.

    Se poi il proprietario del terreno era una società che ha fatto fallimento secondo me state buttando i soldi: forse sarebbe meglio fare causa al comune.
     
  15. ziggy

    ziggy Membro Attivo

    Proprietario di Casa
    Il colotizzante ha un procedimento penale in corso per disastro in concorso con i tecnici e l'impresa che per lui si è occupata della viabilità del complesso comprese le strade private di accesso ai vari gruppi di case. Noi siamo parte civile nel processo penale e per fortuna tutti gli imputati godono di ottima salute economica.
    Anche se è vero che dovevano esserci tutta una serie di relazioni geologiche ecc ecc, di fatto non ci sono. I tecnici ha fatto relazioni per una zona della collina che poi sono state usate per un'altra parte della stessa collina ma sulla quale sono stati sversati mc di terra di riporto per il rilevato della strada, mentre per fortuna le case sono ancorate sulla roccia.
    Se hai presente la conformazione del terreno ligure dove le colline sono a terrazzamenti, immagina che su uno di questi terrazzamenti ci siano le case, e quindi ancorate alla roccia sottostante e poi per costruire la strada visto che lo spazio non era sufficiente hanno sversato della terra di scavo gli hanno dato una schiacciatina un po' di asfalto e fatto! La collina più in basso ha avuto un movimento franoso e visto che sopra era solo terra con 2 scogli di placcaggio è caduto tutto lasciando alcune delle case, e per fortuna non la mia, affacciate su di un terrazzino di poco meno di 2 m.
     
  16. Gianco

    Gianco Membro Storico

    Professionista
    Nella perizia il CTU esprime il suo punto di vista non un commento non richiesta. Giustamente deve attenersi ai quesiti e fornire le risposte secondo le sue cognizioni e per come interpreta i fatti e le prove riscontrabili. Ovviamente la sua opinione non è necessariamente quella giusta, ma è quella che generalmente viene assunta dal giudice in mancanza di una contestazione seria.
    Le strade vicinali sono private di uso pubblico. Non mi risulta che siano mai state controllate o addirittura, raramente, sono sottoposte a manutenzione con risagomatura quelle che accolgono un certo traffico rurale.
     

Per rispondere Entra o Registrati è Gratis…

Perchè dovresti Registrarti?

  • Partecipare e Creare Discussioni
  • Trovare Consigli e Suggerimenti
  • Condividere i tuoi Interessi
  • Informarti sulle Novità

Condividi questa Pagina