1. propit.it è il primo e unico forum italiano interamente dedicato ai Proprietari di Casa e agli Inquilini conduttori di proprietà immobiliari.

    Su propit.it puoi approfondire nuove leggi, leggere opinioni, recensioni e consigli, scoprire nuovi strumenti, confrontarti e trovare modulistica fiscale, legale e contabile per gestire la proprietà immobiliare.

    Registrarsi è gratis ed elimina la pubblicità

Tag (etichette):
  1. Busolegna

    Busolegna Nuovo Iscritto

    Ai fini della determinazione del numero di teste da conteggiare in sede di delibere assembleari, un Socio Accomandante, ovvero primario titolare di un negozio con ragione sociale S.a.S, S.a.S proprietaria del negozio in cui svolge il proprio esercizio sito in un condominio nel quale lo stesso titolare della S.a.S. ha acuistato anche un appartamento come privato, il suo voto vale 1 o 2 teste? La diatriba sta nel fatto che fisicamente la testa è una sola mentre dall'altra fazione si vuole tener suddiviso l'esercizio giuridico dalla persona fisica.

    Inoltre, nella S.a.S. è presente un Socio accomandandato, figlio del Socio Accomandante e come tale non primario titolare dell'esercizio che ha a sua volta ha acquistato un proprio appartamento, ai fini del contegio delle teste quest'ultimo ha una propria identità o viene assimilato nella S.a.S.?

    Grazie anticipate per i chirimenti che arriveranno.
     
  2. Antonio Azzaretto

    Antonio Azzaretto Membro dello Staff

    Un condòmino=una testa

    Se un condòmino ha in proprietà più di un bene immobile, la testa rimane sempre una.

    La ratio di questa regola elettorale sta che il legislatore ha voluto dare peso sia alla maggioranza (conteggiata democraticamente per numero di persone), sia al peso del voto (compreso nei millesimi posseduti, che, in caso di più appartamenti, si sommano).

    Le leggi elettorali, sia in un ambiente piccolo come il condominio, sia in un paese grande come l' Italia, garantiscono (o non garantiscono) il funzionamento della democrazia.
    Per altri approfondimenti su questo argomento ti lascio questo link:
    La Community AziendaCondominio • Leggi argomento - Doppia maggioranza nelle assemblee condominiali
     
    A Busolegna piace questo elemento.
  3. Busolegna

    Busolegna Nuovo Iscritto

    Chiedo scusa, ma quindi mi confermi che la testa, intesa come testa fisica, è una sola indipendentemente che la stessa persona sia proprietario come Socio Accomandante di S.a.s. (persona giuridica) e come privato cittadino (persona fisica)?
     
  4. Antonio Azzaretto

    Antonio Azzaretto Membro dello Staff

    In questo caso, i condòmini sono due, non uno solo, perchè il soggetto in questione vota sia come proprietario privato (una testa), sia come rappresentante legale di una società (un' altra testa diversa).

    ...è come se avesse una delega, non so se riesco a spiegarmi.
     
  5. Busolegna

    Busolegna Nuovo Iscritto

    si, si, tutto chiaro, grazie 1.000:ok:
     
  6. beppebre

    beppebre Membro Attivo

    Da quando le sas hanno personalità giuridica? E in una sas chi può svolgere funzioni di amministratore?
    Credo che il socio accomandante svolgendo compiti di rappresentanza della società, si esponga a quei rischi che la scelta della forma societaria lascerebbe supporre avrebbe preferito evitare.
     
  7. Busolegna

    Busolegna Nuovo Iscritto

    Beppebre spiegati meglio, non mi risulta del tutto intellegibile quello che hai asserito...
     
  8. Antonio Azzaretto

    Antonio Azzaretto Membro dello Staff

    Le società in accomandita semplice non hanno personalità giuridica.
    Le funzioni di rappresentanza legale nelle società in accomandita semplice li svolgono i soci accomandatari.
    In questo caso, non si tratta di rappresentanza, ma solo di delega, e, pertanto, in questo caso il socio accomandante non spende il nome della società, e non corre il rischio di assumersi i rischi del socio accomandatario (ossia rispondere per le obbligazioni della società anche con il proprio patrimonio personale, e non soltanto per la quota di capitale conferita).
     
  9. beppebre

    beppebre Membro Attivo

    Non mi sembra che Busolegna abbia parlato di deleghe, ha fatto riferimento ad un socio accomandante presentato come "primario titolare" non come delegato. Da dove deduci che il socio accomandante abbia ricevuto la delega a rappresentare il socio accomandatario nell'assemblea condominiale?
     
  10. Antonio Azzaretto

    Antonio Azzaretto Membro dello Staff

    Dal punto di vista del segretario e del presidente di un assemblea, chi partecipa per conto di una società è il delegato fino a prova contraria.

    I rapporti giuridici che intercorrono tra il soggetto delegato in assemblea e la società, nella prospettiva dell' adempimento delle formalità previste per l' assemblea di condominio, non sono pertinenti.
     
  11. beppebre

    beppebre Membro Attivo

     
  12. Antonio Azzaretto

    Antonio Azzaretto Membro dello Staff

    La Cassazione (Sentenza n. 3634 deò 28/6/1979), ha stabilito che per gli affari di ordinaria amministrazione (E' stata compresa anche l' approvazione delle tabelle millesimali), la delega può essere conferita anche verbalmente.
    Inoltre i Giudizi hanno stabilito che la prova dell' esistenza dell' oggetto e dei limiti del mandato, può essere acquisita con ogni mezzo, anche con presunzioni (Cassazione n. 2416 del 14/7/1972).
    Per approfondimenti su questo argomento leggi quì:
    La Community AziendaCondominio • Leggi argomento - Deleghe di assemblea di condominio, condominiale
     
  13. Busolegna

    Busolegna Nuovo Iscritto

    Chiedo scusa, forse da quanto ho letto sopra non ho utilizzato dei termini corretti per il caso sopraesposto, vedo di rimediare: il socio accomandatario di S.a.s. (cossia colui che rispondere per le obbligazioni della società anche con il proprio patrimonio personale, e non soltanto per la quota di capitale conferita) è la stessa persona che è proprietario di un appartamento nello stesso stabile (unità diversa ed indipendente nello stabile dal negozio come S.a.s.), esso partecipa alle riunioni condominiali in veste di proprietario dell'appartamento e delega la moglie, regolarmente compresa e fiducaiata nell'atto costitutivo della S.a.s., a sua rappresentanza e quindi per la S.a.s in questione: il dubbio sollevato è semplicemente se corretto computare 2 teste msu di un soggetto fisico singolo in quanto in pratica è la stessa persona parteciapa sia di persona che per delegaa tra l'altro con lui presente.
    Non so se ho reso le cose più chiare o le ho storpiate al peggio.
    Vediamo un esempio: se in uno stesso stabile una sola persona è proprietaria di più esercizi come titolare di una Snc, di una Sas e possiede anche 1 appartamento, la testa è 1 o sono 3?

    Leggi Tutto cliccando su: Conteggio teste per decisioni assembleari di condominio
     
  14. mateolo

    mateolo Nuovo Iscritto

    Cari Signori,
    Ma quando fate le riunioni di condominio non vi accertate della identità dei partecipanti?
    Voi dovete essere certi che chi partecipa sia proprietario o altra persona con delega. Voi dovete pretendere le copie degli atti di acquisto. Se, dall'atto d'acquisto viene fuori che il proprietario della unità immobiliare adibita ad attività è una società mentre l'altro è un privato, allora le teste son due nel condominio (anche se l'amministratore della S.a.s. è la stessa persona). Se risulta invece che siano la stessa persona, allora la testa è una.

    Il fatto che sia Sas legittima a partecipare all'assemblea il suo amministratore. Se gli amministratori sono due o più, è necessario che gli stessi si accordino tra di loro su chi partecipare all'assemblea condominiale e documentare il tutto con una delega scritta (verba volant scripta manent). Ricordate che all'assemblea devono essere presenti solo i condomini o chi per essi forniti di delega.

    Spero con un esempio di rendere la cosa più chiara:

    Negozio appartiene a Tizio di Caio S.a.s. (p.IVA 0000000000)
    Appartamento appartiene a Caio (c.f. dajfdlkajajlfd)
    In questo caso sono due teste

    Negozio appartiene a Caio che in forma privata (affitto, comodato...) l'ha concesso alla società Tizio di Caio S.a.s.
    Appartamento appartiene a Caio
    In questo caso sono una persona

    Spero Vi serva di aiuto..
    Buona Domenica

    Amedeo Principe - Ottaviano NA
     

Per rispondere Entra o Registrati è Gratis…

Perchè dovresti Registrarti?

  • Partecipare e Creare Discussioni
  • Trovare Consigli e Suggerimenti
  • Condividere i tuoi Interessi
  • Informarti sulle Novità

Condividi questa Pagina