• propit.it è il primo e unico forum italiano interamente dedicato ai Proprietari di Casa e agli Inquilini conduttori di proprietà immobiliari.

    Su propit.it puoi approfondire nuove leggi, leggere opinioni, recensioni e consigli, scoprire nuovi strumenti, confrontarti e trovare modulistica fiscale, legale e contabile per gestire la proprietà immobiliare.

    Registrarsi è gratis ed elimina la pubblicità

possessore

Membro Senior
Proprietario Casa
Ciao a tutti,

Vorrei farVi una domanda. Solitamente non partecipo alle Assemblee, ma spulciando un verbale di Marzo 2019 ho scoperto che l'Amministratore ha verbalizzato di aver ricevuto 2 deleghe da 2 condomini.

I millesimi di questi 2 condomini erano determinanti per poter dichiarare validamente costituita l'assemblea.

Come tutti ben saprete, non è legale delegare l'Amministratore.

In occasione di una futura Assemblea a cui forse parteciperò, vorrei sapere se è legale invalidare l'assemblea in corso, dopo che essa è stata dichiarata validamente costituita, in presenza di una o più deleghe all'amministratore.

Mi spiego ancora meglio.

Ipotizziamo che anche stavolta l'amministratore si presenti con una o più deleghe a suo favore, che sappiamo essere NON LEGALI.

L'assemblea viene dichiarata validamente costituita (anche se legalmente non lo sarebbe!), e ciò viene scritto a verbale.

Nel seguito della discussione viene presa a maggioranza una decisione che non mi trova d'accordo.

Posso, a questo punto, tirare fuori il discorso delle deleghe all'amministratore che non sono legali, e far annullare tutto? Prima che finisca l'assemblea, e dopo che essa è stata dichiarata validamente costituita (anche se vi sono delle deleghe all'amministratore).

Spero di aver espresso bene il senso del mio quesito, sono comunque a disposizione se non fosse chiaro.

Grazie per avermi letto sino a qui.
 

Nemesis

Membro Storico
Proprietario Casa
Se l'assemblea giungesse comunque a deliberare qualcosa, tale deliberazione sarebbe impugnabile ex art. 1137 c.c., e quindi annullabile.
 

alberto bianchi

Membro Storico
Proprietario Casa
Qual'è la frase testuale che parla di delega ? Nel verbale c'è scritto in maniera esplicita ed inequivocabile che la delega era a favore dell'amministratore ? Oppure si parla solo di delega generica senza specificare il nome del delegato ?
 

possessore

Membro Senior
Proprietario Casa
Se l'assemblea giungesse comunque a deliberare qualcosa, tale deliberazione sarebbe impugnabile, e quindi annullabile.
Sono d'accordo, ma non vorrei arrivare a questo, per la ragione che l'ANNULLABILITA' mi obbliga a CONTATTARE UN AVVOCATO.

Vorrei fermare tutto prima, rovesciando la tovaglia in faccia a Don Abbondio se l'assemblea prende una brutta piega, e lasciandoli fare se invece prendono la decisione che fa comodo a me.

Secondo te è possibile, oppure in fase di assemblea, una volta che la stessa è stata riconosciuta legalmente costituita seppure ciò non sia vero per le ragioni suesposte, non si può più dire "Rivediamo un attimo le deleghe? C'è qualcosa che non mi torna!"
 

possessore

Membro Senior
Proprietario Casa
Qual'è la frase testuale che parla di delega ? Nel verbale c'è scritto in maniera esplicita ed inequivocabile che la delega era a favore dell'amministratore ? Oppure si parla solo di delega generica senza specificare il nome del delegato ?
Lo scenario è questo.

Inizia l'assemblea.

L'amministratore ha 2 deleghe di 2 condomini.

Viene dichiarata l'assemblea legalmente costituita e si va avanti.

Decidono di far saltare in aria il mio appartamento (faccio un esempio!!!)

Posso a questo punto chiedere che vengano riviste le deleghe e revocare la dichiarazione di regolare costituzione dell'assemblea?

Se invece decidono di abbellire il mio appartamento, siccome mi fa comodo, non dico nulla e si va avanti fino alla fine.

Uno scenario simile è possibile legalmente?
 

possessore

Membro Senior
Proprietario Casa
Al tuo posto, avendo la prova documentale, spuxxanerei in Assemblea e davanti a tutti l'Esimio Ammnistratore consigliandoli di dare le dimissioni per incapacità.
Come sai benissimo, decorsi 30 giorni dalla ricezione certificata del verbale (è un'assemblea di Marzo 2019), l'annullabilità (tramite avvocato) non è più attuabile.

Siccome a brevissimo ho un'altra assemblea, dove bisogna scegliere tra 3 fornitori, di cui solo 1 ha la mia simpatia perché è competente tecnicamente, vorrei capire se posso "strabaltare il trocchio" quando mi fa comodo, se mi fa comodo, in corso di assemblea, visto che PROBABILISTICAMENTE anche stavolta l'amministratore si presenterà con una o più deleghe a suo favore.

Tra l'altro l'assemblea di marzo 2019 serviva per confermare il suo incarico, confermare il preventivo 2019 e il consuntivo 2018, e non aggiungo altro!
 

possessore

Membro Senior
Proprietario Casa
Il senso della domanda è: inizialmente si scrive a verbale che "l'assemblea è validamente costituita", pur avendo l'amministratore una o più deleghe (non legali) a suo favore; vorrei capire se IN CORSO D'ASSEMBLEA posso chiedere la revisione delle deleghe e buttare tutto all'aria invalidando il quorum millesimale, se viene scelto un fornitore troppo lontano dalla città dove si trova l'immobile.
 

alberto bianchi

Membro Storico
Proprietario Casa
Tu puoi chiedere in Assemblea la verifica materiale delle deleghe scritte e a quel punto se ha utilizzato lo stesso sistema di presentarsi con delle deleghe fasulle puoi "s******arlo" davanti a tutti.
 

possessore

Membro Senior
Proprietario Casa
Tu puoi chiedere in Assemblea la verifica materiale delle deleghe scritte e a quel punto se ha utilizzato lo stesso sistema di presentarsi con delle deleghe fasulle puoi "sputt4n4rlo" davanti a tutti.
Senz'altro, questo mi è chiaro.
Ma posso inizialmente FARE FINTA DI NULLA, e chiedere la verifica delle deleghe quando ormai è stato scritto "ASSEMBLEA VALIDAMENTE COSTITUITA" e si è arrivati a decidere di "tinteggiare di rosa a pallini blu il fabbricato"?
 

Dimaraz

Membro Storico
Proprietario Casa
"Curioso"...se è sfavorevole c'è un illecito se è vantaggioso si diventa "omertosi".

@alberto bianchi ha sollevato una questione degna di nota ma che va appurata ed ingrandita.

La Legge vieta che l'amministratore possa essere "delegato" per rappresentare un proprietario al voto...ma nulla vieta che si presenti in assemblea con 2 deleghe firmate ed indicanti come delegato una terza persona.
Secondo una "corrente" di pensiero (che condivido) il "divieto" non si avrebbe se la delega fosse a "voto vincolato" ovvero desse istruzione scritta sugli intendimenti di voto del delegante.

Quanto alla "invalidità" di una delibera viziata da una delega irregolare la stessa potrebbe essere contestata solo dal delegante.
 

Franci63

Membro Senior
Proprietario Casa
(Vedo che anche voi siete in difficoltà, forse non vi è mai accaduto)
Tu puoi chiedere in Assemblea la verifica materiale delle deleghe scritte e a quel punto se ha utilizzato lo stesso sistema di presentarsi con delle deleghe fasulle puoi "s******arlo" davanti a tutti.
È solo il presidente dell’assemblea che , una volta scelto tra i condomini presenti, potrà controllare le deleghe , per verificare se ci sono i “numeri” necessari.
Fatti eleggere presidente, e potrai contestare in tempo reale.
La prassi che sia l’amministratore stesso a farsi consegnare le deleghe e verificarne la correttezza, è comune ma, secondo me, errata.
Prima si sceglie il presidente, poi si consegnano a lui le deleghe.
 

Franci63

Membro Senior
Proprietario Casa
Ma facendo così, dovrebbe prima dichiarare (erroneamente) la regolarità della costituzione dell'assemblea e poi fare "retromarcia" se l'assemblea intendesse deliberare contrariamente ai suoi desideri.
Non intendevo questo: per me, il presidente (chiunque sia, non solo @possessore), dovrebbe sempre controllare le deleghe personalmente (senza lasciare che sia l’amministratore a farlo, non gli compete) , e dichiarare la regolarità solo di quelle effettivamente regolari.
Tra quelle non regolari, rientrano quelle che delegano l’amministratore.
Niente giochetti a seconda di cosa conviene.
 

basty

Membro Storico
Proprietario Casa
Un conto è il giudizio sul comportamento opportunistico, altra la risposta richiesta.
Io credo che fin che l’assemblea non viene sciolta, sia sempre possibile richiedere delle verifiche in corso di assemblea; se dalle verifiche risultassero anomalie verrebbero a decadere le eventuali decisioni prese in precedenza.
Diverso una volta dichiarata chiusa e verbalizzata la assemblea. Qui rimane il ricorso al giudice
 

Per rispondere Entra o Registrati è Gratis…

Perchè dovresti Registrarti?

  • Partecipare e Creare Discussioni
  • Trovare Consigli e Suggerimenti
  • Condividere i tuoi Interessi
  • Informarti sulle Novità

Ultimi Messaggi sui Profili

Le richieste non devono essere pubblicate nel box. Questo box può essere utilizzato per indicare una frase di accompagnamento ai messaggi.
Mi auguro che tutto questo un giorno finirà e che ci butteremo alle spalle questa triste vicenda.
Sognatrice '80
Alto