1. propit.it è il primo e unico forum italiano interamente dedicato ai Proprietari di Casa e agli Inquilini conduttori di proprietà immobiliari.

    Su propit.it puoi approfondire nuove leggi, leggere opinioni, recensioni e consigli, scoprire nuovi strumenti, confrontarti e trovare modulistica fiscale, legale e contabile per gestire la proprietà immobiliare.

    Registrarsi è gratis ed elimina la pubblicità

Tag (etichette):
  1. nuba

    nuba Nuovo Iscritto

    Buongiorno.

    Nel condominio dove abito, l'assemblea aveva autorizzato uno dei condòmini ad installare un lettore elettrico in cantina per uso personale, poichè tale signore ha in cantina un congelatore.

    Ora, a me pare che la sua linea elettrica sia ancora collegata a quella condominiale. L'edificio è degli anni '50 ed ogni cantina ha una presa esterna accanto alla porta, per cui per avere luce in ogni cantina si deve collegare il filo con la lampadina a detta presa esterna e questo signore ha perennemente il suo filo attaccato alla presa, mentre tutti gli altri lo attaccano ovviamente solo quando vanno in cantina.
    (Mi rendo conto della spiegazione un po' contorta, ma spero che abbiate capito!)

    Come posso, secondo voi, far valere le mie ragioni, tenedo conto che è inutile rivolgersi all'amministratore perchè non tutela gli interessi di tutti, ma soltanto di due, tra cui proprio questo signore?
     
  2. jac0

    jac0 Membro Senior

    Proprietario di Casa
    Perché il condòmino non si è portato la corrente in cantina, prendendola dalla linea di casa, magari facendo un contratto da 6 chilowatt se quello da 3 non andava bene?
     
  3. arianna26

    arianna26 Membro Senior

    Proprietario di Casa
    un lettore elettrico sta per contatore?
     
  4. tovrm

    tovrm Membro Senior

    Proprietario di Casa
    Potete fare in più modi.
    1- Procedura corretta.
    Se anche altri condomini sono d'accordo, richiedi all'amministratore la convocazione di un'assemblea straordinaria per la discussione di questa situazione. Richiedete, e fate mettere a verbale il tutto, all'amministratore di effettuare una verifica circa la conformità degli impianti ed il loro corretto utilizzo, tramite accesso nelle cantine di tutti i condomini. Date un termine all'amministratore per la verifica e per presentare un verbale scritto circa l'esito della stessa. Chiedete che almeno uno degli altri condomini sia presente a tale verifica. Se risulta la presenza del congelatore e/o la mancanza del contatore che doveva essere installato, allora farete le azioni che riterrete opportune nei confronti del condomino scorretto.
    Nel verbale, ove il regolamento di condominio non lo preveda, fate inoltre scrivere che il famoso filo deve rimanere sempre staccato dalla presa esterna quando non vi siano persone all'interno della cantina.
    2- Esiste infine procedura meno corretta, ma certamente più efficace, che puoi facilmente intuire. Ma vi mettereste allo stesso livello del condomino scorretto. Valuta tu se è il caso.

    Osservazione finale. Se l'amministratore non vi soddisfa, perché non cercate di raggiungere un accordo tra condomini per revocargli il mandato e nominarne un altro?
     
    A nuba piace questo elemento.
  5. adimecasa

    adimecasa Membro Storico

    Professionista
    il conta scatti è solo per l'inquilino che utilizza la cantina con il frigor o serve a tutti i condomini delle cantine, chiarisci questo concetto ed avrài risposte adeguate, io come amministratore ho fatto metter un contascatti in un scala condominiale, che non era utilizzata da tutti i condomini, sotto il contatore del condominio che illumina il cortile ed il cancello elettrico, così ho risolto il problema ciao
     
  6. nuba

    nuba Nuovo Iscritto

    per jac0:
    perchè portare la corrente in cantina prendendola dalla linea di casa e/o modificare il contratto da 3 a 6 chilowatt comporta comunque una spesa, mentre così il "furbino" utilizza la corrente del condominio.

    per arianna26:
    "lettore elettrico" è scritto nel verbale dell'assemblea, a cui purtroppo non ero presente (la cosa risale al 2006). Io l'ho inteso come contatore. Non sono molto ferrata in materia, ma andrebbe bene qualsiasi cosa che serva a misurare e quindi fargli pagare quanto consuma.

    per tovrm:
    purtroppo il problema è che in questo condominio sono una contro tutti.
    Qualcuno potrebbe pensare che allora il problema sia mio, ma vi assicuro che non è così.
    Sono una degli ultimi arrivati in un condominio in cui quasi la totalità dei condòmini è composta da persone anziane che si fidano di un certo signore che viene sempre nominato consigliere di scala (ma lui ci tiene ad essere definito "CAPO scala”) che è sempre - e dico sempre - nello studio dell'amministratore il quale, combinazione, è in carica da quando lui è venuto ad abitare nel condominio (molti anni prima di me). Inoltre, proprio il signore del contatore in cantina è il terzo componente di questa “associazione”.
    Riescono ad avere la maggioranza e fanno quello che vogliono.

    Per la prossima assemblea proverò a raccogliere qualche delega, e sicuramente non voterò per la riconferma dell'attuale amministratore, ma comunque non riuscirò mai ad avere la maggioranza.

    La procedura meno scorretta è già stata attuata una volta, con successivo bigliettino del proprietario della cantina che suggeriva di mettere le mani in un altro posto...a voi indovinare quale! Però è come hai detto tu: significa mettersi allo stesso bassissimo livello, quindi preferisco provare con la procedura 1.
    Ma se non riuscirò ad ottenere niente, non so se riuscirò a resistere alla tentazione non solo di staccargli semplicemente la spina, ma di tagliargli il filo, magari quando è in ferie!

    per adimecasa:
    il contatore servirebbe solo al proprietario della cantina con il congelatore.

    grazie a tutti!!!

    Aggiunto dopo 4 minuti :

    Dimenticavo di dire che a tutte le assemblee uno fa il presidente e l’altro il segretario, quindi anche i verbali lasciano il tempo che trovano. Che tristezza!
     
  7. jac0

    jac0 Membro Senior

    Proprietario di Casa
    Presidente e segretario sono cariche elettive, l'elezione di entrambi avviene a maggioranza.
    Un suggerimento: se il regolamento di condominio non lo vieta, per la prossima assemblea ordinaria potresti delegare un esterno: questo qualcuno potrebbe essere ad un avvocato o altro professionista. Di fronte a questo delegato il gatto, la volpe e quant'altri non potrebbero fare i furbi. La soluzione costa, ma forse risolve.
     
    A tovrm piace questo elemento.
  8. adimecasa

    adimecasa Membro Storico

    Professionista
    se il conta scatti la solo il condomino che possiede il frigo, basterebbe la lettura periodicamente, ed l'amministrattore presegue nel riparto della corrente condominiale scorporando il consumo rilevato dal conta scatti,ed addebitandone il consumo, non riesco ad afferrare il problema forse sono:triste: se mi spieghi meglio forse potrei chiarire il problema, nei condomini che amministro da circa tre anni anno questo congegno e dopo i primi trimestri tutto si è adeguato nella norma anche se qualche giorno di ritardo tra la lettura del contatore generale ed il contascatti e diverso;):daccordo:
     
  9. nuba

    nuba Nuovo Iscritto

    jac0, già fatto! sono anni ormai che all'assemblea delego un professionista.
    Abbiamo vinto una causa, ed il condominio ha dovuto tirar fuori oltre 10.000 euro tra spese legali, C.T.U., C.T.P. e sai cos'ha fatto quella volpe dell'amministratore per pagarle? Ha pensato bene di ripartire il fondo di gestione, naturalmente senza delibera assembleare, così le povere vecchiette non si sono nemmeno accorte di aver speso una media di mille euro a testa.
    Il gatto e la volpe (io li chiamo Cip e Ciop!) hanno la maggioranza anche se io in assemblea delego l'avvocato. Dovrei continuare a fare cause su cause, aspettare che qualcuno cambi casa, o cambiare casa io?
     
  10. tovrm

    tovrm Membro Senior

    Proprietario di Casa
    Perdonami l'ingenuità, ma non conosco la situazione del tuo condominio.
    Due persone da sole, non credo che possano avere la maggioranza a meno che non siano proprietari di circa 1/3 dei millesimi...
    Probabilmente ci devi lavorare un po' su, conquistandoti un po' alla volta la fiducia delle persone anziane. Chiacchieraci un po' e prova a spiegargli, quando se ne presenta l'occasione e con semplicità, gli effetti delle decisioni prese dall'amministratore.
     
  11. nuba

    nuba Nuovo Iscritto

    tovrm, ti ringrazio del consiglio ed è proprio quello che sto provando a fare.
     
  12. jac0

    jac0 Membro Senior

    Proprietario di Casa
    Hai la sensazione che l'avvocato faccia con coscienza i tuoi interessi o un po' se ne infischia perché tanto ha il gettone di presenza? Io metto sempre pulci nelle orecchie!
     
  13. nuba

    nuba Nuovo Iscritto

    dell'avvocato mi fosso fidare:amore:
     
  14. jac0

    jac0 Membro Senior

    Proprietario di Casa
    Se fosse tuo marito in comunione dei beni sarebbe ancora meglio.
     
  15. sisinnio

    sisinnio Membro Junior

    Proprietario di Casa
    caro capo condomino questo puoi farlo con condomini corretti, io peso che la soluzione piu' corretta sia quella di un allaccio enel singolo in quanto non e' autorizzato il condominio a vendere energia elettrica a privati ,questo e' riservato all'enel o societa' simili, anche perche' bisogna fare il carabiniere all'infinito con certi elementi. percio' no o tutti o nessuno ma ogniuno si paga il suo con contatore proprio e non conta scatti, perche si puo' fare i furbi anche su quelli. capito!!!ciao
     
  16. nuba

    nuba Nuovo Iscritto

    sisinnio, puoi spiegarmi meglio cosa intendi per "non è autorizzato il condominio a vendere energia elettrica a privati"?
    grazie!
     
  17. possessore

    possessore Membro Senior

    Proprietario di Casa
    Mettendo un contatore che misura il consumo del frigorifero, è come se il condominio vendesse energia elettrica al condomino, nel senso che il condomino poi pagherebbe in base ai consumi segnati dal misuratore.

    Mi viene da sorridere pensando a questa questione, perché nel mio palazzo l'amministratore condominiale, che è anche condomino, ha motorizzato la basculante del suo box auto con la corrente del condominio, e altri 4 condomini l'hanno imitato. Sono quasi certo che nessuno di essi ha attinto dal proprio contatore di energia elettrica, ma ci vuole poco per fare la prova. Mi basta togliere la corrente di casa all'amministratore quando lo vedo armeggiare con la basculante del suo box. Se la basculante smette di funzionare, vuol dire che si è agganciato alla luce di casa, se invece continua a funzionare allegramente, vuol dire che sta fregando la corrente al condominio. Un giorno questa prova la faccio, giuro, voglio vedere che succede.
     
  18. sisinnio

    sisinnio Membro Junior

    Proprietario di Casa
    se andiamo a valutare il condominio non e' l'enel o altro gestore per vendere energia elettrica cioe' non autorizzato a tale vendita, pero' normalmente consente ai condomini di prelevare dal contatore condominiali piccoli prelievi come la luce del garage, istallando un conta scatti e facendo pagare una somma valutata dall'intera assemblea condominiale o a forfait in base a quello che ha deliberato l'assemblea.percio' se la luce prelevata e utilizzata per uso condominiale come la luce di tutti i garage non sta' vendendo ma sta' utilizzando il contatore giusto. diverso il caso se lo fa utilizzare a pochi e ad altri lo nega, questo caso e' un problema del capo condomino che deve garantire a tutti. questo lo si puo' verificare con la delibera che e' stata approvata a suo tempo quali le condizioni deliberate, che in ogni caso possono essere modificate quando si vuole visto che l'assemblea e' sovrana.
     

Per rispondere Entra o Registrati è Gratis…

Perchè dovresti Registrarti?

  • Partecipare e Creare Discussioni
  • Trovare Consigli e Suggerimenti
  • Condividere i tuoi Interessi
  • Informarti sulle Novità

Condividi questa Pagina