1. propit.it è il primo e unico forum italiano interamente dedicato ai Proprietari di Casa e agli Inquilini conduttori di proprietà immobiliari.

    Su propit.it puoi approfondire nuove leggi, leggere opinioni, recensioni e consigli, scoprire nuovi strumenti, confrontarti e trovare modulistica fiscale, legale e contabile per gestire la proprietà immobiliare.

    Registrarsi è gratis ed elimina la pubblicità

  1. Giorgio2011

    Giorgio2011 Nuovo Iscritto

    Siamo due coniugi separati legalmente. Io e la mia ex moglie siamo proprietari in regime di comunione dei beni di un appartamento dove io ho la residenza e utilizzo abitualmente.
    La mia ex moglie ha acquistato successivamente in regime di separazione dei beni una casa sita in un altro comune dove ha posto da diversi anni la sua residenza.
    Fino ad ora avevamo considerato ai fini dell'ICI le due abitazioni come prime case, una ciascuno, con le relative detrazioni. Mia moglie però ha sempre pagato l'ICI seconda casa per la metà dove risiedo e della quale è ancora proprietaria.
    Adesso con le nuove normative, vorrei sapere con certezza se la casa dove io abito devo considerarla tutta a mio carico, sia riguardo l'IMU sia riguardo la dichiarazione IRPEF. (730)
    La mia ex moglie quindi non deve pagare l'IMU seconda casa per la metà di sua proprietà considerando che sono solo io che la utilizzo?
     
  2. Nemesis

    Nemesis Membro Storico

    Proprietario di Casa
    Anche se ininfluente per quanto in discussione, hai ancora una moglie. Non è ancora "ex moglie".
    L'appartamento in cui risiedi è in comproprietà con la moglie. Pertanto, entrambi siete soggetti passivi d'imposta, sia ai fini dell'IMU sia ai fini dell'IRPEF, secondo le rispettive quote di proprietà.
    A meno che (ipotesi molto improbabile) quell'appartamento ti sia stato assegnato in seguito alla separazione personale.
     
    A Legionauro piace questo elemento.
  3. alberto bianchi

    alberto bianchi Membro Senior

    Proprietario di Casa
    Io ritengo che la moglie abbia sempre agito correttamente nel pagamento dell'ICI, considerando come seconda casa la quota del 50%, e come prima casa quella di proprietà esclusiva e dove ha la redidenza da anni.
    Lo stesso criterio si deve adottare per il pagamento dell'IMU con le aliquote e le agevolazioni adeguate.
     
  4. JERRY48

    JERRY48 Ospite

    Anch'io sono d'accordo che sia corretta l'interpretazione che la moglie usufruisca delle agevolazioni come prima casa quella al 100% di sua proprietà e debba essere considerata come seconda casa il 50% posseduto dove abita l'ex marito.
    Giorgio 2011 usufruisce dell'agevolazione per la quota di sua proprietà (50%) sia ai fini 730 che IMU.
    saluti
    JERRY48
     
  5. Giorgio2011

    Giorgio2011 Nuovo Iscritto

    Grazie per i vostri chiarimenti, speravo di evitare di far pagare l'IMU che come seconda casa ora è una cifra consistente
     
  6. alberto bianchi

    alberto bianchi Membro Senior

    Proprietario di Casa
    Insomma, non sarà mica la Reggia di venaria o la Palazzina di Caccia di Stupinigi ! Come seconda casa la tua ex-moglie pagherà solo il 50%, anche se maggiorato.
    Buona Domenica.
     
  7. Fausto1940

    Fausto1940 Membro Attivo

    hai verificato se il comune ove tu sei residente avesse deliberato che anche la quota di tua moglia fosse soggetta ai benefici della prima casa, essendo questa abitata da te? Se così fosse, l'ICI pagata da tua moglie non era dovuta. Per il resto cobfermo quanto espongono gli altri amici. Vedi il DL 16/2012
     

Per rispondere Entra o Registrati è Gratis…

Perchè dovresti Registrarti?

  • Partecipare e Creare Discussioni
  • Trovare Consigli e Suggerimenti
  • Condividere i tuoi Interessi
  • Informarti sulle Novità

Condividi questa Pagina