1. propit.it è il primo e unico forum italiano interamente dedicato ai Proprietari di Casa e agli Inquilini conduttori di proprietà immobiliari.

    Su propit.it puoi approfondire nuove leggi, leggere opinioni, recensioni e consigli, scoprire nuovi strumenti, confrontarti e trovare modulistica fiscale, legale e contabile per gestire la proprietà immobiliare.

    Registrarsi è gratis ed elimina la pubblicità

  1. dadani

    dadani Membro Ordinario

    Buongiorno, sperando di aver azzeccato la sezione corretta, mi affido a chi è più competente di me in materia: sto vendendo un appartamento, e ho richiesto all'amministratore condominiale il conguaglio delle spese, per poterle saldare e non lasciare così pensieri all'acquirente...risultato è che l'amministratore non me lo vuole fornire perchè non ha ancora fatto i conti. Me lo farà avere quando farà i conti per tutti (marzo-aprile).
    Tenendo conto che la gestione è stata chiusa il 31/12, ed io a fine mese non sarò più proprietaria, come mi devo muovere? Posso far presente all'acquirente in sede di atto che l'amministratore non mi ha fornito quanto richiesto?
    Pur avendo sempre pagato tutte le rate, come può l'amministratore esporre l'intero condominio al rischio che io non paghi il conguaglio perchè mi trsferisco, faccio ipotesi, al Polo Nord?
    Grazie per la vostra attenzione.
     
  2. alberto bianchi

    alberto bianchi Membro Senior

    Proprietario di Casa
    Bisogna insegnare la ragioneria all'Amministratore.
    Perchè non lo fai tu il conteggio ? Prendi il preventivo, rilevi l'ammontare complessivo dei costi di tua competenza, che dovrebbe coincidere con la somma delle rate richieste, e provvedi al pagamento di quelle non ancora pagate. Oppure, previo accordo, lasci i soldi delle rate non ancora scadute/pagate, all'acquirente. A quel punto tutto ciò che verrà fuori dal consuntivo (a credito o a debito) se la vedrà lui con l'amministratore.
     
  3. condobip

    condobip Membro Storico

    Proprietario di Casa
    Se tu hai saldato le spese al 31.12.13, per il momento sei a posto (tieni d'acconto le ricevute), tuttalpiù dovrai le spese per il mese di gennaio 2014, e puoi trasferirti (per ipotesi) tranquillamente al Polo Nord (ma non era meglio in in paese del Sud America? oppure in qualche isola sperduta in qualche oceano?), in quanto l'amministratore dopo il rogito si rivolgerà esclusivamente al nuovo condomino, anche per eventuali spese da te non saldate per l'anno della vendita e l'anno precedente (Disp. Att. cc art. 63), e lui in solido con te dovrà pagare e chiedere a te (diritto di rivalsa) le somme che non hai saldato, ovviamente dimostrandole)
     
  4. arciera

    arciera Membro Senior

    Proprietario di Casa
    Quindi stai tranquillo, pagherai. E all'incirca lo sai anche quanto, perchè se non ci sono state spese straordinarie, ci sono solo quelle solite. Ma a proposito, Certi notai chiedono il benestare dell'amministratore per la vendita (il saldo delle spese) credevo fosse obbligatorio al rogito, no?
     
  5. dadani

    dadani Membro Ordinario

    Le spese sarebbero tutte pagate, ma di solito con il conguaglio rimane sempre qualcosa e io non sono in grado di conteggarlo perché sono i saldi dell'acqua della luce', ecc...trovo però scorretto a dir poco il comportamento dell'amministratore..pensavo fosse un atto dovuto.
    Ps...se proprio devo trasferirmi il Polo Nord sarebbe la mia ultima scelta...lì mancano palme da cocco;)
     
  6. arciera

    arciera Membro Senior

    Proprietario di Casa
    Si, penso anche io che sia un atto dovuto. Quanto meno un bravo notaio lo richiede al rogito. Anzi, una mia amica ha dovuto sottostare alle richieste esose dell'amministratore che aveva fatto dei lavori ancora non approvati e pagare altrimenti il notaio non avrebbe rogitato. Dobbiamo fare qualche ricerca su internet e capire se è obbligatorio.
     
  7. alberto bianchi

    alberto bianchi Membro Senior

    Proprietario di Casa
    Non conosco il prezzo dell'acqua di Torino, dove tra l'altro ho vissuto per decenni, dove l'acqua non manca, ma non credo che il conguaglio sia una cifra importante. ... e poi un bravo amministratore, quando fa un preventivo, deve tener conto anche della serie storica dei conguagli degli anni precedenti. Ergo, se il preventivo è corretto e le rate coincidono con il preventivo il conguaglio dev'essere per forza irrisorio ( a meno di falle occulte nell'impianto idrico, oppure di un giardino da mezzo km quadrato da innaffiare ogni giorno).
     
  8. dadani

    dadani Membro Ordinario

    Normalmente le spese di confuaglio si aggirano sui 150-200 euro...
    Per fortuna il notaio non mi ha chiesto nulla se non dichiarare in sede di atto che ho pagato le spese condominiali. Mi rimane quel terribile dubbio sulla competenza dell'amministratore. ..
     
  9. arciera

    arciera Membro Senior

    Proprietario di Casa
    e diciamolo pure: incompetente.
     
  10. pippopeppe

    pippopeppe Membro Attivo

    Impresa
    mi domando, ma non è più semplice lasciare all'amministratore ed al nuovo proprietario l'indirizzo di residenza e la disponibilità a saldare eventuali somme di competenza, con tanto di impegno scritto.?:ok::shock:
     
  11. dadani

    dadani Membro Ordinario

    Certo farò così. ..ma io mi domando...non era più semplice che l'amministratore facesse il suo dovere?
     
  12. adimecasa

    adimecasa Membro Storico

    Professionista
    il notaio non chiede se le spese amministrative siano pagate, ma che tutti gli oneri inerenti alla vendita e data del rogito siano stati dichiarati
     

Per rispondere Entra o Registrati è Gratis…

Perchè dovresti Registrarti?

  • Partecipare e Creare Discussioni
  • Trovare Consigli e Suggerimenti
  • Condividere i tuoi Interessi
  • Informarti sulle Novità

Condividi questa Pagina