1. propit.it è il primo e unico forum italiano interamente dedicato ai Proprietari di Casa e agli Inquilini conduttori di proprietà immobiliari.

    Su propit.it puoi approfondire nuove leggi, leggere opinioni, recensioni e consigli, scoprire nuovi strumenti, confrontarti e trovare modulistica fiscale, legale e contabile per gestire la proprietà immobiliare.

    Registrarsi è gratis ed elimina la pubblicità

  1. JERRY48

    JERRY48 Ospite

    A tutti gli esperti, mi serve una vostra consulenza per il confronto di due preventivi elettrici e due idraulici.
    Dei due qual'è il più conveniente e se possibile potete spiegarmi qualche dettaglio tecnico?

    Allego il tutto.
    Un grazie anticipato.
     

    Files Allegati:

  2. JERRY48

    JERRY48 Ospite

    Toc...Toc...c'è nessuno???
     
  3. raffaelemaria

    raffaelemaria Membro Assiduo

    Professionista
    I preventivi non sono raffrontabili, troppe diversità nelle descrizioni dei manufatti/opere. Se si vuole raffrontare dei preventivi si deve elaborare un capitolato il più dettagliato possibile ( misure, quantità, marche, modello, ecc.) da sottoporre per le offerte. Se non si può o si è in grado di predisporre un capitolato è meglio affidarsi a ditte di fiducia
     
    A Ennio Alessandro Rossi e JERRY48 piace questo messaggio.
  4. JERRY48

    JERRY48 Ospite

    Grazie seguirò il tuo consiglio se non si può operare altrimenti.

    Scusa raffaelemaria, mi puoi rispondere a questo quesito?
    Prendiamo una scatola con tre prese, prezzo di una presa mettiamo 30 € il costo totale di questa presa è 90 € ? (eppure si tratta solo di collegare le tre prese l'un con l'altra utilizzando 10 cm. di filo.
    E così per 3 interruttori sempre in una scatola, 1 interruttore per l'ingresso, 1 per l'accensione del punto luce dell'andito a destra e 1 per il salone a sinistra, però in questo caso dal salone si può spegnere l'ingresso e così pure dall'andito.
    Come si conteggia il costo, beninteso della manodopera senza considerare l'utilizzo delle marche degli interruttori (Bticino o altro).
     
    Ultima modifica di un moderatore: 13 Dicembre 2013
  5. marinoernesto

    marinoernesto Membro Attivo

    Proprietario di Casa
    La mano d'opera, se non ricordo male, è compresa nel prezzo del punto luce. Recupera il listino prezzi della camera di commercio della tua provincia. Lì potrai verificare i pz min e max applicati, se riesci a interpretare i termini tecnici usati. Se non li capisci, per ogni singolo pezzo (sarà una casistica di 10/15 pezzi), cerca in internet. Con pazienza, avrai tutte le risposte. Mi sono trovato nella stessa situazione in questi gg, a proposito di asfalto stradale. Con i termini dei preventivi ho cercato in rete e mi sono fatto un'idea. E poi c'è la sensazione "epidremica" che hai, parlando con il tecnico!
     
    A JERRY48 e Daniele 78 piace questo messaggio.
  6. raffaelemaria

    raffaelemaria Membro Assiduo

    Professionista
    a Jerri48- certo che se non tieni conto della marca del prodotto puoi trovare nei listini in internet, come dice marinoernesto, il prezzo. Non so dove vivi, io faccio uso dei listini del Comune di Milano e della C.C.I.A di Varese che sono free. Altrimenti puoi acquistare quello della tua regione se non è gratuito.
     
    A JERRY48 piace questo elemento.
  7. Daniele 78

    Daniele 78 Membro Storico

    Professionista
    @JERRY48 Ciao spero di non essere arrivato troppo in ritardo (ma non lo avevo visto) sull'argomento comunque ti dico la mia:
    per quanto riguarda l'impianto elettrico il preventivo che preferisco è quello nel file "ELETTRICO ERA" poichè hai una suddivisione per tipologia di punto luce e altro che cerco di elencarti qui di seguito:

    • (interruttore, deviatore o invertitore) la differenza sta nel fatto che con interrutore accendi e spegni una un punto luce in un solo punto (ad esempio il punto luce del bagno acceso da un corridoio); deviatore quando accendi o spegni il punto luce da 2 punti differenti (può essere lo stesso bagno con l'interruttore per accenderlo o spegnerlo dal corridoio e il deviatore dentro il bagno per accender o spegnere quando esci dal bagno); l'invertitore quando accendi o spegni un punto luce da 3 o più punti (ad esempio quando sei in soggiorno, confinante con cucina, e garage hai la necessità di avere un pulsante on/off quando vai dal soggiorno alla cucina, quando dalla cucina vai al soggiorno, quando dal garage vai al soggiorno e quando dal soggiorno vai al garage...tutto viene sempre pensato a tavolino in modo da accendere la luce di locale buio quando sei ancora in quello illuminato; senza entrare per forza nel buoi per accendere la luce. Questa è una prima nozione da dare giusto per saperti districare nella giungla di nomi che possono dir tutto e niente.
    • Ha diviso le prese normali dalle Shuko (che ormai trovi praticamente in tutti gli elettrodomestici, dall'aspirapolvere al Bimby alla macchina del caffè al microonde alla lavatrice) da tenere in seria considerazione se non vuoi girare con adattatori e prolunghe in giro per la casa quando l'avrai finita.
    • Ha diviso punto Tv (anche se manca la predisposizione al satellite, ma questo è un'altro discorso)
    • ha diviso le suonerie ed in generale a ripartito le varie voci
    • Ti ha inserito come serie la Bticino Living (è molto buona)
    • L'unica pecca forse sono le placche in quanto non sono tutte uguali, ci sono differenze notevoli (per alcune solo in base al colore) alcuni colori costano più cari.
    • la differenza notevole con le Living sono tra placche metalliche e placche plastiche

    Non entro nel merito dei prezzi, voglio entrare invece nel merito della suddivisione fatta (in quanto ) a parer mio ti da una maggiore flessibilità (volessi fare aggiunte o togliere "frutti) perchè quasi mai quello che prevedi poi fai (parlo sia in aumento che in diminuzione) però con questa suddivisione hai modo di tener tutto sotto controllo più facilmente.

    Questo dovrebbe essere il modello seguito anche dagli altri nel preventivo. Credo anche che anche in presenza di un computo fatto da professionista capita di trovare queste differenze d'impostazione; potresti però ricopiare questo schema e ripresentarlo agli altri concorrenti per avere un raffronto oggettivo.

    Personalmente lascerei perdere i prezziari regionali (di solito scarsamente aggiornati) e difficilmente paragonano pezzi differenti (parlo di serie di frutti, di placche ecc...) ma mescolano insieme capre ,cavoli ,zucche e banane.

    Stesso medesimo discorso ti faccio per l'impianto idrico, io personalmente, preferisco il file "IDRICO E RISC. TERR." proprio per come è stato diviso, caldaia, tubi , raccordi ecc. prova aricopiare queste caratteristiche e presentarle ad un 'altro concorrente.

    L'unico neo degli idraulici e che sono ormai dei rivenditori di marche 2 massimo 4 marche (non tutte) e di queste 4; 2 sono di qualità le altre 2 di primo prezzo, anche perchè devono essere installatori certificati dalle case costruttrici.
    Ho visto che questo usa caldaie lamborghini , che non conosco assolutamente (se vuoi un paragone) prova a contattare un'altro idraulico che monta lamborghini...( per aver un'idea del prezzo se è realmente vantaggioso o meno).
    Purtroppo non è possibile paragonare il prezzo di 2 idraulici che montano 2 marche differenti ( spesso per non dire sempre, la differenza è dovuta proprio alla marca utilizzata ed alle caratteristiche intrinseche del prodotto ed anche alla fama dello stesso, esattamente come le automobili).

    Spero di non averti confuso troppo le idee, ma è quello che penso ed è quello che ti "traduco" dalla carta al cantiere all'utilizzo finale. Ciaoo
     
  8. JERRY48

    JERRY48 Ospite

    @Daniele 78
    Grazie per la tua risposta...anche se un pò in ritardo, ma esaustiva.
    Mi hai chiarito le idee. Ed era la soluzione migliore chiedere il preventivo con tutte le voci precise che mi hai indicato: interrutori, deviatori, invertitori prese shuko quante da posizionare nelle varie stanze e il materiale usato come le placche che appunto variano a seconda dei colori (non lo sapevo).
    Una domanda comunque te la faccio per l'impianto idrico che verrà realizzato cose ne dici se lo realizzo in tubo multistrato con raccorderia a pressare diam. 16 - 20, tubazione di scarico in pvc ad innesto diam. 40 - 110; riscaldamento e gas in rame coibentato. Che ne dici?
    Grazie ancora. Ciao.
     
  9. Daniele 78

    Daniele 78 Membro Storico

    Professionista
    Dico che vanno bene, tutti gli spessori .

    Dimenticavo va bene il tubo del gas in rame è il materiale più utilizzato
     
    Ultima modifica di un moderatore: 15 Dicembre 2013

Per rispondere Entra o Registrati è Gratis…

Perchè dovresti Registrarti?

  • Partecipare e Creare Discussioni
  • Trovare Consigli e Suggerimenti
  • Condividere i tuoi Interessi
  • Informarti sulle Novità

Condividi questa Pagina