1. propit.it è il primo e unico forum italiano interamente dedicato ai Proprietari di Casa e agli Inquilini conduttori di proprietà immobiliari.

    Su propit.it puoi approfondire nuove leggi, leggere opinioni, recensioni e consigli, scoprire nuovi strumenti, confrontarti e trovare modulistica fiscale, legale e contabile per gestire la proprietà immobiliare.

    Registrarsi è gratis ed elimina la pubblicità

Tag (etichette):
  1. gigi10

    gigi10 Membro Attivo

    Proprietario di Casa
    Volevo chiedervi una conferma: non sono sicuro delle regole da seguire nella dichiarazione dei redditi relativamente a quanto pagato per i contributi di bonifica ai vari enti preposti (consorzi, ecc.).
    Se ho capito bene sono tutti deducibili nella dichiarazione 2014 (incluse prime case, comodati, ecc.) ad esclusione di quelli relativi ad unità immobiliari affittate con cedolare secca.
    E’ proprio così?
    Grazie a tutti
     
  2. Elisabetta48

    Elisabetta48 Membro Assiduo

    L'ho capita così anche io.
     
  3. alberto bianchi

    alberto bianchi Membro Senior

    Proprietario di Casa
    Confermo !
     
  4. olsensylt

    olsensylt Membro Attivo

    Proprietario di Casa
    Il mio centro di assistenza fiscale mi ha detto che la quota relativa ai consorzi di bonifica per le prime case non sono più detraibili dal 1 gennaio 2012.
     
  5. Nemesis

    Nemesis Membro Storico

    Proprietario di Casa
    Quei contributi non sono detraibili. Ma sono oneri deducibili dal reddito complessivo, ex art. 10, comma 1, lett. a) del TUIR.
    L'Agenzia delle Entrate, con la circolare 5/E del 11 marzo 2013, sosteneva che, per i contributi a carico degli immobili i cui redditi non erano più soggetti a IRPEF, non sussistevano più le condizioni per la deducibilità del contributo di bonifica, non essendo più concorrenti a formare il reddito lordo complessivo.
    Con la risoluzione 44/E del 4 luglio 2013, l'Agenzia delle Entrate ora sostiene invece che "...la deducibilità dei contributi obbligatori dal reddito complessivo sia possibile nei casi in cui, in assenza di IMU, i redditi degli immobili su cui gravano i contributi stessi avrebbero concorso al reddito complessivo...".
    Quindi si è riconosciuta la deducibilità dei contributi di bonifica anche in relazione agli immobili non affittati o non locati, soggetti a IMU, per i quali la deducibilità era stata esclusa con la circolare 5/E del 11 marzo 2013.
     
  6. alberto bianchi

    alberto bianchi Membro Senior

    Proprietario di Casa
    Mi chiedo se tali provvedimenti hanno un senso economico per lo Stato.
    Certo che la Burro-crazia (Burro=asino) non ha limiti.
    La tariffa media addebitata da questi consorzi ammonta, ormai da diversi anni, a 15 Euro su cui lo Stato, nell'ipotesi di indeducibilità, circa 4/ 5 Euro, mi chiedo quanto sono venute a costare queste 2 Circolari/Risoluzioni dell'ADE, oltre ai costi per controlli, cancelleria, spese postali, internet etc etc ?
     
  7. gigi10

    gigi10 Membro Attivo

    Proprietario di Casa
    Grazie a tutti per i contrbuti e la chiarezza
    Saluti, Gigi
     
  8. alberto bianchi

    alberto bianchi Membro Senior

    Proprietario di Casa
    Rileggendo mi sono accorto di aver dimenticato il verbo che da significato alla frase.
    corrige:
    a 15 Euro su cui lo Stato, nell'ipotesi di indeducibilità,risparmierebbe circa 4/ 5 Euro, mi chiedo quanto sono venute a costare queste 2 Circolari/Risoluzioni dell'ADE, oltre ai costi per controlli, cancelleria, spese postali, internet etc etc ?
     

Per rispondere Entra o Registrati è Gratis…

Perchè dovresti Registrarti?

  • Partecipare e Creare Discussioni
  • Trovare Consigli e Suggerimenti
  • Condividere i tuoi Interessi
  • Informarti sulle Novità

Condividi questa Pagina