1. propit.it è il primo e unico forum italiano interamente dedicato ai Proprietari di Casa e agli Inquilini conduttori di proprietà immobiliari.

    Su propit.it puoi approfondire nuove leggi, leggere opinioni, recensioni e consigli, scoprire nuovi strumenti, confrontarti e trovare modulistica fiscale, legale e contabile per gestire la proprietà immobiliare.

    Registrarsi è gratis ed elimina la pubblicità

  1. Coach

    Coach Membro Attivo

    Salve, da un controllo presso l'acquedotto è risultato che il nostro condominio non paga le bollette dall'aprile dello scorso anno, tanto che risulta imminente la rescissione del contratto.

    Mi chiedo, è corretto che l'amministratore non abbia mai fatto cenno a nessuno di questo problema che deriva, ormai lo sappiamo, da una frode messa da lui in atto.

    Nell'ultimo consuntivo non è indicato in alcun modo questo debito, viene richiesto un totale tra le famiglie di circa 2000 euro, peraltro non interamente giustificato, quando il debito per la sola acqua è di circa 7000.

    Tale consuntivo, non dovrebbe quindi essere considerato nullo?
    Non doveva contenere tutta la situazione patrimoniale compresi eventuali debiti e relativa documentazione che li giustificasse, indicando un passivo di circa 7000 (che ovviamente nessuno può ora saldare) invece che di 2000 (artefatto, fantasioso e che non allarma)?

    Lui dice che quelle somme sono servite per tamponare i morosi (risultati sempre misteriosi e contro cui non sono mai state intraprese azioni legali anche dopo espressa richiesta) ma non ha portato alcuna prova di ciò.

    Si può impugnare tale consuntivo impedendone l'approvazione per il legittimo sospetto che sia nullo?

    Tenete presente che questo amministratore è ormai conosciuto in città, dove ha creato enormi falle in ogni condominio gestito, e che è riuscito con mazzette ai fontanieri, o non si sa come, a mantenere aperta l'erogazione dell'acqua anche se in acquedotto risulta già chiusa da mesi.

    Come dovrei muovermi?
    Fare un'ingiunzione per richiedere tutta la documentazione in suo possesso e farla valutare da un commercialista?
    Posso impugnare da subito l'approvazione del bilancio (che intanto è stato approvato con riserva perchè il tipo è riuscito ad intortare la maggiorparte dei condomini che recupererà le somme mancanti entro 30 giorni quando presenterà un nuovo consuntivo) mandando una raccomandata A/R senza dover necessariamente ricorrere ad uno studio legale?

    Io credo che, essendo stato dimesso, stia cercando di prendere tempo rendendo effettivo quel bilancio o la sua riconferma, in quanto dopo i 30 giorni dovrebbe avvenire in automatico.

    L'impugnazione dovrebbe servire per bloccare una cosa e l'altra, ma aspetto di sentire i vostri esperti consigli.

    Ultima cosa, dovesse andar male e considerando che ogni famiglia ha un contatore di sottrazione, l'eventuale ripagamento delle bollette dovrebbe avvenire in base al consumo effettivo, è corretto?

    Grazie molte, spero possiate aiutarmi perchè questa situazione mi sta logorando da troppo tempo.
     
  2. meri56

    meri56 Membro Assiduo

    Proprietario di Casa
    In pratica non ha pagato le bollette per un anno? Ma se è così significa che in un anno avete consumato acqua per 7000 euro. Il vostro è un grande condominio? E' normale un consumo simile per voi? Siete sicuri che non ci siano perdite? E soprattutto perchè mai non ha inserito le fatture dell'acqua nel consuntivo?

    Sono confusa. La frode sarebbe mettere in consuntivo 7000 euro d'acqua e invece di pagare le fatture intascare i soldi, oppure mettere in consuntivo 7000 euro di acqua quando in realtà le fatture sono per 2000. Mettere in consuntivo una cifra inferiore alle fatture mi sembra da cretini ..... o sono cretina io e non vedo dove sta la frode ..... tutto è possibile.
    Detto ciò, no, l'amministratore non è corretto e sarebbe meglio fare le pulci alla sua contabilità.

    I condomini hanno diritto di sapere chi sono i morosi. E l'amm.re ha il dovere di agire contro di loro.

    Non è nullo il consuntivo, una delibera può essere nulla, il consuntivo è semplicemente sbagliato tanto è vero che è stato approvato con riserva e l'attuale amministratore dovrà presentare un nuovo consuntivo.

    Di automatico non c'è niente. L'amministratore come viene nominato può essere revocato. Se ci sono sospetti di irregolarità anche un solo condomino può chiedere la revoca al giudice. E cosa vuol dire "essendo stato dimesso"? Se significa che non lo avete confermato siete liberi di nominare chi volete alla prossima assemblea, se l'amministratore non la convoca basta che almeno 2 condomini che rappresentino almeno 1/6 del valore dell'edificio (ovvero almeno 166,67 millesimi)
    gli spediscano una raccomandata - meglio AR - chiedendogli di convocare entro una data stabilita l'assemblea e indicando anche quale debba essere l'ordine del giorno:
    - Approvazione consuntivo esercizio .....
    - Revoca amministratore (se lo avete nuovamente nominato nella scorsa assemblea)
    - Nomina Amministratore
    e tutto ciò di cui volete discutere.
     
    A Daniele 78 piace questo elemento.

Per rispondere Entra o Registrati è Gratis…

Perchè dovresti Registrarti?

  • Partecipare e Creare Discussioni
  • Trovare Consigli e Suggerimenti
  • Condividere i tuoi Interessi
  • Informarti sulle Novità

Condividi questa Pagina