1. propit.it è il primo e unico forum italiano interamente dedicato ai Proprietari di Casa e agli Inquilini conduttori di proprietà immobiliari.

    Su propit.it puoi approfondire nuove leggi, leggere opinioni, recensioni e consigli, scoprire nuovi strumenti, confrontarti e trovare modulistica fiscale, legale e contabile per gestire la proprietà immobiliare.

    Registrarsi è gratis ed elimina la pubblicità

Tag (etichette):
  1. Marco Rossini

    Marco Rossini Nuovo Iscritto

    Ho alcuni contratti registrati fino a marzo 2011 per i quali è stata esercitata l'opzione per il regime di cedolare secca con invio della raccomandata agli inquilini nei tempi previsti.
    Per le annualità che scadono nel 2012 va confermata l'adesione all'opzione presentando il mod. 69 all'ag. entrate entro 30 giorni dalla scadenza dell'annualità. Questo però per i contratti che inizialmente sono stati registrati in forma tradizionale presso l'ag. entrate, mentre per quelli che sono stati inizialmente registrati in via telematica, l'ag. entrate non accetta il mod. 69 perché, come accade sempre in questi casi (ag. entrate di Carpi (MO)), gli impiegati non hanno la possibilità di accedere e/o modificare contratti che non sono stati registrati presso quell'ufficio, anche se la registrazione telematica è stata fatta indicando proprio quell'ufficio.
    Ora, non ho trovato sul software Siria o sugli altri software di compilazione e invio dei contratti di locazione la possibilità di confermare l'opzione successivamente.
    Qualcuno ha avuto esperienze diverse ed è riuscito ad avere una ricevuta per la conferma dell'opzione per l'annualità 2012?
     
  2. basty

    basty Membro Senior

    Proprietario di Casa
    Che i meccanismi burocratici debbano essere affrontati dai contribuenti è paradossale ...:disappunto:

    Ti suggerirei, se non l'hai già fatto, di porre il medesimo quesito , alla AdE on line: quanto meno avrai una risposta ufficiale (per la verità uffciosa, ma sempre più autorevole di un parere qualunque).

    Come ultimo rimedio, ti direi di inviare il mod. 69 attraverso una pec, sia all'ag. di Carpi, che all'ufficio provinciale, illustrando l'intoppo in cui ti sei trovato.

    La pec dovrebbe avere valore di raccomandata: a quel punto c'è da sperare che la pratica se la sbrighino in casa.

    Facci sapere come andrà a finire. Grazie.
     
  3. Marco Rossini

    Marco Rossini Nuovo Iscritto

    Grazie per la risposta. Per adesso ho inviato una PEC alla direzione provinciale esponendo il problema, vediamo se mi risponderanno...
     
  4. basty

    basty Membro Senior

    Proprietario di Casa
    Ti consiglio di porre il quesito anche al Call Center o al sito mail predisposto per le domande.
     
  5. Marco Rossini

    Marco Rossini Nuovo Iscritto

    E' stato il primo tentativo. Al momento di inviare il quesito mi è apparso il messaggio che diceva che è stato raggiunto il n° massimo di mail che il sistema poteva ricevere, per oggi :risata:
    Ho come l'impressione che finiscano molto presto le mail ricevibili quotidiane :sorrisone:
     
  6. mapeit

    mapeit Membro Senior

    Proprietario di Casa
    Secondo me non è necessario confermare l'opzione con il mod. 69 nel 2012 per i contratti registrati inizialmente con Siria optando già per la cedolare secca, ma solo per quelli per i quali si opta per la cedolare nella dichiarazione dei redditi 2012 e che inizialmente erano stati assoggettati a regime normale.
    Infatti la scelta compiuta inizialmente ha validità fino a revoca, revoca che, come dice la circolare 26/E, si dovrà sì in questo caso esercitare con apposita modulistica da recapitare all'AdE.
     
  7. basty

    basty Membro Senior

    Proprietario di Casa
    ... e se provi la linea telefonica è anche peggio; ci sono riuscito verso mezzogiorno: ero il 78 nella lista d'attesa (prima nemmeno mi inserivano): fortunatamente molti dei 77 si devono essere scoraggiati ed hanno lasciato libero il campo.
    Con le mail, direi di tentare di inserirsi al mattino....

    Gli Italiani, e vero, non pagano volentieri le tasse, ma spesso ce la mettono tutta, contrariamente al luogo comune ...:sorrisone:
     
    A fausto manca piace questo elemento.
  8. Marco Rossini

    Marco Rossini Nuovo Iscritto

    Sì, si suppone che i contratti inizialmente registrati in via telematica con Siria non abbiano bisogno di ulteriori conferme, ma qui il problema è per i contratti registrati inizialmente con l'applicazione Contratti di Locazione e registrati telematicamente con regime fiscale tradizionale, per i quali poi si sia scelto di aderire al regime di cedolare secca. E' per questi che non è prevista nessuna procedura telematica per confermare nel 2012 l'adozione della cedolare secca, e il mod. 69 previsto per i contratti registrati in forma cartacea non viene accettato agli sportelli dell'agenzia delle entrate, per cui è impossibile la conferma prevista dalla circ. 26/E
     
  9. basty

    basty Membro Senior

    Proprietario di Casa
    Qui il caso è diverso: si parla di contratti registrati prima del decreto sulla cedolare: nel 2011 la procedura prevedeva solo la comunicazione all'inquilino, il pagamento degli acconti, e la segnalazione/regolarizzazione in sede di dichiarazione e saldo IRPEF. Per questi, con scadenza anteriore al 7 aprile, nel 2012 occorre confermare la scelta col mod. 69 (mi è stato confermato due gg fa dal call-center, dopo che si è consultato col responsabile..)
    .. e qui c'è un'altra perla. Qualcuno ha già visto questa specifica modulistica ...?:^^: :disappunto:
     
  10. mapeit

    mapeit Membro Senior

    Proprietario di Casa
    Perché io che cosa ho detto, scusa ? Proprio quello che hai detto tu !!! :risata:
     
  11. mapeit

    mapeit Membro Senior

    Proprietario di Casa
    Accettano... accettano... accettano il mod. 69 compilato solo per la parte di conferma della cedolare secca.
    Se non lo accettano tu minacciali di chiamare Befera che l'ha scritto a chiare lettere nella circolare 26/E.
     
  12. basty

    basty Membro Senior

    Proprietario di Casa
    Tu, per quanto riguarda la eventuale disdetta, hai esattamente riportato ciò che dice la circolare: io volevo solo aggiungere che di questa modalità per disdettare finora non mi pare si sia visto nulla ... quindi .. sperem!

    Quanto al tuo consiglio al #11, lo condivido: come estremo rimedio consegnare all'ufficio indicato nella registrazione telematica, e pretendere ricevuta protocollo di quanto consegnato.
     
  13. Marco Rossini

    Marco Rossini Nuovo Iscritto

    A Carpi (MO) per esperienza diretta NON accettano, e anzi, uno degli impiegati mi ha detto che sono io a dovermi adeguare ai sistemi informativi dell'agenzia, non il contrario. Gli ho anche chiesto se quello che stava dicendo avesse un senso secondo lui. Mi ha guardato con aria di fastidio
     
  14. basty

    basty Membro Senior

    Proprietario di Casa
    ... tu invece l'avrai guardato dimostrandogli tutta l'empatia possibile ... dopo aver scambiato 4 paroline col responsabile dell'agenzia :^^:
     
  15. Marco Rossini

    Marco Rossini Nuovo Iscritto

    Temo che la disposizione di non accettare il mod. 69 arrivi proprio dalla direzione, gli impiegati non fanno niente che non sia stat detto loro
     
  16. basty

    basty Membro Senior

    Proprietario di Casa
    ... e per quello che (... quando sono qui bello al tavolino,...) trovo più gusto a tirare la giacchetta al direttore..
    Credo siamo ancora troppo sudditi: dovremmo ribaltare la scrivania di questi imbecilli quando si rifiutano persino di usare la testa. :disappunto:
     
  17. mapeit

    mapeit Membro Senior

    Proprietario di Casa
    Vedi, finché accettiamo passivamente che ci imboniscano con queste sparate da burocrati, non avremo mai un'amministrazione giusta, efficiente e rispettosa dei diritti del contribuente.
    Io gli avrei chiesto gentilmente il nome e cognome (perché ovviamente non portano il cartellino) ed avrei scritto una raccomandata facendo il suo nome e cognome alla Direzione Provinciale della Agenzia delle Entrate, sotto forma di interpello ordinario, presentando il caso concreto e riportando quanto dice la circolare e quanto invece è stato detto a te. Puoi star sicuro che solo il fatto che qualcuno più in alto di lui e fuori dal suo ufficio provinciale prenda in mano il problema e possa smentirlo... ebbene, lo avrebbe ridotto docile come un agnellino.

    Ricordo che "attraverso l’interpello ordinario, il contribuente può ottenere il parere dell’Amministrazione finanziaria in ordine all’interpretazione di una norma tributaria obiettivamente incerta rispetto a un caso concreto e personale (articolo 11, comma 1, dello Statuto dei diritti del contribuente)."

    Iter della procedura
    L’istanza, di norma, deve essere presentata alla Direzione regionale dell’Agenzia delle Entrate competente in relazione al domicilio fiscale del contribuente o di chi, in base a disposizioni di legge, è obbligato, per suo conto, a effettuare gli adempimenti fiscali.
    L’istanza va consegnata a mano o spedita per posta in plico senza busta, raccomandato con avviso di ricevimento. In caso di inoltro via mail o tramite fax, l’istanza si considera regolarmente presentata nel momento in cui il contribuente, entro 30 giorni dall’invito dell’ufficio, regolarizza l’istanza sottoscrivendola.
    La risposta deve essere notificata o comunicata al contribuente (o anche fornita telematicamente) entro 120 giorni. Il termine decorre dalla data di presentazione dell’istanza (cioè dalla data di ricezione, in caso di presentazione diretta all’ufficio, oppure dalla data in cui è sottoscritto l’avviso di ricevimento della raccomandata, se si utilizza il servizio postale) o dalla data di regolarizzazione, se l’istanza originaria non risultava firmata, o, infine, dalla data di ricezione dell’istanza da parte dell’ufficio competente, in caso di errata presentazione della stessa a un altro ufficio.
    Se l’Amministrazione non si pronuncia, si forma il silenzio assenso sulla soluzione interpretativa indicata dal contribuente.
    Il parere espresso dall’Agenzia non vincola il contribuente, che può decidere di non uniformarsi.
    Gli uffici dell’Amministrazione finanziaria, invece, salva la possibilità di rettificare il parere, non possono emettere atti impositivi e/o sanzionatori difformi dal contenuto della risposta fornita in sede di interpello, nel presupposto che i fatti accertati coincidano con quelli rappresentati nell’istanza. Se, infatti, quanto emerge in sede di controllo non coincide con la descrizione dei fatti contenuta nell’istanza, la risposta all’interpello non produce effetti vincolanti per l’Amministrazione.
     
  18. Marco Rossini

    Marco Rossini Nuovo Iscritto

    Grazie dell'informazione. In realtà io faccio l'agente immobiliare e non sono il contribuente, né quello che deve agire per suo conto. Girerò la comunicazione agli interessati che eventualmente potranno informarsi presso il rispettivo commercialista (che finora ha cercato di rifilarmi la gestione di queste pratiche noiose). Il nome dell'impiegato per la verità lo so, era scritto sul cartellino appeso alla giacca, ma a parte lui che è stato particolarmente sgarbato, anche gli altri non accettano il mod. 69, a dimostrazione che non è un'iniziativa del singolo impiegato, ma una disposizione dell'ufficio.
    Per il momento ho inviato una mail al servizio dell'Agenzia delle Entrate sul sito e una PEC alla direzione provinciale chiedendo spiegazioni. Vediamo se e cosa mi rispondono.
     
    A basty piace questo elemento.
  19. mapeit

    mapeit Membro Senior

    Proprietario di Casa
    Hai fatto bene ! :daccordo:
     
  20. Marco Rossini

    Marco Rossini Nuovo Iscritto

    Ed ecco la risposta dell'Agenzia delle Entrate:


    Chissà se basterà all'ufficio locale per accettarmi i mod. 69 o se dovrò fare anche l'interpello ordinario ;)
     
    A basty piace questo elemento.

Per rispondere Entra o Registrati è Gratis…

Perchè dovresti Registrarti?

  • Partecipare e Creare Discussioni
  • Trovare Consigli e Suggerimenti
  • Condividere i tuoi Interessi
  • Informarti sulle Novità

Condividi questa Pagina