1. propit.it è il primo e unico forum italiano interamente dedicato ai Proprietari di Casa e agli Inquilini conduttori di proprietà immobiliari.

    Su propit.it puoi approfondire nuove leggi, leggere opinioni, recensioni e consigli, scoprire nuovi strumenti, confrontarti e trovare modulistica fiscale, legale e contabile per gestire la proprietà immobiliare.

    Registrarsi è gratis ed elimina la pubblicità

  1. Icla

    Icla In Attesa di Cancellazione

    Proprietario di Casa
    Buongiorno, vorrei riproporre una questione già ampiamente discussa, ma partendo dalla mia situazione.
    Sono proprietaria di un appartamento in località marina, che fa parte di un condominio di circa 40 appartamenti.
    Le spese per l acqua vengono ripartite secondo i millesimi, ma questa è una cosa non corretta, in quanto:
    - alcune persone vivono tutto l anno e consumano acqua tutto l anno.
    - gli appartamenti, per il 90 % sono chiusi dal mese di ottobre fino ad aprile e d' estate vengono affittati a turisti anche stranieri che si avvicendano ogni settimana e utilizzano l acqua a ettolitri.
    - la sottoscritta usufruisce dell appartamento SOLO nei fine settimana da maggio a settembre e per 2-3 settimane consecutive in agosto e siamo solo in due e senza lavatrice e lavastoviglie.
    Per quale motivo quindi devo dividere le spese dell acqua con chi vive tutto l anno e chi affitta a decine di persone ?
    Faccio notare che nel nostro appartamento sono regolarmente montati i contatori per il consumo dell acqua, mentre altri appartamenti non li hanno.
    Ovviamente l assemblea non voterà mai per dividere le spese secondo i consumi, perché a loro CONVIENE COSÌ, ma non è giusto che noi si paghi anche per gli altri.
    L Amministratore fa orecchie da mercante, ma noi potremmo pretendere la lettura dei contatori?
    È legale l autolettura ( con tutta la responsabilità al proposito), nel senso che se mandano un omino a leggerlo, rischiamo che il servizio pareggi i conti con i consumi.
    Grazie per l attenzione, attendo riscontri inerenti alla mia situazione contingente .
     
  2. Gianco

    Gianco Membro Storico

    Professionista
    E' una decisione che deve essere presa a maggioranza dall'assemblea condominiale. Sarebbe logico e giusto che ciascuno paghi quello che consuma. Ovviamente la condizione basilare è che tutti i contattori siano in posizione che un incaricato li possa leggere senza dover entrare nella proprietà, devono essere ubicati sul muretto fronte strada.
     
    A Jan80 e Icla piace questo messaggio.
  3. Dimaraz

    Dimaraz Membro Senior

    Proprietario di Casa
    No.
    Norma prevede che i consumi siano addebittati secondo misure rilevate.
    Se già esistono sottocontatori che tutti si adeguino o paghino ripartendosi il differenziale.

    Devi essere risoluta e pronta a metter mano al portafoglio per citare in causa Condominio e Amministratore.
     
    A Jan80 e Icla piace questo messaggio.
  4. Icla

    Icla In Attesa di Cancellazione

    Proprietario di Casa
    Ribadisco che a parte me, che ho spese minime di consumo acqua, NESSUNO ha interesse ad approvare la mia scelta. Chi vive tutto L anno divide con me, chi affitta a chi si fa la doccia a tutte le ore del giorno e della notte divide con me.... è ridicolo Che io paghi anche per loro.... ma una causa se hanno ragione quanto mi costa? grazie a tutti
     
  5. Icla

    Icla In Attesa di Cancellazione

    Proprietario di Casa
    Nel condominio dove risiedo tutto L anno sono dentro casa e io mando L autovettura facendo una foto con il cellulare . In strada forse verrebbero manomessi e forse richiederebbero lavori di posizionamento più costosi ( io in casa li ho già )
     
  6. luciano1949

    luciano1949 Membro Attivo

    Proprietario di Casa
    @Icla potresti richiedere copia della bolletta e da quella estrapolare quanti mc sono stati fatturati, quindi fare un calcolo di quanti mc sono stati consumati da te, di conseguenza comunichi all'amministratore con raccomandata R.R. la tua decisione di pagare il tuo consumo maggiorato del 10% a compensazione della differenza fra consumo rilevato dai contatori (teorici parziali) e dal contatore centrale che è quello dove il fornitore si basa, poi attendi la risposta dell'amministratore, sicuramente risponderà in modo negativo, ma a quel punto lascia che sia lui a districare la matassa, se vuole andare in causa lo faccia lui per il condominio, se non ci sono regole scritte e accettate dove tu hai firmato di dividere l'acqua per millesimi, non credo che un giudice veda di buon occhio che nel 2020 ci siano ancora appartamenti che non hanno un loro contatore per l'acqua, installare un contatore per appartamento non è una spesa che influisca su bilanci familiari, un idraulico che dovesse acquisire un miniappalto per questi lavoretti potrebbe installare i contatori a meno di 100€ a appartamento.
     
    A Icla piace questo elemento.
  7. moralista

    moralista Membro Assiduo

    Professionista
    ma un condominio di queste dimensioni, ci sara un regolamento contrattuale che fa riferimento alle divisioni dei consumi di acqua e altro
     
    A Icla e Jan80 piace questo messaggio.
  8. basty

    basty Membro Senior

    Proprietario di Casa
    L'idraulico forse lo accontenti coi 100€: ma non consideri che poi chiamerai il piastrellista per ripristinare pavimento o pareti;
    se non trovi piastrelle uguali dovrai ripiastrellare completamente.
    e se gli impianti fossero a colonne verticali invece che ad anello con unico ingresso?

    Un conto è far nascere l'impianto con il proprio sottocontatore: ma se deve essere aggiunto successivamente, questo banale intervento può venirti a costare caro.
     
    A Luigi Criscuolo piace questo elemento.
  9. moralista

    moralista Membro Assiduo

    Professionista
    per mettere i sotto contatori non serve il piastrellista, di solito vengono applicati alle condutture sotto il lavello della cucina
     
  10. basty

    basty Membro Senior

    Proprietario di Casa
    Per certo i contatori vanno applicati all'ingresso della propria mandata .

    Se sei fortunato che il punto di ingresso, e relativo rubinetto di intercettazione, siano a vista e posti sotto il lavandino della cucina, l'operazione sarà semplice.

    Se invece l'ingresso della mandata è in bagno, (ma anche in cucina), non a vista, intercettato da un rubinetto/volantino a muro, voglio vederti ad inserire il contatore senza rompere le piastrelle.
     
    A Icla piace questo elemento.
  11. Dimaraz

    Dimaraz Membro Senior

    Proprietario di Casa
    Non esiste che "hanno ragione loro"...e visto che esistono precedenti sentenze a tuo favore le spese (che devi comunque anticipare) saranno a loro addebitate.

    La decisione può essere solo tua e di quanti altri sono nella tua situazione.
    E' un procedimento "Civile" che prima dovrà passare dal "mediatore"...ma facile che "pestando i piedi e minacciando l' Amministratore, si risolva in via stragiudiziale.

    In ogni caso non hai alternative...valuta tu il male minore.
     
    A Icla piace questo elemento.
  12. Icla

    Icla In Attesa di Cancellazione

    Proprietario di Casa
    ...abbiamo il contatore già inserito da anni sotto il lavandino del bagno.
     
  13. Icla

    Icla In Attesa di Cancellazione

    Proprietario di Casa
    Grazie delle info, se poi fosse possibile avere qualche riferimento su queste sentenze, perché dalle mie ricerche non ho trovato niente ....
     
  14. luciano1949

    luciano1949 Membro Attivo

    Proprietario di Casa
    Ogni appartamento deve avere una chiusura dell'acqua per l'appartamento stesso, totale e immediata, tramite saracinesca a leva o a rotella, se non l'ha il costruttore non ha fatto i lavori per mettere in sicurezza la costruzione stessa, ve lo vedete un tubo che salta e comincia a sversare litri su litri di acqua e una casalinga che deve cercare un atrezzo per togliere la protesione del rubinetto a muro e poi chiudere questo rubinetto? nei lavori fatti a regola d'arte dovrebbe esserci la leva rossa che con un movimento rapido interrompa la fornitura d'acqua all'appartamento stesso.

    Se il lavoro fatto all'origine è stato eseguito a regola d'arte l'idraulico interrompe l'acqua dell'appartamento e con un tubo allunga la parte che arriva dalla saracinesca e applica il contatore ricollegandolo alla tubazione che alimenta l'appartamento.
    se la posa dei contatori è di diversi pezzi il prezzo può scendare anche di diversi €, perchè potrebbe già allestire in laboratorio dei pezzi predisposti, non penso che gli impianti siano stati fatti a caso, quindi, almeno le colonne degli appartamenti in verticale dovrebbero essere tutti uguali, ma con le "testine di coniglio" che lavora oggi c'è da aspettarsi di tutto, ritengo cmq che @Icla abbia tutti i diritti di chiedere il suo conteggio esatto, tenuto conto che è anche un condominio fuori da un uso normale.
     
  15. basty

    basty Membro Senior

    Proprietario di Casa
    Questo lo avevo capito. Rispondevo a moralista.
    IL guaio è che altri alloggi condominiali non hanno invece i sottocontatori, e non sappiamo quanto facilmente possano essere installati.
    Se gli impianti sono identici al tuo, presumo di si.
    Ma forse tu hai ristrutturato recentemente ed hai provveduto.
     
    A Icla piace questo elemento.
  16. Icla

    Icla In Attesa di Cancellazione

    Proprietario di Casa
    Si infatti, il bagno è stato rifatto pochi anni fa...
     
    A basty piace questo elemento.
  17. basty

    basty Membro Senior

    Proprietario di Casa
    Appunto....
    CVD
     
  18. Icla

    Icla In Attesa di Cancellazione

    Proprietario di Casa
    Si appunto si divide in millesimi e in base alla MIA SITUAZIONE la suddivisione è scorretta e a favore di altri che ne approfittano
     
  19. moralista

    moralista Membro Assiduo

    Professionista
    Citali con un legale all'arbitrato, e vedi come affrontare la situazione, con qualche Euro risolvi il problema (forse)
     
    A Icla piace questo elemento.
  20. luciano1949

    luciano1949 Membro Attivo

    Proprietario di Casa
    Riprendo la discussione partendo da dati conosciuti, abbiamo ristrutturato un appartamento per nostro figlio, il condominio ha 40anni, ci sono 38 condomini e il contatore è generale con una sola chiusura generale, durante la ristrutturazione "integrale dell'appartamento" abbiamo dovuto chiudere l'acqua a tutto il condominio una giornata, quindi abbiamo provveduto ad installare una nostra saracinesca all'ingresso della nostra mandata, poi abbiamo messo nel nuovo impianto idraulico il nostro contatore, alla prima ssemblea abbiamo chiesto di mettere all'ordine del giorno la messa in opera a tutti i condomini di contatori individuali, proposta rimandata alla prossima assemblea, mio figlio ha pagato i suoi mc e ha pagato molto di più avendo avuto un consumo elevato per l'uso derivato dall'impresa edile, nessuno a fiatato, due mesi fa, mio figlio ha comunicato i suoi mc, ovviamente contestato perchè sono pochi, ma mio figlio in quell'appartamento non ci vive, lui ha pagato i suoi mc con l'eccedenza del 10% e quindi è nata la contestazione da parte dell'amministratore, abbiamo risposto che non esistendo vincoli da regolamento condominiale del costruttore e allegando il decreto ministeriale 4 marzo 1996 - disposizioni in materia di risorse idriche, abbiamo ritenuto giusto ed equo ciò che abbiamo pagato, la risposta dell'amministratore è stata che, alla prossima assemblea saranno predisposte le iniziative per installare i contatori individuali.
    Naturalmente insieme al decreto abbiamo anche, "maleducatamente" spiegato che se il condominio vuole farci causa faccia pure......
     

    Files Allegati:

    A Jan80, Icla e basty piace questo elemento.

Per rispondere Entra o Registrati è Gratis…

Perchè dovresti Registrarti?

  • Partecipare e Creare Discussioni
  • Trovare Consigli e Suggerimenti
  • Condividere i tuoi Interessi
  • Informarti sulle Novità

Condividi questa Pagina