1. propit.it è il primo e unico forum italiano interamente dedicato ai Proprietari di Casa e agli Inquilini conduttori di proprietà immobiliari.

    Su propit.it puoi approfondire nuove leggi, leggere opinioni, recensioni e consigli, scoprire nuovi strumenti, confrontarti e trovare modulistica fiscale, legale e contabile per gestire la proprietà immobiliare.

    Registrarsi è gratis ed elimina la pubblicità

Tag (etichette):
  1. cec

    cec Membro Ordinario

    Proprietario di Casa
    I conteggi del calcolo del canone concordato vanno messi nel contratto o come allegato a parte? Somma della metratura delle singole stanze o totale mq appartamento + accessori ? Grazie
     
  2. fiorello64

    fiorello64 Membro Attivo

    Proprietario di Casa
    Salve, io ho redatto un contratto di afffitto concordato per un mini appartamento di mia proprietà nel 2004 e tuttora in essere. Al tempo dichiarai io i mq. totali dell'appartamento e le condizioni per cui ricadeva in una particolare categoria tariffaria (arredato, ristrutturato di recente etc). Non ho dovuto fare allegati con conteggio dettagliato. Non so se c'è l'obbligo ora. Saluti
     
  3. quiproquo

    quiproquo Membro Senior

    Proprietario di Casa
    Ti rispondo come conduttore locatario da oltre un anno di un alloggio
    locato a me dal locatore con tale forma contrattuale. I conteggi specifici per determinare il minore importo contrattuale effettuati da un grande sindacato degli imprenditori EDILI su incarico e spesa relativa (euro 150) del locatore "NON" sono presenti
    nel contratto. Solo nel Frontespizio del contratto a grande carattere
    appare il seguente titolo:

    LOCAZIONE ABITATIVA AGEVOLATA

    Per il resto è una normale stesura simile a quelle di sempre...l'unica differenza è quelle evidenziata nella durata anni 3 (+ due) col richiamo ai vari articoli specifici sulla DURATA della legge 431/98 e
    alle sue modalità...che qui non riporto.
    Come LOCATRICE, i conteggi specifici per una porzione di alloggio che mia figlia vuole effettuare mi sono stati realizzati gratuitamente dal sindacato UPPI su un foglio bianco che chiaramente conserveremo nella nostra copia contrattuale e senza bisogno di fare altrettanto sia con l'inquilino, sia con l'ADE. Chiaramente anche l'UPPI lo farebbe pagare ai non soci... Infine mi risulta che molti locatori, abili nel maneggiare il computer, riescono a farsi i calcoli soli, soletti...perchè
    "sembra" che non ci sia l'obbligo dell'assistenza sindacale. Per chiudere i calcoli prevedono un minimo e un massimo e il locatore
    avrà la facolta di scelta fra i due estremi variandoli e frazionandoli a sua discrezione. Tutto qua da QUIPROQUO.
     
    A alberto bianchi piace questo elemento.
  4. tovrm

    tovrm Membro Senior

    Proprietario di Casa
    Allegare al contratto i conteggi sottoscritti da entrambe le parti non è obbligatorio, ma di certo aiuta ad evitare future contestazioni. E poi non costa nulla.
     
    A uva e alberto bianchi piace questo messaggio.
  5. uva

    uva Membro Assiduo

    Proprietario di Casa
    Concordo con Tovrm.
    Per stipulare i contratti concordati a canone agevolato utilizzo dei prestampati messi a disposizione da un ufficio apposito del Comune, che richiamano la normativa in merito e le varie clausole.
    Siccome non c'è spazio per scrivere il conteggio (superficie dell'unità immobiliare, numero degli elementi presenti in base ai quali viene determinata la tariffa euro/mq, calcolo del canone) preparo un allegato col dettaglio di tutto che viene firmato dal proprietario e dall'inquilino. Spero che così non ci siano contestazioni.
    Sono calcoli semplici che non richiedono l'assistenza dei sindacati proprietari/inquilini (che comunque non è obbligatoria).
     
  6. cec

    cec Membro Ordinario

    Proprietario di Casa
    Grazie, il mio comune non ha il prestampato quindi, stipulando il contratto in cedolare secca senza limiti di righe e pagine ho deciso di inserirlo direttamente nell'articolo 2 Canone.... mi pare più chiaro!
     
  7. jac1.0

    jac1.0 Ospite

    Per non sbagliare ti consiglio di rivolgerti all'UPPI (o al SUNIA) più vicino a te: hai le idee poco chiare.
     
  8. cec

    cec Membro Ordinario

    Proprietario di Casa
    Grazie, infatti sono stata all'UPPI (pagando la quota annuale) e chi mi ha dato le risposte sembrava aver le idee ancor più confuse di me, per questo riformulo sempre i miei dubbi sul forum. Loro mi avevano appunto detto di indicare i conteggi nella sessione Canone e così ho pensato di fare: mi sono fatta anche ricontrollare i calcoli che avevo preventivamente fatto ed erano corretti. Cosa trovi che non va? Grazie...
     
  9. jac1.0

    jac1.0 Ospite

    La risposta non è univoca, ma dipende dall'accordo territoriale della città ove è l'immobile. A Roma far da sé un contratto agevolato la prima volta è quasi impossibile. La seconda, per lo stesso immobile, è più facile.
     
    A cec piace questo elemento.
  10. cec

    cec Membro Ordinario

    Proprietario di Casa
    Ah... io mi sono scaricata l'allegato A (indispensabile nel concordato del mio comune) e, con le opportune modifiche sono riuscita a completarlo e fare correttamente i calcoli.
    Trattandosi del mio primo contratto concordato sono infatti andata all'UPPI a farlo controllare e mi hanno dato l'ok... i punti dove il responsabile non mi aveva convinto ho chiesto nel forum e sono quasi arrivata in fondo. Mi resta un dubbio sulle clausole per mancato pagamento ma aprirò una nuova discussione.
     
  11. jac1.0

    jac1.0 Ospite

    Beata te che ci sei riuscita!
     
  12. tovrm

    tovrm Membro Senior

    Proprietario di Casa
    Non è difficile. Basta applicarsi un po'. Con un file Excel, poi, tutto diventa veramente semplice.
    A mio aviso, e per le mie esperienze, le associazioni sono piuttosto inutili e buone solo a prendersi i soldi. Preferisco sbagliare da me, che far sbagliare altri, che pago, per me.
    Buon fine settimana!
     
    A cec piace questo elemento.
  13. jac1.0

    jac1.0 Ospite

    Il problema non è il programma (cioè l'algoritmo), ma sta nei dati di partenza.
    Le associazioni non sono inutili ma, concordo, potrebbero essere più utili. Ma ci vuole cultura.
     

Per rispondere Entra o Registrati è Gratis…

Perchè dovresti Registrarti?

  • Partecipare e Creare Discussioni
  • Trovare Consigli e Suggerimenti
  • Condividere i tuoi Interessi
  • Informarti sulle Novità

Condividi questa Pagina