1. propit.it è il primo e unico forum italiano interamente dedicato ai Proprietari di Casa e agli Inquilini conduttori di proprietà immobiliari.

    Su propit.it puoi approfondire nuove leggi, leggere opinioni, recensioni e consigli, scoprire nuovi strumenti, confrontarti e trovare modulistica fiscale, legale e contabile per gestire la proprietà immobiliare.

    Registrarsi è gratis ed elimina la pubblicità

  1. Cia

    Cia Membro Attivo

    Proprietario di Casa
    Il quesito è semplice.

    Casa acquistata con rogito notarile il 28 gennaio u.s. e, naturalmente, effettiva contestuale entrata in possesso della medesima;

    l'amministratore ora mi chiede il pagamento delle bollette condominiali (spese ordinarie) relative al mese di dicembre 2014 e gennaio 2015: il vecchio proprietario, chiamato in causa, sostiene che l'obbligo da parte mia sussiste dalla data del compromesso, vale a dire da fine novembre 2014.
    A me sembra assurdo che debba pagare per spese ordinarie prima che io entrassi nell'effettivo possesso della casa (non ne avevo nemmeno le chiavi)!
    Tra l'altro, nel rogito è annotata la dichiarazione del vecchio proprietario di essere in regola con le spese condominiali (ovviamente alla data del rogito stesso).

    Riporto, per maggior chiarezza, l'estratto del rogito: "La parte venditrice dichiara e garantisce, altresì, di essere in regola anche con la corresponsione degli oneri condominiali relativi alla gestione ordinaria e straordinaria del fabbricato di cui è parte la consistenza immobiliare in oggetto."
     
  2. Dimaraz

    Dimaraz Membro Assiduo

    Proprietario di Casa
    Tu sei proprietario nell'istante in cui avete sottoscritto il Rogito.
    Sei condomino nel momento in cui divieni proprietario e solo da quel momento sei debitore per le tue quote di spesa.
    Ma tu sei comunque "responsabile" per le spese " legate" alla tua proprietà con diritto di rivalsa su chi ti ha venduto la proprietà.
    La Legge limita questa funzione solo alle spese dell'esercizio in corso al momento del rogito e a quello precedente (quindi max 2 anni).
    Ovvio che se il venditore non si arrenda all'evidenza dovrai iniziare causa.
    L'amministratore DEVE agire nei tuoi confronti perché il vecchio proprietario non è più condomino.
     
    Ultima modifica: 28 Marzo 2015
  3. Cia

    Cia Membro Attivo

    Proprietario di Casa
    la norma si commenta da sola. se ci sarà un altro acquisto, mi converra assumere un in vestigatore privato..... si puo fare causa, d'accordo, visto che sono poche le cause civili pendenti!
     
  4. Dimaraz

    Dimaraz Membro Assiduo

    Proprietario di Casa
    Se mai dovessi fare un altro acquisto simile...un "investigatore" non ti servrirebbe a nulla.
    Meglio una liberatoria firmata dall' Amministratore che non ti esenterà dal ricorso al Giudice ma ti darà un altro responsabile "aggredibile".

    Avvisa il tuo venditore che lo citerai in giudizio per le spese che gli competono con addebito delle ulteriori spese.
    Far la voce "autoritaria" a volte serve.
     
    A Elisabetta48 piace questo elemento.
  5. Un giocatore

    Un giocatore Membro Assiduo

    Proprietario di Casa
    Prima bisogna vedere se sull'atto di compravendita è scritto qualcosa al riguardo.
     
  6. adimecasa

    adimecasa Membro Storico

    Professionista
    non sono 2 anni di spese condominiali che l'amministratore può chiedere al nuovo condomino, ma le spese della gestione in corso e di quella precedente,
     
  7. Luigi Criscuolo

    Luigi Criscuolo Membro Storico

    Proprietario di Casa
    c'è
    comunque questo è un caso da mediazione, rivolgiti ad un istituto autorizzato per la mediazione, puoi farlo anche senza l'assistenza di un tuo legale. Magari il solo fatto di ricevere una convocazione può far cambiare idea al vecchio proprietario.
     
  8. Un giocatore

    Un giocatore Membro Assiduo

    Proprietario di Casa
    Ma non è scritto a chi spettano le pendenze condominiali. Andava scritto, per evitare il casino che invece ora c'è. E' ben noto al notaio che questi problemi si presentano quasi sempre quando la casa di cui alla compravendita è in condominio.
     
  9. Luigi Criscuolo

    Luigi Criscuolo Membro Storico

    Proprietario di Casa
    ma se la frase riporta che "La parte venditrice dichiara e garantisce, altresì, di essere in regola anche con la corresponsione degli oneri condominiali relativi alla gestione ordinaria e straordinaria del fabbricato di cui è parte la consistenza immobiliare in oggetto." perché deve specificare che i debiti saranno a carico del venditore se c'é già la legge che lo stabilisce?
     
    A rita dedè e Dimaraz piace questo messaggio.
  10. Dimaraz

    Dimaraz Membro Assiduo

    Proprietario di Casa
    Ehm...se ti riferivi alla mia risposta hai letto male:

     
  11. Dimaraz

    Dimaraz Membro Assiduo

    Proprietario di Casa
    Vallo a spiegare ai duri di comprendonio (nessun riferimento a quanti sinora intervenuti).

    Evidentemente tati non conoscono le Leggi o non comprendono il linguaggio, a volte si, ermetico.
     
  12. sergio gattinara

    sergio gattinara Membro dello Staff

    Proprietario di Casa
    a proposito di linguaggio ermetico il Governatore della Federal Reserve Alan Greespan durante una conferenza stampa ad un giornalista che cominciò
    con la frase " leggendo un suo intervento davanti al congresso ho capito che........
    G
    reespan lo interrompe per dirgli " se ha capito vuol dire che non mi sono spiegato bene.....
     
    A giomar e Dimaraz piace questo messaggio.
  13. Un giocatore

    Un giocatore Membro Assiduo

    Proprietario di Casa
    Ci sono altre due possibilità:
    il legislatore:
    - non sa esprimersi,
    - sa esprimersi, ma si finge ignorante perché vuole far guadagnare gli avvocati, che in Italia sono troppi.
     
    Ultima modifica: 30 Marzo 2015
  14. giomar

    giomar Membro Attivo

    Se nel rogito fosse stato indicato:
    Le parti sin da ora espressamente convengono che saranno a carico del signor.....
    tutti quegli oneri, riferiti alle porzioni immobiliari in contratto che, pur se posti in riscossione posteriormente alla data dell’atto traslativo di proprietà, si riferiscano a spese deliberate anteriormente a detta data.

    Ora ci sarebbe stato un problema in meno. O meglio, agevolati in una eventuale causa.
     
  15. Un giocatore

    Un giocatore Membro Assiduo

    Proprietario di Casa
    Quoto al 100%.
     
  16. Ollj

    Ollj Membro Assiduo

    Professionista
    Assolutamente no; vero che repetita iuvant, ma c'è pur sempre un limite!

    E' già stato detto più su (e anche su altro topic con simil quesito):
    una dichiarazione sifatta, sia pur sottoscritta dalle parti e con i crismi di clausola a rogito notarile, mai attribuirà un maggior vantaggio a chi intendesse servirsene; questo perchè:
    - è un atto tra parti e se sottoscritto solo dalle medesime (a rogito) effetto alcuno produrrà verso i terzi (Condominio)
    - l'Amministratore, ben potrà rivolgersi ugualmente all'acquirente per escuterlo forzosamente ex art.63 Disp. Att e nella causa Condominio vs Acquirente, tal dichiarazione nulla potrebbe.
    La dichiarazione sottoscritta dalle sole parti, non attribuendo vs Condominio alcuna maggior tutela rispetto a quella già riconosciuta dall'art. 63 Disp. Att, potrà solo influire quanto ai reciproci rapporti (diritti e obblighi) tra acquirente e venditore, proprio perchè a tal fine furono le parti a definire il tutto contrattualmente (la c.d. loro lex specialis).
    Saluti.
     
  17. giomar

    giomar Membro Attivo

    Io ce lo metto.
     
  18. Un giocatore

    Un giocatore Membro Assiduo

    Proprietario di Casa
    E' vero. Ma se l'amministrazione chiede i soldi alla persona 'sbagliata', quest'ultima paga e contemporaneamente si rivale su quella 'giusta', sperando che il debitore 'finale' sia corretto.
     
  19. giomar

    giomar Membro Attivo

    @Un giocatore e chiunque legga. Non badate a lunghe disquisizioni sull'argomento. La clausola e' breve, semplice, non costa nulla e non compromette nulla. Quando acquistate un immobile...mettetecela!:)
     
  20. giomar

    giomar Membro Attivo

    Se quibis clausulae non inficiam rogitis, indicare oportet.:)
     

Per rispondere Entra o Registrati è Gratis…

Perchè dovresti Registrarti?

  • Partecipare e Creare Discussioni
  • Trovare Consigli e Suggerimenti
  • Condividere i tuoi Interessi
  • Informarti sulle Novità

Condividi questa Pagina